Home / ComeDonChisciotte / EURODAMMERUNG. IL CREPUSCOLO DELL' €URO

EURODAMMERUNG. IL CREPUSCOLO DELL' €URO

DI PAUL KRUGMAN
krugman.blogs.nytimes.com

Qualcuno di noi ne ha parlato, ed ecco come la pensiamo su come finirà questo gioco:

1. Uscita della Grecia dall’ Euro, molto probabilmente il mese prossimo.

2. Enormi ritiri di denaro dalle banche spagnole e italiane, perché i correntisti cercheranno di spostare i loro soldi in Germania.

3a – Forse, solo una possibilità, controlli de facto, con il divieto alle banche di trasferire i depositi fuori dal paese e limiti sui prelievi di contanti.

3b. In alternativa, o forse insieme, enorme richieste di credito alla BCE per evitare che le banche crollino.

4a. La Germania può scegliere.

Accettare il perdurare di enormi debiti pubblici di Italia e Spagna, oltre a una drastica revisione della strategia – essenzialmente per dare alla Spagna, in particolare, una speranza di mantenere bassi i tassi di interessi per garantire il contenimento del suo debito e un obiettivo di inflazione della zona euro più alto per fare in modo che i prezzi si riallineino.

4b. Fine dell’euro.

E parliamo di mesi, non di anni, per vedere la fine di questo gioco.

Paul Krugman
Fonte: http://krugman.blogs.nytimes.com
Link: http://krugman.blogs.nytimes.com/2012/05/13/eurodammerung-2/?smid=tw-NytimesKrugman&seid=auto
13.05.2012

Traduzione per www.ComeDonChisciotte.org a cura di ERNESTO CELESTINI

Pubblicato da Bosque Primario

  • RicBo

    R.I.P. (o, in spagnolo, D.E.P.)

  • albsorio

    Enormi ritiri di soldi dalle banche, che ridere, il deposito frazionario ( signoraggio secondario ) permette alle banche di avere depositi 1 prestiti/investimenti 10 vuol dire che i soldi veri non ci sono, che senso ha poi ritirare dei soldi falliti non convertibili con oro cioè flat, forse ti ci pulisci il culo? Se si vuole comprare oro e metterlo in una cassetta di sicurezza magari è piú semplice, trovo strano che ci avvisino cortesemente che stiamo fallendo, forse magari è solo un fesso che vuole seminare il panico, ritirare o meglio cercare di ritirare i soldi vuol dire rischiare di distruggere il sistema bancario, non che sarebbe giusto ma non è conveniente, dobbiamo mantenere l’ euro e abolire il signoraggio primario nonche nazionalizzare la BCE mandando a cagare FMI, meglio morire in piedi che in ginocchio.

  • Allarmerosso

    Scusa ma hai detto una cosa in netta contradizione mantenere l’euro e abolire il signoraggio.

    poi chi ritira i soldi dai conti li converte in valute sovrane con economie giovani e bassi livelli di burocrazia e con uno stato che funziona. La coesa agli sportelli è quello che dici tu all’inizio del commento chi arriva prima prende gli altri si ritrovano con il cerino in mano , per quello sui media mainstream non leggi nulla di tutto cio ! Si stanno cagando addosso !

  • marcoda

    per quanto possa scandalizzare, ha molte ragioni di esistere il carry trade delle grandi banche che prendono a prestito denaro all’1% dalla BCE, comprano titoli distato che rendono il 6-7% per parcheggiare la liquidità in un conto presso la BCE, invece di prestarlo a famiglie e imprese

    questo giroconto probabilmente tiene in piedi da mesi le finanze europee, perchè senza una domanda sorretta dalla banche gli interessi sui titoli sarebbero diventati insostenibili, oppure l’asta andata deserta.

    e lo stesso denaro che guadagnano con prestiti a tassi risibili e l’acquisto dei titoli di Stato, sarebbe stato impiegato dai governi per salvare grandi banche…come non si sa,se non emettendo titoli, che, chi, oltre alle banche, era disposto a comprare?

    di fatto è un finanziamento della banche centrale ai governi, mediato da banche private, facendo slava l’indipendenza di politica e organi di controllo.

    come era prevedibile, quando i Governi si sono messi a battere cassa e a dettare la politica monetaria, la BCE ha ricambiato scrivendo lettere con precisi linee politiche (ovvero chieste da una politica che davanti agli elettori non sapeva assumersi la responsabilità di certe riforme, per cui ha chiamato dei tecnici al governo e ad altri tecnici della BCE ha dato “la colpa”)

  • marcoda

    le leggi come sono ora dicono che una corsa agli sportelli sarà impedita ad ogni costo.

    Miliardo più, miliardo meno, sarà fornita sicuramente in caso di necessità tutta la liquidità che serve a far fronte alle richieste dei correntisti

    il rischio ben noto è l’iperinflazione, che si potrebbe evitare proprio con un’adeguata cultura economica e preparazione del pubblico a questi fatti(che mancava nella crisi del ’29)…

    in parole povere la deflazione spinge il prezzo finale sotto costo il totale minimo del produttore..non esiste più una quantità tale che si produca con profitto ovvero una quantità per cui si produce in perdita pur di ammortizzare i costi fissi non evitabili..le aziende chiudono (punto di fuga) e sale la disoccupazione. dopo la deflazione,arriva l’iperinflazione

    informare chiaramente che se tutti vogliamo credito, è inevitabile un sistema dove tutti non possono contemporaneamente riavere il loro denaro; e che se le richieste eccedono la media e la normalità, il sistema salta per tutti

  • xcalibur

    “4b. Fine dell’euro”
    Accidenti mi stavo quasi spaventando…
    Tranquillo Krugman la fine dell’Euro ci fa una sega…

  • Truman

    Abbiamo capito da tempo che Krugman combatte contro l’euro e spera che le sua profezie si avverino.

    Quindi io festeggerò con un brindisi la fine dell’euro, ma non mi fido di ciò che dice Krugman.

  • xcalibur

    Krugman gioca solo a fare un po’ di terrorismo psicologico… per i poveri ingenui che ancora abboccano… in realta’ la cosa che piu’ temono, lui e i suoi datori di lavoro e’ proprio la fine dell’ Euro…

  • Cornelia

    Tutto giusto, ma dimentichi una cosa fondamentale (no, non è il signoraggio grazie a Dio LOL): e cioè che tutto questo giro succede perché gli Stati non possono emettere moneta, e perché la BCE non può comprare direttamente i debiti sovrani.
    E’ lecito sospettare allora che tali regole siano state create a bella posta per far sì che le banche siano SEMPRE gli intermediari obbligatori, con loro conseguente guadagno.
    Quindi non sono stronze perché prendono i soldi all’1% e non lo danno alle imprese, come crede il popolino, ma sono stronze perché hanno costruito questo sistema corrompendo politici e usando i propri uomini nei posti chiave per far nascere una moneta con un sistema assurdo.

  • albsorio

    mantenere l’euro significa che una volta abolito il signoraggio resta patrimonio dei popoli europei, la BCE nazionalizzata non chiederà titoli di stato in cambio di moneta flat all’atto di nuove emissioni questo ovviamente non te lo regala nessuno, ma così si potranno incamerare Nella nuova BCE nazionalizzata i titoli di stato gia emessi, un po come fa l’America che ha condensato i titoli tossici congelandoli. Per chi crede che una economia con una moneta senza signoraggio non possa funzionare ricordo che la Cina usa una moneta senza signoraggio, domani vai in banca e chiedi di comprare titoli di stato cinesi o vai su fineco e apri un conto con la moneta cinese…

  • dana74

    sembra quasi che stia lanciando una sfida, come dire o la Germania la smette e accetta di trasformare la Bce in Fed, come vuole Hollande, come scritto da Sapelli o si prenda la responsabilità del crollo bancario.

    E perché poi se ci fosse una fuga di capitali questi sceglierebbero la Germania?

    Ci sono lidi più sicuri. Ma forse è sempre per suggerire una certa convenienza per la germania di agire in questo modo e presumerne un “incentivazione”.

  • terzaposizione

    TANIA permettimi il rigurgito : Krugman ennesimo Premio Nobel dell’Economia di origine Khazare. Stranamente Roubini, semita ed economista di livello planetario, non vincerà mai il Nobel.

  • Allarmerosso

    Io di certo non sono uno di quelli che crede che una moneta senza signoraggio non possa funzionare , anzi sono ben conscio degli svantaggi , o ancora meglio sarebbe chiamarli danni , che porta l’attuale sistema.
    Quel che intendevo dire è che a mio modesto parere non si può credere ad un europa unita come lo sono gli stati uniti d’America , o perlomeno io non ci credo. la nazionalizzazione della BCE dovrebbe essere della nazione Europa Nazione che NON esiste. Abbiamo , a differenza degli statunitensi , una storia molto diversa in merito ai singoli stati nazione.
    Differenze culturali , linguistiche , storiche ,climatiche etc etc.. siamo seri un portoghese non c’entra nulla con uno svedese un italiano con un filandese uno spagnolo con un tedesco un olandese con un greco un inglese con un francese.
    Solo che se li mettiamo tutti insieme non si capiscono.

  • leoncino1977

    Un saluto a tutti.
    Riguardo all’ articolo di Krugman, vorrei segnalare che quello che dice in merito della fine dell’ euro, lui ed altri grandissimi economisti, fra cui il nostro mitico Alberto Bagnai , lo avevano anticipato già negli anni 90, prima che l’ Eurofollia diventasse realtà, con tanto di pubblicazioni. A chi interessa può leggere quì :

    1 – http://goofynomics.blogspot.it/2011/12/euro-una-catastrofe-annunciata.html

    2 – http://goofynomics.blogspot.it/2011/12/la-follia-delleuro.html

    Inoltre già negli anni 80 un altro grandissimo economista nostrano, Federico Caffè, affermava quanto fosse assurdo e pericoloso creare la futura moneta unica, quì approfondimenti :

    http://keynesblog.com/2012/04/16/finiranno-per-riscoprire-keynes-federico-caffe/

    L’ euro è destinato a fallire, e gli economisti veri e capaci lo sapevano non per divino miracolo, ma semplicemente perchè non rispettava un principio economico noto dagli anni 60, cioè :
    GLI STATI CHE HANNO SCELTO DI ADOTTARE L’ EURO, NON RAPPRESENTANO UNA “AREA VALUTARIA OTTIMALE”, necessaria per il corretto utilizzo e funzionamento dal punto di vista economico di una moneta unica.

    Area Valutaria ottimale :

    http://it.wikipedia.org/wiki/Area_valutaria_ottimale

  • Hamelin

    Tecnicamente errato .
    Nella fase finale di un espansione monetaria non c’è modo di evitare il collasso ed il conseguente shock , lo si puo’ rimandare ( come in questi anni ) ma non evitare.
    Krugman lo sa bene e sa molto bene che il Dollaro Americano è nella stessa insostenibile situazione .
    Quando si è ad un passo dal collasso monetario totale ( Fine del Fiat Money ) , l’unico fattore che ti puo’ tenere in piedi per piu’ tempo a livello economico e reale è spingere i paesi rivali nel baratro in modo da far defluire i capitali e le risorse nella propria economia sostentandola ed alimentandola .
    L’attacco all’Euro è una mossa di geopolitica , di un ottimo pensatore/stratega che vuole prendere tempo per se stesso , senza utilizzare ancora l’opzione militare .
    Se realmente dovesse fallire l’Euro ( cosa che gli USA auspicano e a cui hanno lavorato a lungo ) , gli yankee riuscirebbero ad incamerare le risorse necessarie per estendere il loro potere globale e presentarsi in forma al conflitto imminente con il blocco (Russo -Asiatico-Mediorentale ) .

  • Truman

    Quando si parla della fine di un dio bisogna avere i giusti riferimenti. Molti economisti avevano fatto commenti ragionevoli sull’euro, ma erano discorsi da economisti. La fine di un dio è invece un evento teologico.

    Rispondeva Galimberti a chi gli diceva che Gesù non era mai esistito (dichiarando di avere le prove) che il fatto era marginale, forse Gesù non era mai esistito, ma il cristianesimo durava da duemila anni, e questo aveva certamente prodotto effetti sulla società e sul pensiero umano, perchè gli uomini avevano creduto in Gesù.

    Tornando all’euro, esso potrebbe essere un falso dio, ma la colossale propaganda delle lobby bancarie ha portato molta gente a credere in esso e ciò ha prodotto effetti reali. Nell’immaginario delle persone esisteva un’Europa unita. Certamente la sparizione delle frontiere ha contribuito a questo effetto, come pure molti programmi di interscambio tra studenti. Così la scelta dell’euro, che manifestava evidenti difetti fin dall’inizio, ha resistito a molti attacchi, spesso provenienti dagli USA. La religione se ci credi funziona e l’euro era una religione.

    La decisione che devono prendere ora le elite europee è se devono mostrare a tutti che il dio euro era un falso dio, con il rischio di trovarsi masse che perdono la fede di colpo (e questo sarebbe molto pericoloso), oppure cominciare a lavorare per i popoli, perchè la loro salvezza può venire solo attraverso la salvezza dei popoli. Loro, le elite, hanno sempre saputo che l’euro era un falso dio, visto che lo hanno creato loro, ma forse cominciano a capire che con gli dei non si scherza, dopo essere stati creati cominciano a vivere di vita propria e a volte pretendono sacrifici umani. Specialmente le religioni giovani hanno bisogno di sacrifici umani.

    E allora le elite potrebbero ancora scegliere di credere nel loro dio, salvare i popoli e salvare anche se stessi, oppure mandare tutto in malora, dimenticando i popoli. Non è una questione di economia. Finchè la gente crede in un dio esso vive.

  • Fedeledellacroce

    Ottima analisi.

  • xcalibur

    Errore grossolano.
    Euro e dollaro sono monete gemelle e rispondono agli stessi potentati finanziari, appartengono quindi agli stessi proprietari,
    si potrebbe persino dire che vengono stampate nella medesima tipografia….
    il “rafforzamento” del dollaro non avviene se gli si toglie la sua moneta ancella, l’ Euro appunto, anzi e’ proprio il contrario……
    La fine dell’ Euro quindi non “rafforzerebbe” il dollaro ma ne accelererebbe la fine, allo stesso modo in cui , come conseguenza,
    accelererebbe la fine del progetto di costruzione del NWO ..e Krugman lo sa , questo e’ cio che egli veramente teme…

  • xcalibur

    …Euro e dollaro sono monete gemelle e rispondono agli stessi potentati finanziari, appartengono agli stessi proprietari,
    si potrebbe persino dire che vengono stampate nella medesima tipografia….
    il “rafforzamento” del dollaro non avviene se gli si toglie la sua moneta ancella, l’ Euro appunto, anzi e’ proprio il contrario……
    La fine dell’ Euro quindi non “rafforzerebbe” il dollaro ma ne accelererebbe la fine, allo stesso modo in cui , come conseguenza,
    accelererebbe la fine del progetto di costruzione del NWO ..e Krugman lo sa , questo e’ cio che egli veramente teme…

  • xcalibur

    Errore grossolano. Euro e dollaro sono monete gemelle e rispondono agli stessi potentati finanziari, appartengono quindi agli stessi proprietari, si potrebbe persino dire che vengono stampate nella medesima tipografia…. il “rafforzamento” del dollaro non avviene se gli si toglie la sua moneta ancella, l’ Euro appunto, anzi e’ proprio il contrario…… La fine dell’ Euro quindi non “rafforzerebbe” il dollaro ma ne accelererebbe la fine, allo stesso modo in cui , come conseguenza, accelererebbe la fine del progetto di costruzione del NWO ..e Krugman lo sa , questo e’ cio che egli veramente teme…

  • xcalibur

    …certi articoli vengono scritti piu’ per influenzare che per informare…
    Krugman e’ un falso profeta…Come tanti suoi epigoni della stampa economica anglofona fingono di tifare per la fine dell’Euro
    in realta’ cio’ che vogliono e’ spingere verso un Euro il piu’ possibile inflazionato e simile al dollaro (stampanti a getto continuo) su questo percorso trovano l’ostacolo della Germania…
    E’ chiaro che l’ opzione 4b (fine dell’Euro) la da’ per puro dato statistico e a fine “terroristico” per i gonzi che ancora, magari, abboccano, mentre quella che gli preme e’ la
    4a. “La Germania può scegliere…” ecc. ecc..

  • Blackrose4400

    Solo leggendo la pagina di Wikipedia che hai postato, al di la di grandi analisi ed equazioni matematico/economico/social-finanziario, anche un’imbecille capisce che l’Europa non è un’ Area Valutaria Ottimale.

    Non lo è nemmeno l’ Italia. Dall’ Alto Adige alla Sicilia cambia il mondo.

    Figuriamoci da Lampedusa a Nordkapp.

    Ma come abbiamo fatto a farci fottere così?

    Mi sembra di essere entrato in un’associazione mafiosa.

    “Vieni bello, vieni… ti vogliamo fare una proposta che non potrai rifiutare… ma ricorda… si entra ma non si esce… ma fidati di noi… benissimo ti troverai…”

    Ma come abbiamo fatto a farci fottere così???

  • Fedeledellacroce

    Ok, ci puoi spiegare il meccanismo secondo cui il crollo dell’euro accellererebbe la fine del dollaro?
    E perché le agenzie di rating (ammericane) fanno di tutto per affondare l’euro?
    grazie

  • umbynet

    ma perchè la Grecia e l’Italia e la Spagna dovrebbero uscire dall’euro? basta cacciare via la Germania e tutti i problemi si risolvono.

  • xcalibur

    …nessun meccanismo Euro e dollaro ( al netto della Bundesbank) sono praticamente la stessa cosa……la pressione delle agenzie di rating e’ solo per spingere i paesi europei verso una maggiore “integrazione” Fiscal Compact, ESF e dulcis in fundo Eurobonds…