Home / ComeDonChisciotte / GLI IBRIDI UOMO-ANIMALE ACCENDONO LA CONTROVERSIA

GLI IBRIDI UOMO-ANIMALE ACCENDONO LA CONTROVERSIA

di MARYANN MOTT

Gli scienziati hanno iniziato a sfumare la linea di confine tra essere umano e animale producendo le chimere – creature ibride in parte umane ed in parte animali.

Nel 2003 scienziati cinesi della Seconda Università di Medicina di Shanghai fusero con successo cellule umane con uova di coniglio. Gli embrioni furono apparentemente le prime chimere umano-animale generate con successo. Agli embrioni fu consentito di svilupparsi per parecchi giorni in una capsula di laboratorio prima che gli scienziati distruggessero gli embrioni per raccogliere le loro cellule staminali.

L’anno scorso i ricercatori della clinica di Mayo in Minnesota hanno creato maiali con sangue umano che circolava attraverso i loro corpi. Ed all’università di Stanford in California, alla fine del 2004, è stato eseguito un esperimento per generare topi con cervelli umani.

Gli scienziati ritengono che, più l’animale sarà simile all’uomo, migliore sarà il modello di ricerca per test sulle droghe o per la creazione di “pezzi di ricambio,” quali i fegati, da trapiantare negli esseri umani. Osservare come si sviluppano le cellule umane ed interagiscono in una creatura vivente può anche condurre alla scoperta di nuovi trattamenti medici.

Ma la generazione di chimere uomo-animale – il nome è preso da un mostro della mitologia Greca con testa di leone, corpo di capra e coda di serpente – ha sollevato interrogativi preoccupanti: quale nuova combinazione subumana dovrebbe essere prodotta e per quale scopo? In che modo sarebbe considerato l’umano? E quali diritti dovrebbe avere, all’occorrenza? Attualmente negli Stati Uniti non ci sono leggi federali che richiamino tali questioni.

Guide di Condotta Etica
La National Academy of Sciences, che fa da supporto al governo degli Stati Uniti, sta studiando la questione. A Marzo presenterà delle guide volontarie di riferimento etico per i ricercatori. Una chimera è una miscela di due o più specie in un unico corpo. Comunque non tutte sono considerate preoccupanti .

Per esempio, le valvole cardiache umane difettose sono di norma sostituite con quelle prese dalle mucche e dai maiali. La chirurgia – che rende il ricevente una chimera umano-animale – è ampiamente accettata. E per anni gli scienziati hanno aggiunto geni umani ai batteri e agli animali da fattoria. Ciò che ha causato il caos è l’integrazione delle cellule formative umane con gli embrioni animali per generare una nuova specie.
Jeremy Rifkin, attivista di biotecnologia, si è opposto all’idea di oltrepassare i confini delle specie, perché crede che gli animali abbiano il diritto di esistere senza essere alterati o essere incrociati con un’altra specie. Riconosce che questi studi condurrebbero ad alcune innovazioni mediche. Eppure, non dovrebbero essere fatte.
“Ci sono altri modi di migliorare la medicina umana senza addentrarsi in un nuovo mondo sconosciuto di animali chimerici” ha dichiarato Rifkin, aggiungendo che modelli sofisticati al computer possono sostituire gli esperimenti sugli animali vivi.
“Uno non deve essere religioso o difensore dei diritti animali per pensare che tutto questo non ha senso,” ha continuato. “sono gli scienziati che desiderano fare questo. Ora hanno superato il confine nel dominio patologico.”
David Magnus, direttore del Centro per l’Etica Biomedica all’università di Stanford, crede che la preoccupazione reale sia se le chimere saranno utilizzate per usi che sono problematici, rischiosi, o pericolosi.

L’uomo partorito da genitori topi?
Per esempio, un esperimento che susciterebbe inquietudini, egli afferma, è quello che sta progettando geneticamente topi per creare lo sperma e gli ovuli umani, con la fertilizzazione in vitro per produrre un bambino i cui genitori sono una coppia di topi.
“La maggior parte della gente lo troverebbe assurdo” ha dichiarato Magnus, “sebbene questi trattamenti siano bizzarri la maggior parte delle chimere sono essenzialmente molto più relativi delle preoccupazioni pratiche.” L’anno scorso il Canada ha approvato la Legge sulla Riproduzione Umana Assistita, che vieta le chimere. Nello specifico, proibisce il trasferimento di una cellula non umana in un embrione umano e viceversa.
Cynthia Cohen è membro del Comitato Canadese per il Controllo delle Cellule Staminali, che sorveglia i protocolli di ricerca per assicurare che siano conformi con la nuova guida di riferimento. Crede che anche negli Stati Uniti dovrebbe essere imposto un divieto. Generando chimere, ha detto, attraverso la fusione di gameti umani ed animali (sperma ed uova) o trasferendo le cellule riproduttive, indebolirebbe la dignità umana.
“Negherebbe che c’è qualche cosa di distintivo e di valore negli esseri umani che deve essere onorato e protetto,” ha detto Cohen, che è inoltre ricercatrice per il Kennedy Institute of Ethics in Washington, D.C.
Ma, ha notato, la questione su tale divieto deve essere sviluppata con attenzione. Non dovrebbe pregiudicare gli esperimenti etici e legittimi – come il trasferimento di un numero limitato di cellule staminali umane dell’adulto negli embrioni animali per imparare come proliferano e si sviluppano durante il periodo prenatale.
Irv Weissman, direttore della Stanford University’s Institute of Cancer/Stem Cell Biology and Medicine in California, si oppone al divieto negli Stati Uniti.
Egli ha dichiarato: “Chiunque pretende di dare il proprio consiglio morale su questa scienza biomedica, in cui desidera imporre la sua volontà – non appena prendono parte ad una discussione – se questa conduce ad un divieto o ad una sospensione… non fa altro che arrestare la ricerca che salverebbe vite umane”.

Topi con cervelli umani
Weissman già ha creato topi con i cervelli che sono per circa l’uno cento umano. Alla fine di quest’anno eseguirà un altro esperimento dove i topi avranno cervelli di essere umano al 100 per cento. Questo sarà fatto, ha detto, iniettando neuroni umani nel cervello di embrioni di topo.
Prima di essere partoriti, i topi saranno uccisi e sezionati per vedere se si è formata l’architettura di un cervello umano. Se è così, cercherà le tracce di comportamento cognitivo umano. Weissman ha detto di non essere uno scienziato pazzo che prova a generare un essere umano in un corpo animale. Spera che l’esperimento conduca ad una miglior comprensione di come funziona il cervello, che sarebbero utile nel trattamento di malattie come il morbo di Parkinson o di Alzheimer. Il test non è ancora cominciato.
Weissman sta attendendo di leggere la relazione dell’Accademia Nazionale, che uscirà a Marzo. William Cheshire, professore di neurologia alla Mayo Clinic’s Jacksonville, Florida, ritiene che l’unione di neuroni umani con animali è una questione alquanto problematica. “Questo è territorio biologico inesplorato” ha detto. “Qualunque sia la soglia morale di sviluppo neurologico umano potremmo scegliere di stabilire il limite per esperimenti di questo genere, in quanto ci sarebbe un rischio considerevole di eccedere questo limite prima che possa essere riconosciuto.”
Cheshire supporta la ricerca che unisce cellule umane ed animali per studiare la funzione cellulare. Mentre era ancora studente non laureato partecipò alla ricerca che ha fuso le cellule dei topi con quelle umane.
Ma dove egli stabilisce la linea etica è sulla ricerca che distruggerebbe un embrione umano per ottenere le cellule, o sulla ricerca che genererebbe un organismo in parte umano ed in parte animale. “Dobbiamo essere prudenti nel non violare l’integrità della vita umana ed animale delle quali abbiamo la responsabilità di conservazione. I progetti di ricerca che generano chimere umano-animale rischiano di mettere in pericolo gli ecosistemi fragili, minacciano la salute ed insultano l’integrità delle specie”.

fonte: National Geographic News del 25 gennaio 2005
http://news.nationalgeographic.com/news/2005/01/0125_050125_chimeras.html

Traduzione per Comedonchisciotte.net a cura di Marico Toschi

Pubblicato da Truman