Home / ComeDonChisciotte / GRAZIE, PASTORE TEDESCO

GRAZIE, PASTORE TEDESCO

DI CARLO BERTANI
carlobertani.blogspot.it

Se credevate che le sciagure che ci perseguitano fossero le cicliche “stragi di Columbine” – repetita juvant, per giungere a capire il tritolesco compound fra Costituzione Americana, lobby delle armi e delirio mentale – oppure le altrettanto ripetitive “operazione piombo fuso”, “deserto rovente”, “teste di cazzo in azione” o comunque la solita roba che va in scena in Palestina, siete molto distanti.

C’è un bambino che muore di fame ogni 8 secondi, in Africa l’AIDS fa strage, gli indios amazzonici scappano nonsisadove per sfuggire alle trivelle ed ai taglialegna, il mare è sempre più inquinato da miliardi di schifezze – chi ricorda il “continente” di plastica fra gli USA ed il Giappone? – metteteci anche il mutamento climatico, le calamità nelle zone montuose (Tremonti-Monti-Monte dei Paschi), l’estinzione del falco pellegrino (ci sarà ancora? tanto era solo un povero pellegrino…), Chernobyl e Fukushima, la seconda guerra mondiale, la prima guerra mondiale, tutte la stramaledette guerre da Brenno in poi, una colica di reni, una punta di trapano piantata per sbaglio nel palmo…no, non ci siamo ancora.La vera emergenza sono i gay. Ohibò: forse è perché non sono gay, ma non me n’ero mai accorto. Eppure è così: lo dice il Papa. Ex cathedra?

Non si sa.

Si sa soltanto che sono “un’offesa contro la verità della persona umana” e “una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace”. (1)


Giuro, non me n’ero proprio accorto. Eppure ne ho conosciuti di gay: qualcuno – siamo onesti – è anche un bel rompicoglioni saccente e superbo (come avviene di norma in tutte le comunità discriminate), ma che attentassero alla giustizia (?) e alla pace (?!?), che fossero un’offesa per il genere umano non lo sapevo proprio. Ma cosa vuol dire???????

Gay che vendono armi e sparano, si fanno la guerra, fanno le guerre in conto proprio ed in conto terzi…la giustizia non è più quella che dovrebbe essere perché c’è qualche gay che la “ferisce” e riscrive le sentenze? Qualcuno, poi, mi dovrebbe spiegare che cos’è la “verità della persona umana” perché io, con i miei modesti mezzi, ancora non ci sono arrivato.

Scendiamo con i piedi per terra, perché anch’io ho un sacco di domande da farle – Herr Ratzinger – e non “twitto”. Mi hanno detto che lei “twitta”, perciò – se c’è qualcuno che twitta – può porgergliele per mio conto? Grazie.

Il mio interesse è tutto centrato sull’Arca di Noè – e come poteva essere diverso… – che mi ha sempre affascinato: avevo persino pensato di costruirmene una. Ma a chi chiedo?

Di salire sull’Ararat, alla mia età, non se ne parla: un postaccio schifoso, zeppo di banchi di nebbia, ghiaccio che si stacca e serpenti d’ogni razza. Non fa per me.

Ma l’Arca, era una barcaccia a fondo piatto, un elegante “chiglia lunga” oppure uno straordinario e futurista battello con deriva “a goccia”? Non si sa mai, Domineddio con i suoi miracoli…

Come dice? Chiedere ad un ingegnere navale? Sì, così – subito dopo – mi mettono la camicia di forza. E’ lei l’autorità in materia: legga, ricerchi, scartabelli, s’informi, trovi…altrimenti, che twitta a fare?

Poi c’è un secondo aspetto, più dottrinale (in senso lato): se – poniamo il caso – l’Arca di Noè si trova a passare nei pressi del Mar Rosso e di Mosè che divide le acque, che succede?

Va in secca? L’Arca di Dio? Mm…

Mosè viene temporaneamente paralizzato? E già: così arrivano i soldati del Faraone.

Noi propendiamo per una terza ipotesi, detta del “miracolo integrato”: mentre Mosè divide le acque, se l’Arca si manifesta con un apposito segnale acustico – in mancanza di un apposito Osculati Integrated Sound System, può bastare anche un “Oè, a terra!” – le acque, proprio a proravia dell’Arca, si richiudono per farla passare quindi, pochi secondi dopo, tornano a separarsi. Le tornano i conti con i tempi necessari a Mosè e la lunghezza dell’Arca? In fondo è solo il concetto di ponte girevole – tipo Taranto – solo che è fatto d’acqua: ma che volete che sia per Domineddio…

Infine, una domanda sulle dotazioni di bordo: a parte la propulsione (la vela) sulla quale torneremo in un prossimo articolo, com’erano sistemate le specie a bordo? Va bene la capretta e il cagnolino, ma come la mettiamo fra il cobra e la mangusta? Il rinoceronte era in uno spazio adatto? No, perché le demoliva l’Arca in pochi secondi, lo tenga a mente. Il leone e la gazzella erano veri oppure di celluloide, creati dalla Disney? L’anaconda era a bordo oppure nuotava a prua, come un pesce pilota?

Poi, ci sono altre piccole cose che richiedono una sua rapida precisazione. Ho un amico gay che vorrebbe donare l’8 per mille alla chiesa cattolica: accettate la donazione? Già che ci siamo: chi ha pagato il conto dell’ultima cena?

Non la tedierò oltre ma capirà bene che ci sono dei problemi logistici e storici mica da nulla: attendiamo le sue puntuali risposte.

Al termine, vorremmo chiederle qualcosa di una certa Rebecca Kadaga: le fa sangue la negretta? Suvvia, sia franco: non sarà mica gay per caso?

E’ una sua fan, indubbiamente, e vuole fare al suo popolo – sue parole – un bel regalo di Natale: mica è come Monti (l’amichetto suo) che ci rapina con l’Imu, no! In Uganda, per Natale, probabilmente giungerà una nuova legge, che prevede la pena di morte per i gay! Evviva!

Non è uno scherzo. (2)

Non è una questione di sharia, non sono i musulmani a chiederlo (immaginiamo, però, che non si lamenteranno troppo) è “un bel regalo agli ugandesi anti-gay” (sic!), ha precisato la Presidente del Parlamento, Rebecca Kadaga, appunto.

Un nuovo ecumenismo, transnazionale e transreligioso, nel nome del “ammazza, ammazza, brucia, brucia, impicca, impicca” : un miracolo! Ah, scusi: la parola “trans” non le piace.

La pena minima è di 14 anni per chi viene sorpreso a convivere con una persona dello stesso sesso (già immaginiamo le difese: è mio fratello! mio cugino! non l’avevo mica duro: guardi!): che, per “l’accoglienza” delle prigioni ugandesi, ipotizziamo che equivalga ad una pena di morte. Poi, però, la legge aumenta le pene per la reiterazione del delitto, la partecipazione di minorenni (lei, per caso, ne sa qualcosa?) e l’AIDS.

Ah, così – en passant – le ricordiamo che il coinvolgimento di minorenni comporta la pena di morte.

Il Presidente americano Obama ha definito la legge “odiosa” e, con lui, molte cancellerie europee stanno meditando di tagliare gli aiuti economici all’Uganda, così da rendere difficile l’acquisto della corda.

Lei, che fa?

Accoglie la signora, parla con lei, le stringe la mano e…la benedice! Lo sa che ha benedetto una potenziale assassina? Già, c’era un precedente: il suo predecessore Giovanni Paolo II, nel 1980, benedisse Videla, quello dei 30.000 morti argentini del “Piano Condor”, in una Roma blindata per le proteste e soffocata dal fumo dei lacrimogeni. Non vi smentite mai.

Non sappiamo perché esiste l’omosessualità, ma sappiamo che è sempre esistita: nel gran cocktail biochimico del corpo umano la natura non dispone gli ormoni seguendo un’enciclica, ma come viene, nella casualità delle leggi evolutive. Ci vada piano a infilarci la natura nel “piano generale” di Dio.

Insomma, a voi le cose normali, tranquille, comuni – del tipo “fatti gli affari tuoi e non rompere” – proprio non piacciono: Alessandro Magno aveva una guardia pretoria di 400 guerrieri gay, perché li riteneva insuperabili (giacché difendevano anche il loro compagno). Nelle isole del Pacifico – prima che andassimo a rompere il cazzo – l’omosessualità era considerata comune, quanto farsi irretire sulla spiaggia dalle belle danzatrici in una notte di luna. Nessuno si poneva problemi: solo voi avevate ed avete sempre qualcosa da dire, una morale (la vostra) da difendere a spada (nomen omen) tratta, un giudizio “divino” da fornire all’occorrenza.

Siete dei poveri segaioli senza morale né umanità: per voi, il principio della difesa dell’adolescenza non vale: da sempre – nei collegi, nei seminari, nelle scuole: lo sappiamo tutti, inutile stendere cortine fumogene – inchiappettate i ragazzini. Per gli altri? La pena di morte.

Chi è stato a fermare i Bersaglieri di Porta Pia, davanti al Vaticano? Chi è quel generale? Fucilatelo!

Carlo Bertani
Fonte: http://carlobertani.blogspot.it
Link: http://carlobertani.blogspot.it/2012/12/grazie-pastore-tedesco.html
16.12.2012

NOTE

1) http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/14/kill-the-gay/446386/

2) http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/14/papa-benedice-promotrice-legge-che-prevede-pena-di-morte-per-gay-in-uganda/446392/

Pubblicato da Davide

  • Kvas

    Il problema non è ciò che dice il papa, ma la gente che ancora gli da retta. Qualcuno un tempo disse: bene o male, l’importante è che se ne parli…

  • Fabriizio

    ad oggi il piu’ banale articolo di Bertani.

  • Tashtego

    Col Papa sono d’accordo poche volte. Ma il matrimonio gay è pericoloso anche per me, anzi pericolosissimo. Perchè attacca la nostra società e i nostri valori tradizionali dall’interno. Sappiamo benissimo che il passo successivo sono le adozioni di bambini. Io non accetto che ai bambini venga fatto passare per normale l’unione di due persone dello stesso sesso. Non accetto che in certe età in cui la sessualità non è ancora ben definita possano pensare di “sperimentare ” confondendo l’amicizia con l’amore. Non mi sembra normale che i bambini vedano papà e papà che si baciano in cucina. E’ un attacco davvero decisivo alla nostra società e non deve passare. L’omosessualità è, checchè se ne dica, una deviazione evidente. L’omosessuale non ne è responsabile nè, tantomeno, perseguibile, ma non è nella normalità. Dire queste cose ormai “politicamente scorrette” significa tirarsi addosso il coro di commiserazione di tanti sedicenti “progressisti” arrabbiati, ma non si può tacere per vigliaccheria, perchè ne va del futuro dei nostri figli.

  • Tanita

    Scusate il “out of topic” ma comunque é relazionato.

    Parlando di “hard data”, dati duri, come piace a Mincuo e a lui dedicato:

    http://www.zerohedge.com/sites/default/files/images/user3303/imageroot/2012/12/20121215_wealth3.png

    Visualizzazione della ricchezza delle nazioni.

  • Fabriizio

    la maggior parte dei miei amici gay

    confonde il desiderio di un compagno
    che non hanno

    con il diritto al matrimonio
    che non hanno

    peraltro, quelli che il compagno ce l’hanno
    sono meno ossessivi sull’argomento …

  • diotima

    Ecco dunque anche qui una sequela di banalità in salsa progressista .
    Nessuno che sia stato capace di spiegare il significato reale delle parole di Ratzinger, onde poi prenderne le distanze in modo costruttivo. è chiedere troppo. Il matrimonio omosessuale, l’eutanasia e l’aborto sono una minaccia alla pace perchè sono tutte istanze della post-ideologia relativista delle elites dominanti ,che ha inculcato nel popolo imbelle il pensiero evolutissimo secondo cui ogni desiderio è un diritto per cui battersi scendendo nelle piazze; che ha come scopo finale la disgregazione sociale perchè solo con questa il terreno sarà definitivamente fertile per la nuova dittatura. Quella per cui la guerra è pace… non riesco a sentire nè a leggere critiche che offrano altro rispetto al solito ,trito e ritrito siparietto di luoghi comuni.

  • rebel69

    Bè dai,una smazzolata al Papa(con vaticano e IOR che rappresenta)ogni tanto va data.

  • Tashtego

    Si, grazie al cielo c’è qualcuno che mantiene la lucidità. e non confonde il diritto ad esistere con quello ad avere tutto.

  • Delusidalbamboo

    Via di realizzazione del bene comune e della pace è anzitutto il rispetto per la vita umana, considerata nella molteplicità dei suoi aspetti, a cominciare dal suo concepimento, nel suo svilupparsi, e sino alla sua fine naturale.

    Veri operatori di pace sono, allora, coloro che amano, difendono e promuovono la vita umana in tutte le sue dimensioni: personale, comunitaria e trascendente. La vita in pienezza è il vertice della pace.

    Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita.

  • lucamartinelli

    Per la precisione il predecessore del pastore tedesco, quello polacco, benedisse anche Pinochet a Santiago del Cile.
    Della serie: il lupo perde il pelo ma non il vizio. Cmq chiacchiere inutili. La guerra viene benedetta dai cappellani militari e dai loro superiori cardinali. Lo è sempre stata. I gay sono un pericolo per la Chiesa e i suoi insegnamenti, quindi vanno combattuti.

  • Allarmerosso

    il lupo perde il pelo e poi fa schifo

  • Tashtego

    “…I gay sono un pericolo per la Chiesa e i suoi insegnamenti, quindi vanno combattuti.”

    E i matrimoni gay sono un pericolo per la società

  • Fabriizio

    Cicciobello …

    Non scrivere castronerie.

    La Chiesa Cattolica è stata l’UNICA forza ad opporsi al genocidio dell’Iraq.

    Te le ricordi le piazze piene in tutta Europa ?

    Milioni di persone ?

    E ancora ne patisce le conseguenze in termini di attacchi dei Media Atlantisti.

    Te lo dice un ex anticlericale rinsavito (e non credente).

  • Delusidalbamboo

    Nell’ambito economico, sono richieste, specialmente da parte degli Stati, politiche di sviluppo industriale ed agricolo che abbiano cura del progresso sociale e dell’universalizzazione di uno Stato di diritto e democratico. È poi fondamentale ed imprescindibile la strutturazione etica dei mercati monetari, finanziari e commerciali; essi vanno stabilizzati e maggiormente coordinati e controllati, in modo da non arrecare danno ai più poveri.

  • Delusidalbamboo

    Cari Amici,

    come primi contributi a questo post, ho voluto segnalare due passaggi di un discorso reazionario scritto da un pericoloso nazista di nome Giuseppe Razingher (in arte Benedetto).

    Come notate dalle parole, le posizioni di questo criminale sono proprie di chi sta pianificando un genocidio.

    A parte gli scherzi, non appena ho visto il vostro articolo, essendo io cattolico, mi sono un attimo preoccupato in quanto, come potrete ben capire, il fatto che il massimo esponente della tua religione si beva il cervello non costituisce una possibilità molto piacevole da considerare.

    Ho cercato il vostro “virgolettato” ed ho trovato decine di siti ma nessuno dei siti che ritengo affidabili e cioè l’Osservatore Romano ed il sito http://www.vatican.va/phome_it.htm dove le parole del Papa sono riportate integralmente.

    Ho trovato, in realtà i due articolo origine della notizia che sono stati prodotti dal Fatto Quotidiano.

    Se, come ritengo, siete interessati alla questione, ho pubblicato sul mio blog http://www.delusidalbamboo.org il testo completo da cui il testo sarebbe stato estratto.

    L’unica frase vagamente similare al vostro virgolettato è “Anche la struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale.”.

    Completamente diverso.

    Magari, per alcuni, non condivisibile, ma completamente diverso.

    Quello che voglio dirvi è che, in questo caso, state venendo manovrati.

    Cercherò, questa sera, di analizzare l’operazione lanciata dal Fatto Quotidiano: per ora sto solo che la notizia è un’altra e cioè che il Papa ha di fatto scomunicato la politica di Monti e si sta trasformando questo fatto in un attacco contro i gay.

    Vado comunque a firmare immediatamente il vostro appello.
    Sapete? La mia religione me lo impone.

    Un abbraccio

    Guido

  • lucamartinelli

    Che bello, amico. Vedi che ognuno puo’ pensarla come vuole?

  • lucamartinelli

    Strano che ancora confondi la forma con la sostanza. Sei sicuro che eri anticlericale, con tutto il rispetto ovviamente.

  • lucamartinelli

    Dopo il primo commentino inneggiante alla liberta’ di espressione devo purtroppo dirti che dialetticamente sei scivolato. Ora ti spiego: io ho ricordato un FATTO, la benedizione del pastore polacco al boia Pinochet, e ne ho tratto una conclusione. Tua hai espresso una opinione saltando allegramente i fatti. Non è questa la dialettica, scusa caro amico, ma sono così i discorsi da bar. Saluti natalizi e scusa se mi sono permesso.

  • Fabriizio

    condivido

  • Affus

    articolo idiota .

  • Affus

    Bravo , in gamba !

  • Tashtego

    Cribbio, sono “sono scivolato dialetticamente”…. Aia!
    Ok, vado a parlare al bar.
    Sei scusato anche se ti sei permesso. 😉

  • sandrez

    perdonami ma non resisto…invece vedere mamma e papà che si urlano dietro per futili motivi, li fa crescere meglio?!…più “normali” direi

    ri-perdonami, ma in base a cosa affermi ciò? ci son studi, esperimenti, prove e/o teorie in campi quali Psicologia, Pedagogia, Sociologia ecc?!…mi linki qualcosa perché dell’argomento non so e non trovo nulla…grazie.

  • Tashtego

    “ma in base a cosa affermi ciò? ci son studi, esperimenti, prove e/o teorie in campi quali Psicologia, Pedagogia, Sociologia ecc?!…mi linki qualcosa perché dell’argomento non so e non trovo nulla…grazie.”

    Per carità, Dio mi guardi dagli studi, teorie etc che possono dire tutto e il contrario di tutto, dipende da come vengono gestiti e, magari, indirizzati.

    No, c’è solo il mio “sentire”. Ti sembrerà strano, ma io gli dò ancora una grande importanza. Molto più di quello che potrebbero dirmi psicologi, sociologi e compagnia studiante.

    Un esempio:
    se uno dice che siccome far l’amore è una cosa naturale allora dovrebbe essere concesso farlo anche in pubblico, anche davanti ad un asilo… Io rispondo che non mi va bene anche se non ci sono studi etc. mi basta il mio “sentire”.

    Io non ti chiedo di linkarmi qualcosa che dimostri che far l’amore in pubblico è deleterio.

    Si chiama “senso del pudore” e riguarda la spiritualità umana, campo nel quale le scienze psicologiche e sociologiche brancolano nel buio, essendo per loro natura incapaci di comprenderla.

    Scusa a me la scienza non dimostra tutto…

  • FreeDo

    Un articolo leggermente sopra le righe……..finalmente!
    Bertani, lei e’ il piu’ grande.

  • Pellegrino

    articolo ridicolo, commento ai commenti, e completa ignoranza dei fatti

  • Fedeledellacroce

    Che dio vi benedica…..

  • siletti86
  • aNOnymo

    Non sapevo che gli omosessuali non litigassero e non urlassero tra loro! Beati loro che discutono a bassa voce.
    Scusa ragazzo, ma attraverso quali persone un bambino impara a conoscere il mondo?

  • BaronCorvo

    scusa dov’è la scomunica alla politica di Monti? A me sembra il contrario

  • Fabriizio

    una PERLA !

  • haward

    Esiste chiaramente una spinta ossessiva e martellante a favore delle unioni gay e, più in generale, verso la rimozione dei ruoli tradizionali e dell’identificazione sessuale “polarizzata”. Questo mi sembra evidente a prescindere da tutto quello che si possa pensare e dai propri orientamenti. In Italia, ad esempio, è stata recentemente istituita la giornata scolastica contro l’omofobia. Gay è bello, insomma (senza alcuna ironia), è moderno, è politicamente corretto, è cool. In Svezia vi sono asili in cui tutto ciò che potrebbe far identificare sessualmente come maschio o femmina i bambini (giochi, parole e persino i cessi) è rigorosamente bandito. In Francia, dal prossimo anno, nello stato di famiglia sarà riportata la dicitura genitore 1, genitore 2 e non più padre e madre. Ed allora, cosa fa il papa? Fa la spalla a tutta questa gran cassa, esattamente come Renzo Arbore faceva con Benigni o con Frassica, non facendo altro che ingigantire e rilanciare il “problema” che, apparentemente, vorrebbe limitare. Si chiama gioco delle parti.

  • MrStewie

    Questo commento presuppone che tu sia in grado di decidere per altri. Che tu abbia una quantità di empatia verso gli altri e di previsione del futuro per cui è sensato quello che dici. Eppure, quando ti fanno un appunto, rispondi che è in base al tuo sentire che decidi. Non si capisce allora perchè il tuo sentire valga, e quello degli altri no. Bisognerebbe tutti rendersi conto che la fertilità non è un valore, ma una opportunità biologica. E che in base a questo, qualsiasi drogato incosciente può avere un figlio da crescere con le idee più assurde senza che nessuno ci possa fare nulla

  • MrStewie

    Il tuo commento è apprezzabile. Ma non trascurare il fatto che la chiesa non ha più dei rappresentanti credibili. I ministri della chiesa non vanno per il deserto a predicare, non c’è nessun s. francesco che rinuncia al denaro per riunirsi alla natura. Non per nulla ratzinger è un benedettino…

  • bysantium

    Fantastico come in un sito di controinformazione si postino dei commenti basati sull’informazione ufficiale.
    Il che dimostra quanto il sistema sia accettato anche da chi crede di combatterlo
    V. http://www.tzetze.it/2012/12/gay-e-aborto-ecco-cosa-ha-veramente-detto-ratzinger.html

  • ottavino

    Sui matrimoni gay, ma anche su mille altre questioni, si gioca la capacità dei popoli di dire “no” a quello che viene imposto dall’alto.
    Tutto viene imposto dall’alto, perciò la vitalità, il senso di appartenenza, il valore delle proprie idee, si vedono se un popolo sa “fare quello che gli pare”.
    Altrimenti farà quello che gli viene detto di fare, ma in questo caso è giusto parlare di pecore.

  • BaronCorvo

    Non ciurliamo nel manico, il Papa ha detto precisamente che le unioni gay (insieme all’aborto) sono una ferita per la pace, in questo passaggio:

    “Anche la struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale.
    Questi principi non sono verità di fede, né sono solo una derivazione del diritto alla libertà religiosa. Essi sono inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione, e quindi sono comuni a tutta l’umanità. L’azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa. Tale azione è tanto più necessaria quanto più questi principi vengono negati o mal compresi, perché ciò costituisce un’offesa contro la verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace.”

  • eresiarca

    Mi dispiace per tutti i filo-gay (in verità anti-ordine-naturale delle-cose): due uomini o due donne possono strusciarsi quanto vogliono ma non evrrà mai fuori un figlio. Ah, dimenticavo, l’utero in affitto, le provette ecc. sono tutte delizie pronte per soccorrerli contro le “ingiustizie” di Madre Natura.
    Bei tempi quando gli Amici Miei cantavano: “Chi chiava tromba, chi tromba chiava… e chi s’incula si smerda la fava!”.

  • eresiarca

    E poi, smettetela di intorbidare le acque: la questione è “no alla famiglia non composta da maschio e femmina”, stop. Invece la si vuol buttare sul “pregiudizio”. Bertani, ci sei o ci fai?

  • modo16

    è un’ingiustizia anche essere sterili?Come la giustifichi?Che ingiusta madre natura..
    Cmq quale danno potrebbero fare a un figlio 2 persone di equal sesso?Dovreste elencarmi nella società attuale, le quali colpe sono ben altre, quali sarebbero i disturbi recati a una società etero normale ormai alla deriva..Disturbi emozionali?disturbi nell’apprendimento?disturbi empatici?Inoltre, a mio parere la procreazione è fine a se stessa se non accompagnata da una critica della stessa. Oggi qual’è lo scopo procreativo?Qual’è?un monolocale di 30 metri quadri a Milano?o di 120?

  • Tashtego

    “Non si capisce allora perchè il tuo sentire valga, e quello degli altri no.”

    E dove l’hai letto che il mio sentire conta e quello degli altri no?
    Siamo in democrazia, io esprimo la mia opinione ovviamente, dove hai visto che gli altri non possano esprimere la propria?!?

  • McBane

    Oh, sarà una piccolezza, ma quando si scrive un articolo bisogna evitare imprecisioni: “Alessandro Magno aveva una guardia pretoria di 400 guerrieri gay, perché li riteneva insuperabili (giacché difendevano anche il loro compagno”

    Non diciamo enormi coglionate: non si trattava della guardia di Alessandro Magno, ma di un corpo di Elite tebano detto il “Battaglione Sacro”, che Alessandro massacrò durante la battaglia di Cheronea. E non erano 400, ma 300.

    Grazie.

  • McBane

    Per completezza, Plutarco riporta che alla viste dei loro corpi Filippo II, padre di Alessandro disse: “Possan di mala morte morire quelli, i quali han sospetto che facessero o patisser questi alcuna disonestà”.

  • MrStewie

    Copio-incollo ciò che hai scritto:”Io non accetto che ai bambini venga fatto passare per normale l’unione di due persone dello stesso sesso. Non accetto che in certe età in cui la sessualità non è ancora ben definita possano pensare di “sperimentare ” confondendo l’amicizia con l’amore. Non mi sembra normale che i bambini vedano papà e papà che si baciano in cucina. E’ un attacco davvero decisivo alla nostra società e non deve passare. L’omosessualità è, checchè se ne dica, una deviazione evidente. L’omosessuale non ne è responsabile nè, tantomeno, perseguibile, ma non è nella normalità”

    “non deve passare” presuppone che se qualcuno agisce tu lo ostacolerai. Non mi sembrava parlassi di opinioni. Anche prendendo in considerazione l’ipotesi di metafore molto figurate, “l’omossessuale non è normale” è una frase un po’ forte per sperare di non indurre una azione in te ed in chi la ascolta

  • MrStewie

    È vero! Ecco cosa difende Razzinga: la procreazione! Adesso è chiaro che in un pianeta con 6-7 miliardi di persone di cui 2 muoiono di fame l’omosessualità è una piaga! Potrebbe non rimanere nessuno!

  • Affus

    a me le unioni per via anale non mi attirano tanto …c’è poca poesia in queste unioni .

  • Affus

    è solo una delle mille piaghe dell umanità attuale ,magari la meno grave, ma rimane una piaga facilmnte da risolvibile . meglio che non ti dico come . …la prossima legge non permetterebbe .

  • Sokratico

    Vi scrivo da Parigi, cari.

    Sono andato alla straordinaria manifestazione di sostegno (non contro) alla legge che permette ai bambini di prendere anche il cognome del compagno/compagna del papà/mamma.

    Il cartello più geniale?


    ” Anche Gesù aveva due papà”

  • Tashtego

    Farei ciò che è democraticamente possibile per ostacolare l’adozione gay, certo. Si chiama democrazia.

    Che l’omosessuale non è normale è precisamente una mia opinione. Non c’è nessuna istigazione a nessuna azione illegale che come tale andrebbe perseguita. Allo stato attuale sono vietate le adozioni alle coppie gay e sarebbe invece illegale e perseguibile se qualcuno affidasse un bambino ad una coppia gay. A differenza tua il fatto che qualcuno ritenga che i matrimoni gay siano normali a me non fa pensare ad una istigazione a delinquere; è una opinione differente dalla mia. Se si vuole cambiare una legge si va al voto ed ognuno deve esprimere la propria opinione.

    Mi sembra che sulla democrazia hai le idee un po’ confuse. Ciao

  • ottavino

    Fondassi un partito lo chiamerei PAP: Partito Anti-Progressista. I progressisti hanno veramente rotto….

  • Sokratico

    beh, meno male che invece in Italia ci sono i criptofascistelli come te, che spezzano la monotonia, eh?

    Sai una cosa? Vivo in Francia perchè l’Italia è un paese dove c’è gente come te: fondamentalmente ignoranti, ma convinti di sapere un sacco di cose. Fascisti, ma convinti che non sia una questione politica, convinti che il loro sia buonsenso.

    La gente che diceva che le donne non hanno cervello per studiare la matematica o che gli omosessuali sono malati, avevano lo stesso tono annoiato di compiacimento stolido con cui ti esprimi tu.

    Bravi, bravi. Restate in Italia e fate del vostro peggio.
    Ognuno ha ESATTAMENTE quello che si merita. Guardati intorno e tira due somme…

  • ottavino

    L’eccitazione non ti risolve nulla…

  • MrStewie

    L’unica cosa che mi chiedo leggendo il tuo commento è perchè tu non sia stato ancora bannato dal sito. Se hai bisogno di propagandare idee del cazzo come queste, fatti un blog e cercati dei visitatori con cui scambiarti banalità.

  • MrStewie

    Non ho capito perchè ti scaldi tanto. Perchè metti subito sul tavolo della discussione parole come libertà e democrazia, quando io ti ho solo chiesto maggiori spiegazioni, non ti ho imposto di star zitto. Io credo che chi ha il tuo punto di vista non si sia fatto domande più in là di un metro da se’ stesso, e se gli chiedi di progredire con il loro ragionamento non sanno che altro dire

  • Tashtego

    Mah, sono veramente sereno, se parli di scaldarsi forse stai trasferendo su di me il tuo stato d’animo nell’affrontare questo argomento. Capita, non te ne faccio una colpa. Oppure per qualche motivo preferisci la discussione sul piano personale, spero di no. Non ti seguo in questo perchè non è costruttivo e annoierebbe altri utenti. Per il resto del tuo intervento non posso aggiungere nulla, le mie risposte erano già negli interventi precedenti, che erano sufficientemente argomentati. Davvero, cercale.
    Ciao