Home / ComeDonChisciotte / ELEZIONI ANTICIPATE:UN'ABILE MOSSA.FAR VOTARE IL POPOLO PRIMA CHE S'INFEROCISCA

ELEZIONI ANTICIPATE:UN'ABILE MOSSA.FAR VOTARE IL POPOLO PRIMA CHE S'INFEROCISCA

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Mentre incalzano i declassamenti del sistema-Italia da parte delle agenzie di rating (downrating del debito pubblico, di banche, di enti pubblici), mentre lo spread si impenna, mentre le soluzioni annunciate e festeggiate vivono al più due giorni, mentre il contagio greco e spagnolo si fa sempre più pressante, si moltiplicano i contatti a tema monetario tra Monti, Napolitano, Draghi e altre entità più nell’ombra, e vengono divulgati messaggi rassicuranti: niente nuove manovre, niente crisi monetaria, niente rottura dell’Euro, interventi senza tabù da parte della BCE. Ma promesse e rassicurazioni in materia monetaria, come l’esperienza non si stanca di dimostrare, sono solitamente strumentali e mendaci.

Mettiamo ora questo quadro in relazione col tema delle elezioni e della riforma elettorale. Napolitano esige la riforma del Porcellum, onde dare (parvenza di) rappresentatività popolare al parlamento, prima delle prossime elezioni politiche. Diverse fonti ventilano un progetto di voto anticipato ad Ottobre. Monti emette ormai effati implicitamente possibilisti in tal senso. Si parla di un patto tra i partiti che lo sostengono per cambiare la legge elettorale (cioè per inventare un nuovo sistema per eleggere sempre gli stessi), impegnarsi congiuntamente a continuare l’appoggio a Monti e alla sua linea di “risanamento” quale che sia il voto dei cittadini, e poi andare alle urne in sicurezza, avendo “rassicurato i mercati e Berlino”.

Mi suona molto così: “Cari titolari dei partiti responsabili, se volete rimanere ancora qualche anno in poltrona a gestire la spesa pubblica come siete abituati a fare, dovete vincolare la futura azione del futuro parlamento ad obbedire e votare le veline della BCE, dell’Eurogruppo, della Commissione, impegnandolo sin da ora a fare tutte le riforme e le cessioni di sovranità che saranno richiesti, anche contro la logica e l’interesse nazionale; solo a tale condizione, la BCE, in deroga autocratica al suo statutario divieto a intervenire in tal senso, continuerà a intervenire sottobanco, sul mercato secondario, per comprare, cioè rifinanziare, il debito pubblico italiano evitando il default del paese.”

Un rinnovo parlamentare di questo tipo, imposto dall’estero come già lo fu il rinnovo del governo l’anno scorso, servirà ad affrontare il caldissimo autunno-inverno che ci aspetta, quando scadranno gli ammortizzatori sociali in essere ora (e si impennerà quindi il numero degli ufficialmente disoccupati), quando arriverà la seconda stangata dell’Imu, quando si faranno i conti con la moria di imprese e posti di lavoro già percepibile a chi opera in contatto con le pmi e con i lavoratori autonomi, quando si farà una tassa patrimoniale sugli immobili per raschiare il fondo e affossare il paese. Quando, insomma, probabilmente scoppierà la crisi sociale.

Tale fedelissimo parlamento fantoccio, necessario complemento di un governo pure calato dall’alto, potrà legiferare per reprimere la protesta popolare, per introdurre nuove tasse e misure straordinarie, per ingabbiare la nazione nelle strutture giuridiche autocratiche decise altrove, assai più affidabilmente di quanto può fare l’attuale parlamento zombie. E, nel farlo, potrà dire: “non rappresentiamo il popolo che democraticamente ci ha eletti; l’opposizione è violenza, follia, rifiuto delle regole.”

Ma soprattutto è meglio far votare la gente in autunno, prima che il bubbone scoppi, prima che succeda qualcosa di grave e duro per la vita quotidiana, prima che il governo dia ulteriori e traumatici giri di vite, prima che si sentano pienamente gli affetti della sua politica economica e del dominio tedesco. Andare al voto nel Marzo 2013 vorrebbe dire andare dare lo strumento elettorale in mano a un popolo che sarà inferocito e sfiduciato, anche verso l’UE, verso Napolitano, oltre che verso Monti e i suoi sostenitori.

Questa ipotesi spiegherebbe l’attivismo e gli sforzi in corso da parte di premier, Quirinale, BCE e ABC per turare le falle e puntellare il sistema finché non dispongano di un nuovo parlamento a loro misura, per le loro non divulgate strategie. Spiegherebbe anche perché Berlusconi ancora non dichiara la sua linea come candidato a premier: a seconda di come andranno le cose nei prossimi mesi, a seconda che quel piano riesca oppure fallisca, dovrà presentarsi come fedele servitore dell’Europa dei banchieri, oppure acerrimo leader della lotta contro di essi.

Marco Della Luna
Fonte: http://marcodellaluna.info
Link: http://marcodellaluna.info/sito/2012/07/23/elezioni-anticipate-unabile-mossa/
23.07.2012

Pubblicato da Davide

  • xcalibur

    La crisi attuale con gli Spread spagnolo sopra i 600 e quello italiano sopra i 500 servono anche per imporre alla Spagna l’ “aiuto” del FMI e per obbligare l’Italia ad evitare il ricorso anticipato alle urne,
    (non vorremmo mica andare al voto anticipato con una cosi’ grave crisi vero? Sarebbe da irresponsabili!)
    non si illuda Marco Della Luna.

  • natal76

    non userei la parola contagio.L’origine del virus o meglio della crisi viene da altri paesi … e non dai pigs… 🙂

  • albsorio

    Dopo l’approvazione del MES gli utili idioti sono solo un inutile paravento, che cosa potrá decidere il Parlamento? Tutte le poltrone seviranno a garantire stipendi agli yes-man, tutti peones dei tecnocrati che controllano la moneta-debito… bravi tutti.

  • Jor-el

    Quello che sta succedendo mi sembra chiarissimo: vogliono fare una legge elettorale da cui risulti come unica soluzione un Governo Monti-bis, cioè un governissimo di unità nazionale PD-PDL-UDC. Proporzionale + abolizione del premio di maggioranza avrebbero questo esito. Fatta la legge, si andrà al voto il prima possibile, ottenendo un governo tecnico eletto dal popolo. La quadratura del cerchio. La previsione di MDL non è poi così improbabile.

  • ilsanto

    Santa pazienza ma di cosa si discute ? Ma volete capire che da eoni con la globalizzazione e la fine della guerra fredda le ditte si sono spostate fuori dai paesi sviluppati ? che con internet e i fondi della finanza internazionale persino i pensionati analfabeti investono oltre confine ?
    che tutti, Italiani compresi, sono la “Speculazione”, nel senso che con un click spostano i loro risparmi dai BOT italiani a quelli Tedeschi o USA o altro per diversificare ? che ci sono più soldi Italiani in Svizzera che nelle nostre banche ? che gli stati sono impotenti di fronte a questo ? che la Germania come tutti quelli che stanno ancora bene se ne fregano anzi di più ci guadagnano con l’Euro e più stanno male i PIGS più si svaluta l’Euro più loro esportano e non pagano interessi e comprano i nostri gioielli ? che la politica è una buffonata un comitato d’affari il terzo livello della mafia che il migliore è della P2 e di noi non gli frega meno di niente? Che gli Stati,la Politica, i Militari, i Sindacati, La Burocrazia e persino la Chiesa sono morte e sepolte e che siamo soli e abbandonati anzi se possono ci succhiano quello che rimane e ci disprezzano pure ?
    Perchè non ci sono le barricate innanzi al Parlamento alle Regioni alle Province ai Comuni ? Perchè paghiamo il 55% del Pil a questi PARASSITI ? che ci trattano pure da ladri ?