Evergreen: servizio completo, dopo il Canale anche l’autostrada

Nigel Chua
mothership.sg

Un camion che trasporta un container “Evergreen” sta diventando virale sui social media per la sua marcata somiglianza con la colossale nave portacontainer (anch’essa con la scritta “Evergreen” sulla fiancata)  bloccata nel canale di Suez dall’inizio di questa settimana.

La foto sembra essere presa da un filmato di sorveglianza e, secondo la dicitura sull’immagine, il luogo dell’incidente sarebbe l’autostrada di Changshen(长深高速), alle 9:55 del 27 marzo.

Ed ecco una foto della Ever Given, la nave portacontainer che si è arenata nel canale di Suez il 23 marzo.

Oltre al fatto che entrambi i veicoli portano la scritta “Evergreen” sulla fiancata, si possono osservare altre inquietanti somiglianze.

Il camion e la nave hanno entrambi deviato verso il  lato destro, e si sono fermati ad un angolo di circa 45°rispetto alla direzione di marcia:

L’ostruzione del traffico è un’altra delle somiglianze.

Che cos’è “Evergreen”?

Evergreen Line è il nome commerciale adottato da un gruppo di cinque compagnie di navigazione che include Evergreen Marine Corp. (Taiwan) Ltd..

Evergreen Marine Corp.sta attualmente noleggiando la Ever Given dal suo proprietario giapponese, Shoei Kisen Kaisha.

Secondo una dichiarazione del 24 marzo sul suo sito web, Evergreen Marine Corp. sta lavorando a stretto contatto con l’Autorità del Canale di Suez, “per rimettere a galla la nave incagliata il più presto possibile.”

Tuttavia, né Evergreen Marine Corp. né le società affiliate di Evergreen Line hanno probabilmente molto a che fare con l’incidente stradale.

Secondo China Times, Evergreen ha detto che non gestisce il business del trasporto container nella Cina continentale e che è responsabile solo del loro trasporto via mare.

Il trasporto via terra sarebbe invece organizzato dal proprietario del carico contenuto nel container.

Questo significa che la linea di navigazione non è responsabile dell’incidente sull’autostrada.

China Times ha citato anche alcuni utenti di Internet, che hanno scherzato sul fatto che la copertura di Evergreen sarebbe “completa,” essendo la compagnia in grado di provocare interruzioni di traffico sia marittime che terrestri.

Cosa sta succedendo alla Ever Given?

La mattina del 23 marzo, “raffiche di vento a 30 nodi” avevano mandato fuori rotta la portacontainer, facendola arenare.

Gli sforzi per far nuovamente galleggiare la nave includono il traino e la spinta dello scafo arenato usando potenti rimorchiatori, insieme al dragaggio della sabbia intorno alla prua della nave per liberarla e lo scarico dell’acqua di zavorra per ridurre il pescaggio.

Secondo BBC News, l’Autorità del Canale di Suez ha annunciato oggi (27 marzo) che la poppa ha iniziato a muoversi e che il timone e l’elica della nave hanno ripreso a funzionare.

In un post su Facebook del 25 marzo, il ministro dei trasporti [di Singapore] Ong Ye Kung ha avvertito di possibili ritardi nelle consegne di materiali nella regione e ha spiegato che l’attività nei porti di Singapore potrebbe andare incontro ad interruzioni programmate se la situazione nel Canale di Suez dovesse indurre le compagnie di navigazione a modificare le rotte dei propri mercantili.

Nigel Chua

Fonte: mothership.sg
Link: https://mothership.sg/2021/03/evergreen-container-suez-canal-ever-given/
27.03.2021
Tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
CptHook
CptHook
28 Marzo 2021 11:54

La mattina del 23 marzo, “raffiche di vento a 30 nodi” avevano mandato fuori rotta la portacontainer, facendola arenare.

La giustificazione è plausibile, la superficie esposta diventa una vela immensa, stimabile tra i 10.000 e 12.000 metri quadri, mentre la nave si sposta ad una velocità relativamente poco maneggevole di 9 nodi (massimo ammesso nel canale). Aggiungete l’inerzia di 200.000 tonnellate più il carico e comprenderete come sia stato abbastanza facile che abbia cominciato a traversarsi.
Anche semplicemente dare “indietro tutta” al primo accenno di sbandamento con una massa di quel genere diventa estremamente complicato in uno spazio così ristretto.
L’unica cosa che potrebbe sorprendere è il fatto che, se il vento la investiva al traverso pieno, abbia fatto perno e ruotato invece di spostarsi parallelamente. Però se appena il vento soffiava ad angolo rispetto all’asse longitudinale, ecco che si spiega anche questo.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  CptHook
28 Marzo 2021 16:07

” Ever Given has two 2,500 kW (3,400 hp) bow thrusters”
Traduzione: Ever Given ha 2 propulsori di manovra da 2500kW (3400 cavalli)

Fonte (in inglese): Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Ever_Given

Hai trascurato il fatto che la nostra “barchettina” è dotata anche di eliche di manovra che le permettono di spostarsi in direzione trasversale (ossia di lato). Non ha bisogno di utilizzare il propulsore principale ed il timone per correggere la sua direzione di marcia o un movimento di deriva laterale.

Tra l’altro non mi pare esistano precedenti di navi “incastrate” nel canale, così come, nel caso dell’11/9, non esistevano precedenti di torri in acciaio crollate su se stesse per un incendio…

La giustificazione, quindi, mi pare molto poco plausibile.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  Holodoc
29 Marzo 2021 4:34

Ciao H, la tua osservazione è corretta, nel senso che la nave ha i propulsori di manovra, ma dubito fortemente che si possano utilizzare con lo scafo di quella massa in movimento a 8 o 9 nodi. Comunque sto aspettando conferma da un marinaio molto più esperto di me.
Inoltre bisogna tener presente l’inerzia di una nave di quelle dimensioni; in navigazione ha bisogno di miglia per fermarsi o manovrare.
Infine, qualcuno parla addirittura di raffiche di 40 nodi al momento dell’incidente; a quella velocità le barche a vela normali (non da regata oceanica), fanno anche 5 nodi a secco di vele, possibilmente trascinando un’ancora galleggiante o cavi…

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  CptHook
29 Marzo 2021 8:28

Possibile che ci stato un vento così forte da mettere in diagonale una nave pesante quando in 150 anni non si d’ si verificato infatti simile con nessuna altra nave di passaggio da Suez?
Che ci sia stato vento quel giorno non c’ confermato da nessuno, che ci sia stata una tempesta di sabbia nemmeno ma dalle foto il carico della nave non residui di sabbia sopra.
E’sconcertante che nessuno abbia pensato che alleggerendo la nave da un carico pesante questa si sarebbe sollevata dalla sabbia e avrebbe galleggiato.

CptHook
CptHook
28 Marzo 2021 11:54

La mattina del 23 marzo, “raffiche di vento a 30 nodi” avevano mandato fuori rotta la portacontainer, facendola arenare.

La giustificazione è plausibile, la superficie esposta diventa una vela immensa, stimabile tra i 10.000 e 12.000 metri quadri, mentre la nave si sposta ad una velocità relativamente poco maneggevole di 9 nodi (massimo ammesso nel canale). Aggiungete l’inerzia di 200.000 tonnellate più il carico e comprenderete come sia stato abbastanza facile che abbia cominciato a traversarsi.
Anche semplicemente dare “indietro tutta” al primo accenno di sbandamento con una massa di quel genere diventa estremamente complicato in uno spazio così ristretto.
L’unica cosa che potrebbe sorprendere è il fatto che, se il vento la investiva al traverso pieno, abbia fatto perno e ruotato invece di spostarsi parallelamente. Però se appena il vento soffiava ad angolo rispetto all’asse longitudinale, ecco che si spiega anche questo.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  CptHook
29 Marzo 2021 6:58

Scusa, il vento soffia su tutta la nave, non solo a poppa o a prua in modo da farla sbandare solo da una parte. Eppoi… chissà quante tempeste di sabbia da quando hanno costruito Suez ad oggi! Suvvia…il solito “incidente” per modo di dire.

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  Annibal61
29 Marzo 2021 8:32

La nave è’ stata controllata da remoto e risulta a posto.
Le apparecchiature di navi e di aerei si possono hacherare.

Astrolabio
Astrolabio
28 Marzo 2021 15:29

https://www.lastampa.it/esteri/2021/03/28/news/fallito-il-tentativo-di-sbloccare-il-canale-di-suez-cosa-succede-adesso-1.40083285
Fallito il tentativo di sbloccare canale di Suez.
La cosa sconvolgente e’che sono fermi 20 container pieni di sextoys. Ci informano i russi che erano diretti nei Paesi Bassi.
https://it.sputniknews.com/mondo/2021032810336778-canale-di-suez-bloccati-anche-20-container-pieni-di-sex-toys/

oriundo2006
oriundo2006
29 Marzo 2021 2:33

Un ‘eco’ cabalistico ?

CptHook
CptHook
29 Marzo 2021 4:35

Ever Given disincagliata questa mattina:

https://www.ilgiorno.it/mondo/suez-ever-given-1.6185292

Astrolabio
Astrolabio
Risposta al commento di  CptHook
29 Marzo 2021 8:37

https://www.tio.ch/dal-mondo/attualita/1501857/nave-essere-given-ever-canale-suez
Il vascello è tornato a galleggiare, la prua è ancora incagliata.