Home / ComeDonChisciotte / GLI USA SI PREPARANO A BOMBARDARE L’IRAN ?

GLI USA SI PREPARANO A BOMBARDARE L’IRAN ?


Di JONATHAN KARL
abcnews.go.com

Gli Stati Uniti stanno accelerando i preparativi per un possibile attacco agli impianti nucleari dell’Iran?

Il Pentagono fa sempre programmi, ma sulla base di una poco notata richiesta di finanziamento recentemente inviata al Congresso, la risposta a questa domanda sembrerebbe affermativa.

Innanzitutto, il contesto generale: nell’ottobre del 2007, la ABC News ha riportato che il Pentagono aveva chiesto al Congresso un finanziamento per 88 milioni di dollari durante l’emergenza della guerra in Irak/Afghanistan per sviluppare una gargantuesca bomba capace di far saltare in aria i bunker chiamata “Massive Ordnance Penetrator” (MOP). Si tratta di una bomba di circa 14 tonnellate progettata per colpire bersagli sotterranei situati fino ad una profondità di 61 metri sotto terra. Allora, il Pentagono ha citato una “necessità operativa urgente” per la nuova arma.


Adesso il Pentagono sta trasferendo la spesa da altri programmi per accelerare lo sviluppo e l’approvvigionamento della superbomba Massive Ordnance Penetrator. Il revisore del Pentagono ha inviato una richiesta di trasferimento fondi ai comitati della Camera e del Senato per gli stanziamenti e le forze armate durante l’estate.

Cliccare qui per vedere una copia della richiesta del Pentagono, fornita dalla ABC News.

Il revisore ha detto che il Pentagono programmava di spendere 19,1 milioni di dollari per l’approvvigionamento di quattro bombe, 28,3 milioni di dollari per accelerare lo “sviluppo e il collaudo” della bomba e 21 milioni di dollari per accelerare l’integrazione della bomba nei bombardieri stealther B-2.

‘L’urgente necessità operativa’

La notifica era stata infilata tra le 93 pagine di una richiesta di “riprogrammazione” che comprendeva altre duecento banali cose.

Perché adesso? La notifica dice semplicemente che “il Dipartimento ha un’urgente necessità operativa (UON) per la capacità di colpire bersagli profondi sotterranei in ambienti ad alta minaccia. La bomba MOP è l’arma prescelta per rispondere ai requisiti della UON.” Afferma inoltre che la richiesta è approvata dal Pacific Command (che ha la responsabilità dell’Iran).

Gli Stati Uniti si preparano a bombardare l’Iran?

La richiesta è stata approvata senza clamori. Venerdì scorso la McDonnell Douglas si è aggiudicata un contratto da 51,9 milioni di dollari per fornire “l’integrazione della bomba Massive Penetrator Ordnance” su aeromobili B-2.

Questo non è il tipo di arma che sarebbe particolarmente utile in Irak o in Afghanistan, ma è ideale per colpire impianti nucleari sotterranei profondi come quelli di Natanz o Qom in Iran.

Jonathan Karl
Fonte: http://abcnews.go.com
Link: http://abcnews.go.com/Politics/us-preparing-bomb-iran/story?id=8765343 
6.10.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MICAELA MARRI

Pubblicato da Davide

  • fernet

    Mais ce n’est pas possible!!! Hanno appena vinto il nobel per la pace 2009.

  • lucamartinelli

    speriamo che non sia cosi’ semplice come la racconta l’articolista. se bastasse che gli psicopatici dott. Stranamore facessero una richiesta di “bomba fine di mondo”(ricordate l’ambasciatore russo nel film di Kubrick?) per chiudere l’affaire Iran saremmo alla fantasia piu’ sfrenata. in realta’ attaccare l’Iran comporterebbe qualche problema con Russia e Cina. e in questi momenti irritare chi tiene a galla la tua economia non sarebbe molto conveniente. inoltre sappiamo che è soprattutto Israele che vorrebbe sistemare i conti a modo suo. Sappiamo anche che Israele spinge gli USA ad agire, perche’ gli conviene: una rappresaglia contro gli Usa sarebbe ben piu’ difficile da attuare, se non impossibile. contro Israele invece avrebbe grosse probabilita’ di successo. ma qualche testa pensante dovrebbe essere rimasta anche in campo americano. la minaccia iraniana di quotare il greggio in euro si è tradotta, a quanto mi risulta, nell’apertura di una borsa-quotazioni che non ha spostato nulla fino a questo momento. la caduta del dollaro non dipendera’ dall’Iran. non pare che in questo momento l’appoggio USA ad Israele sia dei piu’ entusiasti, anche se alla fine gli Yankee non lo fanno mancare. ma la geopolitica è complessa e sottile. quindi non sono siuro che finira’ con una guerra. soprattutto lo spero.

  • myone

    Esatto. Attuano il ” No_bel”. L’ iran con l ‘atomica non ci pensera’ a far ricatti o volere giustizie, costi quel che costi, sebbene ci possa essere una ritorsione nucleare, tanto poi tutti martiri e tutti garantiti in paradiso. Una nazione si sacrifichera’ per liberarne un’ altra senza terra, e per dare giustizia a un islam mondiale e alla causa palestinese, mettendo cis in primo piano una supremazia ideologica religiosa. Questa scena si e’ vista un’ infinita’ di volte in piccole e grandi guerre, o questioni territoriali, politiche, ideologiche, religiose. Se succedera’, color che sono le teste del regime iraniano, lo faranno attuare quando loro saranno al sicuro, fuori dal territorio loro, e in altri stati protetti. Risoluzioni ultime contro il nucleare, sono state approvate da cina e russia, contro l’ iran. L’ iran sara’ una (vittima sacrificale NOBEL_iare), per non innescare una serie a catena di devastazioni atomiche , nel momento che: 1) l’ iran ne facesse uso su israele = israele e usa stessi, decimerebbero punti importanti e vitali sia come simbolo sia come forza islamica, a livello planetario, e quiandi, su tutto cio’ che si schierera’ a difesa o contrario a questo. 2) Abbattendo lì’ iran, sopratutto sulle centrali e sul sitema, si acquieterebbe l’ incombenza di quello gia detto, e nessuno si schiererebbe con l’ iran a difesa, poiche’ cio’ comporterebbe non una guerra convenzionale, ma atomica, e vedere russsia israele e usa che se le suonano, la storia umana non avrebbe mai piu’ un domani per tutti. Quindi, se vorranno farlo o l’ hanno deciso, sara’ il male minore, e un preventivo male maggiore. Poi, chi voglia talgiare come vuole l’ ordine o l’ oppinione del come e dei perche’, libero do farlo. Come si sa’, nel dire e nel valgiare, si possono rovesciare qualsiasi verita’, con gli stessi dati alla mano, che le si volgiono avvalorare.

  • myone

    Se 4 sono le centrali, 4 sono le cure. Nobel per la medicina.
    Un iran che naviga sul pertrolio e che cerca il nucleare fa ridere.
    Ho letto che la crisi in iran dipende da embraghi vari, o costrinzioni mondiali sul prezzo o che.
    Io non ci credo. Il petrolio ha un prezzo, e tanto ne producono e tanto ne vendono, e tanto ne prendono.
    Anziche investire in nucleare, facessero star bene la gente che ne ha bisogno,
    ma chi ne ha bisongo, sa’ accontentarsi e farsi passare la vita uguale, senza complicarsela in altro.
    Un paese che vive a pelo, con enrate petrolifere esose, e’ talmente agro come cultura e sistema,
    che non penso propio che qualcuno abbia mai letto i conti veri dello stato.
    ( stato si fa per dire) li sono peggi degli USA che vuole raccontare la randazzo.

  • vic

    Siamo in un bunker strategico americano. A dir la verita’ e’ una specie di citta’ sotterranea.
    C’e’ un grande via vai di treni ed ascensori. Tutti sembrano indaffarati, non si sente fischiettare.
    Col nostro lasciapassare eterico entriamo nell’ufficio progetti e sviluppi transnucleari.

    V: Hi, transgenerale John Doe, ci racconti del suo ultimo gioiello.
    tgJD: Hi, sono molto fiero, guardi qua. Questa e’ la terra, questo il nucleo.
    V: E’ molto profondo, non se ne sa molto sul nucleo, e’ cosi’?
    tgJD: A noi non interessa piu’ di quel tanto. Ci interessa invece trapassarlo.
    V: Come trapassarlo! Non e’ un turacciolo, e poi e’ sprofondato assai.
    tgJD: In questo sta la nostra abilita’: superare i problemi piu’ ardui per sorprendere il nostro avversario.
    V: Cosa intende dire?
    tgJD: Non sto nella pelle dalla fierezza. Siamo riusciti a trovare il modo di attraversare il nucleo terrestre. Il nostro progetto supersegreto “Cavatappi” e’ a buon punto. Siamo in grado di colpire l’Iran (un nome a caso) dal di sotto.
    Loro si aspettano un attacco coi soliti noiosi bombardieri; e noi invece facciamo solo finta di spedire i bombardieri. In realta’ li colpiamo da sotto attraversando col nostro speciale e segretissimo siluro “cavatappi” tutta la terra e poi lo facciamo esplodere all’interno dei loro stabilimenti segreti. Se ne accorgeranno a causa di un lieve tremore, altrimenti dal di fuori non si vedra’ un bel niente.
    E’ questo il nostro vero problema.
    V: Come mai?
    tgJD: Gli Iraniani potrebbero dire che non e’ successo nulla! Per cui saremo costretti a lanciare una bombetta atomica solo per questioni mediatiche. Affinche’ i tiggi’ ne parlino.
    V: Perbacco! L’atomica mediatica come companatico del siluro transnucleare!
    tgJD: Gia’, ne siamo un po’ dispiaciuti, buttar via cosi’ tanti soldi in pubblicita’!
    V: Mi scusi signor transgenerale, dovrei espletare un bisognino.
    tgJD: Prego: esca poi vada verso l’alto, sempre dritto. Dopo l’uscita blindata a destra c’e’ un chiosco. Sono gentili la lasceranno fare.
    V: Mille grazie di tutte le informazioni.
    tgJD: No problem.

    Dall’ascensore che mi porta fuori, il solito bye bye.

  • fengtofu

    anche il massacratore Kissinger, e il terrorista serial killer(e lo faceva a mani nude!) Menachem Begin…..

  • duca

    Guarda che, tra i Paesi dell’area, l’Iran è quello con la distribuzione della ricchezza forse più equilibrata, o vogliamo parlare dei vari sultanati petrolieri del golfo? O vogliamo parlare di come stanno in Pakistan che, tra parentesi, la bomba ce l’ha?

  • Wolosk

    che articolo del cazzo.

  • imsiddi

    concordo con Wolosk!
    e’ assurdo come ogni volta i giornali trovato il “motivo valido per bombardare a breve l’Iran” questa solfa fa avanti da 2-3anni!
    ma e’ cosi’ difficile capire che non e’ cosi’ facile attaccare l’Iran? non per motivi bellici, ma geo-eco-politici! quindi non dovete rispondere con articoli bellici, bomba qua, navi la’, esercitazione aeree ecc ecc… ci cascate sempre!
    sta volta non e’ l’ISOLATO Iraq.
    prima di attaccare l’IRAN, verrà seriamente messo in ISOLAMENTO, cosi’ che Russia e Cina non interferiscano, solo allora si parlera’ di un possibile attacco

  • aries1978

    Sicuramente una guerra all’iran rimane un’opzione che washington continua a tenere in considerazione.L’attacco mediatico nei confronti di Ahmaninejad a cui giornalmente assistiamo mi fa venire in mente la stessa campagna diffamatoria già precedentemente messa in atto nei confronti di Saddam…è quindi fuori discussione che si stia manipolando l’opinione pubblica per fare in modo che sostenga un’eventuale attacco all’Iran nel caso si decidesse per l’opzione militare…esistono però alcuni nodi cruciali,e cioè il sostegno che Russia e Cina forniscono a Theran,e il fatto che Israele sarebbe potenzialmente alla portata dei missili di rappresaglia iraniani…insomma la situazione è rischiosa per l’asse Israele-USA,ma la partita è ancora tutta da giocare,e c’è da pensare che alla fine la lobby militare-industriale riuscirà,come spesso accade in questi casi,a far prevalere le sue ragioni…staremo a vedere

  • oldhunter

    Premesso che ritengo le bombe nucleari una follia distruttrice demenziale e ancor peggio chi le costruisce e le detiene anche se solo per scopi di deterrenza, vorrei che qualcuno più intelligente e colto di me mi spiegasse (per es. myone) perché è giusto che USA, UK, Francia, India, Pakistan, Russia e Cina, ma soprattutto il guerrafondaio Israele, possiedano queste mostruosità e l’Iran no! Insomma, chi autorizza gli USA a decidere chi può partecipare al gioco atomico? Chi ha dato a questi stati il diritto di veto sugli altri restanti per la costruzione dell’atomica? Chi ha autorizzato gli USA ad ergersi a sceriffo (con il codazzo di vicesceriffi) del pianeta? Sono questi stati così moralmente irreprensibili, hanno dato prova di tale giustizia super partes da potersi attribuire tale incredibile diritto? E infine, chi controlla lo sceriffo? Non sarà, per caso, che esiste una dittatura strisciante e nascosta ben peggiore di quelle passate che ci domina, terrorizza, ricatta anche con la scusa del “terrorismo”? E, alla fine, chi è il vero stato terrorista?
    Grazie per la risposta e un saluto a tutti.

  • redme

    cazzate……se questa è controinformazione….

  • myone

    Di fatto, nessuno dovrebbe avere le atomiche. Le questioni dovrebbero essere risolte a tavolino ed arrivare a soluzioni senza filtrare il tutto con ideologie, che poi, non trovando riscontri ai problemi, occultano i modi e le ragioni, ed ogniuno va per la sua strada…. prendere o lasciare. L’ iran, anche se qui hanno spiegato in lungo e in largo, che le affermazioni del leader, sono state tutte tradotte male facendo credere come informazione, che l’ itan abbia detto distruggiamo isra e gli usa e cerchiamo l’ atomica, e anche qui, nessuno, come detto sopra, va a confronto con la causa e il nemico a tavolino, con l’ ascolto mondiale delle cose, ma ogniuno prende la sua strada, ufficializzata solo a responsi ecc ecc, l’ iran, ha un aspetto, che nessun altro paese ha. Daccordo che, e io leggo ma non so’, gli usa hanno tolto un re legittimamente eletto nel (53?) e hanno dato via libera agli aiatolla, ma nemmeno la corea si e’ mai esposta a dichiarazioni, ne pakistan, ma l’ iran si, e come sempre, dette fra i denti a modo da farle capire o no, ma espresse dai paesi vari, e mai smentite da nessuno, almeno come minoranza consistente o maggioranza, che siano dichiarazioni come le ha dette o come sono state erroneamente interpretate. L’ iran, non solo e’ attiva nel rifornimento e sussistenza delle forze libanesi, come d’ altronde la siria, ma, come saddam, fu un paladino delgi usa, quando si fu esposto a dire e a fumentare il terrorismo “spazzate via usa e israele, motivi veri o falsi che siano, l’ hanno spazzato via loro. E ricordo che, c’ erano particolari che comprovavano la presenza di autorita’ irakene all’ estero, con con cariche di altri paesi e capi importanti del terrorismo, e se non erro, in un’ ambasciata estera, e che fu secondo me, a parte le armi di distruzioni o no , lo scalino di inciampo per determinare la sua fine. Poi, lessi ancora, di strane navi pirata-fantasma, che a tempo addebito, sfuggendo a ogni controllo, controllo allora non a tappeto e serrato, in cui 1 o piu’ navi, erano state fatte oggetto di essere state navi con un curriculum e un’ apopartenenza, e la loro poi definitiva sparizione dall’ essere rintracciate, le navi che esportarono armi o contenuti pericolosi, per poter determinare le accuse fattegli a saddam-chimico. L’ iran, comunque, dal tono che ha e che ha fatto comprendere, e non parlo della gente, parlo del regime, una volta che avesse un’ arma chimica, non si tirerebbe indietro a fare la voce grossa, chiamando le cose a patto, imponendo e minacciando, e trovando le persone sbalgiate messe dal regime, o attuando scelte dal regime stesso, vuoi per la causa, vuoi per la religione, vuoi come tu volgia, lanciare un’ atomica in israele. Ne basta una o due, per far terra bruciata e rendere invivibile quelle parti, per tutti, cosi la questione sarebbe arrivata alla sua conclusione, alemno per le teste mondiali e globali di questo tempo. L’ iran puo’ esistere e guai se non lo fosse, ma navigando sul petrolio, e non avendo bisogno di nucleare, dove, con la scoperta ultima recente, un nucleare nascosto di una centrale occultata dove si porduce solamente nucleare per bombe atomiche, e di cui, nel momento che lo hanno scoperto, 1 o 2 giorni prima o dopo, l’ iran lo dichiaro’, ovvio, mette l’ iran a un NO totale sul nucleare. L’ iran persiste e continua, e l’ ammonizione, e’ da anni che lgi e la impongono. Quando uno e’ recidivo, non solo e’ inaffidabile, ma viste le mete, e’ pure pericoloso. Ora l’ iran, si trova nella stessa maniera come l’ irak. Gli ispettori, non solo determineranno dove e cosa, ma una volta entrati, non potranno piu’ giocare come faceva saddam, spostando siti, facendo girare camion, ritardando e depistando gli ispettori qui e la prendendoli per il culo. La presenza ispettrice ora sara’ costante e a tappeto, e al primo intoppo, o tiro mancino non corretto, le cose si aggraveranno. Penso che, conoscendo ora mai come sono certe persone o sistemi o teste o come vuoi, la capitolazione sembra scritta, o melgio ancora, che loro sanno scriversela solo cosi, e allora, il punto e’ messo e determinato a un punto di non ritorno. O ti disinfesti totalmente, o se sei recalcitrante o fai il burbo, almeno un bel bombardamento alle centrali che hai, non te lo tolgie nessuno. E vistro che ci sono, non certo come l’ irak, qualche bel colpo ai punti chiave del sistema. Poi, il petrolio, potete come sempre produrlo e commerciarlo. Non credo propio che gli usa o isra, mettano a ferro e fuoro l’ iran, ma che lo privano delle centrali, e nello stesso tempo, che gli rovinino il parlamento, quello si, e’ garantito. Se poi, andranno oltre, o faranno ingerenza, o succedera’ che sara’ il momento buono per le opposizioni ad entrare in gioco, ec ecc ecc ecc e altro, questo non lo sa nessuno. L’ iran, con le atomiche, destabilizzerebbe tutto, israele, e il mondo intero, e io vorrei vedere, in caso che, israele fosse attaccato, e tutto finisse li, che ventata di forza manderebbe a tutto l’ islam mondiale, moderato e sopratutto no- E questo, e’ un fastidio, che si ripercuoterebbe pure in casa (nostra), a livello sociale e di integrazione. Quello te lo posso garantire.

  • LucaV

    Quando vedrò una bomba cadere sull’IRAN allora darò retta a questi che menano sta storia del bombardamento dell’Iran da anni e dico anni!!! E voi che ancora pubblicate!