Home / ComeDonChisciotte / GRILLO A PALERMO DICE COSE SCANDALOSE. NON QUELLE CHE CREDETE VOI

GRILLO A PALERMO DICE COSE SCANDALOSE. NON QUELLE CHE CREDETE VOI

DI DEBORA BILLI
crisis.blogosfere.it

Lo sanno anche i sassi che Grillo in quel di Palermo ha detto una battuta che avrebbe dovuto formulare in modo un po’ più chiaro (intendeva dire che la mafia non uccide quelli che la pagano profumatamente, mentre lo Stato porta al suicidio i suoi tartassati). Nel dubbio, faceva meglio a starsi zitto.

Lo sanno anche i sassi, comunque, perché tale evento è finito strombazzato su tutte le gazzette, internettiane, cartacee, televisive, radiofoniche e parrocchiali. D’altronde, è legittimo che ad un leader sulla cresta dell’onda si facciano le pulci su ogni minima sillaba, e si raccolga audience raccontando tutte le sue uscite più clamorose o scandalose.

Tutte, tranne qualcuna. Tranne quelle, ad esempio, davvero “scandalose” per il sistema e che quindi è meglio passare sotto silenzio. Un paio di queste le ho scovate proprio esaminando il comizio di Palermo. Nessun giornalista, nessun blogger ha sentito il bisogno di guardarlo? Vi è bastato lo scandaletto per la frase infelice? Eppure francamente merita.

La prima delle due, quella più “soft”, la trovate al minuto 28:35. Grillo racconta che tanti rappresentanti delle Forze dell’Ordine si stanno iscrivendo al Movimento 5 Stelle. A noi può fregarcene poco, in fin dei conti sono cittadini come tutti gli altri, ma dubito che a politici e potenti in genere questa notizia piaccia. Soprattutto non gradiscono che venga pubblicizzata: le Forze dell’Ordine sono l’ultima fragile barriera che si interpone tra loro ed un’eventuale rivolta popolare; che finanzieri e poliziotti si iscrivano ad un movimento che ha in totale disprezzo la nostra classe dirigente pubblica è pessimo segno per il futuro del loro didietro.

La seconda chicca che vi segnalo è quella che più mi ha lasciato sbalordita. “Sparate” stile Grillo? Può essere. Ma questa sì, che è una “sparata” che meriterebbe pubblico dibattito. La trovate al minuto 23:38.

Sentito? Altro che wifi pubblico e panneli solari. Qui si va ad incidere profondamente nel sistema, contro interessi di portata internazionale, e si prende una posizione politica che più politica non si può. Grillo come Correa, come la Kirchner, come (orrore e abominio) Chavez?

La parola “statalizzazioni” è inaudita da decenni nel nostro panorama politico nazionale. Eppure, il cambio di paradigma si avvia a renderla tutt’altro che obsoleta. Direi quasi che non c’è altra scelta e prima o poi ci si arriverà, pena la strage collettiva per fame. Grillo, il leader più seguito dalla stampa in queste settimane, l’ha pronunciata per primo dal palco di un comizio a Palermo.

Ci fosse stato un cane a raccontarcelo.

Debora Billi
Fonte: http://crisis.blogosfere.it
Link: http://crisis.blogosfere.it/2012/05/grillo-a-palermo-dice-cose-scandalose-non-quelle-che-credete-voi.html
4.05.2012

Pubblicato da Davide

  • stefanodandrea

    Grillo è partito con alcune idee giuste, alcune ambigue e altre sbagliate. Ma ha fiuto. Prima dice che si deve abbandonare l’euro; ora statalizzazioni. E’ indubbiamente più avanti di tutti. Io non l’ho mai criticato (anche se il suo programma sulla scuola mi faceva vomitare). E non me ne pento. Manca di cultura ma ha fiuto, ingegno e coraggio. Altri saranno pure più colti, ma non hanno coraggio, fiuto e ingegno. Se alle prossime elezioni non si organizza una lista sovranista, patriottica e antiglobalista, dotata di più ampia cultura politica di quella del movimento 5 stelle, che tratti i temi della scuola e dell’università nel modo che meritano, torno a votare e voto Grillo.

  • esca

    “non gradiscono che venga pubblicizzata: le Forze dell’Ordine sono l’ultima fragile barriera che si interpone tra loro ed un’eventuale rivolta popolare”.
    Non trascurerei il discorso EGF, i gendarmi europei, forse prossima vera barriera di cui sopra per le élitessss…che sia anche questo il motivo di simpatia di parte delle attuali forze dell’ordine per il Mov.5 stelle? Per V vendetta?

  • leolam

    direi che di scandaloso sia il governo e la mangiatoia di ROMA parlando di mafia quella vera e’ la’ e non in SICILIA . la casta non e’ una mafia ? una cosca che il nome vero sarebbe ” cosa nostra!” sarebbero loro gli intoccabili , uomini privi di senno con autorizzazione a procedere allo smantellamento del sistema economico e sociale , e pensare che perfino l’immunita’ parlamentare si sono costruiti veri e propri padrini della mafia , senza contare che con i denari del popolo si sono costruiti un potere cosi’ forte da mettersi nelle sale del comando vita natural durante con stipendi dalle mille e una notte e pensioni da sceicchi ,non e’ forse ” MAFIA ” questa? e si sono barricati dietro un esercito militarizzato con il compito di proteggere se stessi da ogni evenienza! perche’ allora vi scandalizzate di GRILLO E COMPANY ? IPOCRITI!!!

  • Georgejefferson

    La semplicita e’lo specchio dell’intelligenza.Ma dove la complessita’ e’lo specchio della realta…l’onesta’ di coscenza sta nel tradurla in forma semplice senza l’inganno.

  • robotcoppola

    Allo stato attuale rappresenta l’unica speranza per un cambio di rotta.

    Non è certo la perfezione, ma è lo strumento più potente per ottenere la democrazia diretta.

    E’ inutile sognare a qualcosa di meglio … in questo momento NON ESISTE!

    Sprecare questa occasione sarebbe un suicidio…

  • mariosoldati

    ….. un articolo un po banale …. per dio un minimo di professionalità e prudenza …. documentarsi in rete non costa nulla ……
    http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=9353&Itemid=1

  • Cornelia

    Ma l’hai letto l’articolo? Hahaaaaa che imbecilli commentano e strillano senza manco leggere!!!!! 😀

  • segretius

    I poliziotti che si iscrivono al movimento a cinque stelle?……Mmmmmhh può darsi che sia, ma aspettiamoci ogni forma di infiltraggio come è sempre avvenuto in movimenti pericolosi per il sistema……

  • Aironeblu

    Sulla STATALIZZAZIONE Grillo evoca un concetto fondamentale per il funzionamento di qualsiasi tipo di società e forma di convivenza: LO STATO SIAMO NOI, o almeno, così deve essere. Se poi la mancanza di controllo diretto della popolazione e le manovra occulte di una casta di criminali hanno permesso che lo stato diventasse uno strumento di controllo e coercizione dei cittadini comuni, il difetto non è nell’idea di stato come bene comune, ma nella gentaglia che ne ha occupato i posti di comando. La cosa da fare non è distruggere lo Stato, ma ripulirlo dai parassiti, e qui segnalerei una “TERZA AFFERMAZIONE”, che troviamo al min. 36.45 del sopracitato filmato, dove Grillo afferma che “NOI NON VOGLIAMO MANDARLI VIA…. PRIMA DEVONO RESTITUIRCI TUTTO QUELLO CHE HANNO RUBATO IN 20 ANNI”……… Li abbiamo pagati con stipendi profumati e auto blu per amministrare il Paese, e loro ci hanno derubati di nascosto, svendendo il paese ai loro compari mas-sionici. PERCHÈ DOVREMMO PAGARE NOI CITTADINI IL DEBITO SUL CREDITO CREATO DA LORO?

  • Aironeblu

    P.S. Noto sempre un certo pudore ad accostarsi a Beppe Grillo, che sembra un po’ il riflesso della campagna di condizionamento a cui siamo sottoposti quotidianamente dai media main-stream: “sì, dice alcune cose giuste” “però la politica è più complessa, non si tratta solo di wi-fi e energia solare” “però il movimento 5 stelle non ha un programma vero”….. Ma perchè, forse abbiamo mai sentito pronunciare da qualcuno dei politici professionisti degli untlimi 20 anni qualcosa che si avvicinasse lontanamente ad un programma politico vero? E che non fosse pura retorica stile “bisogna rilanciare l’economia”, “attenzione per le classi disagiate”, “risolvere il problema ambientale”, “migliorare l’efficienza delle istituzioni”, o ancor peggio gli slogan diretti come “abbassare le tasse” e “1 milione di posti di lavoro”, che poi ultimamente sono deviati verso “forza Milan” e “viva la fica”…… Il movimento di Grillo è al riguardo qualcosa di fortemente innovativo, proprio perchè nasce democraticamente come movimento di rappresentanza dei cittadini, perchè opera su base locale, proponendo in ogni comune un programma diverso adatto alla specifica situazione locale, e soprattutto, perchè GRILLO PROPONE DI CREARE INNANZITUTTO LE CONDIZIONI PER IL FUNZIONAMENTO DI UNO STATO DEMOCRATICO E LO SVILUPPO DI UNA POLITICA AL SERVIZIO DEI CITTADINI. Trovatemi una proposta migliore in Italia…..

  • Highlangher

    Sono mesi che i sindacati di polizia si lamentano del governo, prima del nano e poi del monti, con lettere ufficiali reperibili in rete. Certo che il mainstream non te lo dice, ma hanno tutti una paura fottuta che questa sia la volta buona che se ne vanno tutti a casa, o meglio in galera. Diceva il saggio Ghandi : Senza dignità non e’ possibile servire la comunità. Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere. Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci.

  • carloslage

    Notevole il passaggio al minuto 35 e 03:

    “Il capitalismo non prevede la democrazia che si gioca ai dadi con lo spread,il capitalismo funziona dove non c’e’ la democrazia…”

    Bravo Grillo!

    Peccato per i moderatori del suo Blog cosi’ osceni…perche’?

  • Iacopo67

    Io l’ho criticato, in alcune cose mi ha lasciato sospettoso.
    Mi ha dato la sensazione di non voler mai fare veramente sul serio, o al limite tirare fuori certi argomenti importanti solo per attirare consenso ma sempre restando sul vago.
    Specie se si parla di finanza, perchè contro i politici non si risparmia.
    E’ questa ambiguità riguardo al mondo finanziario che non so come interpretare.
    Per dire, una volta ho ricevuto un depliant propagandistico del movimento 5 Stelle, e uno dei punti del programma indicatovi, e la cosa mi colpì quando la lessi, era l’incentivazione dell’uso del denaro elettronico. Ma come ! Grillo parla male delle banche (ma sempre in termini molto vaghi e generici), ma quando poi si scende nel concreto, il suo movimento invece fà loro un favore ? Dal momento che sono le banche ad essere interessate all’estensione dell’uso del denaro elettronico.
    Oppure, ho notato che in un recente video Grillo ha parlato male di John Perkins. Perkins è un economista che ha lavorato per la corporatocrazia americana, ad alto livello, e conosce i meccanismi finanziari attraverso cui FMI, Banca Mondiale, banche e multinazionali americane, sostenute dal governo USA, depredano e tengono soggiogate le economie del terzo mondo. Perkins si licenziò dal suo ruolo di economista e denunciò e rese note al mondo queste ignobili tecniche di dominazione attraverso i suoi libri che lo hanno reso famoso.
    E allora mi chiedo perchè, tra tanti, attaccare proprio Perkins.
    Danno fastidio i libri di Perkins ? Dà fastidio che qualcuno disveli con competenza le angherie della finanza e delle multinazionali americane sui popoli ?
    Qual’è il vero atteggiamento di Grillo verso il mondo della finanza e dei capitalisti ?
    Mi fà piacere se parla di euro e di nazionalizzazioni, forse lo voterò anche, perchè non abbiamo molte alternative, ma non mi illudo più di tanto.

  • nuvolenelcielo

    sei sicuro che Grillo abbia attaccato John Perkins, mi fa molto strano. Sai darmi qualche link? grazie

  • nuvolenelcielo

    Non si statalizza un bel niente se nel contempo si dice che il pareggio di bilancio è una cosa buona. Giusto per dire che nel discorso economico rimangono contraddizioni di fondo molto grosse…

  • Georgejefferson

    Questo e’un tassello fondamentale…oltre al fatto che non ne parla..son sicuro di aver letto nel blog che ci e’favorevole…forse in buona fede

  • Iacopo67

    Mi sembra quando ha parlato a Jesi, ma non sono sicuro, ora dò un’occhiata e ti faccio sapere.

  • Iacopo67

    Oddio che gaffe !!!
    Ritiro tutto, Grillo non ha parlato male di Perkins.
    Dovevo essere morto di sonno, ho frainteso tutto:
    il video è quello di Jesi, dove a un certo momento Grillo ha ironicamente paragonato qualcuno a Anthony Perkins, tutto lì.

    Non che questo cambi molto la mia opinione.
    Anche la tua importante osservazione su Grillo che sostiene il pareggio in bilancio non aiuta a fugare i dubbi.

  • nuvolenelcielo

    ah ecco…, mi sembrava veramente strano…
    grazie per la precisazione

  • Iacopo67

    Figurati… Quanto mi odio quando scrivo minchiate !

  • nuvolenelcielo

    non preoccuparti, succede a tutti di scrivere minchiate…, si fa a turno 🙂