Home / ComeDonChisciotte / I PROSSIMI QUATTRO ANNI. IO SONO LA PERSONA=IO SONO IL POPOLO

I PROSSIMI QUATTRO ANNI. IO SONO LA PERSONA=IO SONO IL POPOLO

DI GERARD CELENTE
informationclearinghouse.info

Cosa ci vorrà per cambiare il corso del futuro? Dato che l’America, la superpotenza mondiale, si prepara ad eleggere il suo comandante in capo, ogni candidato pubblicizza la sua esperienza di leadership; Obama l’Uccisore di Osama contro Romney il Commando Corporativo. Ognuno elenca le proprie credenziali, affermando in effetti, “è per questo che dovrei essere il leader ed è per questo che dovreste seguire il vostro leader.” E a cosa ci condurranno? Al nirvana economico, alla pace nel mondo, all riqualificazione dell’ambiente, all’armonia sociale, al fermento culturale, all’illuminazione spirituale? Dato il carattere e le orme tracciate da entrambi, e ciò che propongono di fare una volta eletti, la corsa per la presidenza arriva per chi è più qualificato per distruggere il più lento. Cosa impedisce alle persone di vedere ciò che è ovvio? Non tutti guardano.

Jersey Shore e American Idol credono che McDonalds sia vero cibo che bere coca cola dietetica li aiuti a perdere peso. Perché quelli che ora dovrebbero conoscere meglio la situazione, in realtà non la conoscono affatto? Cosa permette loro di sospendere il buonsenso e cedere il loro potere a sconosciuti le cui credenze, i cui ideali – e soprattutto – le azioni e i comportamenti sono nettamente in contrasto con ciò che il cuore prova? Che cosa fa bere loro il Kool-Aid?

L’unico cambiamento nel quale potete credere

Per creare un qualsiasi cambiamento significativo, la gente deve smettere di giocare a “segui il leader”. Ma se smettono di seguire il leader, chi li guiderà? La risposta: Nessuno! Dovete guidare voi stessi. Ma guidare se stessi non è qualcosa che può essere comprato, concesso o imposto. Deve venire da dentro. Si comincia con il non aspettarsi niente dal proprio leader, e comprendere che tutto deve venire da se stessi. Significa avere il coraggio di non farsi schiacciare dal potere. La dignità di pretendere il proprio sacro posto sulla terra che ci spetta di diritto. Rispettare se stessi, richiederlo agli altri e mostrare rispetto per tutti coloro che lo meritano… al di là della classe o dello status.

L’integrità di mantenersi e vivere secondo la propria idea. E la passione di vivere una vita pregna di significato e convinzione; che il cuore senta ciò che la mente sa. Questo non è il manifesto di “ognuno per se stesso”. Piuttosto è un invito per una cooperativa di persone con il coraggio, la dignità, il rispetto, l’integrità e la passione di tracciare un futuro che non viene dettato e imposto loro da partiti politici che comandano e dai sistemi oppressivi e senza scrupoli che essi rappresentano.

Non c’è nessuno “Noi Popolo” finché “Io Persona” non sia disposta a stare in piedi e parlare per se stessa o se stesso.

Per cambiare il futuro, le persone devono cambiare. Quando un numero rilevante di persone cambia, allora tutto cambia.

Gerald Celente
Fonte: www.informationclearinghouse.info
Link: http://www.informationclearinghouse.info/article32053.htm
1.08.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MARIA MERCONE

Pubblicato da Davide

  • ProjectCivilization

    Peccato che questo trafiletto sia stato tradotto meccanicamente …..il concetto che lambisce e’ di enorme importanza sia per la storia che per il valore della persona . Al momento gli statunitensi sono plagiati , e non si rendono nemmeno conto del fatto che queste complicatissime campagne elettorali si occuipano di stragisti completamente organici alla massoneria . Il contrario del tipo di persona che serve in un governo Democratico . E’ a dir poco desolante che abbiano subito passivamente la minaccia dell’elezione di due assassini irresponsabili fotocopiati …..senza che vi fosse neppure in ballo una persona valida . Un elezione a cui siano iscritti due tizi cosi’ e’ completamente delegittimata , e gli statunitensi avrebbero dovuto cominciare 2 anni fa a organizzare un elezione indipendente .Se non lo hanno fatto , e’ evidentemente , perche’ sono incoscenti .

  • GioCo

    Divertente: per obbligare a legittimare due impresentabili candidati, non ne presentano di alternativi!

    Evidentemente l’elité sa bene di essere alla frutta e non vuole rischiare di trovarsi tra i piedi un presidente non del tutto collaborante.
    C’è l’inghippo dell’Iran da risolvere e c’è Israele che vorrebbe una guerra, ma non vuole iniziarla da sola. Però iniziarla con gli U.S.A. in stile afgano-iracheno-libanese è un bel casino, perchè significherebbe guerra mondiale se Russia e Cina continuano a opporsi in modo così deciso. Non tutti stanno sponsorizzando la terza guerra mondiale.
    Certo che se diamo un occhiata agli scaffali dei videogame capiamo subito verso quale futuro probabile ci stanno preparando. Dalle parole del Grande Vecchio [ilupidieinstein.blogspot.it]: “… I nostri giovani sono stati addestrati bene più o meno nell’ultimo decennio sulle console dei giochi da combattimento, è stato interessante vedere il nuovo gioco Call of Duty Modern Warfare 3 [it.wikipedia.org], che rispecchia esattamente ciò che avverrà nel prossimo futuro con la sua programmazione predittiva. I nostri giovani, negli Stati Uniti e in Occidente, vengono preparati perché sono stati programmati per essere buoni soldati , carne da cannone, e quando gli sarà ordinato di uscire in strada e combattere quei pazzi Cinesi e Russi, obbediranno agli ordini …”.
    Peccato che nonostante continui ad indicare in che modo videogame e film ci stiano da tempo dicendo in modo piuttosto evidente quel’è la “verità” circa l’agenda dei nostri signori e padroni, venga sistematicamente zittito.
    Pazienza, tanto Internet è un invenzione dei padroni della fattoria, quindi mi sa che finiremo per andare prima o poi a giocare da un altra parte …

  • rebel69

    Un altro articolo da salvare fra i più interessanti.E’ora di rimboccarsi le maniche ed iniziare il lavoro sporco.Nessun leader politico religioso o comico cambierà il mondo per noi.Come già cantava De Andrè anni fà,non esistono poteri buoni.

  • albsorio

    Hai mai trovato la carogna di qualche animale morto? I campi di battaglia veri sono una cosa diversa dai video games, non a caso gli USA puntano sui drone, hanno finito le fanterie e i gruppi corazzati di negri.

  • ottavino

    Grande saggezza, ma inutile. Se una persona segue un leader, ciò significa che è debole. Allora si chiede di “cambiare” al debole e di diventare forte, uno che sa stare in piedi da solo. Ma un debole non può diventare forte. Se lo potesse non sarebbe debole. Per questo il dramma non ha soluzione. Conviene accettare che ci sono i deboli e ci sono i forti, c’è un leader e c’è chi lo segue.

  • SeveroMagiusto

    E bravo Mr. Celente. Hai centrato in pieno il punto! Sono perfettamente d’accordo con l’analisi fatta sui contendenti alla carica di “uomo più potente della Terra” (o supposto tale), e soprattutto sul fatto che troppe persone non guardano, o “guardano senza vedere”.

    Ma la seconda parte del post, quella sul cambiamento…wow! Quella la sottoscrivo parola per parola perché corrisponde in pieno al mio pensiero. La maggior parte delle persone che si lamentano del “sistema” nel quale viviamo e che vorrebbero provare a cambiarlo, finisce col sbattere il muso sull’enormità del problema. Come aggredire un organismo così radicato, che si è espanso per secoli fino alla forma attuale? E’ estremamente difficile. Rivoluzione? La vedo duretta, ma possibile. Molto dolorosa però. Democrazia? Sarebbe bello, se esistesse. Peccato che nella maggior parte dei Paesi essa sia solo un surrogato, per cui alla fine la plebaglia si trova ad essere rappresentata da persone che sono assolutamente distanti dal proprio modo di essere e pensare. Killer 1 o killer 2, come negli Stati Uniti, o senza andare troppo distanti Bersani o Berlusconi. Ma che cazzo di scelta è? Comunque vada hai perso.

    Io voglio poter votare per delle persone per bene. La società dovrebbe essere composta da persone per bene. E allora votare per Tizio o per Caio farebbe poca differenza. Proprio come adesso, ma al contrario. Quindi il problema è la qualità delle persone, la qualità dei cittadini, la qualità di noi stessi. La gente andrebbe educata al bene (ah già, dimenticavo che di queste cose se ne occupano già la Chiesa, la scuola, i media…). Ma il fatto è che anche noi siamo parte del sistema. Siamo dei microscopici ingranaggi che un bel giorno potrebbero rendersi conto che possono decidere di rallentare, fermarsi, o addirittura girare al contrario. Al sistema gliene fa un baffo se uno, dieci, cento o mille rotelline vanno per conto loro. Ma quando queste cominciano ad essere milioni, anche il sistema più potente e collaudato può andare in tilt.

    Dunque qual è la via d’uscita? E’ quella che ci indica Celente e che io chiamo R-evoluzionismo: prendere coscienza del valore di noi stessi, unirsi ad altre persone che la pensano come noi, darsi delle regole e vivere secondo le stesse. Costituire così delle mini-comunità e metterle in rete. Passare dalla protesta sul web alla vita reale; da “Second life” a “Real and only life”. Mi hanno insegnato che dare il buon esempio è il modo migliore per educare. Dimostriamo agli altri che un altro modo di vivere esiste. Ma esiste sul serio: ci sono i GAS, le comunità, le cooperative, gli ecovillaggi, le città di transizione (c’è l’Islanda…), e altre forme di aggregazione che dovrebbero essere più pubblicizzate e che dovrebbero diffondersi e mettersi in rete. E non parlo del web – che ha comunque l’insostituibile ruolo di catalizzatore e di mezzo di comunicazione – ma di una rete di rapporti che permetta lo scambio di idee e la sinergia nell’azione. Piccoli sistemi, più efficienti e più facilmente amministrabili, dove possa vigere la democrazia partecipativa, e un comune sistema economico, alternativo e contemporaneamente convivente con questa cagata di Euro. Finchè dura.

    E rimanendo ai post di “Comedonchisciotte”, riguardo ai progetti che il Signor Monti ha per l’Italia, sposo l’epilogo dello scritto di Antonio Miclavez del giorno 8 nel quale afferma: “L’austerity è un piano per azzerare risorse, economia e diritti. Riprendiamoci la Sovranità monetaria, ricusiamo il debito pubblico e ripartiamo da zero: questo sistema è ormai decotto.”
    Parole sante.

    Severo Magiusto
    http://www.lavocedellaplebaglia.net

  • andyconti

    Il “Popolo” deve essere salvato dal “Potere”? La gente e’ plagiata? L’americano medio non sa che la Coca Cola fa male? Adesso mi direte che gli italiani votano certi partiti solo perche’ la tv li influenza?

  • ProjectCivilization

    Uno dei pochi , preziosi , lati positivi della situazione , e’ che il premio per costituirsi in comunita’ autonome dalla massoneria , e’ immediato . Sicurezze , cibo sano , ritmi giusti….bellezza….l’abbandono della competitivita’ e della crescita…..sono disponibili subito .
    La casta si puo’ delegittimare in giornata .Senza bisogno di sparare .

  • ProjectCivilization
  • ProjectCivilization

    Se hai una visione diversa….dopo averci pensato bene….!!!contribuiscila….cosa fai sfotti ?