Home / ComeDonChisciotte / I BADOGLIABILI: GIOCO POLITICO PER UN'ESTATE DIVERSA

I BADOGLIABILI: GIOCO POLITICO PER UN'ESTATE DIVERSA

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Berlusconi tenta un canto del cigno, annunciando grandiose riforme, ma oramai è agli sgoccioli: risultato per troppi anni inconcludente sul piano pratico delle riforme e dei risultati, reso impresentabile anche internazionalmente dalle rivelazioni sui bunga-bunga oltre che dalle leggi fatte per suo privato interesse, squalificato da Luttwack (ossia Washington), privo di idee valide per risollevare finanze pubbliche e sistema paese, insidiato da Tremonti nella sua leadership, messo alla corda adesso anche dalla Lega, non ha più spazi né carte da giocare, se non il minacciare che, se cade il suo governo, cade anche il rating del debito pubblico.Orbene, immaginiamo un probabile scenario autunnale con recessione, disoccupazione, crisi finanziaria, stretta bancaria, tensioni sociali crescenti, Berlusconi che cade per ultradecennale, dimostrata e comprovata incapacità di riformare e rilanciare il sistema-paese (oltre che per scandali e impresentabilità internazionale e sfiducia di Washington), una galassia di opposizioni incapaci di mettersi o restare insieme, divise come sono tra perbenisti e antisistema, tra moderati e antagonisti (No Tav, Vendola, Grillo, Di Pietro etc.), tra filoclericali e laicisti, e privi di una qualsiasi personalità con le capacità necessarie allo statista (a furia di selezionare per i posti-chiave della politica e delle istituzioni solo ipo-capaci, utili idioti e prestanome, in Italia gli statisti da molto non si possono più formare).

In un tale scenario, venuta meno una maggioranza elettorale, e non potendo costituirsi un’altra maggioranza (credibile), nemmeno passando per le urne, toccherebbe al Capo dello Stato diventare l’interlocutore e il garante degli obblighi e delle soggezioni dell’Italia verso UE, BCE, FMI, Washington, agenzie di rating, etc. – trattandosi di sottoporre il paese alle interessate e falcidianti (recessive) “condizionalità” imposte per ottenere gli “aiuti” o i “visti” finanziari. Quindi Napolitano, (volente nolente, quindi senza sua responsabilità morale), si troverebbe a prendere le redini del governo, sostituendosi alla maggioranza parlamentare, ovvero confezionandone una ad hoc, e mettendo su un suo proprio governo “tecnico” (in realtà, però, politico al massimo grado – lo si chiamerebbe “tecnico” per sfumare sul fatto che non avrebbe legittimazione democratica), sostenuto da lui e dagli stranieri-creditori-soccorritori-castigatori (e poi raccoglitori).

La caduta di Berlusconi creerebbe, con ciò, una situazione analoga a quella della caduta di Mussolini: anche allora, il Capo dello Stato, che allora era il Re, tolto di mezzo Mussolini, Capo del Governo, mise su un suo governo, con Badoglio a suo capo, per svolgere il ruolo di assicurare, soprattutto nei rapporti con l’estero, la contionuità dello Stato italiano nonostante la caduta del governo, e trattare la capitolazione (ché tale fu) agli Alleati, e la consegna dell’Italia all’egemonia USA e al processo di inarrestabile crescita dell’indebitamento nazionale, avviato dagli USA stessi mediante l’emissione inflazionistica, indebitante e predatoria delle AM-Lire durante l’occupazione.

Orbene, chi candidiamo al ruolo di Badoglio, per l’inverno 2011-2012? Chi ha i requisiti per essere badogliabile? Per pilotare presentabilmente gli Italiani verso un più profondo stato di sudditanza e di asservimento ai sempre più apolidi e stringenti interessi finanziari sovranazionali? Tremonti? E’ presentabilissimo, è pulito, è tecnicamente il più competente e credibile, si è fatto accettare all’estero, si impegna adesso per smarcarsi da Berlusconi, ma non pare che abbia idonei appoggi tra le forze politiche ed economiche. E probabilmente non ci starebbe nemmeno, a fare quella parte: ha troppo orgoglio. Io credo che il più badogliabile di tutti sia il Casini: sostenitore degli interessi della Chiesa quindi da essa appoggiato, genero di Caltagirone (Mps-D’Alema), appoggiato o appoggiabile dai vari Fini, Rutelli, Montezemolo; piacente e presentabile. La scelta di un Angiolino per la segreteria che fu del priapico Silvio, un Angiolino radicato nella DC, è forse un mezzo per agganciarsi a Casini e galleggiare dopo la caduta del vecchio Capitano. Ma avanzate voi, cari lettori, le vostre candidature: chi badogliereste, se toccasse a voi scegliere? Dite la vostra in tutta libertà, perché questo è solo un gioco per l’estate: non rischiate nulla, perché ciò che potete perdere, lo perderete comunque…

Marco Della Luna
Fonte: http://marcodellaluna.info
Link: http://marcodellaluna.info/sito/?p=548
4.07.2011

Pubblicato da Davide

  • Nauseato

    Quando piacciono i giochini sadici eh ?…
    Ma sì, tanto, tutto lascia pensare al peggio.

    Inorridisco che possa effettivamente essere Casini. Ex-alleato del mostro che una giusta la dice (se e quando la dice …) per 200 inascoltabili.

    Mai la scelta del nick suona tanto aderente al mio stato d’animo.

  • faniarte

    Salve! Mi pemetto di inserire uno stralcio da un’articolo di Paolo Barnard
    Per un mondo migliore – La lattina e il pollaio ..penso sia definitivamente illuminante!!
    Nell’epoca contemporanea e nelle società post moderne le ‘soluzioni intermedie’ sono una trappola, pensata con oculatezza proprio per annullare ogni nostra capacità di cambiare la Storia. Guarda che i bastardi l’hanno pensata bene, molto bene. E’ proprio costringendoci all’infame scelta fra lo Schifo (Prodi in Italia, i Democratici in USA, Blair in UK) e l’Orrore (Berlusconi, i Repubblicani in USA, i coservatori in UK), a favore dello Schifo e dunque della falsa speranza nei piccoli passi/compromessi intermedi, che veniamo portati a quella che io chiamo la “diluizione omeopatica” di qualsivolgia possibilità di cambiare, semplicemente perché il cambiamento unico possibile oggi è milioni di miglia lontano dal concetto di piccoli passi intermedi, e può essere solo un grande salto radicale di visione della vita. E questo i bastardi lo sanno bene, e non vogliono in nessun modo che noi lo capiamo. Accettando l’infame scelta fra lo Schifo e l’Orrore, a favore dello Schifo come è ovvio, si sancisce inoltre la Vera Fine della Storia, un evento in sé di una gravità immane. Pensaci: di fatto milioni di cittadini sono costretti a dare il loro consenso in un’unica direzione per evitare il peggio (gli elettori di sinistra allo Schifo PD per evitare l’Orrore PDL e quelli di destra allo Schifo PDL per evitare l’Orrore PD), anche se per moltissimi fra di loro quella direzione è sgradita come ingoiare un rospo. Ma altro non possono fare, inchiodati dal terrore che qualunque altra scelta elettorale finisca per favorire la vittoria di una controparte ancora peggiore. Sono così intrappolati in un voto a senso unico e per sempre, poiché più gli schieramenti di Schifo e Orrore guadagneranno numeri, più diverrà impensabile indebolire lo Schifo pena il ritorno dell’Orrore. Perciò ogni altra terza scelta diverrà impraticabile, ogni terza proposta per quanto allettante o innovativa o pulita non potrà più essere votata, poiché saranno tutti voti di fatto a favore del ritorno o della conferma dell’Orrore. Fine della politica, fine della speranza in forze nuove, in nuove idee e filosofie di vita, in nuove economie o stili di vita, fine della Storia. La Vera Fine della Storia.
    …….per chi vuole…il resto sul suo sito…

  • lucmartell

    L’Italia è un paese di vecchi,che giustamente hanno diritto di godersi un fine vita,da pensionati…voteranno per mantenere questo stato delle cose,che si chiami Casini,Rutelli,Montezemolo ecc.. NON FA’ DIFFERENZA!!..aggiungendo il voto di chi in Italia,in questa Italia ci “sguazza” mica male,e quelli che credono che votando il “meno peggio”,possano migliorare le cose,si arriverà ad avere il solito 60% degli elettori (il 40%non vota)…ma girato il materasso,dal lato estivo rispetto quello invernale,i sonni degli Italiani NON CAMBIERANNO!!!…rimarranno sonni poco tranquilli,per non dire preoccupanti!!.. questo perchè sono ignari della reale situazione italiana,ma soprattutto dello “stato delle cose” a livello globale!!..altrimenti sarebbero incubi!!
    Io,che non sono NESSUNO!! sarei un candidato migliore,di qualunque dei signori proposti,e lo dico PROVE ALLA MANO!!…quello che queste elite,di governanti (rivolto ai leader mondiali) hanno fatto al territorio,in tutto il pianeta!!..e hanno fatto alla società,alla popolazione mondiale li qualifica come INADEGUATI!!!… esiste solo la rivoluzione!!..non quella che spacca,le vetrine e assalta i negozi,ma quella INTELLETTUALE,che CAMBIA IL MODO DI PENSARE DELLE PERSONE!!..che butta nel cesso!! il loro posto,questi big del non capisco un cazzo!! (nella migliore delle ipotesi!!) e si proietta verso un modo di CONVIVERE!!,in un mondo CIVILE,ECOLOGICO,EQUILIBRATO!!…E SI PUO’ FARE!!!…tutto il resto è lenta agonia!!
    Saluti a tutti:Lucmartell.

  • Albertino

    condivido le tue parole, nulla cambierà, ci stiamo avviando alla catastrofe a piccoli passi.

  • Tetris1917

    Domanda: perche’ fare una finanziaria che e’ a scoppio ritardato (ossia con effetti nel 2013 in poi)?

    E’ davvero strano pensare che Tremonti si sia minato il campo futuro, e lo stesso PD e “compagna bella”, abbiano accettato cosi’ facilmente una manovra che ipoteticamente li distrugge appena vinte le elezioni addivenire, ammesso che fra due anni saliranno al governo.

  • terzaposizione

    Caro Tetris Tremonti stà minando il campo attuale.Come potranno accettare la tassa sui piccoli risparmiatori detta Bollo sul dossier titoli?
    Certo è un favore,l’ennesimo,alle banche di robinhood Tremonti, prevedo che i piccoli risparmiatori venderanno i Titoli per mettere i soldi nei fondi comuni gestiti da banche.Come si può accettare che se presti i soldi allo Stato paghi il 12,5%, mentre se finanzi le aziende private,quelle che producono il PIL,paghi il 20%? Come si attirano investimenti esteri se poi cambi le regole,vedi l’imposizioni sulle concessionarie, della fiscalità a partita iniziata?
    Mi manca i comemnti degli esperti della Casaleggio, Tatripodo ed affini,comè che non più nulla da insegnarmi?
    Suvvia fate una disamina della patrimoniale tremontiana, serve solo ad elezioni anticipate.

  • Luposolitario

    Una “fotografia” sintetica, precisa, e, purtroppo molto realistica….. “Che epoca terribile, quella in cui degli idioti governano su dei ciechi”
    (W. Shakespeare)

  • rick87

    dopo il nano ci sarà il cimitero o la fogna, la merda o il vomito ?
    “mooolto interessante”. sempre una fine miserabile sarà

  • andreapound

    Per gli anni a venire la vedo proprio nera!! Non che questi anni siano grandiosi…