GLI OMICIDI POLITICI DEL MOSSAD, SOLLEVANO QUESTIONI POLITICHE

DI JAMES PETRAS
voltairenet.org/

Il recente assassinio di un capo militare di Hamas, Mahmoud al Mabhoud, si colloca in linea retta con la politica tradizionale d’Israele, quella degli assassinii mirati, all’estero, di dirigenti della Resistenza Palestinese. Questo viola la sovranità degli Stati e si pone al di sopra delle loro leggi. Inoltre, l’uso cinico della doppia cittadinanza per raggiungere questo scopo omicida, pone la questione del modo in cui gli Stati tendono a garantire l’impunità di Israele.

Il 19 gennaio, la polizia segreta internazionale d’Israele, il Mossad, ha inviato a Dubai una squadra di sicari, composta di 18 uomini, tutti muniti di passaporti europei “rubati” a cittadini israeliani con doppia nazionalità e modificati con l’aiuto di foto truccate e di firme false. La loro missione: assassinare il dirigente palestinese Mahmoud al Mabhouh.

A seguito, “Perché ci vogliono così tanti agenti del Mossad per ammazzare un palestinese con il cuscino?” (Gilad Atzmon, gilad.co.uk);
Le prove sono schiaccianti. La presentazione da parte della polizia di Dubaï di video dettagliati realizzati con telecamere di sorveglianza che mostrano gli assassini, e’ stata corroborata dalla testimonianza di esperti israeliani della sicurezza e applaudita dai principali giornali e giornalisti israeliani. Il Mossad ha dichiarato apertamente che Mabhoud era un bersaglio prioritario e che fino a quel momento era sopravvissuto a tre precedenti tentativi di omicidio. Inoltre il sofisticato sistema di comunicazione, utilizzato dai killer, la logistica e la pianificazione del loro arrivo, andate e ritorni, l’uscita da Dubai e l’ampiezza dell’operazione, presenta tutte le caratteristiche di un’operazione di Stato di alto livello.

Inoltre, solamente il Mossad avrebbe accesso ai passaporti europei dei suoi cittadini con doppia nazionalità! Solo il Mossad avrebbe la capacità, la motivazione, l’accertata intenzione e la volontà deliberata di provocare un incidente diplomatico con i propri alleati europei, sapendo bene che la collera dei governi dell’Europa occidentale finirebbe per rientrare, visto i loro legami profondi con Israele. Dopo una minuziosa inchiesta e l’interrogatorio di due collaboratori palestinesi del Mossad che sono stati arrestati, il capo della polizia di Dubaï ha dichiarato come fosse certo che dietro l’omicidio ci ci sia il Mossad.

I problemi politici più importanti

La politica israeliana degli omicidi all’estero, solleva gravi questioni, minacciando i fondamenti dello Stato moderno: la sovranità, il potere delle leggi e la sicurezza nazionale così come quello degli individui.

Una delle politiche apertamente dichiarate da Israele, consiste nel violare la sovranità di qualunque paese allo scopo di uccidere o prelevare gli oppositori (a Israele). Tanto nella loro proclamazione, quanto nella loro messa in pratica reale, leggi, decreti e azioni all’estero d’Israele suppliscono le leggi e gli organi di applicazione della legge di qualunque nazione. Se la politica israeliana si muove con questa consueta pratica, nel mondo intero, entreremo in una giungla tanto selvaggia quanto il mondo di Hobbes. Gli individui sarebbero esposti alle intenzioni omicide di squadre di killer venute dall’estero che non verrebbero ritenuti responsabili da nessuna legge né da nessuna autorità nazionale. Qualunque Stato, senza eccezioni, potrebbe imporre proprie leggi e valicare le frontiere nazionali allo scopo di uccidere impunemente cittadini o residenti di altre nazioni. I sicari, fuori dalla frontiera d’Israele, si fanno beffa della nozione stessa di sovranità nazionale. L’eliminazione extraterritoriale degli oppositori da parte della polizia segreta era una pratica corrente della Gestapo nazista, del GPU di Stalin e della DINA di Pinochet e oggi e’ diventata una pratica – condannata- delle “Forze speciali” statunitensi e della divisione clandestina della CIA. Tali azioni sono il marchio di fabbrica degli Stati totalitari, dittatoriali e imperialisti, che calpestano sistematicamente i diritti sovrani dei popoli.

La pratica di Israele, di questi assassinii extra giudiziari ed extraterritoriali, messa in atto con il recente omicidio di Mahmoud al Mabhouh in una camera di albergo di Dubaï, viola tutti i precetti fondamentali del potere della legge. Gli omicidi extra giudiziari comandati da uno Stato, significano che la propria polizia segreta è allo stesso tempo giudice, procuratore e boia e che non è frenata da nessuna sovranità, nessuna legislazione, nessun dovere di uno Stato di proteggere i suoi cittadini e i suoi ospiti. Le prove, le procedure legali, i diritti di difesa e i controinterrogatori, in questo processo sono completamente accantonati.
L’assassinio extra giudiziario, sponsorizzato dallo Stato scalza completamente qualunque processo nella sua debita forma. L’eliminazione degli oppositori all’estero è la prossima logica tappa, dopo i simulacri di processi iper mediatizzati da Israele e che si basano su leggi razziste e decreti di detenzione amministrativa che hanno spossessato il popolo palestinese e violato le leggi internazionali.

Gli squadroni della morte del Mossad operano direttamente su ordine del Primo Ministro israeliano (che d’altra parte, ha personalmente approvato il recente omicidio). La grande maggioranza degli israeliani sostiene fieramente questi omicidi, soprattutto quando i killer sfuggono alla cattura. Le operazioni di omicidi extra giudiziari compiuti senza il minimo ostacolo e impunemente, dagli squadroni della morte stranieri sostenuti dallo Stato, costituiscono una grave minaccia per qualunque critico, scrittore, dirigente politico e militante per i diritti civili che abbia l’impudenza di criticare Israele.

I killer del Mossad – Il fuoco sionista

Il precedente che costituisce l’omicidio, da parte d’Israele, dei suoi avversari all’estero, dimostra i confini esteri della repressione, da parte dei suoi sostenitori che si possono rintracciare tra le principali organizzazioni sioniste, la maggior parte delle quali hanno sempre sostenuto come lecite le violazioni di Israele della sovranità nazionale, attraverso i suoi omicidi extra giudiziari. Se Israele elimina fisicamente i suoi oppositori e le persone che osano criticarla, le 51 principali organizzazioni ebree statunitensi reprimono le critiche espresse dagli Stati Uniti nei confronti di Israele. Esercitano attivamente pressioni sugli impiegati, presidi universitari e responsabili pubblici perché licenzino i propri lavoratori, universitari e altri professionisti che osano esprimersi verbalmente o per iscritto contro le torture, i massacri e il massiccio spossessamento a danno palestinesi, compiuti da Israele.

Comunque sia, i commenti più critici, in Israele e altrove, riguardano l’omicidio commesso dal Mossad a Dubai, sottolineando “incompetenza” degli agenti, compreso il fatto di aver lasciato che i loro volti venissero ripresi da numerosi video mentre cambiavano maldestramente le loro parrucche e i vestiti sotto l’occhio delle telecamere. Altre critiche deplorano il fatto che compromettendo il suo lavoro, il Mossad sia occupato a “offuscare l’immagine di Israele” in quanto Stato democratico e che fornisca così acqua al mulino degli antisemiti. Nessuna di queste critiche superficiali è stata ripresa dal Congresso statunitense, dalla Casa Bianca o dai presidenti delle principali organizzazioni ebree americane, dove la regola mafiosa dell’omertà, o del silenzio, regna su tutto e dove la complicità con questo genere di crimine risulta conveniente.

Conclusione

Quando i critici si lamentano a proposito del lavoro contorto del Mossad, che complica la situazione delle potenze occidentali desiderose, eventualmente, di proporre una copertura diplomatica a Israele per le sue operazioni all’estero, non si è, però, mai affrontata la questione fondamentale: l’acquisto, da parte del Mossad e la falsificazione di passaporti ufficiali britannici, francesi, tedeschi e irlandesi di cittadini israeliani con doppia nazionalità, sottolineano la natura cinica e sinistra dello sfruttamento, da parte di Israele, dei suoi cittadini con doppia nazionalità, nel perseguire i suoi sanguinosi obiettivi della sua politica estera. L’uso da parte del Mossad di veri passaporti forniti da quattro nazioni europee sovrane ai loro cittadini, allo scopo di uccidere un palestinese in un albergo di Dubaï solleva la questione di sapere a chi i cittadini israeliani a “doppia” nazionalità debbano veramente la loro fedeltà e fino a dove vogliano spingersi nel difendere o nell’esaltare i killer israeliani all’estero.

Grazie all’uso di passaporti britannici da parte di Israele, per entrare a Dubaï e assassinare un avversario, ogni uomo d’affari o turista britannico che si recherà nel vicino oriente sarà sospettato di legami con gli squadroni della morte israeliani. Con le elezioni di quest’anno e i partiti laburista e conservatore che contano grandemente su milionari sionisti per finanziare la loro campagna, non resta che vedere se il primo ministro Gordon Brown farà più piagnucolii e moine!

James Petras
Fonte: www.voltairenet.org
Link: http://www.voltairenet.org/article164208.html
24.02.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MICOL BARBA

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tao
Tao
5 Marzo 2010 3:22

PERCHE’ CI VOGLIONO COSI’ TANTI AGENTI DEL MOSSAD PER AMMAZZARE UN PALESTINESE CON UN CUSCINO ? DI GILAD ATZMON gilad.co.uk Mentre in Inghilterra, Francia, USA e Argentina il Mossad può contare sull’appoggio di migliaia di locali Sayanim (http://www.the7thfire.com/new_world_order/zionism/mossad_local_assistants_or_sayanim.htm) , cioè ebrei lieti di tradire i propri vicini per amore dello Stato Ebraico, quando opera nei paesi arabi il Mossad deve raccattare i suoi molti assassini e i loro assistenti utilizzando vari sotterfugi. Nonostante questo, uno potrebbe chiedersi perché mai ci vogliano addirittura 26 agenti del Mossad per portare a termine un solo omicidio ai danni di un singolo combattente palestinese per la libertà, utilizzando un cuscino (http://www.haaretz.com/hasen/spages/1146911.html)* come arma. Cercherò di fare un po’ di luce su questo intrigante interrogativo. Il Mossad non è una comune agenzia di intelligence guidata da noiosi gentili. E’ guidata dal Popolo Eletto ed esiste allo scopo di servire lo Stato Ebraico e il Progetto Nazionale Ebraico. Negli ultimi giorni abbiamo appreso che oltre due dozzine di agenti del Mossad sono stati identificati dalla polizia di Dubai. E’ lecito attendersi che in un collettivo di assassini ebrei così esteso e variegato, operante in un paese arabo ostile, vi sia almeno un rabbino combattente che provveda… Leggi tutto »

TizianoS
TizianoS
5 Marzo 2010 3:31

Riporto parte di un commento apparso su Internet in merito al caso Mossad/Dubai [http://www.gerusalemmeterrasanta.org/]

“E’ più verosimile infatti che tale azione, così plateale, sia in realtà servita a inviare un messaggio molto più forte ed importante dell’omicidio stesso del leader di Hamas.

Quello a cui il mondo ha assistito, vigliaccamente inerte, è semplicemente un proclama di superiorità e supremazia, da parte di chi non vede alcuna autorità negli “animali parlanti” (noi), i quali semplicemente popolano un pianeta per “loro” concepito.”

lucamartinelli
lucamartinelli
5 Marzo 2010 6:05

temo che sia arrivato il momento di smettere di prendere sottogamba i crimini Israeliani. non penso che sia piu’ tollerabile il comportamento sionista quando si fa beffe della comunita’ internazionale. E’ vero che quanto accaduto non è una novita’. Israele, l’unica-democrazia-del-medio-oriente, ha sempre usato questi metodi, sono 60 anni che li usa. Ha fatto di peggio, come il raid di Entebbe, mentre si puliva il sedere con la carta delle risoluzioni dell’Onu. E’ altresì evidente che ha ragione N. Filkestein nel suo libro “l’industria dell’Olocausto”. Israele crede che tutto le sia permesso in nome dell’Olocausto subito. in realta’ credo che l’atteggiamento israeliano sia dovuto alla sua mentalita’ che si identifica con la sua religione. sappiamo che l’ebraismo insegna purtroppo a non considerare niente e nessuno che non sia ebreo. I gentili (noi) sono considerati animali parlanti. mai un rimorso o un senso di colpa per avere ammazzato degli innocenti. Ricordo che con ogni probabilita’ il Dc 9 Itavia abbattuto nei cieli di Ustica è stato colpito dall’areonautica d’Israele. Come disse il gen. M. Dayan a proposito dell’ abbattimento di un altro aereo molti anni fa: “abbiamo preso l’aereo sbagliato. E allora? Non dobbiamo scuse a nessuno.” Basta anche leggere dei… Leggi tutto »

cirano60
cirano60
5 Marzo 2010 7:37

Ogni persona sensata dovrebbe chiedersi : chi sono gli ebrei?
sono una razza,un concetto astratto di nazione tra le altre , quale è il perchè della loro religione? Ad una prima analisi non si può che riconoscere che effettivamente sembrano possedere una marcia in più rispetto ad altri popoli. Conosco gente ultrariana che farebbe carte false pur di dimostrare di far parte degli eletti da Dio distinguendosi dal gregge dei gentili. Termino con un shalon sperando che non contenga una maledizione talmudica per stare tranquilli vi dico pax.

Kerkyreo
Kerkyreo
5 Marzo 2010 9:42

Guarda! Ero tentato nell’evidenziare tutte le inesattezze che affermi nell’articolo,ma non ce la faccio, sono troppe!
Sinceramente sono stanco di fronte a questi pseudo giornalisti che scrivono articoli nascondendo al loro interno un pensiero politico.
Che palle!!!
Non esiste giornalista che si muova liberamente!
Come presenti tu le cose sembra che siano solo delle peculiarita’ dei servizi segreti israeliani quando in realta’ tutti i servizi segreti del mondo agiscono cosi!
Quindi riesco con chiarezza a capire qual’e’ il tuo colore politico.
Sembra che siano solo Israele e gli Stati Uniti a rovinare questo mondo oramai marcio.
Vorrei sapere le fonti che hanno ispirato questo scialbo e scontato articolo.
Volete sempre illuminarci sulla parte nascosta della realta’,ma non lo fate mai in modo imparziale.
Mi sono registrato su questo sito da poco, ma riesco gia’ a vedere ‘l’infame e sottile linea politica che si nasconde dietro ALCUNI articoli.
Mi avete stufato voi che imperterriti continuate a confidare negli uomini politici.

vimana2
vimana2
5 Marzo 2010 10:05

Io nn confido nei politici qui si fa critica al nostro sistema, cosa vuoi fare tu la critica agli altri sistemi quando il nostro sistema occidentale è la + grande fogna del mondo?
Ancora….tu dici che tutti i servizi agiscono così, vero ma un conto è farlo per legittima difesa un conto invece è uccidere dei leader che vogliono solo vedere i diritti del suo popolo rispettati…..quegli agenti sono delle fogne che vorrebbero uccidere tutti i palestinesi e tu indirettamente li difendi!
Vergognati!

calliope
calliope
5 Marzo 2010 10:41

L’ unica marcia in più è che sono malati di AVIDITÀ, porci usurai, SI SONO INFILTRATI NEI GANGLI DELL’ECONOMIA OCCIDENTALE E FANNO IL BELLO E IL CATTIVO TEMPO,
SONO COME UN VIRUS CHE SI È INNESTATO NEL TUO COMPUTER E NON C’È ANTIVIRUS CHE TENGA,
TI PARE UNA MARCIA IN PIÙ???
SONO DEI TERRORISTI FANATICI DELLA PEGGIOR SPECIE!!!
ZIO ADOLFO ERA UN LATTANTE AL CONFRONTO…SALUTI E BACI.

calliope
calliope
5 Marzo 2010 11:00

Sono ESSERI SUPERIORI non conoscono vergogna i virus,
chiagni e fotti tutti, questo è il loro Deus!!!
Ma rimangono dei CODARDI!!!
sanno agire solo alle spalle i CODARDI!!!

maumau1
maumau1
5 Marzo 2010 11:40

si limitano al applicare i principi del Talmud che ogni buon Askenazita applica ossia quello che uccidere un non ebreo(puro) è un sacrificio in onore di dio ovvio quindi che per loro sia cosa buona e giusta..il Talmud invita ad uccidere i ”gentili” ossia noi considerati alla stregua di animali… e per certi versi è anche vero..infatti politici,giornalisti,colletti bianchi,massoni altro non sono che animali ammaestrati dai quali previo offerta di zuccherino-ricompensa(come coi cani) possono essere programmati a fare tutto.. Le ricompense sono il denaro,il potere,il successo,le cariche,il sesso. Nel libro dei savi di sion è scritto chiaramente come ottenere dai gentili quello che si vuole,come siano animali che vengono blanditi con la promessa di successo e poi depressi privandoli del successo per poi di nuovo tenerli in pugno promettendo nuovo successo.. Tutti quelli che non si riesce a programmare perchè esistono persone(una piccola minoranza)che non è possibile programmare e pilotare fornendo loro soldi e potere vengono o eliminati o rimossi dal sistema qualora fossero sfuggiti alla fitto filtro che elimina le persone non programmabili dalla gestione del potere e della cosa pubblica. Quindi non hanno tutti i torti possono facilmente pilotare un buon 90% della popolazione semplicemente promettendo denaro e… Leggi tutto »

Kerkyreo
Kerkyreo
5 Marzo 2010 12:54

Premetto che non devo vergognarmi di niente! Vedi Vimana la critica si chiama tale perche’ deve essere fatta in modo imparziale. E’ difficile fare cio’ quando appartieni ad uno schieramento politico! Il sistema Mondo e’ formato da tante realta’ o societa’ che lo stanno deteriorando lentamente. Ti parlo da persona che non ha nessun colore politico perche’ non mi sento rappresentato da nessuno di questi cagnacci rognosi che sono al potere. Io non difendo ne Israele ne gli Stati Uniti ne l’Europa, MA allo stesso modo non difendo russia, Cina, iran e Bla Bla e Bla. Leggo quasi ogni giorno giornali di sinistra, destra, centro, sopra e sotto. Per quanto riguarda la destra sappiamo bene le merdate che fanno e i suoi giornali non criticano minimamente i balordi di Occidente. MA i giornali di sinistra che si propongono come voce alternativa, come voce del popolo, come i rivelatori della realta’ oscura, non evidenziano mai come la Russia , La Cina e molti altri paesi comunisti collaborano a rendere questo mondo una merda. Questo e’ il signifaco del mio commento!! Non mi devo certo vergognare per questo!Anzi,ti inviterei a riflettere su quanto la sinistra di OGGI faccia altrettanto schifo come la… Leggi tutto »

calliope
calliope
5 Marzo 2010 14:00

Scusa… con tutto il rispetto devo farti notare che gli israeliti non sono poi tanto superiori,
visto che fame di potere, corruzione e scandali sessuali sono presenti anche nel popolo eletto.
L’unica eccezione che si rileva è he sono AVIDI in maniera ossessiva, punto.

vimana2
vimana2
6 Marzo 2010 2:39

Scusa sai ma tu devi elencarmi quali giornali di sinistra difendono la russia, la cina o per esempio l’iran! Perchè vedi nn ce ne sono, anche rifondazione e il manifesto al max si limitano a difendere pochissimo chavez e a scrivere articoli pro pace riguardo l’iran ma di difesa all’iran nn ce ne sono. La russia il venezuela e l’iran nn collaborano a rendere questo mondo una merda, certo in molti casi sono autoritari ma soprattutto per quanto riguarda le politiche estere sono sempre in rispetto degli accordi presi, se poi vuoi parlare del fatto che aprono centrali nucleari oppure si armano, guarda è meglio che stati zitto perchè gli USA hanno un buget militare sia effettivo che in proporzione al PIL superiore a tutto il mondo messo assieme, 700 miliardi di dollari, la cina 70! Cosa devono fare, attuare politiche di armamenti pacifiste con lo stato + pericoloso di tutti i tempi? Senza tener conto dell’esercito israeliano che con i suoi 7 milioni di abitanti è ancora + pericoloso se nn fosse per il fatto che è così piccolo…. Ricorda poi che la morale agli altri la si fa quando si è fatto pulizia in casa e soprattutto quando… Leggi tutto »