IL BROWN-OUT ITALICO PARTE DALLE STAZIONI DI SERVIZIO

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

FONTE: PETROLITICO (BLOG)

“Non abbiamo più i soldi per tenere aperti i distributori oltre l’orario lavorativo e quello che guadagniamo con il self service non ci basta per pagare la luce per l’illuminazione della struttura interna e per il consumo delle macchine erogatrici di carburante”.
Graziano Bossi, presidente della Federazione italiana gestori impianti stradali carburanti della provincia di Cremona*

Ora sappiamo che la “fine” della disponibilità 24 ore su 24 dei carburanti parte da una delle regioni più ricche d’Italia: in tutta la provincia di Cremona, fuori dall’orario di lavoro, non ci saranno (mai) più carburanti disponibili.Non importa che abbiate o meno le carte di credito o i contanti in abbondanza. Siamo entrati nella fase in cui il sistema monetario traballante è comunque salvaguardato… ma mancano realmente i beni, dopo anni in cui la domanda stagnava. Ed il bene che viene a mancare è il bene supremo: l’energia, stupenda e volumetricamente molto densa, fornitaci da benzina e gasolio.

Poi dovremo staccare sempre più l’illuminazione pubblica.
Poi sarà razionata quella privata….

Poi sarà distribuito cibo solo a chi si fa trovare in casa.
Non è più una questione di “se” ed ormai il “quando” accadrà durante la nostra vita.

blank

Lo vediamo nel grafico a lato tratto dalla revisitazione aggiornata del “Limits to growth”, grafico che è “sbagliato” – come tutte le previsioni – ma secondo me ci azzecca abbastanza, siamo all’inizio di un collasso planetario e nazionale che forse ha un unico precedente recente ed è la Seconda Guerra Mondiale. Solo che quella crisi di fame e mancanza di tutto ebbe una durata di un paio di anni, questa durerà almeno 50 anni e sarà finita quando le forniture di gas, petrolio e carbone saranno finite e resteranno tentativi locali e pazzi di ripristinare una parvenza grottesca e dolorosa di mondo industriale. 
 

Ringrazio e saluto il commentatore che si firma David Addison, che conosco personalmente, il quale mi permette di continuare ad avere dei contenuti pregnanti mentre io me la dormo e mi curo sempre meno di drammi che non sono più futuri ma sono ormai qui tra noi.

Andrà peggio, ancora per una quarantina d’anni. Per salvarsi non servirà pensare, dire o fare quasi nulla di quel che sappiamo pensare, dire o fare. A meno che non siamo bravi assassini, ladri, truffatori ma queste categorie non credo siano la maggior parte dei miei lettori.

*link: http://news.panorama.it/cronaca/Benzina-Cremona-dice-addio-ai-self-service

Fonte: http://petrolitico.blogspot.it
Link: http://petrolitico.blogspot.it/2013/04/torna-il-grande-e-lungo-buio.html
12.04.2013

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
12 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
12
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x