Home / ComeDonChisciotte / GRATTA E VINCI

GRATTA E VINCI

FONTE: BAMBOCCIONI ALLA RISCOSSA

Lavorare non paga. Gli stipendi degli italiani sono fermi inchiodati dal 2001. E tra i più bassi d’Europa. Per investire in Borsa, poi, non ci sono i chiari di luna giusti: le azioni continuano a scendere come le cascate del Niagara; oggi, in media, valgono la metà di un anno fa. E soprattutto. Adesso come adesso, anche diventare imprenditori di sè stessi – come suggeriva anni addietro, con un pizzico di paternalismo, il nostro premier – sta diventando un’impresa sempre più complicata. Visto che nel 2008 i fallimenti sono raddoppiati. E che le banche – complice l’arcinota crisi dei mutui subprime – hanno per giunta chiuso i rubinetti del credito. Risultato: in questi tempi difficili, agli italiani che vogliono davvero guadagnare qualche soldo, non restano grandi chance. Salvo buttarsi sul “Gratta e Vinci”.

Domanda: nel senso delle cartelle che si vendono in tabaccheria, stile “Miliardario”, “Battibanco” e “Prenditutto”? Beh, anche. Ma c’è di meglio. Perchè nel nostro ex Belpaese esiste per davvero un business, per dirla all’americana, in cui chi “gratta”, vince sempre. E non è quello del gioco (più o meno) d’azzardo. Ma quello delle mafie s.p.a. Mafie che l’anno scorso, in barba alle turbolenze finanziarie, hanno continuato a “ciucciare” all’economia sana cifre da capogiro (per un fatturato da 130 miliardi di euro all’anno; qualcosa come il 6% circa dell’intero Pil italiano). Mafie che quest’anno – proprio grazie alla crisi – dovrebbero fare ancora meglio.
I lettori del “Corriere della Sera” che lunedì scorso hanno avuto la pazienza di arrivare fino ai meandri dell’inserto economia, infatti, hanno scoperto (a pagina 11) l’acqua calda. Le banche ultimamente faticano a concedere prestiti. E così sempre più aziende, soprattutto quelle medie e piccole, si rivolgono agli usurai. Che poi, spesso e volentieri, altro non sono che i soliti bravi picciotti di Camorra, N’drangheta & co.

Un settore, quello dello strozzinaggio, di cui si parla pochissimo. Ma che vale tantissimo (all’incirca 30 miliardi di euro all’anno, secondo le stime di Confesercenti; poco meno delle 3 Finanziarie messe in cantiere dal ministro Tremonti di qui al 2010). E soprattutto: il cosiddetto rischio d’impresa, in questo ramo dell’economia nostrana, è prossimo allo zero. Come ha spiegato al Corriere il numero due di Confindustria Sicilia, Antonello Montante: “Il fenomeno cresce sempre di più”. E tanto per dare qualche numero e fare qualche esempio: rimanendo al Sud, solo in Calabria, sono diecimila le imprese vittime dell’usura (di stampo mafioso e non). Ma nel 2007 – questi sono gli ultimi dati disponibili – le denunce di commercianti e imprenditori calabresi contro gli usurai sono state ben, si fa per dire, 37. Di più. In tutto l’ex Belpaese le vittime degli strozzini dovrebbero essere addirittura 600mila. Come a dire 3 città grandi come Brescia. Ma le persone, che nel 2008, si sono rivolte allo Stato per avere accesso al Fondo di solidarietà istituito presso il ministero dell’Interno sono state solo 313. Totale-totale: lo 0,5%. Non proprio una folla.

Merito, o meglio demerito, della legge antiusura. Che secondo Teresa Principato, sostituto procuratore all’Antimafia nazionale, “sarebbe da modificare” perchè provoca “intoppi” e “tempi lunghi”. “Se le vittime dell’usura che hanno affidato la loro denuncia allo Stato – ha osservato la pm in un’intervista al solito Corriere – non hanno una risposta ragionevolmente rapida, possono subire conseguenze gravissime”. E infatti gli “usurati” la loro denuncia, a quanto pare, non la fanno proprio. Ergo: per Teresa Principato, non c’è dubbio che tenga. Bisognerebbe modificare la legge e trovare una “via ragionevole” per risolvere il problema. Una preoccupazione – nonostante i numeri del fenomeno e i timori di un suo aggravarsi – che però non sembra sfiorare affatto il ministro della Giustizia del Berlusconi IV, Angiolino Alfano. Che per ora pare in ben altre faccende affaccendato. Come l’indispensabile modifica della legge sulle intercettazioni. O l’urgentissima separazione delle carriere (tra pm e giudici). Provedimenti chiave per il “capobottega”. Forse un po’ meno per i suoi amministrati.

Amministrati che comunque e a loro volta sembrano in ben altre faccende affacendati. Stretti tra l’eterno carovita e la crisi, gli italiani ultimamente non affollano certo le piazze per far uscire la Giustizia con la “G” maiuscola dallo stato comatoso in cui versa ormai da anni (il 95% dei reati, per la cronaca, è sistematicamente prescritto). Ma in compenso affollano per davvero le tabaccherie. Per fare che? Ma per tentare la fortuna. Comprando appunto tessere di “Battibanco”, “Milionario” e “Prenditutto” a go-go. Solo nel 2008 sono stati venduti “Gratta e Vinci” per 47 miliardi e 506 milioni di euro. Come a dire: una spesa di circa 800 euro a testa. Non resta che sperare che i più – viste le leggi e i tribunali colabrodo – non decidano di convertirsi. E passare direttamente a ben più lucrosi “Gratta e Vinci”. Finiremmo per diventare una bizzarra Repubblica dei fichi d’India. Sempre che non lo siamo già.

Fonte: http://bamboccioni-alla-riscossa.org
LinK: http://bamboccioni-alla-riscossa.org/?p=1158#more-1158
27.02.2009

Pubblicato da Davide

  • Galileo

    Abborro il “Gratta e Vinci” ma posso capire che a volte ci si lasci trascinare dai sogni…che si spenda una somma di 800 euro a testa (di cui l’articolo manca di precisione, non sappiamo se all’anno, al mese..) mi lascia perplesso…succede lo stesso in Spagna, non pensiamo che i peggiori siano sempre gli Italiani.

    Forza il gioco va avanti.

  • Saysana

    Mah… se le cifre sono esatte con 47 miliardi di euro potremmo risollevare l’Italia in questo periodo di crisi!!

    Ma alla fine tutti sti bei soldini a chi vanno a finire?

    Escludendo a priori chi li ha spesi sti soldi, naturalmente.

  • virgo_sine_macula

    Novantacinque per cento dei reati prescritti?Ma questi giudici non potrebbero lavorare di piu’ e meglio?

  • marcello1950

    Carissimo Estensore di questo “BELLO” spaccato della realtà italiana, hai evidenziato che tutto il sistema italia, il Bel Paese si fonda su di un CANCRO STRUTTURALE, che si comporta come tutti i poteri in italia prendono RUBANO e non danno niente IN CAMBIO.
    l’italia è un sistema che si basa sul DIRITTO DI RAPINA da parte di chi possiede un qualche POTERE, la mafia è solo uno di questi poteri.
    …………………………………………………………………………………………………………
    NON E’ MENO PARASSITARIO II SISTEMA GIUZIARIO CHE PRENDE UNA ENORME FETTA DI RISORSE CON STIPENDI DA NABABBI PER I GIUDICI E POI NON RIESCE A RISOLVERE NEMMENO IL 20 % DEI DELITTI IN ITALIA …………………………………………………………………………………………………………
    ALTRO SISTEMA PARASSITARIO E’ LA CHIESA PRENDE DI PIù DI QUELLO CHE LE SPETTEREBBE CON L’8 /PER MILLE E E SPRECA IL TEMPO A INTERVENIRE A GAMBA TESA NEI DIRITTI PRIVATI DEI CITTADINI (IN NOME DEI SUOI PREGIUDIZI) facendo una facile battutta per andare in paradiso LORO condannanoi noi al’inferno in questa vita.
    INOLTRE CONTROLLA ATTRAVERSO LE FONDAZIONI IL SISTEMA BANCARIO
    ………………………………………………………………………………………………………….
    TERZO SISTEMA PARASSITARIO E’ COSTITUITO DALLE BANCHE CHE SI COMPORTANO COME LADRI, CHE TOLGONO I SOLDI DAI CONTO CORRENTI CON SPESE INVENTATE ECC, ED ABBIAMO SCOPERTO CHE CON FIORANI I SOLDI VENIVANO TOLTI DIRETTAEMENTE DI CONTI CORRENTI SENZA CHE I CONTROLLORI DELLA BANCA D’ITALIA SE NE ACCORGESSERO.
    ………………………………………………………………………………………………………….
    QUARTO SISTEMA PARASSITARIO E’ il sistema istituzionale lo STATO LA BUROCRAZIA ED IL SISTEMA POLITICO CHE, non ha caso, si fonda sull’obbligo per il cittadino di pagare le tasse senza possibilità di confronto e senza possibilità di indire referundum abrogativi (il sistema anglosassone si basa sul rifiuto di pagare le tasse che lo stesso cittadino non ha votato.) anche le tasse più assurde come quelle sul possesso di macchine, di televisori ecc. ………………………………………………………………………………………………………….
    si comportano come taglieggiatori anche i cittadini quando come lavoratori SONO DALL’ALTRA PARTE DELLA BARRICATA fanno scioperi selvaggi, O PRETENDEVANO STIPENDI CHE L’AZIENDA NON RIUSCIVA A GUADAGNARE IL SALRIO COME VARIABILE INDIPENDENTE
    ma a LORO è STATO TOLTO IL DIRITTO DI CONSIDERARSI PRIVILEGIATI I SINDACATI SONO STATI IMBRIGLIATI E ORA NON POTRANNO PIù FARE NEMMENO GLI SCIOPERI (GIUSTAMETNE SE TUTTI TAGLIEGGIANO GLI ALTRI NON C’è più nessuno che possa essere taglieggiato) INSOMMA NON SI PUO’ ESSERE TUTTI PRIVILEGIATI ALTRIMENTI CHE PRIVILEGIO E’. QUESTO LO HANNO CAPITO PER PRIMI I DIRIGENTI DELL’ EX PCI CHE SONO STATI I PIU’ FEROCI A RIMETTERE IN RIGA I LAVORATORI ED I CITTADINI NEL RUOLO DI PECORE DA MACELLO ……………PECCATO CHE I CITTADINI SE NE SONO ACCORTI IN RITARDO E NON TUTTI ANCORA FANNO ORMAI FATICA AD ORIENTARSI E ………………………………………………………….. POI FAREBBERO ANCHE LORO COSI’

    ……………………………………………………………………………………………………………………
    PURTROPPO IL PRIMO CHE TEORIZZO’ IN TEMPI RECENTI CIO’ FU CRAXI (che io speravo a torto che avrebbe risolto queste storture del sistema italia) , LO FECE PIU’ O MENO VOLONTARIAMENTE PRENDENDO A SUO ESEMPIO GHINO DI TACCO (UN FUORILEGGE CHE TAGLIEGGIAVA I PASSANTI) e firmando orgogliosamente i suoi articoli giornalistici con questo pseudonimo

  • Eurasia

    Io appartengo alla generazione del Flipper e del biliardo… che spasso! Grazie alla passione del flipper e del biliardo ho conosciuto mio martito… sono la bellezza di 34 anni che stiamo insieme… due figli… l’altro giorno gli ho chiesto, ingenuamente, “Ma il flipper e il biliardo che fine hanno fatto?” Ora mi capita di entrare in tabaccheria, sono una fumatrice, e sempre più spesso di fare la coda… da una parte il lotto e dall’altra il “Gratta e vinci” e slot machines… tutti rimbambiti… donne e uomini … non si accorgono nemmeno di quello che gli sta intorno… idem nei bar… non più luoghi di aggregazione del quartiere… ma una calca di pecore umane soggiogate e ipnotizzate da un ipotetico facile guadagno tramite una macchinetta con gingles infernali … una vita misera puntare non sulle proprie abilità ma su dei numeri o delle macchinette… per il sistema dei potenti invece una pacchia… da una parte il facile guadagno dall’altra “controllare la gente con i piaceri”… gioco e pornografia… et voilà! Les jeux sont faits… abbiamo il cittadino perfetto gradito al sistema… ovvero uno zombie!

  • myone

    Salvi in un’ intervista di qualche anno fa alla radio, diceva che il piu’ grande fatturato del prodotto interno italiano, era mafioso. Ovvero: la mafia o la criminalita’, fattirava piu’ di tutti in italia. E se i soldi, passano per la maggiore dalla mafia o dalla criminalita’, e sono gestiti dallo stato, la mafia o il controllo del piu’ dei soldi, da chi viene fatto?

    Anche a livello mondiale, si fa cadere con prezzi e borse, e poi si rinpingua con fondi mondiali. Ma chi e’ che giostra questo gioco?
    Mi sembra una partita a scacchi, che fra pezzi che vanno e pezzi che restano, alla fine, c’e’ solo uno che fa’ scacco matto, e che vince una partita-globale. Un gratta e vinci sulla pelle della gente, per un potere non tanto occulto, per chi se ne intende veramente di come vanno e sono le cose.

  • pietro200

    bene, dai il culo a berlusconi e compagni di merende e vedrai quanto te lo faranno.

    p.s. vaffanculo la sinistra e tutti i suoi discepoli, se la sinistra e’ quella di d’alema, veltroni, fassino, bertinotti, e compagni di merende anche loro.

  • pietro200

    perche’ non provi a chiedere ai giudici il perche’ non possono lavorare?
    perche’ non provi a controllare nomi e cognomi degli imputati nei processi senza fine, i nomi degli avvocati, i nomi dei giudici e per finire i reati supposti.

  • pietro200

    i soldi spesi vanno a finire sempre a chi vende.
    chi e’ il maggior venditore in italia?
    se 2+2 fa 4……..

  • marcello1950

    diciamo che non ho dato il culo ne ad uno ne agli altri, la sinistra (e Berlusconi si è adattato volentieri) ha fatto la democrazia che assomiglia da vicino ad una dittatura dove tutto si fa contro gli interessi nazionali (anzi peggio di come è successo durante la dittatura che di solito almeno difende gli interessi nazionali) contro gli interessi della gente e qualisasi cosa la gente, gli elettori , gli operai decidano la prendono sempre in quel posto ancora peggio, peggio che ci si trovsse nella bolgia dantesca dell’inferno in cui più si va avanti e peggio è, e più gli elettori hanno tentato di cambiare e più, ogni vlta, hanno peggiorato la loro condizione ………………

    (io veramente non ho mai votato nè per uno nè per gli altri)

  • virgo_sine_macula

    So a chi alludi allora ti dico che Berlusconi e’ stato iscritto piu’ di 100 volte nel registro indagati,su queste in oltre 80 procdimenti il gip non lo ha rinviato a giudizio,il che significa che il pm ha cominciato 80 indagini sul berlusca e si e’ dovuto fermare per mancanza di prove o di motivi per proseguire l’azione giudiziaria,tutte inchieste,guardacaso,iniziate dopo che e’ sceso in politica,perche’ prima per la magistratura era quasi in santo.Di lui in tutti questi anni si sono occupati quasi 1000 magitrati in tutti i processi senza arrivare mai ad una condanna definitiva e solo in un caso fu salvato dalla prescrizione per legge fatta da lui.Ecco in tutto questo vedo molto piu’ fumus persecutionis da parte dei magistrati che disonesta’ da parte sua:se si occupassero di perseguire un po’ di piu’ gli stupratori rumeni che i nomi da prima pagina sarebbe meglio per tutti,lo stupro e’ un reato comunque piu’ grave della corruzione e del falso i bilancio

  • albertgast

    E per una volta voglio gettare alle ortiche il mio solito pessimismo e guardare solo il bicchiere mezzo pieno! Se chiudono i negozi, anche la mafia ne avrà un danno, perchè non potrà più chiedere il pizzo. Lo stesso se chiudono le aziende. Non ricorreranno più all’usura ed in più ci saranno molti disoccupati che, senza soldi, non andranno più con le prostitute e non compreranno più la droga per sballare il sabato sera……Vabbè…lasciamo perdere….sarà la stanchezza…..meglio che vada a dormire…..’notte 🙂

  • pietro200

    ma ci sei o ci fai? le vicende giudiziarie sul berlusca, sono iniziate, o meglio,rese pubbliche, solo dopo che craxi e’ caduto politicamente. chissa’ perche’? capisci perche’ il berlusca e’ sceso in campo? no? proviamo ad indovinare: forse era giunto il momento di pararsi il culo da se. forse gli e’ stato imposto, sai com’e’ , in certi ambienti, in fondo, sei soltanto un numero sulla tessera, non so se mi spiego. magari avra’ notato che la magistratura stava iniziando a delirare, a comportarsi in modo piu’ o meno autonomo e indipendente (a dire il vero, pensavo la magistratura fosse indipendente, avro’ capito male),
    comunque, non mi riferivo al pluri presidente, o meglio non solo a lui, ma a tutta la casta dei potenti con scagnozzi e compari al seguito.
    in italia non potra’ mai cambiare nulla, semplicemente perche’ il sistema e’ totalmente marcio. la magistratura non e’ stata creata solo per i borsaioli o gli stupratori, e fare i propri porci comodi con la costituzione e i soldi pubblici non e’ un reato da niente, perche’ in quel caso la violenza e’ fatta sullo stato e su tutti i cittadini(dico tutti) in prima persona.
    l’italia e’ famosa in tutto il mondo come il paese dell’impunita’ non per gli stupratori rumeni, gli articoli che girano sui media internazionali sono ben altri e riguardano persone molto piu’ famose.
    lo stupro esiste dappertutto, ed e’ punito dalla legge.
    amministrare soldi pubblici in modo disonesto e’ punito severamente dappertutto, ma non in italia, anzi, in italia piu’ rubi piu’ fai carriera.
    se poi la corruzione, per te significa entrare gratis al cinema perche’ sei amico dell’agente s.i.a.e. e il falso in bilancio e’ il negozietto di alimentari all’angolo che evita di fare scontrini, allora non ho piu’ niente da dire.

  • virgo_sine_macula

    Ti ricordo che un intero sistema di partiti e’ stato spazzato via dalla magistratura per corruzione:dc e psi sono praticamente scomparsi sotto una valanga di avvisi di garanzia,la dc si e’ poi riciclata e ora ha cambiato solamente nome in pd,non a caso infatti Prodi uno dei peggior ex dc e’ stato diverse volte presidente del consiglio per l’attuale pd , nel pd milita la cattocomunista rosy bindi,l’attuale segretario e’ un ex democristiano.Dunque non e’ vero che in Itala non vengono perseguiti i reati di corruzione,la magistratura milanese ne ha fatto il suo cavallo di battaglia con mani pulite,indagine cui fare tanto di cappello tranne forse per alcuni suoi eccessi.Perseguire e condannare uno stupratore rumeno invece non porta in prima pagina per cui a me sembra che alcuni magistrati tendano a snobbare questo tipo di indagini e ad essere troppo buonisti nella comminazione delle pene:guarda il caso della povera reggiani a roma,non hanno dato l’ergastolo a quel rifiuto umano che l’ha derubata,picchiata,violentata e uccisa.Se non lo merita quello a chi lo danno l’ergastolo?Per quanto riguarda il berlusca e’ ovvio che sia sceso in politica essenzialmente per tutelare i suoi interessi ma questo non esime la magitratura dal tenere un comportamento corretto e se in oltre 100 procedimenti avviati contro di lui sono riusciti a condannarlo una volta sola per falsa testimonianza,allora sono o incapaci o in malafede.Ti sarei grata infine,lo dico con il massimo rispetto,se fossi un attimo meno aggressivo nei miei confronti,in un blog puo’ accadere di trovare chi la pensa diversamente da te e uno dei valori della sinistra e’ la tolleranza verso il diverso.Ti saluto comunque con simpatia

  • DindonDario

    Secondo me tutti questi concorsi (compresi lotto,superenalotto ecc…) servono allo stato per raccimolare tutti i soldi contanti che sono rimasti in giro…Per poi magari prestarli…

  • Kinisera

    Sono d’accordo con te quando affermi che all’uccisore della Reggiani andava comminato l’ergastolo. Se però questa pena non gli è stata inflitta perchè ha goduto delle attenuanti (lo so che è grottesco, ma è così!), la colpa non sarà forse di chi ha fatto la legge secondo la quale se sei in stato di ebbrezza e uccidi qualcuno non è tutta colpa tua? Non sarà forse la legge, che sostiene che l’uccisore ha l’attenuante di avere avuto una vittima che reagisce, ad essere sbagliata? Non sarebbe meglio PRETENDERE di cambiare queste leggi, anzichè far passare sottogamba una legge che depenalizza il falso in bilancio (una a caso!) come se fosse una cosa di poco conto? E un’altra cosa: se un intero sistema dei partiti è stato spazzato via,come giustamente fai notare tu, non è che quel sistema dei partiti ci ha messo anche molto del suo per subire l’onta che l’ha travolto? Se si fosse comportato correttamente magari non sarebbe stato spazzato via!