I talebani vietano la coltivazione del papavero in tutto l’Afghanistan

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Il portavoce dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan Zabihullah Maujahid ha annunciato che il governo talebano ha deciso di vietare la coltivazione del papavero in tutto il territorio afgano. L’annuncio arriva successivamente alla decisone del leader supremo dell’Emirato Mawlawi Hebatullah Akhundzada.

Il decreto emanato dal leader prevede un “divieto rigoroso” sulla produzione, uso e traffico di tutti i tipi di droghe illecite, nonchè bevande alcoliche.

“Se qualcuno viola il decreto e coltiva il papavero, il suo raccolto verrà distrutto e il trasgressore sarà punito in base alla legge della Sharia. L’applicazione di questo decreto è obbligatoria. I trasgressori saranno perseguiti e puniti dalla magistratura”, si legge nel decreto.

Annunciando il decreto, il vicepremier Hanafi ha chiesto alla comunità internazionale di collaborare con l’Emirato Islamico nel trattamento dei tossicodipendenti e nella ricerca di attività alternative per gli agricoltori.

Ricordiamo che l’Afghanistan è il leader mondiale nella produzione di farmaci oppioidi nel mondo. Nel 2018, la sua quota sul mercato globale dell’eroina era del 92%.

Massimo A. Cascone, 03.04.2022

Fonte: https://tolonews.com/index.php/afghanistan-177402

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x