I GUANTI DI PUTIN

DI RUDY PANKO

russia-insider.com

Putin si leva i guanti e parla di relazioni finanziarie tra paesi del G20 e ISIS

Al summit del G20 summit, Putin denuncia gli stati membri di sostenere il terrorismo

Come a volte succede al cinema, durante il summit G20 di Antalya, Putin, il Presidente russo, ha portato le prove che gli stati del G20 forniscono appoggi finanziari all’ ISIS… Poi parlando con i giornalisti, dopo il summit, Putin ha detto:


Ho presentato esempi con dati sul finanziamento fornito alle unità dello Stato islamico da parte di persone fisiche di diversi paesi. Il finanziamento proviene da 40 paesi, come abbiamo stabilito, tra cui alcuni sono anche membri del G20.


Putin ha presentato anche delle immagini satellitari che mostrano come si svolgono le redditizie attività di contrabbando petrolifero nello Stato islamico.

Ho dimostrato ai nostri colleghi, con chiare immagini dallo spazio, la vera dimensione del commercio illegale di petrolio e del mercato dei prodotti petroliferi. Convogli di auto, che si allungano per decine di chilometri, arrivano fin dopo l’orizzonte se si osservano da un’altezza di quattro-cinque mila metri.

È interessante notare che, subito dopo il vertice, gli Stati Uniti hanno annunciato che i loro aerei avevano iniziato a bombardare i convogli dell’ISIS ed i camion usati per “contrabbandare il petrolio greggio che si produce in Siria”.

Che strana coincidenza. E ‘come se gli Stati Uniti avessero già saputo esattamente dove passavano quei convogli, ma che non si sentissero ancora obbligati a distruggerli fino a quel momento. Il mondo è pieno di misteri!

Ma la vera storia è che Putin in realtà si è alzato in piedi di fronte alle grandi potenze economiche del mondo e ha detto, guardandole in faccia, che la Russia sa esattamente che cosa stanno facendo.

Con rispetto.

Fonte: http://russia-insider.com/

Link: http://russia-insider.com/en/politics/putin-exposes-g20s-financial-ties-isis-during-antalya-summit/ri11199

16.11.2015

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario.

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Hamelin
Hamelin
17 Novembre 2015 12:19

Ammiro il coraggio di Putin .
Questo atto a mio parere è una denuncia grave che segna la netta contrapposizione che porterà direttamente all’ ultima Grande Guerra .

Putin si è levato i guanti ed ha schiaffeggiato i Criminali Globalisti in pieno volto in gesto di sfida .

Le conseguenze sono ovvie  e spaventose .

rdifusco
rdifusco
17 Novembre 2015 12:33

finalmente qualcuno che dice le cose in faccia così come sono senza mezzi termini

giannis
giannis
17 Novembre 2015 12:35

Grande zio PUTIN , sputtanali , di le cose come stanno

ROE
ROE
17 Novembre 2015 12:36
Putin conosce già i responsabili dell’attentato all’A321 russo precipitato in Sinai.
Holodoc
Holodoc
17 Novembre 2015 12:45

Putin lo dice ma i media mainsteam non fanno da amplificatore, quindi cambia poco, almeno per noi (non per i russi che hanno conferme di quale pasta sia il loro leader.

Putin ha davvero la calma e la compostezza dei forti.

Vetter
Vetter
17 Novembre 2015 13:24

Mi sembra che in tanti esaltino le scelte di Putin ammaliati dalla sua dimostrazione di forza.Io credo che Putin in questo momento non sia il più forte, e che si stia esponendo perchè solo così può forse trovare l’appoggio dei pavidi che vorrebbero cambiare fronte ma temono le conseguenze. Ad ogni accenno di cedimento, chi tramite minaccia finanziaria chi sotto scacco "terroristico", tutti gli incerti sono stati riportati al loro posto, a testa bassa sotto il cappello USA, e quando diventerà palese che anche la Russia nulla può, sono sicuro che tanti suoi sostenitori cambieranno opinione nei suoi confronti, e i pochi alleati gli volteranno le spalle.Putin non è il + forte ma a mio avviso è il più giusto, quindi spero che questo braccio di ferro si concluda a suo favore (anche se per noi occidentali sarà uno svantaggio in termini geopolitici ed economici), purtroppo però sono certo che sarà nuovamente la coalizione USA e suoi sudditi (ovvero tutto il resto del mondo,tranne la Cina fin quando non girerà le spalle alla Russia) a determinare il futuro di questa squallida umanità. Sotto le mentite spoglie dell’esportazione della democrazia, del sia fatta giustizia contro i terroristi, prenderanno nuovamente con la forza il controllo del… Leggi tutto »

Blackrose4400
Blackrose4400
17 Novembre 2015 13:39

Sono completamente d’accordo cone te. Hai stigmatizzato perfettamente la situazione. Putin ha avuto finalmente il coraggio di dire basta. Basta a tutta questa enorme bugia mediatica che va avanti da troppi anni. Troppi decenni. Si è esposto dicendo la verità. La semplice verità ormai ammessa anche dagli stessi attori della farsa.

La cosa che mi colpisce è, come tu hai giustamente scritto, che avendo osato dire la semplice verità le conseguenze potrebbero essere spaventose. Ed è questo ad essere spaventoso. La verità, quella professata dalle tre religioni di cui ognuna si professa propietaria assoluta,  potrebbe essere causa di disastro.

Lo trovo agghiaccianteiiiaaaaa…… (cit. Crozza)

lopinot
lopinot
17 Novembre 2015 15:27

Putin può anche sgolarsi, ma prigionieri come siamo di questa vergognosa macchina propagandistica che eufemisticamente viene chiamata informazione mainstream, sempre verremo distratti sul più bello da un qualche aspetto mieloso, lagnoso ed esiziale, o nel migliore dei casi da qualche tetta.
Ormai i media hanno superato la pur comprensibile cautela a sfondo sicurezza per il proprio posto, anzi ormai non ci troviamo di fronte a giornalisti che "vorrebbero" dire le cose come stanno, ma vengono tarpati, minacciati e ricattati dai poteri oscuri.
In realtà da anni, da molti anni, quasi tutti coloro che militano (il termine non è casuale) nel giornalismo, sono entrati precisamente e consciamente in funzione embedded di fiancheggiamento e sostegno dei governi e dei poteri economici.

Sia che si parli di politiche economiche, di Jobact, di banche, di tasse e di leggi ingiuste, penalizzanti a senso unico per la parte debole della società, a maggior ragione in caso di guerre, argomento proverbiale in cui mai la verità è entrata in gioco nella Storia.  

sotis
sotis
17 Novembre 2015 15:42

meno male che c’è Putin se no non sapremo come al solito nulla. i governanti europei devono assolutamente uscire dalla sfera di influenza Usa. 

vic
vic
17 Novembre 2015 16:11

Gia’, qui sta il punto dolente.

Putin l’ho visto al TG mentre diceva queste cose.
Quindi come me chissa’ quanti l’hna visto e ascoltato (tradotto da quelli del TG).
Pero’ poi e’ mancato l’approfondimento sul discorso di Putin.
Insomma lo fanno scivolar via come una goccia d’olio e buonasera.
I media sono molto colpevoli nel non approfondire  il punto di vista russo.
Mentre d’altro canto propinano qualsiasi esternazione anche senza capo ne’ coda della Nato.
Comunque qualcosa si sta muovendo, sotto sotto.
L’ho percepito l’altro giorno ascoltando il punto di vista dell’ex capo dei servizi d’informazione svizzeri Peter Regli. In passato si esprimeva sempre con un certo fortissimo pregiudizio negativo su Putin. Ora invece ne tesse grandi lodi.
Su una tivu’, la RSI, che sembra un megafono della Nato in traduzione italiana.
Che e’ tutto dire.
geopardy
geopardy
17 Novembre 2015 17:26

A me sembra che Putin sappia bene quando dire certe cose, appena dopo il massacro di Parigi, a cui ognuno dei paesi citati non vorrebbe essere associato e sull’onda cell’ennesima conferma della giustezza dell’atteggiamento russo in merito, sulla stizza dell’Europa, nel momento più caldo e questa volta la temperatura è quella giusta.

Intanto ho appena letto che la Francia ha chiamato Mosca per coordinarsi militarmente in Siria, mica Washington, che pure è lì.
idea3online
idea3online
17 Novembre 2015 23:42

Stiamo iniziando a non capirci niente, è tutto un Caos, la legge del Caos, è tutto normale non capire. La Russia prima dice che non si è sicuri che l’aereo sia causa del terrorismo, dopo circa due settimane l’attacco a Parigi, dopo pochi giorni la Russia oggi conferma che l’aereo è stato un attacco dei terroristi, le dichiarazioni dicono che Russia e Francia cooperano in Siria contro l’ISIS.  Al centro c’è l’ISIS. La Russia a tutta fretta conferma che si sia trattato di un attentato, all’inizio esitava a dimostrarlo per evitare di dimostrare la ferita all’opinione pubblica, questa sua esitazione dovuta probabilmente a non volere attuare mosse di rappresaglia oltre quelle in essere in Siria, ma a Parigi è stata mossa un altra pedina sullo scacchiere, ed ecco che la Russia muove un altra, conferma l’attentato e allarga la rappresaglia, sta al gioco del Caos, il Caos a quadrato genera altro Caos, il tutto può elevarsi a potenza con reazioni imprevedibili e dolorose, ma è sempre una partita a scacchi, perciò adesso la Russia aumenterà la presenza in Siria, la Francia altrettanto, resta da capire se Russia e Francia siano veramente alleate(Terza Guerra Mondiale garantita)oppure la Francia deve con la… Leggi tutto »

giannis
giannis
18 Novembre 2015 9:57

Abbiamo la fortuna di avere internet non censurato , chi vuole informarsi veramente lo puo’ fare , chi no lo fa e’ perche vivere Nell ignoranza e’ piu’ facile . Ed e’ chiuso di mentalita’ , e ha paura di sentire altre campane , sopratutto per la gente con piu’ di 55 anni e dura cambiare dopo 40 anni che credi ai telegiornali

giannis
giannis
18 Novembre 2015 10:02

Secondo molti la Russia e’ piu’ forte degli USA , le portaaerei USA sono absolete ormai , si possono affondare come niente