Grecia, la storia corre all’indietro: votata la giornata lavorativa di 10 ore

lindipendente.online

di Raffaele De Luca

In Grecia, il Parlamento ha approvato con 158 voti a favore e 142 contrari un controverso provvedimento: si tratta di una legge che introdurrà orari di lavoro flessibili consentendo così giornate lavorative di 10 ore. Essa, determinando un aumento del numero di ore, contrasta con i passi in avanti che nel corso della storia sono stati fatti in Europa per ciò che concerne l’orario settimanale lavorativo, che è stato progressivamente diminuito. Inoltre, secondo i lavoratori negherà loro il diritto di scioperare in quanto prevede che sia assicurata la presenza dei servizi pubblici in caso di proteste e che siano responsabilizzati penalmente i sindacati grazie all’introduzione di sanzioni per l’eventuale interruzione della prestazione lavorativa a causa di uno sciopero.

Per questo, migliaia di cittadini sono scesi in piazza nella giornata di ieri per protestare contro tale provvedimento. Nello specifico, non solo le persone si sono riversate nelle strade, ma vi è stato anche il disagio creato dal personale del trasporto pubblico, in quanto il trasporto urbano ad Atene è stato interrotto. In più, i servizi di traghetto per le isole greche sono stati bloccati per 24 ore. Si tratta della seconda volta in una settimana che si verificano delle proteste contro questa legge ma, nonostante ciò, essa è stata appunto approvata ugualmente.

Detto questo, tale decisione sembra anche essere priva di fondamento dato che un quantitativo maggiore di ore di lavoro non pare essere connesso ad una maggiore produttività. A tal proposito basterà ricordare l’esperienza della Spagna, dove negli scorsi mesi è stato lanciato un progetto volto a testare la settimana lavorativa di 4 giorni. Ciò è stato fatto proprio perché essa è una delle nazioni europee dove si lavora più duramente, il che ha però pochi effetti sulla produttività. Anzi, un maggior numero di ore lavorative sembra essere collegato ad assenteismo, stress e burnout.

Fonte: https://www.lindipendente.online/2021/06/17/grecia-la-storia-corre-allindietro-votata-la-giornata-lavorativa-di-10-ore/

Pubblicata il 17.06.2021

Notifica di
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Utente CDC
20 Giugno 2021 17:52

Quanto ci vorrà ancora perché la gente si renda conto che questi qui che hanno messo al comando sono dei malfattori che non fanno certo gli interessi del popolo?
Intanto da noi dopo che un sindacalista è stato ucciso da un camion che ha forzato il picchetto la CGIL ha pensato bene di andare a protestare di fronte l’ambasciata iraniana per le lezioni appena tenute, che chiaramente sono piene di brogli, invece le nostre…
https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-amazzano_un_sindacalista_ma_la_cgil_pensa_alle_elezioni_in_iran/82_41926/
Che tristezza.

danone
Utente CDC
20 Giugno 2021 21:16

I Greci devono assaltare il Parlamento per davvero, non come negli USA dove il deepstate hollywoodiano organizza party in maschera buoni per ogni occasione.
Sembra che si stia muovendo qualcosa circa il finto attacco al Congresso del 6 gennaio, da parte di sedicenti facinorosi trumpiani, in cui c’è scappato il morto.
Sta uscendo che l’operazione è stata pianificata dall’FBI.

canale Visione TV
https://www.youtube.com/watch?v=9Up9HeYeSGg

2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x