E’ PROVATO: LO SPREAD UN IMBROGLIO DEI TEDESCHI

DI CLAUDIO MESSORA
byoblu.com

All’origine dell’impennata dello spread ci fu Deutsche Bank, che nel luglio 2011 vendette una quantità ingente di Btp, Si parla anche di 7 miliardi. Un rilascio sul mercato di queste dimensioni avrebbe fatto innalzare perfino la temperatura delle calotte polari. Ora sappiamo anche perché: il 20 ottobre 2011 Deutsche Bank presenta un lungo lavoro al Governo tedesco e alla Troika (Fmi, Bce e Ue), intitolato “Guadagni, concorrenza e crescita“, nel quale chiede esplicitamente che vengano privatizzati i sistemi welfare e i beni pubblici di Francia, Italia, Spagna, Grecia, Portogallo e Irlanda. Prima mettono nel mirino i Paesi da invadere, poi li mettono in crisi, aumentando artificialmente gli interessi sul debito pubblico, poi mandano la cura, presentandola coma la sola possibilità. La terza guerra mondiale è servita, senza spargimento di sangue: un bottino facile facile, ottenuto con la complicità dei servi sciocchi e mediante l’introduzione di un cavallo di Troia.

Il Governo dei nani e delle ballerine non fu certo un esempio nella storia di questa travagliata Repubblica, ma ciò non toglie che Berlusconi dica il vero quando indica nella Germania il braccio armato e l’utilizzatore finale di una crisi creata ad arte per rimpiazzare i vertici istituzionali con altri più compiacenti, chiamati a liquidare il nostro patrimonio. Di fronte a questi dati, chiunque difenda ancora la Germania come esempio di virtù e di buon governo (rileggersi anche Fabrizio Tringali su questo blog) non solo dice il falso, ma è contro gli interessi del suo Paese e deve assumersene la responsabilità.

Nell’era digitale, dove ogni cosa è ormai immateriale tranne la pagnotta a fine mese, le crisi le creano i tiranni dell’economia e della finanza. Le banche, soprattutto quelle centrali, sono una lobby che persegue unicamente il mantenimento dello status quo e congela ogni forma di progresso per il popolo. Parola di un ex banchiere centrale belga: Bernard A. Lietaer. I miliardi degli aiuti girano in tondo, facendo un lungo giro dell’Oca, vengono creati dal nulla e poi ritornano al punto di partenza, ma durante il percorso qualcuno si impoverisce e qualcun altro si arricchisce. E quelli che si arricchiscono non siamo noi.

 Bisogna cambiare. Il voto è alle porte. Votate qualcuno che dica basta a questo scempio, che dica basta a questi signori, denunciati perfino all’Aia per crimini contro l’umanità, a partire da Christine Lagarde ad Angela Merkel, da Wolfgang Schäuble a José Barroso passando per Hermann Van Rompuy, nella lunghissima denuncia di una cittadina tedesca, Sarah Luzia Hassel-Reusing, che cita anche Mario Monti come persona informata sui fatti.

Votate qualcuno che abbia un’idea diversa del senso dell’economia, dei suoi obiettivi e delle sue ricadute sui cittadini. Qualcuno che non viva unicamente per spostare capitali finanziari di banca in banca, di fondo in fondo, con l’unico obiettivo di ingrossarli durante il loro movimento, come una slavina che rotola a valle e travolge tutto il paese. Qualcuno che sia ancora un essere umano, possibilmente.

Claudio Messora
Fonte: www.byoblu.com
Link: http://www.byoblu.com/post/2012/12/11/Lo-spread-un-imbroglio-dei-tedeschi.aspx
11.12.2012

0 0 voti
Valuta l'articolo
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
SentieroIndiano
SentieroIndiano
11 Dicembre 2012 , 15:41 15:41

L’oligarchia finanziaria ha paura di Berlusconi perchè forse è l’unico politico italiano influente che può ancora fare gli interessi del nostro paese: magari lo fa solo per le sue aziende comunque il risultato finale è quello che conta.
Anche il Berlu è a suo modo chinato di fronte all’Europa ma non certo come lo sono il servo Monti ed il PD.
E dicendo ogni tanto la verità ha una certa influenza sulle masse che non sono così stupide come Monti vorrebbe e sentono nelle parole del cavaliere le conferme dei loro sospetti. Questo forse fa ancora più paura.
Ora sembrano tutti delle oche impazzite e starnazzanti: populismo, allarme mercati, spread.
Uno spettacolo indecente.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
11 Dicembre 2012 , 16:14 16:14

Quindi se ho capito bene, si possono depennare gli F 35, richiamare a casa i “nostri ragazzi”, mettere a riposo i generali e formare una task force di 007 di alto profilo, che anziché spiare i marocchini e consegnare barbuti Imam agli americani, individuino e rintuzzino i progetti di raggiro orditi per mezzo di banche ed organismi finanziari ai danni del nostro popolo. E magari contrattacchino.

Si potrebbe inserire nella carta costituzionale il divieto di costituzione o ricostituzione del neoliberismo o del liberismo tout court.

Io ci sto!

giopaol
giopaol
11 Dicembre 2012 , 16:24 16:24

Lo spread significa che un paese, una intera nazione dipende dai mercati finanziari punto e basta, Germania, Franca Stati Uniti poco importa, chi siede al banco vince e vince sempre!
Per quanto rifìguarda il nano, ricordate cosa disse mesi fa? L’euro dovrebbe essere emesso dalla zecca italiana.
Lo ha detto quando non era più al governo e non contava una mazza, è sempre molto bravo a capire dove tira il vento ma con il timone è peggio di Schettino!

Delusidalbamboo
Delusidalbamboo
12 Dicembre 2012 , 1:42 1:42

L’unica cosa positiva del teatrino Berlusconi è che ha fatto venire fuori questa verità.

Guido Mastrobuono – http://www.delusidalbamboo.org [www.delusidalbamboo.org]

AlbertoConti
AlbertoConti
12 Dicembre 2012 , 2:42 2:42

Bene, Claudio ha scoperto che cos’è il fascismo monetario. Da un ragazzo intelligente come lui non mi aspettavo niente di meno.

vanbasten83
vanbasten83
12 Dicembre 2012 , 3:55 3:55

Lasciare al solo Berlusconi la critica del sistema Ue significa screditare per sempre quelle posizioni, secondo voi è così poco probabile che lo lascino fare appositamente?

AlbertoConti
AlbertoConti
12 Dicembre 2012 , 4:26 4:26

Certo che no, è probabilissimo, anzi è certo. Ciò non toglie che la critica onesta al sistema UE è veramente troppo scarsa o troppo poco motivata, rispetto alle reali motivazioni che ci stanno letteralmente ammazzando. E’ quello che succede quando ci si caccia in una trappola ben congeniata.

Petrus
Petrus
12 Dicembre 2012 , 4:41 4:41

“…Votate qualcuno che abbia un’idea diversa del senso dell’economia, dei suoi obiettivi e delle sue ricadute sui cittadini. Qualcuno che non viva unicamente per spostare capitali finanziari di banca in banca, di fondo in fondo, con l’unico obiettivo di ingrossarli durante il loro movimento, come una slavina che rotola a valle e travolge tutto il paese. Qualcuno che sia ancora un essere umano, possibilmente…”

Claudio, uno così nella politica italiana NON ESISTE, semplicemente NON C’E’ NESSUNO con queste caratteristiche.

AlbertoConti
AlbertoConti
12 Dicembre 2012 , 4:43 4:43

Per questo bisogna cacciarli tutti e far spazio ad una vera novità, la Politica.

Giancarlo54
Giancarlo54
12 Dicembre 2012 , 4:47 4:47

E’ quello che sostengo io, Berlusconi sporca tutto quello che tocca ed in questo caso, sempre secondo me, è stato “invogliato” a fare queste uscite. La politica italiota è difficilissima da decifrare, ma in questo caso azzardo la mia ipotesi, anzi sono sicura sia quella giusta.
Tutti gli antiberlusconiani diventeranno, anche chi non lo è, filo-euro, filo Kulona e filo spread. Mossa astutissima da parte dei soliti noti.
E noi? Noi siamo fottuti. Chi può emigri. Chi ha figli, per il loro bene, parli loro e dica come è la situazione e li consigli di andarsene da questo paese. L’Italia farà la fine dell’ex Regno delle Due Sicilie dopo il 1861, sicuro come l’oro!

hobie
hobie
12 Dicembre 2012 , 5:25 5:25

Caro Claudio, sia detto per inciso: lo spread non esiste, è una costruzione ideologica, così come questo DEBITO enorme, inestinguibile.
Col lavaggio del cervello mainstream fanno credere al popolino che dobbiamo dissanguarci per dare soldi a quei banchieri bastardi che andrebbero presi a mitragliate.
Senza i criminali dialettici di Corriere della sera, Repubblica e tv, diremmo allo spread e ai mercati che se ne andassero affanculo, i banchieri li impicchiamo, il signoraggio lo cancelliamo, il tesoro emette moneta e lo stato (sovrano) non potrà mai fallire.
Solo dei coglioni pensano che uno stato sovrano possa fallire. Dei coglioni che non hanno capito che se lo stato può fallire allora NON è sovrano. Punto.
Monti, Profumo, Passera, Fornero e gli altri gerarchi vanno processati e impiccati. Per cambiare modello sociale.
Ma credo che dobbiamo dirle chiare le cose. Finchè non diciamo chiaro che le banche sono il nazismo del XXI secolo, si perde solo tempo.

Tao
Tao
12 Dicembre 2012 , 5:47 5:47

Fino a un anno fa nessuno lo conosceva. Per molti anni è vissuto appartato nonostante le scarse performaces del Paese in cui viveva e si intristiva: addirittura in qualche caso gli pareva di essere sottosopra nel senso che si poteva permettere di offrire meno del suo amico Bund che viveva Germania. L’ultima volta fu nell’ottobre del 2008, poi pian piano si acconciò a vivere al di sopra dei propri mezzi: 5, 10 punti base e nel momento più febbrile della propria anonima vita addirittura con una punta di 40 per pochi giorni nel gennaio 2009, ma scendendo subito verso temperature più miti. Lo Spread amava Berlusconi tanto che regolarmente tendeva a scendere durante i suoi governi e a salire con quelli di centrosinistra, perché la finanza sa bene con chi stare. Poi è venuta la crisi e pian piano qualcosa è cambiato nella sua vita. Ha cominciato a viaggiare sui 135 punti di media non tanto per colpa sua, ma perché l’amico Bund scendeva: in un area economicamente non omogenea, ma con una sola moneta priva di una banca di ultima istanza, al signor Mercato che dirigeva la banda “Liberisti”, pareva che Bund fosse più affidabile. Però, insomma era ancora… Leggi tutto »

saurowsky
saurowsky
12 Dicembre 2012 , 10:08 10:08

Esatto, nella stessa misura in cui la UE e’ un imbroglio di Tedeschi e Francesi grazie all’accordo Kohl/Mitterrand, al fine di distruggere la competitivita dell’Industria Made in ITALY.

E Mariotto altro non e’ che il curatore fallimentare mandatoxci dalle loro banche!

saurowsky
saurowsky
12 Dicembre 2012 , 10:33 10:33

Magari lo fosse caro amico. Questo e’ semplicemente un altro episodio di teatro che questi infami ci obbligano a vedere! Visto infatti i disastrosi numeri (per i cittadini ovvio)che il Governo delle banche ha ottenuto nonostante “le paccate” di soli estorti agli italiani, (ricordo che dopo un anno di Governo Monti il DEBITO PUBBLICO e’ addirittura cresciuto e sta per sforare i 2000 miliardi di Euro e non c’e’ un solo indicatore che sia cresciuto, se non la pressione fiscale), onde evitare di dover rendere conto all’opinione pubblica del suo fallimento, previsto tra l’altro da tutti gli economisti liberi (aumento del carico fiscale in un paese in recessione e che descrsce da 15 anni e piu), si sta mettendo in scena l’ennesimo atto di questo teatro per poveri (di cultura). Al tempo di Destra e sinistra infatti, la responsabilita di tale ENORME fallimento POLITICO/ECONOMICO, l’opposizione l’avrebbe fatta ricadere ovviamente sulla maggioranza come e’ sempre successo fino al governo monti, allo scopo di attirarsi nuovi elettori e sostituire il governo uscente nelle successive elezioni e cosi via , ad libidum. Ma visto che ahime entrambi i finti schieramenti contrapposti(vedere programmi e votazioni in aula) stanno oggi sostenendo lo stesso governo, la… Leggi tutto »

saurowsky
saurowsky
12 Dicembre 2012 , 10:33 10:33

Magari lo fosse caro amico. Questo e’ semplicemente un altro episodio di teatro che questi infami ci obbligano a vedere! Visto infatti i disastrosi numeri (per i cittadini ovvio)che il Governo delle banche ha ottenuto nonostante “le paccate” di soli estorti agli italiani, (ricordo che dopo un anno di Governo Monti il DEBITO PUBBLICO e’ addirittura cresciuto e sta per sforare i 2000 miliardi di Euro e non c’e’ un solo indicatore che sia cresciuto, se non la pressione fiscale), onde evitare di dover rendere conto all’opinione pubblica del suo fallimento, previsto tra l’altro da tutti gli economisti liberi (aumento del carico fiscale in un paese in recessione e che descrsce da 15 anni e piu), si sta mettendo in scena l’ennesimo atto di questo teatro per poveri (di cultura). Al tempo di Destra e sinistra infatti, la responsabilita di tale ENORME fallimento POLITICO/ECONOMICO, l’opposizione l’avrebbe fatta ricadere ovviamente sulla maggioranza come e’ sempre successo fino al governo monti, allo scopo di attirarsi nuovi elettori e sostituire il governo uscente nelle successive elezioni e cosi via , ad libidum. Ma visto che ahime entrambi i finti schieramenti contrapposti(vedere programmi e votazioni in aula) stanno oggi sostenendo lo stesso governo, la… Leggi tutto »

mikaela
mikaela
12 Dicembre 2012 , 13:52 13:52

*ME-MMT
*hanno riconosciuto >
*si ricordano

nigel
nigel
20 Dicembre 2012 , 10:33 10:33

Andiamo noi del Forum in Parlamento? Io ci sto… : – )