FACEBOOK DOMINA LE NOSTRE VITE. MA COS'E' FB ?

DI LIVIO BORRIELLO

livioborriello.blogspot.it

Facebook domina le nostre vite, ma cos’è FB? E’ l’arcaismo tecnicamente equipaggiato, avrebbe detto forse Debord: mi piace e non mi piace, tempo di decodifica zero, cazzeggio, rimozione totale del negativo, svilimento della parola amicizia, gregarismo, asservimento del follower al “personaggio” dominante, i selfie con pura funzione di duplicazione: esisto, consisto nell’esistere e nello spiaccicarmi in questo aggeggio tecnologico, il tutto retto dai soldi della pubblicità.

Un sistema come questo, in cui tutto accade istantaneamente e superficialmente, senza possibilità di verifica, e non ci si guarda nemmeno in faccia, è il teatro naturale, spesso ancor più della televisione, della grande messinscena (classifica dei followers: katy perry 50 milioni….livio borriello sul suo blog 10 lettori…).

Livio Borriello

Fonte: http://livioborriello.blogspot.it

Link: http://livioborriello.blogspot.it/2014/11/le-bestie-da-successo.html

23.11.2014

Estratto da: “Le bestie da successo”

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
dar56
dar56
13 Marzo 2015 22:06

FACEBOOK DOMINA LE NOSTRE VITE (?)

Si, se glielo permetti. Ma non è particolarmente difficile "smettere": cancelli tutto, saluti (per educazione) i tuoi "amici" e chiudi. I primi giorni ti senti un po’ strano ma poi ci si sente olto più leggeri. Tutto sommato è stato molto più complicato smettere di fumare!!
Ciao a tutti.
marcello1991
marcello1991
13 Marzo 2015 22:12

io l’ho sempre evitato e lo faccio tuttora..….ma io so’ strano.. non ho nemmeno la tv!

Ercole
Ercole
13 Marzo 2015 23:19

A dire il vero le nostre vite sono dominate dalle dinamiche del capitalismo ,diciamo che FB è uno dei tanti strumenti di  cui il potere dispone per controllarci ma questo avviene anche senza l’uso di internet ,un ragione in più per lottare contro il nemico di sempre.

GioCo
GioCo
14 Marzo 2015 0:48

Cos’è facebook? Una collezione di maschere.
Noi abbiamo bisogno di svuotarci, in previsione della chiusura di quest’epoca e facebook è un po’ il gabinetto dove si cumula il rifiuto.
Molti non potranno concordare, parrà un giudizio negativo e severo. Ma non è un giudizio negativo, trovo che sia una meravigliosa invenzione il gabinetto, nel medioevo ti capitava che ti venisse scaricata in testa per strada. Poi la puzza.
Invece vedi che succede, adesso tutti quelli che non hanno un cazzo da dire, hanno un posto dove scaricare le loro cazzate: è perfetto.

Almeno, lo sarebbe se tutti ci mettessimo l’anima in pace, sapendo come usarlo, cioè per cosa. Per La merda. Le cose che non hanno necessità di fluire per la fogna è meglio non ci finiscano. Poi ovviamente ognuno può pensarla come vuole, per esempio continuare a ritenere che invece "l’uso giusto" della collezione di maschere ne prevenga la puzza. Ma questo ci sta, ognuno è libero di visitare le fogne che preferisce.
Tutto qui.

Earth
Earth
14 Marzo 2015 4:30

"Mi piace e non mi piace, tempo di decodifica zero, cazzeggio, rimozione totale del negativo, svilimento della parola amicizia, gregarismo, asservimento del follower al “personaggio” dominante"


E’ sempre stato cosi’ solo che quasi tutti preferiscono vivere nel mondo della fantasia e non riconoscere la realta’ per quello che e’.
Facebook ha semplicemente reso talmente evidente, a prova di qualsiasi scusa, quant’e’ bassa la maggioranza degli esseri umani.
Poi c’e’ chi riesce ad usare facebook per scopi virtuosi, ma sono in pochi, come lo sono sempre stati anche prima di facebook.
fuffolo
fuffolo
14 Marzo 2015 8:53

Se hai tempo da sprecare meglio tetris. Al massimo controllano i record che fai

Jor-el
Jor-el
14 Marzo 2015 9:13
"Mi piace e non mi piace, tempo di decodifica zero, cazzeggio, rimozione totale del negativo, svilimento della parola amicizia, gregarismo, asservimento del follower al “personaggio” dominante"

Hey, Borrello, quello è Twitter, non Facebook. Solito articolo contro la tecnologia scritto da uno che non ne capisce un tubo. Secondo lui Katy Perry ha più followers su Twitter che lui lettori sul suo blog per colpa di Facebook. Non voglio difendere Facebook, per carità, ma non capisco perché quando si tratta di cose legate a Internet e al mondo della tecnologia, l’ignoranza è considerata una virtù e un pregio. 

rebel69
rebel69
14 Marzo 2015 9:43

Marcello non sei strano, fb mai avuto e la TV una volta la usavo come sottofondo per la pennichella nel divano alla domenica pomeriggio (possibilmente Formula1 a volume bassissimo, meglio del Tavor) ora non trovo nemmeno più il telecomando.

Gtx1965
Gtx1965
14 Marzo 2015 10:46

domina la tua di vita non certo la mia… un post veramente assurdo… la scoperta dell’acqua calda…

Cataldo
Cataldo
14 Marzo 2015 10:51

Qui si confondono, al solito, i piani, si pensa che FB sia un aggregato delle singole pulsioni che animano i suoi partecipanti, mentre non è affatto cosi, è una invettiva mal centrata.
Leggendo questi scritti si capisce perchè questi sistemi di controllo sociale siano cosi efficaci e pervasivi, l’anestesia operata sui partecipanti è efficacissima, anche su persone che si ritiene abbiano gli strumenti per allargare la visione oltre il perimetro della propria pancia.
Detto questo  complimenti comunque all’autore per la fidanzata e le foto in genere del blog, mi hanno incuriosito a leggere i suoi scritti su materie dove è più competente.

Gtx1965
Gtx1965
14 Marzo 2015 17:55

alla gente non interessa… le catene fanno parte dello standard vitale dalla nascita e non vedono bene coloro che potrebbero toccargli queste certezze… quindi vanno avanti belando e muggendo come il solito… niente di nuovo all’orizzonte…

Gtx1965
Gtx1965
15 Marzo 2015 8:29

il normale oggigiorno è strano… triste eh… per essere "non strani" ci si accoda alla massa di pecore e si bela il più forte possibile…

Stopgun
Stopgun
15 Marzo 2015 22:23

FB e il paese dei balocchi!