Home / ComeDonChisciotte / DISCORSO SCHIETTO

DISCORSO SCHIETTO

DI LAYLA ANWAR
Arab woman blues

Gli americani pretendono ancora d’aver portato la democrazia in Iraq.

Continuate a ingannare voi stessi, oh gente. Se avessi avuto la responsabilità della vostra educazione, vi avrei attribuito il libero dottorato in Disonestà, Ipocrisia e Rinnegamento.

E per i più brillanti tra voi – e ve ne sono molti – assegnerò la laurea Honoris Causa in Mediocrità.

Questa “M” aggiunta alle “3 D”, ovvero ai dottorati, è un bonus per voi da arte mia, con devoto riconoscimento per i vostri sforzi “intellettuali”.

Esiste una dottrina in botanica che analizza l’arco della vita di un fungo. Afferma che i miceti (a proposito, il fungo è un micete) prosperano soltanto in ambiente oscuro e umido e sono alimentati fondamentalmente dagli escrementi.

E’ questo l’ambiente ad essi più favorevole.

Io farò due cose. Vi esporrò alla luce e chiederò a tutti di non innaffiarvi più. Per quanto riguarda gli escrementi, non ne ho un diretto controllo, ma sono sicura che neutralizzando le altre due condizioni, buio e umidità, si possa confidare che, con merda a sufficienza sui vostri bulbi oculari e un vigoroso attacco di stitichezza, alla fine esploderete.Che cosa ha provocato questo “improvviso” scoppio di “veleno”, come amate definirlo voi? Ve lo dirò, triplici D e svariati M.

Ieri il barile di petrolio ha raggiunto i 100 dollari. L’inflazione è intorno all’80% in Iraq ed oltre il 60% nei paesi limitrofi.
Una tazza di caffè semidecente costa circa 5 dollari. Dimenticatevi di mangiare fuori al ristorante. Dimenticate di acquistare indumenti, libri, CD e tutto il resto. L’austerità è bell’e servita.

I rifugiati iracheni, in maggioranza molto poveri, non si avventurano fuori casa se non per mendicare o per svolgere lavori umili. Per la maggior parte, restano stipati in “casa”, se si può definire quella una casa, vivendo di carità…

Gli iracheni all’interno del loro paese – se si può ancora chiamare “paese” – vivono la stessa gravosa situazione.

Durante il regno del grande leader Saddam Hussein, il cibo era sovvenzionato.

Riso, farina, zucchero, olio, sapone, ecc… Durante il suo grande regno, e deliberatamente sto usando al parola GRANDE, poiché comparato a voi 3D ed M egli fu GRANDE, nonostante gli anni di embargo e sanzioni da voi imposte, la gente poteva ancora permettersi di sfamarsi e avere perlomeno un lavoro.

Oggi le donne irachene giurano che, per dar da mangiare ai loro bambini, osservano il digiuno del Ramadan non per un mese, ma per tutto l’anno. La maggioranza degli iracheni, cioè oltre l’80%, vive con un dollaro al giorno o anche meno.

Dite che lui era un dittatore. Ah!

Siete voi i dittatori, siete voi i tiranni, siete voi i terroristi…
Siete stati voi la rovina di questo paese, quelli che l’hanno saccheggiato, quelli che hanno violentato ed assassinato il suo popolo e distrutto la sua storia…

Siete voi che lo avete diviso in sette ed etnie, collaborando con gli elementi più fascisti al suo interno, come gli sciovinisti, i sionisti, i curdi ed gli Sciiti settari e retrogradi.

Ci avete consegnato ad una teocrazia sciita iraniana, e se la Resistenza nazionale irachena alla fine si sbarazzerà di questa feccia persiana col turbante di Qum, Najaf e Kerbala, avremo un’altra teocrazia dal sapore “sunnita”.
Pensavo foste contro il fondamentalismo, non è così? Come ha potuto incitare entrambe le parti, la vostra fottuta occupazione?

Non ditemelo, lo so già.

Voi siete quelli che hanno creato Al-Qaida e che hanno alimentato quest’altro fungo detto Sciismo politico, nella sua forma più deviante chiamata Komeinismo.

Siete voi, in verità, i reali Terroristi. Siete voi i veri vampiri sanguisughe. Siete voi gli Al-Qaida in questo mondo.

Dite che eravamo oppressi e repressi sotto un “regime totalitario”. Ah!

E che cosa state facendo voi, figli di puttana? Non ci state opprimendo e reprimendo?

Lo sapete che chiunque, e intendo proprio chiunque osi criticare il vostro fantoccio prediletto Al-Maliki (del partito iraniano Al-Dawa) e l’altro ruffiano curdo chiamato Talabani, il cosiddetto presidente dell’Irak – comunque, ad un tal sorta di presidenza, ci cago sopra – scompare in prigioni segrete?

Lo sapete che la gente viene rapita dalle proprie case in base a false imputazioni, imprigionata e torturata se osa pronunciarsi apertamente contro le schifose milizie di stupratori, fanatici assassini e depravati che voi avete installato al potere? Le milizie che portano il nome del re dei trapanatori, che ha fatto pulizia etnica in tutta Baghdad e che si chiama Moqtada al-Sadr?

Lo sapete che chiunque proferisca parola contro i nuovi ebrei dell’Iraq, altrimenti detti Brigate Badr dello SCII di Hakim, encomiate dal vostro lurido Kissinger, anch’egli scompare in campi di prigionia, per non essere rivisto mai più? E abbiate ben presente che lo SCII è una creazione iraniana per eccellenza. Hanno persino il medesimo “Consiglio rivoluzionario islamico” in Iran.

Lo sapete che gli altri ebrei sionisti che ci ritroviamo, che vanno sotto il nome di curdi, si sono guadagnati la fama di migliori contrabbandieri di droga, armi e prostitute di tutto il Medio Oriente?

Lo sapete che noi donne siamo obbligate a portare il velo, persino le cristiane, altrimenti abbiamo la prospettiva di una morte atroce o, per quelle tra noi più fortunate, dell’acido buttato in faccia o sul corpo?

Lo sapete che l’intera Baghdad è ermeticamente sigillata dietro a mura, come nei ghetti, e che per muoversi da un quartiere all’altro sono richieste impronte digitali, scannerizzazioni dell’iride e tesserini identificativi?

Lo sapete che l’Iraq di oggi è considerato il secondo paese più corrotto al mondo?

Lo sapete che dal Tesoro di Stato iracheno sono stati rubati miliardi di dollari, una moda lanciata dal vostro gangster Bremer e diligentemente seguita dal governo fantoccio e dai partiti che voi avete installato al potere?

Lo sapete che razza di milizie gestiscono le cosiddette province, come Bassora, Diyala, Baquba, Baghdad, Diwaniyah e tutto il resto?

Avete una fottuta idea di che cosa avete portato in Iraq?

Avete un’idea di quante vedove abbiamo? Più di un milione.

Avete un’idea di quanti orfani abbiamo? 5 milioni.

Avete un’idea di quante persone sono morte, scomparse o imprigionate?

Oltre un milione i morti, centinaia di migliaia i feriti e gli scomparsi, oltre 150.000 le persone imprigionate.

Dimenticate ciò che avete ascoltato a proposito della “modesta” somma di 45.000 incarcerati. E’ una MENZOGNA. Ma d’altra parte sapete pure mentire. Che differenza fa – me lo dite?!

Lo sapete quanti di noi sono esiliati, senza lavoro e senza risorse? Dimenticatevi delle stronzate che avete letto sui vostri giornali.

Soltanto in Siria il numero ufficiale è di 2 milioni e quello non ufficiale di 3,5 milioni.

E quindi, ipocriti, disonesti, bastardi rinnegati che siete, dov’è la vostra democrazia?

E quando dico Voi, non mi sto solo rivolgendo a voi, funghi parassiti di americani, ma mi rivolgo anche al cosiddetto rispettabile mondo occidentale del culo.
E non mi limito solo agli occidentali, oh no, in questo includo chiunque.
In particolare gli ignobili iraniani, gli immondi israeliani e i loro amici sionisti, e gli egualmente ripugnanti arabi.

In conclusione, voi sozzi bastardi, voi avete distrutto le nostre vite. Avete distrutto e annientato le nostre vite.

E affermate che Saddam Hussein, il legittimo Presidente dell’Iraq, era un tiranno? Ah, ah e ah!

Ha gassato il suo stesso popolo? Un’altra menzogna confezionata, una fra le tante, ed un altro ah! Ma, per favore, parlatemi del vostro uranio impoverito che abbiamo in circolo nel nostro sangue e delle ustioni causate dal vostro napalm e fosforo bianco.

Ha torturato? Ah! E che dire delle vostre torture e stupri – Abu Ghraib, Haditha, Mahmoudiah, Falluja, Baghdad, Bassora e tutto il resto?

Aveva preso misure rigorose contro il dissenso? Ahahahahahah.

Chiedete ai nostri 4,5 milioni di esiliati quale dissenso esista intorno a loro, e chiedetelo ai 150.000 rinchiusi nelle vostre prigioni di merda americane ed iraniano-sciite irachene.

Era repressivo nei confronti dei curdi e degli sciiti? Un altro ahahahah.
Coloro che egli aveva presuntamene represso stanno amministrando l’odierno Iraq e che splendida visione è mai questa!

Era un’agente della CIA? Ahahahahahahahahah. Non voi, teste di cazzo. Gli agenti della CIA sono Chalabi, Maliki, Muqtada Al-Sadr, A. Al-Hakim, Barzani e Talabani. Le stesse persone che giunsero sui carri armati americani e che il GRANDE Saddam Hussein aveva tenuto alla larga, e CON PIENO DIRITTO.

Questa è la VOSTRA REALTA’. Questa è la realtà che voi avete creato. Ed ancora venite a spargere ulteriori menzogne, voi triplici D, voi mediocri, parassiti, deboli miceti…

Aspettate.

Voglio aggiungere un’altra D.

Voi disonesti, ipocriti, rinnegati, ripugnanti individui.
Voi disonesti, ipocriti, rinnegati, ripugnanti, saprofiti, gente parassita.
Voi disonesti, ipocriti, rinnegati, ripugnanti, gente mediocre, vergogna d’esser chiamati esseri umani.

Layla Anwar
Fonte:http:/arabwomanblues.blogspot.com
Link: http:/arabwomanblues.blogspot.com/2008/01/straight-talk.html
4.01.08

Traduzione a cura di ADELINA BOTTERO

Pubblicato da Davide

  • dgp

    E’ dal cuore che queste grida di dolore escono ,ho gli occhi lucidi di rabbia,e mi tremano le mani su la tastiera cazzo ! BASTA, FUORI GLI AMERIKANI DALL’ IRAQ !

  • Grossi

    Anche fuori dall’Italia, sarebbe ora che se ne tornassero oltre oceano, ma abbiamo un governo filo-americano.
    Non è possibile fare nulla, avremmo bisogno di una opposizione e di gente onesta ma non abbiamo nulla di simile nel nostro paese.

  • schidax

    Provo profondo rammarico ed amarezza; se poi penso che situazioni simili, in giro per il mondo noi “occidentali” ne abbiamo create molte, mi vergongno pure.
    Ma in fondo mi vergongno del mio governo, delle mie istituzioni, dei miei vicini di casa e persino di parecchi parenti. Nessuno ha la verita’ in tasca, ma cercare di aprire gli occhi mi sembra il minimo. Mi sento veramente imbavagliato. E non e’ come nei film, dove basta uno bravo e coraggioso per far alzare la testa ai “poveracci”.
    Spero solo di riuscire a trasmettere ai miei figli la voglia di verita’ ed i pochi valori che sono rimasti (cosa non comunque facile, visto che gia’ a partire dall’asilo nido cercano di “confromare le menti” di questi piccoli individui secondo il credo generalizzato).
    Ripeto …. mi vergono!

  • lucamartinelli

    anche noi siamo sistemati bene sotto la tirannia yankee. abbiamo perduto la guerra, questo è vero. pero’ ammettiamo che ci trattano un po’ meglio di come trattano gli irakeni. quindi ce li teniamo o no? dai politicanti di destra e di sinistra non dobbiamo aspettarci nulla. tutti traditori, venduti da sempre alllo zio Sam. ora che la globalizzazione e la politica monetaria delle bande massoniche ci sta portando alla miseria, potremmo ripensarci e provare a cacciarli. con le cattive, naturalmente. ho spostato un pochettino il discorso perche’ non ce la faccio a pensare alla tragedia capitata all’innocente popolo irakeno. innocente e soprattutto pacifico. piu’ di un milione di morti, migliaia di perseguitati,migliaia di bersagli dei delinquenti yankee che sparazzano in ogni strada,innumerevoli le vittime dei depravati stupratori, assassini e grassatori.e infine, quanti contaminati dalle armi di distruzione di massa usate dagli esportatori di democrazia? speriamo di riuscire ad evitare che altri paesi facciano la stessa fine. nel frattempo,cari amici, io continuo con quello che ho scelto anni fa: il sottoscritto puo’ vantarsi(spero) di non comprare prodotti americani o aventi a che fare con gli USA. non ho nemmeno a che fare con la finanza USA. i miei pochi risparmi sono sotto il materasso!!!! saluti a tutti