Firenze: Droni in città tra controllo e trasporto “green”

Firmato da ENAC e Comune di Firenze il protocollo per la Advanced Air Mobility che permetterà ai droni di trasportare persone, merci e farmaci

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Come possiamo leggere nel comunicato stampa pubblicato sul sito del Comune di Firenze (vedi link in fonte) la città italiana dell’arte per eccellenza ha firmato con l’ENAC – Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – un protocollo d’intesa per la promozione della mobilità aerea avanzata che punta all’uso “di droni e veicoli elettrici a decollo verticale per il trasporto di persone, merci e farmaci”.

“Firenze sarà tra le prime città europee a sperimentare sistemi tecnologici avanzati per il trasporto aereo di merci e persone” ha detto il sindaco Dario Nardella “Dopo il Covid chi si ferma nell’innovazione tecnologica è perduto. La prima Smart city d’Italia punta a ‘conquistare’ anche i cieli: entro 3 anni i droni voleranno a Firenze”.

Tra le innovazioni quindi non semplici droni per il trasporto di merci e farmaci, ma veri e propri taxi del cielo che permetteranno, attraverso il decollo verticale, di trasportare perfino le persone da un punto all’altro della città.

“La mobilità aerea urbana e avanzata sta trasformando velocemente l’idea e il concetto di trasporto e, per esteso, di viaggio. Renderla realtà nel breve tempo è un obiettivo strategico dell’ENAC per il Paese, un asset fondamentale per l’innovazione, l’economia, la transizione ecologica e l’occupazione. Il protocollo con il Comune di Firenze rappresenta il prodotto di una sinergia tra Istituzioni che ci permette di rispondere alle esigenze di un settore in continua evoluzione e di procedere verso modelli di smart city e di smart mobility” ha dichiarato il Presidente dell’ENAC Pierluigi Di Palma.

Occhio però all’inganno, poichè in mezzo a questo mare di sostenibilità, smart city, green e innovazione, come al solito si cela ancora una volta la distopia; ed è proprio Nardella a farla uscire allo scoperto con le sue dichiarazioni. Si perchè tra le varie novità di questo protocollo ci sarà anche la possibilità di dar vita a nuovi “sistemi di controllo del territorio per la sicurezza urbana”.

Ecco quindi che l’immaginazione galoppa, e tra un hamburger del McDonald’s consegnato con il drone delivery e un taxi volante che ti porta al più vicino hub vaccinale, ci sarà chi, sceso di casa senza mascherina, verrà rincorso da un drone di sicurezza per tutta la città pronto a multarlo.

Evviva!


Massimo A. Cascone, 28.05.2022

Fonte: https://www.comune.fi.it/comunicati-stampa/firmato-da-enac-e-comune-di-firenze-il-protocollo-la-advanced-air-mobility-tre

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix