EURO: LA MONETA PIU' IMPOSSIBILE DELLA STORIA

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

DI MAURIZIO BLONDET
rischioocalcolato.it

Il divertente e tragico grafico qui sotto misura il tasso di “dispersione” dei paesi che fanno parte di unioni monetarie: ossia di quanto sono divergenti l’uno dall’altro, il che fornisce il grado di assurdità di una forzata unione monetaria. Vi sono elencate unioni monetarie esistite in passato (Unione scandinava, ad esempio) ed anche alcune totalmente arbitrarie: notare la penultima colonna, che fornisce il grado di dispersione di una fantomatica unione monetaria che unisse”tutti i 13 paesi che cominciano con la M”, dal Messico al Madagascar. Ebbene: anche questa risulterebbe composta di paesi meno divergenti di quelli da cui è composta la zona Euro.

blank

La tabella è stata elaborata da Michael Cembalest, un analista di JP Morgan. Benchè  umoristica nei risultati, la ricerca dà una seria indicazione  ai “mercati”  che speculano sulla possibilità che l’eurozona si spacchi.  La possibilità è alta, abbastanza da continuare a puntare contro l’euro.

Per valutare la “dispersione” (o divergenza) dei paesi dell’Euro, Cembalest ha valutato un centinaio di fattori tratti dal  Global Competitiveness Index,  del World Economic Forum:  dal Pil pro-capite alla indipendenza della magistratura, fino ai chilometri-passeggero delle linee aeree.    Le massime divergenze, in Europa,  si notano nel rapporto fra salari e produttività, nella efficienza del sistema legale nelle cause d’affari, nella qualità della ricerca scientifica,  nel livello di spreco e corruzione pubblica.   “E i risultati sono simili anche se si esclude la Grecia; la divergenza tra i paesi europei va’ oltre la Grecia”, commenta l’analista.

Ecco perchè il mantenimento della moneta unica che continua a perseguire ostinatamente l’eurocrazia (di cui Mario Monti e Mario Draghi sono augusti esponenti) non è solo un bagno di sangue per i popoli, ma un tentativo condannato comunque: l’euro si spaccherà, lo si voglia o no.  Inutili sofferenze  di massa,solo perchè gli eurocrati non vogliono ammettere di aver avuto torto (e non perdere l posto e gli emolumenti).

http://ftalphaville.ft.com/blog/2012/05/02/985091/making-eurozonians-or-not/

Maurizio Blondet
Fonte: www.rischiocalcolato.it
Link: http://www.rischiocalcolato.it/2012/05/e-lora-del-cacerolazo-di-maurizio-blondet-2-2.html
3.05.2012

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
12 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
12
0
È il momento di condividere le tue opinionix