Il cavo sottomarino di Google che collega USA e Francia è pronto. I dati viaggeranno a 250 Terabit/s

dday.it

di Pasquale Agizza

Il colosso di Mountain View comunica la fine dei lavori su Dunant, il cavo sottomarino che collega USA ed Europa. Lungo quasi 6.500 chilometri, sarà un’autostrada dove i dati viaggeranno a 250 terabit al secondo. È il terzo di un sistema di quattro cavi

Il sistema di cavi sottomarini di Google, che collega Virginia Beach in USA con Saint-Hilaire-de-Riez in Francia attraversando l’Oceano Atlantico, è da oggi attivo. A comunicarlo è la stessa Google, dichiarando la fine dei lavori iniziati nel 2018.

La posa del cavo, della lunghezza di 4.000 miglia (quasi 6.500 chilometri), ha visto la collaborazione della società specializzata SubCom, ed ha subito vari ritardi, dovuti anche all’emergenza sanitaria legata al Coronavirus.Dunant USA Europa

Dal punto di vista tecnico, il cavo utilizza un innovativo sistema a 12 coppie di fibre, e fornirà una capacità di 250 terabit al secondo (Tbps). Per dare una rappresentazione plastica di cosa significa una tale capacità, Google ha dichiarato che con 250 Tbps si potrebbe scaricare tre volte l’intera biblioteca del Congresso Americano – più di 28 milioni di libri – in un secondo.

Google utilizzerà questo nuovo collegamento per potenziare la sua infrastruttura cloud, con Dunant che si aggiunge al cavo Curie che collega USA, Panama e Cile e al cavo Equiano che collega il Portogallo con il Sud America. In fase di completamento ed attivazione c’è anche Grace Hopper, un cavo che partirà dagli USA per biforcarsi poi in due diramazioni: una andrà fino al Regno Unito mentre l’altra devierà verso la Spagna.

Dunant Croce Rossa
Jean Henry Dunant

In chiusura, una curiosità relativa al nome assegnato al sistema di cavi. Si chiama Dunant in onore di Jean Henry Dunant, imprenditore e filantropo svizzero insignito del premio Nobel per la creazione della Croce Rossa.

Fonte: https://www.dday.it/redazione/38409/il-cavo-sottomarino-di-google-che-collega-usa-e-francia-e-pronto-i-dati-viaggeranno-a-250-terabit-s

Pubblicato il 04.02.2021

0 0 voti
Valuta l'articolo
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
oriundo2006
oriundo2006
9 Febbraio 2021 , 7:30 7:30

Un tempo queste opere erano di prerogativa statale, essendo di pubblica utilita’ e pure strategiche…Alle volte mi domando che ci stiano a fare gli stati…com’ e’ possibile ?