I BANCHIERI ATTACCANO BUSH E SPINGONO PER LA GUERRA MONDIALE

DI HENRY MAKOW, Ph.D.
The Truth Seeker

Il demente assalto di Israele contro il Libano
potrebbe essere spiegato dalla frustrazione dei
banchieri “Illuminati”, di base a Londra, causata
dall’aver mancato l’ America di attaccare l’Iran.
Essi sperano ora che la guerra in Libano si
allarghera’ alla Siria ed all’Iran, risucchiando alla
fine la Cina e gli Usa nella 3.a guerra mondiale.

I leccapiedi dei banchieri non nascondono questo
obiettivo. Sulla CNN Glenn Beck ha dichiarato
mercoledi’ scorso: “La 3.a guerra mondiale e’
cominciata” e andava chiedendosi quando
avremmo avuto il “momento del Duca Ferdinando”.
Si riferisce allo assassinio dell’ Arciduca Ferdinando,
una operazione false flag, che dette l’avvio alla 1.a guerra mondiale.
Secondo “L’Orchestra Rossa” Leon Trotsky,
agente Rothschild, fu il suo ideatore.Newt Gingrich ha echeggiato a l’insana retorica di
Beck. Ha affermato: “I recenti eventi potrebbero
essere precisamente descritti come una 3.a guerra
mondiale … L’ala ideologica dell’Islam non puo’
conciliarsi con la moderna civilta’… Il mondo libero
dovrebbe contrastare la barbarie oppure essere
sconfitto da essa … In questa crisi di civilta’….
e’ possibile conseguire una prima decisiva vittoria.”

Attraverso i loro agenti i banchieri stanno spingendo
per una “guerra di civilta’ ” tra Cristianita’ ed Islam,
ed alla fine tra Cina, che si erge dietro l’Iran
(via Corea del Nord) e gli Usa, che sostengono Israele.
Lo scopo ultimo è un pianeta spopolato, governato
da una dittatura mondiale.

I banchieri Illuminati hanno bisogno di tramutare
il loro monopolio sul credito delle maggiori nazioni
mondiali in un monopolio politico e sociale, quali
erano (loro precedenti arruolamenti) Comunismo
e Fascismo. (Significativamente le banche centrali
di Corea del Nord ed Iran sono tra le pochissime 5-10
che essi non controllano.)

La Guerra è lo strumento più potente tramite cui
il cartello bancario degrada, demoralizza e schiavizza
l’umanità. Piu’ precisamente i banchieri vogliono
distruggere le nostre sorgenti di identità e di forza,
cioè nazione, razza, religione e famiglia.

Hanno usato lo stesso manuale d’uso, ormai spiegazzato,
che servì ad iniziare la 1.a guerra mondiale e la 2.a,
sicche’ ricapitoliamo la loro strategia. I banchieri
non possono distruggerci facendo loro stessi il lavoro;
essi fanno in modo che i loro nemici si distruggano
l’un l’altro. Lo hanno fatto per secoli. Albert Pike,
il Supremo Comandante della Frammassoneria
Americana, predisse la 3.a guerra mondiale
“tra Sionismo politico ed Islam” piu’ di 100 anni fa.
Affermò che i loro agenti di ambo le parti
trascineranno le loro nazioni nell’ abisso.

“La guerra deve essere condotta in modo tale che
Islam e Sionismo politico reciprocamente distruggano
l’un l’altro” scrisse Pike nel 1871.

IMPEDIMENTI ALLA GUERRA MONDIALE

Il problema è che alcuni personaggi nel governo
e nell’esercito Usa stanno cominciando a riconoscere
il piano degli Illuminati. Essi avvertono che sulla
agenda che riguarda gli Usa rimangono da scrivere
poche tappe.

In apparenza la Corea del Nord ha inteso le recenti
prove missilistiche come un avvertimento.
Hanno missili capaci di raggiungere il Giappone e
forse la costa occidentale Usa. Oggi abbiamo
appreso che osservatori Iraniani erano presenti
a queste prove di lancio.

L’Iran vende alla Corea del Nord petrolio per miliardi
di dollari. Faccio delle congetture sul modo in cui
la Corea del Nord, una nazione impoverita, abbia pagato.
L’ Iran probabilmente già possiede testate nucleari
ed i missili per recapitarle. In quale altro modo
potrebbe minacciare di infliggere gravissimi danni
se esso o la Siria fossero attaccati ?

Di fronte a questa minaccia George W. Bush e Condie
Rice stanno operando con dei vincoli. Credetemi,
non sono un loro sostenitore. Ma ci dovremmo
insospettire del cambiamento di tono e della frequenza
di critiche contro il presidente sui mass media
controllati dai banchieri centrali.

L’establishment conservatore di politica estera e’
“fuori di se’ dall’ira contro il governo”, secondo un
articolo sul “The Washington Post” di mercoledi’.
“L’ ultima goccia” e’ stata la decisione Usa di offrire
colloqui diretti e potenziali benefici all’ Iran, per
indurlo a tagliare il suo programma nucleare.

Bill Kristol e colleghi hanno guadagnato credito per
aver iniziato la guerra in Iraq, ma si lamentano che
non si proceda più aggressivamente. Sulla FOX Tv
martedi’ Kristol ha affermato: “Dobbiamo essere
pronti ad usare la forza militare contro l’Iran.”

Ma il presidente ha i suoi sostenitori tra alcuni politici
ed opinionisti. Secondo “The Washington Post”:

“Parlamentari Repubblicani, nel frattempo, appaiono
allinearsi strettamente con il presidente sulla politica
estera. Non ha aiutato la fazione neo conservatrice,
c’e’ da presumere, la circostanza che l’occupazione
dell’ Iraq non sia andata liscia come alcuni avevano
previsto.

Alcuni importanti conservatori, tra cui William
F. Buckley Jr. e George Will, si sono dichiarati scettici
in merito alla missione in Iraq e, nel caso di Will,
molto scettico in merito alla capacita’ degli Usa di
costruire la democrazia all’estero. Nella sua colonna
pubblicata su vari giornali ieri, Will si e’ riferito alle
lagnanze dei neo conservatori, per osservare come
il Governo stia “improvvisamente ricevendo un
certo numero di critiche tanto avulse dalla realta’
da sfidare la caricatura.”

ISRAELE

Israele dovrebbe considerare a fondo che l’ Iran già
possiede armi nucleari. (Forse gli Israeliani lo sanno
e la disputa sul nucleare è solo una scusa per la
guerra.) Alcuni osservatori ritengono che il piano
degli Illuminati sia quello di sacrificare Haifa e
Tel Aviv al loro dio Satanico in un secondo “olocausto”.
Gli Illuminati hanno creato Israele e si arrogano il
diritto di distruggerlo.

Non aiuta il fatto che Israele abbia sperperato il
suo capitale morale con questo oltraggio e che i
bambini Israeliani vengano fotografati a scrivere
saluti ai bambini Libanesi sulle bombe. La verita’
è che chiunque appoggi questa carneficina non ha
alcuna protezione morale contro il rischio di ricevere
lo stesso trattamento. Non sottovalutate questo fatto.
Abbiamo a che fare con occultisti, che vogliono
degradarci ad un livello tale che il massacro di noi
possa essere giustificato davanti a Dio.

Questo è un disastro nelle pubbliche relazioni per
Israele ed i suoi sostenitori. Uno tsunami di oltraggio
del mondo intero colpirà Israele, superando la
protezione fornita dalla forza dei Media e tutte le
altre censure.

La distruzione di una nazione solo a causa della
cattura di due prigionieri da parte di una milizia di
cittadini e’ indifendibile. Naturalmente lo scopo reale
di tale abuso e’ quello di creare una atmosfera di
agitazione, disperazione e panico, che fara’ scattare
una serie di eventi, un “momento alla Duca
Ferdinando”, che porti ad una conflagrazione
regionale o globale.

Gli Israeliani dovrebbero arrivare a comprendere
meglio che stanno entrando in una palude. Essi
sono ostaggi in un gioco mortale, e gli ostaggi
vengono sacrificati. I Giudei sembrano non aver
imparato nulla dalla Seconda Guerra Mondiale.

CONCLUSIONI

Gli Usa si comportano come il tacchino che legga
il menu’ del giorno del Ringraziamento ed esclami:
“Aspettate un minuto.”

Appoggiamo George Bush e Condoleezza Rice nel
loro rifiuto di attaccare l’Iran, e sfoghiamo
la nostra collera e disprezzo sui vari Glenn
Becks, William Kristols e Newt Gingrich del
mondo, che vogliono spingerci nel forno nucleare.
Sono solo farabutti, impostori e traditori.

In questi giorni sto vivendo un deja vu. Sto
sperimentando qualcosa di simile a quanto
presumilmente successo prima delle due guerre
mondiali, quando la medesima losca squadra di
caratteri guidava la marcia degli Americani
dentro inferni costosi ed inutili.

Non possiamo essere compiacenti. Essi tuttora
non hanno mai smesso di manipolarci.

Siamo troppo ingenui per riuscire a riconoscere
che la storia moderna è niente altro che il
processo tramite cui gli Illuminati trasferiscono
il potere globale dalla aristocrazia feudale a
sè stessi, usando la democrazia liberale come
passaggio di transizione ?

Per quanto incredibile e bizzarra tale tesi suoni,
sarà l’umanita’ capace di riconoscere, prima
che sia troppo tardi, di essere nella morsa di
una ben organizzata cospirazione Satanica di
lunga data ?

Henry Makow. Ph.D.
Fonte: http://www.thetruthseeker.co.uk/
Link: http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=4839
21.07.06

Traduzione a cura di FRANCESCO CASELLI
http://francescocaselli.blogspot.com/

0 0 voti
Valuta l'articolo
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
remo
remo
26 Luglio 2006 , 5:05 5:05

Posto questo artiocolo affinchè ci siano alcuni elementi provati e più ragionevoli su un dibattito che altrimenti, come al solito, rischierebbe di diventare troppo superstizionista. Guerra all’Islam: durerà cinque anni Maurizio Blondet 25/07/2006 Il generale Wesley Clark“La campagna durerà cinque anni e coinvolgerà un totale di sette Paesi: a cominciare dall’Iraq, poi Siria, Libano, Libia, Iran, Somalia e Sudan”. Questa frase si trova in un libro del generale Wesley Clark, che fu il comandante supremo della NATO in Kossovo. Intitolato “Winning modern wars” (1), il saggio del generale riporta a pagina 130 che il Pentagono stava già studiando i piani per la guerra in Libano nel 2001. “Quando tornai al Pentagono nel novembre 2001”, scrive Clark, “uno degli ufficiali superiori dello staff ebbe il tempo per una chiacchierata. Sì, mi disse, siamo ancora sulle direttrice per andare contro l’Iraq, ma c’è di più. Questo [l’Iraq] era allo studio come parte di un piano di operazioni di cinque anni, per un totale di sette Paesi: dall’Iraq e poi Siria, Libano, Libia, Iran, Somalia e Sudan. Me lo disse in tono di rimprovero, quasi d’incredulità per la vastità del piano. Io cambiai argomento, perché non erano cose che volevo sentire, e nemmeno… Leggi tutto »

Zret
Zret
26 Luglio 2006 , 6:14 6:14

Attenzione: la retroguardia invisibile si chiama City, si chiama Urbe. Nei romanzi d’investigazione il meno sospettato è il colpevole. Io punterei l’attenzione su Roma (B 16) e su Londra per capire veramente qual è il fulcro delle operazioni occulte.