Home / ComeDonChisciotte / DI PIETRO DIFENDE LA COSTITUZIONE, E HA FIRMATO PER ABOLIRLA

DI PIETRO DIFENDE LA COSTITUZIONE, E HA FIRMATO PER ABOLIRLA

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Non è uno scherzo, al contrario, è la misura della colossale farsa cui voi, sì proprio voi, continuate a sottoporvi. Di Pietro, e il suo codazzo dei soliti noti, si riempie la bocca ogni santo giorno di proclami disperati in difesa della Costituzione italiana, della quale il 23 e il 31 luglio del 2008 lui e i suoi senatori e deputati hanno firmato l’abolizione. Avete capito bene: Di Pietro ha firmato l’abolizione della Costituzione italiana. In quelle date un’Italia politica di ignoranti e/o in malafede, IDV compresa, ha ratificato il Trattato di Lisbona (depositato poi l’8 agosto), che di fatto cancella per sempre la nostra Costituzione del 1948. E hanno pure applaudito gli IDV, in una standing ovation a braccetto con gli odiati berluscones. Da Repubblica del 31 luglio 2008: “Un lungo applauso bipartisan ha accompagnato il sì della Camera che, come il Senato, ha approvato all’unanimità il Trattato.”

A seguito, “Preciso su Di Pietro e miei toni” (Paolo Barnard, paolobarnard.info/);Come ho spiegato nei dettagli qui http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=139, il Trattato di Lisbona ha creato un nuovo super Stato d’Europa di cui siamo tutti cittadini, che ha un governo non eletto più potente di qualsiasi governo europeo e le cui regole sono più potenti di qualsiasi legge europea, e il tutto di nascosto dagli elettori, in un vero e proprio colpo di Stato continentale. Il Trattato, infine, è a tutti gli effetti una Costituzione d’Europa più potente di qualsiasi Costituzione nazionale. Anche della nostra, ovviamente. Ripeto: la Costituzione italiana è stata di fatto abolita dal Trattato di Lisbona, poiché quest’ultimo comanda a noi italiani, e a tutti gli europei, una maggiore obbedienza. In caso di conflitto fra le regole della prima e quelle del secondo, vince sempre il secondo. Ma le regole costituzionali del Trattato di Lisbona sono anch’esse state scritte in segreto da burocrati che nessuno di noi ha mai eletto né mai eleggerà. Capito bene? Ok, ora: Antonio di Pietro ha firmato entusiasticamente questo colpo di Stato che ammanetta tutta la nostra Costituzione, non solo alcuni articoli, i Padri Costituenti italiani si sono rivoltati nella tomba. Altro che Lodo Alfano.

I casi sono due: o Tonino è ignorante come una scarpa e firma fogli di carta esattamente come i contadini medievali firmavano ignari le loro condanne a una vita di stenti, oppure è in malafede. In entrambi i casi, che quell’uomo sia il vostro faro, ovvero “l’unica opposizione in Italia” (Travaglio) è disperante. Ma mai quanto il fatto che voi ci state cascando, altrettanto entusiasticamente.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=148
9.10.2009

Pubblicato da Davide

  • deadbeef

    ma non ce l’eravamo levato dalle palle, sto pezzente puttaniere di barnard?

  • stefanodandrea

    Non sono poi molti coloro che ci stanno cascando. Soltanto che i più, a differenza di Paolo Barnard, sanno esprimere anche i giudizi relativi, oltre che quelli assoluti. Può darsi che Paolo Barnard non abbia frequentato le elementari, dove, per esempio, insegnavano che esistevano i superlativi relativi oltre che quelli assoluti.
    Non è un problema di intelligenza (Barnard dimostra di averne) e nemmeno, di aver frequentato le elementari (in realtà suppongo che le abbia frequentate); tutto dipende dal carattere e dalla serenità. E’ l’assenza di quest’ultima, probabilmente, che impedisce a Barnard di comprendere che dire “l’unica opposizione in Italia” è logicamente, lessicalmente e grammaticamente compatibile con la convinzione che quella opposizione sia mediocre, lungamente insufficiente e priva di idee nuove. Anche a me, che non ho certo l’ammirazione per Di Pietro che ha Travaglio, è capitato di dire che l’Italia dei valori è l’unica opposizione in italia. Parliamo di opposizione politica, naturalmente, non di opposizione mentale. Perché né Barnard, con i suoi cinquemila lettori, né io con i miei cento (invito Barnard a diventare il centounesimo, così scoprirà che sono radicale almeno quanto lui:http://www.appelloalpopolo.it/?p=472), né CDC che pure svolge un ruolo estremamente importante, siamo l’opposizione (politica).
    Per costruirla, l’opposizione (che dovrebbe essere al partito unico delle due coalizioni e quindi anche a Di Pietro:http://www.appelloalpopolo.it/?p=106) serve serenità, pazienza, capacità di intessere alleanze anche posizioni diverse, rispetto per le altrui posizioni e bastonate alla schiena deggli isterici che rompono le palle.
    Mi piacerebbe sapere se c’è una parola, tra quelle che ho scritto, che Barnard non condivide.

  • Gabbiano

    Gentile Professore(associato di diritto privato nella Facoltà di Economia dell’Università degli Studi della Tuscia) non che Avvocato in Avezzano, sono passato al volo sul suo sito, però vedo che ne Lei ne i suoi colleghi associati non che gestori del sito avete spiegato ai vostri lettori cosa nasconde il trattato di Lisbona.
    E’ una mia svista o una vosta?

  • marcop

    tu e la stragrande maggioranza siete proprio una manica di goym, Barnard ha perfettamente ragione e parla di una cosa che è solo la punta dell’iceberg rispetto all’enorme problema della stupidità umana, inoltre è incredibile come i goym lottino disperatamente per farsi a tutti i costi sodomizzare dalle elite

  • operaiomantici

    Oggi concordo pienamente con Barnard.

  • AlbaKan

    span style=”font-weight: bold; color: rgb(51, 0, 153);”>Non sono d’accordo, il fatto che Di Pietro sia l’unica opposizione politica attualmente, non è un motivo per non criticarlo. Quello che scrive Barnard in questo articolo (sono pochi i suoi articoli che condivido) è quello che ho sempre detto in ogni occasione e in ogni blog, primo tra tutti quello di Grillo, dove essendo frequentato da “tesserati IDV” appena nomini il Trattato di Lisbona….partono i turpiloqui… ho grande esperienza in questo… “unica opposizione”, “il meno peggio”….sono d’accordo…ma dobbiamo davvero accontentarci di questo? E’ davvero angosciante! Anche perchè adesso a Di Pietro, bisogna aggiungere De Magistris (io l’ho votato…nonostante le mie riserve verso l’IDV), ma sentendo le sue ultime dichiarazioni sul Trattato di Lisbona, e sapendo che lui è un magistrato, che ha giurato di difendere ed essere fedele alla Costituzione Italiana….mi sono veramente cascate le braccia! L’opposizione al “sistema” di cui tu spesso parli nei tuoi aticoli (mi permetto di darti del tu, sono una dei 100…), non può venire dall’attuale politica, nemmeno il meno peggio può in parte colmare questo vuoto, il meno peggio ha già dimostrato di non conoscere il nemico (“il sistema”), l’opposizione deve venire al di fuori dei palazzi….nelle strade…attraverso una presa di coscienza del popolo (sovrano?)….io la penso così…

  • AlbaKan

    Rimando il commento il precedente è quasi illegibile…

    Non sono d’accordo, il fatto che Di Pietro sia l’unica opposizione politica attualmente, non è un motivo per non criticarlo. Quello che scrive Barnard in questo articolo (sono pochi i suoi articoli che condivido) è quello che ho sempre detto in ogni occasione e in ogni blog, primo tra tutti quello di Grillo, dove essendo frequentato da “tesserati IDV” appena nomini il Trattato di Lisbona….partono i turpiloqui… ho grande esperienza in questo… “unica opposizione”, “il meno peggio”….sono d’accordo…ma dobbiamo davvero accontentarci di questo? E’ davvero angosciante! Anche perchè adesso a Di Pietro, bisogna aggiungere De Magistris (io l’ho votato…nonostante le mie riserve verso l’IDV), ma sentendo le sue ultime dichiarazioni sul Trattato di Lisbona, e sapendo che lui è un magistrato, che ha giurato di difendere ed essere fedele alla Costituzione Italiana….mi sono veramente cascate le braccia! L’opposizione al “sistema” di cui tu spesso parli nei tuoi aticoli (mi permetto di darti del tu, sono una dei 100…), non può venire dall’attuale politica, nemmeno il meno peggio può in parte colmare questo vuoto, il meno peggio ha già dimostrato di non conoscere il nemico (“il sistema”), l’opposizione deve venire al di fuori dei palazzi….nelle strade…attraverso una presa di coscienza del popolo (sovrano?)….io la penso così…

  • FeraLupus

    Quanto è facile criticare… però a fare nessuno si cimenta.
    Caro Barnard si proponga lei e crei quest’opposizione che a quanto pare in Italia (ma non solo) è latitante ed ignorante.

  • stefanodandrea

    Sul sito Lei trova l’articolo di Gianni Ferrara a favore del ricorso della Linke contro il Trattato di Lisbona. Un articolo sull’antieuropeismo in Frncia (altri due sull’antieuropeismo in germania e in spagna sono in preparazione). Poi nella “Nostra valutazione delle elezioni europee” trova scritto che la sinistra radicale è giustamente morta, perché non è stata antieuropeista e perché, comunque, avrebbe dovuto proporre almeno una modifica costituzionale che prevedesse il referendum sul trattato di lisbona. Il mio articolo “contro i diritti umani…” si conclude con l’esortazione a riaffermare la prevalenza delle Costituzione sui trattati europei (quind anche il Trattato di Lisbona). E potrei continuare. Quindi è passato molto al volo. Non ho letto le 2800 pagine che “compongono” il Trattato di Lisbona perché reputo che sia inutile. Sono antieuropeista e basta. Approfitto per chiederle. Se, raggiunti i sessanta o settanta anni, suo figlio, tanto più se libertario e intelligente, piagnucolasse sistematicamente in ogni articolo che scrive o accusasse altri di non essere antisistema o i lettori di seguire pretesi oppositori che oppositori non sono gli darebbe due scapacioni (in alternativa a condurlo forzatamente dallo psichiatra) accusandolo di dare il cattivo esempio? L’eroe muore combattendo, non piangendo e accusando istericamente. Io condivido pressoché tutte le idee che mi è capitato di leggere in Barnard. Non l’atteggiamento piagnucolante e istericamente filisteo. Che male c’è?

  • cesare52

    Dopo Travaglio, Grillo, la Gabbanelli, Santoro ora tocca a Di Pietro, che tocca fare a qualcuno per saltare al di là. La sfortuna di questo sventurato è che si è deciso tardi, vista la bocciatura del lodo Alfano. Mi sa che la campagna acquisti del fronte Mediaset segnerà il passo ed il nostro dovrà attendere tempi migliori. Ed allora per il momento è più utile di qua a fare la quinta colonna. Anche qui con il risultato di aver solo la Mikaela come seguace . Quando uno nasce mediocre tale resta. Stendiamo un velo pietoso. Della serie “l’insuccesso gli ha dato alla testa”

  • RobertoG

    Sulla sostanza sono d’accordo, sul tono predicatorio ovviamente no. Ma si sa quello ormai è il tuo marchio di fabbrica.

    In particolare questa tua crociata contro gli anti-sistema non dovresti farla in questo sito frequentato per lo più da persone estremamente informate e disincantate.

    Valla a fare nei siti di Travaglio o Di Pietro e finiscila di rompere i coglioni a noi.

  • stefanodandrea

    Cara Alba, forse non ci siamo capiti. Io spero che entro due o tre anni, al massimo quattro o cinque si formi un nuovo partito che riesca ad entrarei parlamento e seguendo un itinerario simile a quello percorso dalla lega, riesca ad incidere sulla politica italiana e possibilmente “cacci i mercanti dal trempio”. D’altra parte non voto da parecchi anni. Quindi Di Pietro non mi ispira alcuna fiducia. Ciò che non comprendo è perché Barnard abbia assunto questo atteggiamento isterico contro tutti. Non lo reputo utile. Trattandosi di un personaggio pubblico no lo reputo educativo. Credo che sarebbe uno di quelli che se un giorno si organizzasse il primo incontro per dare vita al nuovo partito (dunque in un momento di costruzione) prenderebbe la parola e inizierebbe a criticare. Sarebbe giusto dargli una lezione (tanto più che dentro il nuovo ipotizzato e desiderato partito sarebbe utile)? Tutto qua.

  • IVANOE

    Ricordate che di pietro ha avuto dentro il suo partito uno come de gregorio… e poi il figlio è stato beccato mentre faceva favoritismi vari ai palazzinari… e poi strilla strilla ma non combina mai niente… ha trovato la rendita sicura dentro il parlamento… prima di apparire in televisione concorda quello che deve dire con ghedini, bondi e qualche volta con belusconi…. a napoli dicono che è o bambiniello e succhero…

  • cesare52

    @operaio romantico. Non ne avevo alcun dubbio. Anche perchè lei intervien solo per fare da coro a Barnard. Interviene solo pe questo. Ciò non sarebbe del tutto negativo, c’è chi va alla partita non perchè è interessato al calcio ma per fare il tifo per dei colori e magari passa tutto il tempo con le spalle rivolte al campo per incitare i cori e quindi della partita non vede niente nè gli inteessa. Lei mi da aquesta impressione. Ora vista la svolta PDL filofeltri di Barnard fare il tifo significa avere un bello stomaco. Complimenti, in questa gara tra lei e Mikaela le confesso sono in imbarazzo, non saprei al mommento a chi assegnare il premio “Emilio Fede del giorno”. Mi raccomando nel rispondermi non si confonda con i vari nick assunti di volta in volta per irrobustire la claque a Barnard. Ancora complimenti lei riesce ad intervenire spesso anche con l’attuale nick senza dire assolutamente niente altro che “Viva Barnard”

  • Tonguessy

    Quoto

  • AlbaKan

    Barbard è stato spesso definito “una zitella isterica”… credo il termine sia abbastanza appropriato, però io preferisco dargli addosso quando dice cose che non condivido, ci sono alcuni che anche qui lo criticano sempre e comunque, penso che la vera critica deve essere sempre obiettiva e libera da preconcetti. Riguardo al discorso politico, penso che tu sia troppo ottimista, nell’auspicare un movimento politico, io vedo meglio qualcosa tipo “presa della bastiglia”….”piazzale Loreto”…. 😉

  • cesare52

    Concordo pienamente. Ma il nostro si sta guadagnando il pane per il futuro. Io credo inutilmente perchè il siparietto dell’antisistema che deluso passa dall’altra parte ha fatto il suo tempo, apparteneva alla prima casa delle libertà, adesso dopo la bocciatura del lodo Alfano le porte si sono chiuse. E’ mediocre anche nel vendersi.

  • operaiomantici

    Sono contrario al trattato di lisbona, e mi tengo alla larga di chi lo ha approvato. Il resto sono tue invenzioni.

  • Cagliostr0

    nessuno ti obbliga a leggerlo, e se non l’hai fatto, evita di lasciare commenti inutili

  • maika18

    Beh, l’ha firmato come quasi tutta l’Europa ha fatto, certo questo non lo giustifica.
    Penso sia difficile prendere decisioni del genere, mi spiego:
    essere unica opposizione in Italia è un conto (e già è dura), ma essere unica opposizione in Europa si paga eccome se si paga!
    Per fare l’esempio pratico basta guardare alla ex florente Irlanda (unica opposizione europea) per capire la portata della cosa.
    Ora, l’Irlanda partiva con una base economica forte ed è stata portata quasi al default nel giro di un anno, l’Italia partendo con una base economica, ahimè, devastata, vi lascio immaginare in quanto tempo verrebbe portata a livelli argentini……….siamo capaci già da soli, figuriamoci!
    Anche questo, lo so, non giustifica l’accettazione di tale trattato, ma sicuramente rende la dicisione molto critica.
    Detto questo penso che in qualcuno bisogna credere anche se ha dei difetti (e chi non ne ha), e siccome di personaggi credibili attualmente ce ne sono ben pochi, Di Pietro rimane l’unico -appena- credibile (o preferite Montezemolo?)
    Se appena uno si presenta sulla scena politica gli viene tirata mer-da senza dargli la possibilità di provare, è finita, chiudiamo le saracinesche sull’Italia e non se ne parla più!
    Insomma le critiche vanno bene, ma bisogna guardare un minimo anche alle lodi……N.B. non è il plurale di LODO! 🙂

  • maika18

    Che si metta daccordo con ghedini ho dei seri dubbi!! ahahh

  • Cagliostr0

    a forza di non criticare da 60+ anni a questa parte guarda dove siamo arrivati… da una parte un premier che si para il culo in tutti i modi dall’altra un magistrato che approva il trattato di lisbona (fosse uno poi….)

  • cesare52

    @cagliostro. Forse sei nuovo e non hai letto l’intestazione del forum. Eppoi i commenti inutili sono quelli di chi si limita a dire evviva e basta senza portare nessun argommento. Tu caro amico fai solo il tifo senza dire perchè e critichi chi invece dice abbasso. Ma per me puoi intervenire ed anzi farei le barricate se tu ne fossi impedito. E se tu provassi anche a motivare? Anche usando non solo questo nick ma uno degli altri che usi per irrobustire il coro a Barnard. Magari spiegando svolta filo PDL e feltriano del Barnard

  • ericvonmaan

    Preferisco un lacchè dichiarato del sistema a un ipocrita (incolto e rozzo) che strilla a vuoto ai quattro venti e poi, in pratica, si riempie la pancia alla stessa mangiatoia degli altri, distribuendo favori ai propri famigliari e sodali…
    non c’è NESSUNO che meriti mezzo grammo di rispetto, l’unica via è quella di SMETTERE DI VOTARE e di partecipare al loto teatrino, sperando che un giorno qualcuno incazzato DAVVERO riesca a sollevarsi contro lo strapotere delle elites internazionali (Banche centrali, signoraggio, privatizzazioni, guerre ecc ecc).

  • Wolosk

    Ha ragione Barnard, ovviamente prende le cose con la sua conosciuta veemenza. Ma è assolutamente vero che con il Trattato di Lisbona si è fatta cosa mille volte pià grave che con i vari lodi schifanoalfano. Documentatevi, leggete, e vedrete che è così!

  • Nellibus1985

    Mi trovo in piena sintonia con la tesi espressa in questo articolo. Purtroppo all’Unione Europea viene accreditato costantemente, e acriticamente, un elevatissimo tasso di autorevolezza, quando si sa bene che essa altro non è che un’istituzione sovranazionale volta a promuovere il più sfrenato liberismo, che prevede privatizzazioni a raffica, a discapito del cosiddetto “bene collettivo” di cui oggi tutti si riempiono a sproposito la bocca. Ovviamente la cosa non riguarda soltanto L’UE, ma anche tutti gli altri organismi quali il FMI, la Banca Mondiale ed Europea. Barnard punta il dito contro l’atteggiamento di totale sottomissione dei singoli stati nei confronti dei diktat imposti da questo gigantesco e dannoso carrozzone, e mostra di che pasta sono fatti i leaders di partiti che fanno della “vera opposizione” al collasso berlusconiano il loro punto di forza. Tutti a barcamenarsi nel ristretto ambito concesso dal “pensiero unico” e nessuno che metta in discussione i presupposti stessi della squallida politica che viene data ormai per definitiva e incontrovertibile, per la felicità di tutti i Francis Fukuyama del pianeta. Questo è quanto. Saluti.

  • operaiomantici

    A me sembra una finta opposizione per imbrigliare gli insoddisfatti.

  • cesare52

    @operaiomantici. Bene, perlomeno non ci provi nemmeno a negare il tifo precostituio con più nick inventati ed usati solo per irrobustire il coro probarnard. E neanche ci provi a smentire la svolta filo PDL e profeltriana di chi attacca solo l’opposizione. Ne prendo atto, evviva la sincerità

  • cesare52

    Invece chi va con Feltri ed attacca l’opposizione, l’unica opposizione sul campo ed offre argomenti alla Bel Pietro quello si che fa l’opposizione.

  • maika18

    Purtroppo è così come dici,lo è stato e lo sarà ancora per tanto tempo.
    Forse le generazioni future vedranno un po di luce, ma non senza lacrime e sangue.

  • maika18

    A parte che a me non sembra un lacchè all’ennesima potenza come dici tu, ma per ottenere quello che tu auspichi non basta una sola nazione e neanche un unica generazione, si parla di secoli se mai si avvererà!

  • cesare52

    Lei ha completamente ragione. Basta con il pensiero unico di chi ha il monopolio dell’informazione, oltre Mediaset controlla anche le reti pubbliche. Diciamolo forte e chiaro: basta con i padroni del vapore cioè: i Travaglio, Santoro, Gabbanelli, Di Pietro, Grillo e compagnia cantando che stravolgono l’opinione pubblica con la proprietà totale dei mezzi di informazione. Naturalmente i Berlusconi non c’entrano niente ed infatti lei non cade nella facile strumentalizzazione che i veri responsabili del lavaggio del cervello degli italiani fanno volendo attribuire al PDL le loro responsabilità. Lei ha infatti riconosciuto subito e ce li addita i veri responsabili della nostra disinformazione cioè: i Travaglio, Santoro, Gabbanelli, Grillo e soprattutto Di Pietro . Complimenti per la sagacia.

  • TizianoS

    Già così per così la Costituzione del 1948, anche senza tirar fuori gli accordi segreti di Cassibile, era una costituzione di uno stato a sovranità limitata.

    Con la firma del trattato di Lisbona si dà il suggello ufficiale alla sovranità limitata dell’Italia. Quello che è più grave è che viene di fatto abolito l’art. 11 “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali;…”

    Ma la ratifica effettuata dal Parlamento non può essere equiparata ad una legge, e quindi non si potrebbe fare un bel referendum per abrogarla ? Oppure non si potrebbe modificare la legge sui referendum ed includervi anche le ratifiche ?

  • maika18

    Hai detto un nuovo partito?
    Quindi un nuovo partito su cui tirare mer-da!
    Avanti il prossimo allora, i badili ce li hanno sempre pronti!

  • operaiomantici

    Sono solo tue invenzioni.

  • cesare52

    Va bene. L’importante è capirsi. Come si dice? “Ca nisciuno è fesso”

  • operaiomantici

    DiPietro ha un nutrito numero di ascoltatori, se parlasse in modo chiaro ed esplicito dell’europa dei banchieri e di signoraggio potrebbe dare un contributo sensibile. Ma evidentemente non ci tiene.

  • marco76

    mamma mia cesare…
    sei proprio fissato con Barnard…
    Qui si parla di Di Pietro che ha ratificato con entusiasmo il Trattato di Lisbona…Stop…
    Impariamo a ragionare con la nostra testa e analizzare i fatti senza farci condizionare dalle nostre appartenenze a ideologie politiche…
    Barnard puo essere di destra, di sinistra, di centro, di dove vuole…si legge il suo articolo e poi si lascia un commento favorevole o meno al riguardo…In Italia non si andrà mai da nessuna parte fino a quando le persone non usciranno fuori dal seminato…
    Di Pietro ha fatto una cazzata, nonostante sia all’opposizione. STOP…
    Poi, piu attaccate Berlusconi, piu lo fortificate…
    Nel nostro Paese ci sono problemi peggiori dei processi o delle escort del Berlusca… E se vuoi te ne posso parlare…

  • cesare52

    @marcop. sono d’accordo davvero con te. In Italia ci sono problemi più importanti della vendetta di Barnard. per quanto riguarda Berlusconi ho scritto qualcosa tipo questa: Dentro i nostri confini e soprattutto al di fuori, c’è qualcuno molto in alto che apprezza molto la recente abbronzatura, anche se non naturale, di Fini. Il pezzo l’ho intitolato: PROVE TECNICHE DI SUCCESSIONE- Bocciatura Lodo Alfano e lampade abbronzanti UVA. Non mi pare che sia un commento codino. Per il resto non mi piacciono i voltagabbana che si fingono Savonarola. Ed utilizzano l’indignazione sacrosanta per preparasi al triplo salto mortale dall’altra parte. Ho avuto il piacere in passato di dirlo asd un ultra purista in faccia, un tal Capezzone che non perdeva occasione per insegnarci la vera opposizione. Ora è portavoce di Berlusconi. Ma lui ha fatto in tempo ora pr Barnard mi pare più difficile. Tutto qui

  • IVANOE

    Ci si mette, ci si mette pure con ghedini che addirittura come si fa al bar o al circolo dei cacciatori ad anno zero ha fatto una scommessa di una cena con ghedini invece di dargli un calcio dove si sentiva meglio… e allora ma di cosa stiamo parlando… me li vedo tutti e due profumati, pettinati e leccati a lucido mentre sorseggiano nelle comode camere del parlamento un cappuccino caldo e parlano amabilmente dei ca…i loro mentre fuori piove e gli operai sotto l’acqua si spaccano le mani…
    comunque… meglio ghedini di di pietro e devo dire che ghedini pur essendo antipatico sicuramente è uno che il fatto suo lo sà molto bene e penso che sia un’attimo avvocato… fortunato berlusconi ad averlo.

  • Sal

    “Ma aiz a merd” Ma alza la merda! Togliti tu dalle palle con i tuoi commenti inutili e sanza senso!

  • stefanodandrea

    Uno (o una) che vuole cambiare il sistema di vita occidentale o almeno l’assetto politico istituzionale italiano e che sia contrario/a alla formazione di un nuovo partito, il quale partecipi alle elezioni o prenda diversamente il potere (ma alora coma la mettiamo con la difesa della Costituzione?) parla senza sapere quello che dice. Dovrebbe, infatti, spiegare in forza di quale diverso ipotetico itinerario i suoi desideri potrebbero trasformarsi in realtà. Provaci a spiegarmelo, se ci riesci.

  • maristaurru

    Cesare , non sono d’accordo con te sulla svolta di Barnard.Non sono tanto sicura abbia avuto una svolta pro pdl e feltriana.
    Lisbona per esempio è stata, dissennatamente secondo me, firmata da tutto il Parlamento.

    Da pochissimo leggo Barnard, ho però l’impressione che il fastidio oggettivo e per parte mia condiviso, verso certi clamori beoti, si nutra piuttosto di quel senso critico che ci siamo lasciati rubare e soffocare.

    Se mentre c’è in ballo la firma di un Trattato Internazionale discusso e discutibile, del quale non si rende partecipe la popolazione, ma anzi la si tiene distratta con vicende di gossip e trasmissioni tv santoriane di scarso o nullo contenuto, ma di grande attesa e presa per i bocca-buona, io mi convinco che siamo solo di fronte ad una enorme operazione di DISINFORMAZIONE del popolo bue, cioè di tutti noi. Risultato, se ora diciamo che teniamo alla nostra Costituzione, parliamo per dare aria alla bocca, ma volere difendere ora la Costituzione equivale a fare come i libertini, che rimpiangono una donna solo quando la hanno perduta.

    Pensi che io sbagli di molto?

  • maumau1

    questa volta sono d’accordo nel senso che anche lui ha taciuto al popolo l firma del trattato di Lisbona…. nel 2008
    cosi’ come ha taciuto altri atti eversivi che erano necessari senza di cui chi firmava il trattato di Lisbona commetteva reato di altro tradimento (art 241)ed attentato alla costituzione(art. 283) firmò Ciampi punibile con l’ergastolo… (ma nessuno lo chimò vile) la legge fu proposta da Castelli 24 febbraio 2006 Legge n.85
    l’art 283 e l’art 241 modificati nella sostanza ad hoc e depenalizzati:

    con la modifica all’art. 283(attentato alla costituzione) si passa da 12 a 5anni ma soprattutto deve essere un attentato violento per essere sanzionato,ma la firma di una legge non è atto violento ,quindi di fatto non è più reato..

    ex Art. 283 (fino al 2006)
    – Attentato contro la costituzione dello Stato –
    Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a 5 anni.

    Art 283(modificato ed attualmente in vigore)
    -Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di Governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni.

    con la modifica all’art 241( Attentati contro la integrità, l’indipendenza o l’unità dello Stato) dove è punito con l’ergastolo qualsiasi atto che menomi l’indipendenza dello stato,lo fa il trattato di Lisbona,imponendo ad esempio una sola politica estera e bypassando la costituzione,si puniscono solo atti violenti e non leggi di modifica costituzionale,inoltre
    la pena passa dall’ergastolo a 12anni.

    Articolo 241.
    – Attentati contro la integrità, l’indipendenza o l’unità dello Stato –
    Chiunque commette un fatto diretto a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l’indipendenza dello Stato è punito con l’ergastolo
    Alla stessa pena soggiace chiunque commette un fatto diretto a disciogliere l’unità dello Stato, o a distaccare dalla madre Patria una colonia o un altro territorio soggetto, anche temporaneamente, alla sua sovranità.

    Art 241(modificato ed edattualmente in vigore)
    -salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti violenti diretti e idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l’indipendenza o l’unità dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni. La pena è aggravata se il fatto è commesso con violazione dei doveri inerenti l’esercizio di funzioni pubbliche

    http://www.disinformazione.it/codice_penale.htm

    cosi’ come il lodo Alfano necessitava di una legge di modifica costituzionale quindi o i due terzi del parlamento o un referendum..

    cosi’ il trattato di Lisbona necessitava di una legge costituzionale o meglio l’abolizione sostanziale della costituzione e quindi oltre ai due terzi del parlamento bisognava dare un ampia informazione alla popolazione ed un referendum per informare la popolazione che di fatto la costituzione sarebbe stata abolita…ma questo è forse non possibile anche con un referendum…
    mentre loro l’hanno fatto di soppiatto con la semplice firma di un trattato..

    tanto per capirsci anche il signoraggio e l’usurpazione della sovranità monetaria (attribuita allo stato dalla costituzione) viola quei due reati..
    visto che viola la costituzione ed inoltre limita l’indipendenza dello stato
    la cui autonomia monetaria è sancita dalla costituzione mentre di fatto è nelle mani di un ente privato quale la banca d’italia poi confluita nella bce.

    ciao

  • cesare52

    @maristaurru. “Il ceto politico è nudo e pazzo” Si diceva una volta ed io oggi aggiungerei “Tutto il ceto politico”. Ora prendersela con il 5% è chiaro a tutti stumentale. E furbetto. Una volta si diceva ” Quando il dito indica la luna c’è sempre l’imbecille che guarda il dito” poi è anche vero che il dito ha le unghie nere, ma prendersela con il dito significa in questo caso nascondere la Luna. L’opposizione nel nostro Paese non c’è, ma occultare i veri centri di potere, la classe dirigent e prendersela con l’opposizione è quello che fa giornalmente Belpietro e Feltri. uesto è un fatto. Poi il tempo è galantuomo è, sono facile profeta, secondo me qualcuno è già dall’altra parte. Mica per convinzione, per vendetta.

  • cesare52

    @sal. Per uno che ha scritto solo tre post, e tutti recenti e solo probranard, ti distingui per l’eleganza dell’argomentare. Evidentemente non sai che dire. Neanche lo straccio di un mezzo argomento. Confessa quanti nick hai? E credi di fare qualcosa di utile alla causa? Se i miei commenti sono senza senso perchè te la prendi così tanto? E soprattutto io ho una tesi precisa che non viene nemmeno sfiorata dalla tua maleducazione, e sì se fossi Barnard ti leveri il gettone presenza. Comunque se tu avessi un qualce argomento, povera anima, io sono qui. Curioso.

  • stefanodandrea

    La Corte Costituzionale tedesca, già nella precedente sentenza (mi sembra che fosse del 1998) era stata chiara: La Germania è uno dei signori dei trattati europei” (i “signori” sono gli Stati europei): come ha dato il consenso così può revocarlo. Ora nella seconda sentenza (sulla quale puoi vedere l’articolo di Gianni Ferrara, tratto da Il Manifesto e pubblicato sul nostro sito: http://www.appelloalpopolo.it/?p=347), la Corte Costituzionale tedesca ha messo alcuni palettti al poteri del Parlamento, a causa del carattere non democratico del Trattao di Lisbona (scusa ma sto semplificando).
    Le coste stavano nello stesso modo anche in Italia, anche se la nostra Corte Costituzionale non aveva mai affermato, anche soltanto incidentalmente, che l’Italia era uno dei “signori dei trattati”.
    Purtroppo nel 2001 il malefico centrosinistra (non ricordo se con il concorso o meno anche di Di Pietro ma credo di si) ha approvato (mi sembra per tre voti: il diavolo è anche fortunato) la riforma costitituzionale “federalista” e ha così modificato l’art. 117, 1° co.: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali”.
    In realtà le cose non sono cambiate (questa è la mia tesi ed è anche quella di Gianni Ferrara e molti altri più autorevoli di me), perché anche in precedenza il legislatore ordinario era vincolato “dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali”. La revisione costituzionale ha soltanto specificato una dottrina che si era andata affermando dopo un lungo “dialogo” (inizialmente braccio di ferro) tra la nostra Corte Costituzionale e la Corte di Giustizia europea e non ha innovato l’ordinamento (è una disposizione declamatoria e ideologica, come oggi se ne trovano tante).
    Perciò siamo vincolati dai trattati europei fino a quando non revochiamo il consenso, ossia abroghiamo le leggi di ratifica dei medesimi. Per fortuna l’europa è e resta una unione (non una unità). Se ci fosse il consenso della maggioranza del Parlamento l’italia potrebbe recedere in qualsiasi momento.

  • maika18

    A parte che è una battuta e come tale resta.
    Hai delle prove concrete? articoli, foto, ecc?
    Su ghedini devo dirti che ammiro la sua bravura, non per niente fa l’avvocato di berlusca (uno dei suoi pregi è di essersi sempre circondato di persone brave nel proprio sapere, se no non sarebbe lì dovè neanche con l’aiuto della sinistra).
    Comunque, mi sembra che l’unico che da del mafioso e del delinquente a berlusca sia proprio Di Pietro e viene spesso querelato, saranno questi gli accordi che prendono al bar! e sarà per questo che tutti (pd-pdl-udc-ecc) ce l’hanno con lui e cercano di ignorarlo, fa parte degli accordi……..intelligenti questi politici! così non se ne accorge nessuno e prende sempre più voti, una strategia luminare.
    Ciò non toglie che c’è una forte possibilità che “l’Italia dei valori” se dovesse diventare più importante diventi come la lega che si è venduta “totalmente” per la poltrona.
    Ma questo è un rischio per tutti i nuovi partiti che si propongono sulla scena.

  • maumau1

    pardon ho scritto ”viola quei due reati” volevo ovviamente dire ”viola quei due articoli”

    certo che la ratifica di un parlamento è una cosa senza troppa validità
    basterebbe l’intervento della corte costituzionale…
    la quale però non interverrà per vari motivi uno dei quali è che risponde a fini politici essendo stati eletti da presidenti della repubblica
    tra cui ci sono i massimi rappresentanti della finanza internazionale e delle elite globalizzatrici come Ciampi,Napolitano ma soprattutto di quella sinistra che negli ultimi 15anni (dopo Berlinguer )si è venduta alle banche nazionali ed internazionali
    Chi dovrebbe quindi intervenire per retrocedere dal trattato di Lisbona o per indire un referendum…
    D’altronde sul nucleare c’era un referendum che è stato ignorato ed hanno fatto finta che gli italiani hanno cambiato idea…
    e siccome anche il PD è d’accordo ecco che come su Lisbona anche sul nucleare si è ignorato di fatto il volere del popolo!!
    Anche se da solo un referendum non basta ci vuole anche una corretta informazione che di fatto non potrà mai raggiungere tutta la popolazione..che invece avrebbe una informazione viziata e falsa…
    ecco perchè da solo il suffraggio universale non porta mai alla soluzione migliore…
    ecco perchè dovrebbe votare solo parte della popolazione che dimostra di avere le corrette capacità di autoinformarsi senza attende che si venga imboccati ai media mistificatori al 99%.

    ciao

  • cesare52

    @stefanodandrea Sono d’accordo

  • cesare52

    @stefanodandrea. Preciso e puntuale è un piacere leggerla. Complimenti per i post che aggiungono dati alla riflessione di tutti.

  • marco76

    Ma non mi sembra che Barnard possa essere definito voltagabbana…Credo poi che se fosse cosi “amico” del Berlusca in questo momento godrebbe di migliori posizioni…E semplicemente stufo, come dovrebbero essere tutti, di vedere un opposizione e l’esercito dei nuovi eroi attaccare il premier e basta, coprendosi gli occhi di fronte a nefandezze peggiori…
    pensate se Berlusconi viene condannato nei due processi in corso…Travaglio su chi lo scriverà il suo prossimo libro?
    ahahahahahah

  • hammurabi

    Come al solito Barnard parla di delicati temi costituzionali già dibattuti allo stremo nelle sedi adeguate, senza avere la preparazione adeguata. Nessun riferimento all’art. 11 della Costituzione Italiana, che oltre al ripudio della guerra “consente alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”. La Costituzione italiana non ne viene abolita, ma semplicemente il trattato di Lisbona è giuridicamente possibile, e vincolante per l’Italia, perché già la Costituzione italiana lo rende possibile.

    Che poi il trattato piaccia o non piaccia è un altro discorso, così come non si può negare che i rapporti fra le varie forze in gioco rappresentino un ginepraio giuridico, ma non si può semplificare sempre tutto, facendo finta di aver scoperto l’acqua calda e denunciare il complotto che ce la tiene nascosta. Dire che la Costituzione italiana ne viene abolita è semplicemente una falsità. Bisogna studiare (sui libri).

  • marco76

    Faccio un appello a Di Pietro e affini affinche inizino a lavorare per la comunità, per chi gli ha concesso la fiducia con il voto…
    Basta parlare di puttane puttanieri, basta con la libertà di stampa e i suoi miliardi di appelli…Che i quotidiani inizino a rinunciare ai contributi statali, facciano vero giornalismo, e solo dopo se è il caso, protestino per la libertà di stampa.
    Si adoperino opposizione e non per organizzare un referendum sul Trattato di Lisbona, noi cittadini dobbiamo decidere se vogliamo o no far parte di una grande impresa.
    Si adoperino opposizione e non al fine di interrompere i continui regali elargiti al ricattatore Marchionne
    Si adoperino opposizione e non per risolvere i problemi economici che ci attanagliano…Siamo l’unico paese in europa dove nel settore terziario, metalmeccanico, edile…i pagamenti partono da minimo 120gg data fattura…Le banche non aiutano piu nessuno…Gli enti pubbluci appaltano i lavori e poi non pagano facendo fallire le imprese e di conseguenza gli operai che ci lavorano
    Si adoperino opposizione e non per risolvere il problema sanità…e mai possibile che se qualche italiano vnecessiti di visite specialistiche, la prenotazione via SSN abbia liste di attesa dai 6 mesi in su, con l’obbligo per il cittadino di dover ricorrere alla visita privata dallo stesso dottore all’interno dello stesso ospedale…
    Potrei continuare all’infinito….

  • Sokratico

    quando Barnard dice qualcosa, magari anche condivisibile, aggiunge sempre questa nota di disprezzo che lo rende tanto primo della classe…senza esserlo, peraltro…

    Non penserà che sia stato solo lui ad aver parlato del Trattato di Lisbona? Certo che Di Pietro è ignorante, almeno sul medio periodo, ma almeno è onesto…. Può essere sufficiente per votarlo, in Italia, o dobbiamo rivotare Berlusconi / D’Alema?

    E poi Barnard chi vota ? Nessuno? Sta chiuso in casa a rimirarsi l’ombelico della sua purezza ? bah…

  • stefanodandrea

    Grazie. Ho risposto al tuo commento di ieri.

  • valis

    Quoto. Purtoroppo però un analisi veramente obbiettiva sul trattato di Lisbona non mi è ancora capitato di leggerla. Queste benedette 2800 pagine sembra che nessuna abbia realmente voglia di leggerle. Mi piacerebbe leggere il parere di un giurista a riguardo, anche di un burocrate, purchè sia veramente obbiettivo e non solo schierato pro o contro.

  • PIEROROLLA

    VIDEO APERTO A DI PIETRO

  • maristaurru

    xCesare, giusto , tutto il ceto politico è nudo e pazzo, ma criticare chi ha armato la disinformazione contro la gente comune, fregandola una volta ancora per poi firmare, una volta ancora in combutta con i centri di potere è doveroso, e il tifo non cii deve fare velo, e nemmeno la passione se è per questo, dobbiamo restare freddi e cercare di capire quanto più possibile.

    E se chi per decenni mandava in piazza giovani ed operai per protestare contro il potere, magari anche a rischiare le manganellate e peggio, per poi in separata sede dividersi potere e danari con quelli che fingevano di osteggiare, perchè questo è successo innegabilmente, inutile tenersi sugli occhi fette di prosciutto il cui fetore è ormai evidente. Dicevo se queste persone continuano ancora indisturbate nel vecchio giochino che tanti danni, tanti morti ha procurato, e tante vite ha spezzato , è obbligo che chiunque non voglia sentirsi sia pure idealmante colluso con certi furboni o forse peggio, nel gregge di certi italioti, ormai non più scusabili, HA IL DOVERE DI SUONARE LA SVEGLIA.
    Che senso ha aggiungere righe ed invettive contro Berlusconi e Feltri se i GIOCHI CHE CONTANO si svolgono altrove?
    Questa ripetitività di urla , stigmatizzare con finto virtuosismo da parte di tanti che sappiamo tutti non essere affato virtuosi, crea solo un gallinaio e ridotti a polli squinternati e chiassosi potremo solo, dopo spennati finire nel padellone che ci stanno da molto tempo preparando.

    Per dire riassumendo: le denunce di barnard non mi sembra affatto che segnino un suo passaggio da nessuna parte che non sia quella di tentare di aprire gli occhi al popolo ridotto ad animale domestico da usare e buttare.

  • Matt-e-Tatty

    Lei ed altri date dell’ignorante a Di Pietro… secondo mè non è ignorante per niente, è un giudice laureato che parla spesso un discutibile italiano… Credete davvero che non sappia parlare? Secondo mè Di Pietro è furbo…molto furbo…. mi sbaglierò….

  • Sal

    Sono nuovo hai ragione. Ho conosciuto questo portale proprio grazie a ciò che scrive Barnard sul suo sito. Grazie a lui ho rivalutato travaglio e grillo (che ero un loro forte sostenitore) Ora non sono proBarnard voglio solo capire come funzionano realmente le cose e Baranard per quello che ha scritto è stato molto più chiaro e completo di tanti altri. Ho risposto in quel modo dato che c’è poco da argomentare con chi non argomenta a sua volta. Questo è il mio primo e unico nick.

  • TizianoS

    @stefanodandrea. Ringrazio anch’io per la puntualizzazione e la precisazione. Purtroppo l’Italia da Badoglio in poi è un paese venduto, e c’è poca speranza che ci sia qualche reazione alla vergognosa deriva di Lisbona.

  • maristaurru

    Permettimi di farti notare che tra quattro o cinque anni, non ci sarà movimento o partito che possa nulla, se non saremo economicamente sovrani, e non lo siamo, la Casta politica si è messa al sicuro, noi saremo sudditi e dispiace che non lo abbiate capito ancora ,e soprattutto se le leggi che faremo varranno carta straccia perchè varranno di più quelle varate dai burocrati e dal potere economico ai quali ci stanno cedendo…

    DAVVERO NON VE NE SIETE ANCORA ACCORTI? Alla salute!

  • myone

    E’ inutile che togliete qualche dovuto VFC a articoli e post vari
    di gente che scrive come WCizza. Capito CDC????

    Questo personaggio, e’ uno che vorrebbe demolire tutto, e non sa’ costruire nulla.
    Vorrebbe essere lui la costituzione….. di che non si sa’.

    Se le persone si trovano personaggi a questo modo,
    partendo da questo e finendo a tutti gli altri
    rispettando, nei confronti e paragoni, a quelli che ci sono ora che governano,
    e’ perche’ se li meritano, e si denota che testa hanno seppur in minoranza,
    ma la stra grande percentuale degli italiani.

    Fra TV, servizi, programmi, e consistenza vera dell’ efficacia del nulla,
    scorre in giro un senso di vomito e di anticappati, da far paura.

  • stefanodandrea

    Il tuo pessimismo ha certamente un fondamento ragionevole e anche razionale. E tuttavia sono io a chiederti: che percorso, per quanto ipotetico e poco reaizzabile, proponi o comunque riesci a ipotizzare?

  • myone

    Allora la cosi detta sinistra – mancina, perhe’ non si fa portavoce di fatto
    di un referendum per scelgiere Lisbona, facendo comprendere i punti cruciali e anticostituzionali?

    L’ unica cosa che mi da’ soddisfazione, e’ che si sono tolti dalle palle
    quel rinco di freschetti, uomo da tortellini in brodo. Almeno l’ eletto, qualcosa sa’ dire
    e qualche punto da considerare l’ha, nel suo bagaglio comunicativo…..
    poi, nel reale governare, pure lui come tanti e tutti, andra’ nell’ intrallazzo-andazzo.

    Sono stufo di sentire commenti o di sentire gente che parla a bocca aperta,
    di fine del capitalismo, e bla bla bla bla.
    Senza questo sistema, vi dovrete coltivare le piante per salire sulle liane,
    perche’ di alberi siamo a zero dove si vive, e senza un programma o una visione di soluzione,
    di ottimizzazione della societa’ e di come deve vivere ecc ecc, si va’ alla fame. Garantito. Non c’e’ bisogno di aver fatto le scuole medie per capirlo.

  • A_M_Z

    ma lei, Cesare 52 e spero che 52 non sia nè l’età nè l’anno di nascita, chi è?

    Ce lo spieghi visto che sembra detenere il sapere del conosciuto e del non conosciuto; mi riferisco alla ridondante insinuazione dei pluri nickname pro-barnard.

    Ma anche se fosse?
    Anche se i sostenitori di Barnard fossero nick name fasulli a cosa giovano i suoi interventi alla discussione?

    Ha appena difeso chi ha commentato l’articolo con un insulto.
    Difendiamo il diritto alla parola scurrile e magari, in seguito, il diritto di venire alle mani durante una discussione.

    Difendiamo il diritto di parola ma ognuno si chieda prima di scrivere o di parlare se quello che scriverà interesserà a qualcuno.

  • marco08

    Meglio ignoranti come una scarpa che saccenti e arroganti? Dopo aver risposto a un mio commento ero convinto che comunque il tuo strillare era giustificato da quella grande ingiustizia che avevi subito professionalmente e dall’ omertà dei i tuoi colleghi che snobbandoti ti avevano sottovalutato.Ora che continui a sputare veleno su una persona che ha rischiato la vita da magistrato e che anche se tra mille difficoltà e ostacoli sta cercando di creare un partito e un opposizione mi indispettisce nuovamente e crea in me nuove domande da porti:Se io commettessi un reato contro lo stato dovrò rispondere ad esso o a una corte Europea? In materia di lavoro dovrò fare riferimento alla mia costituzione o a quella Europea? Quante persone in Italia credi che sappiano cosa sia il trattato di Lisbona? Quanto tempo credi abbia un privato cittadino per occuparsi di tutto ciò? Informarsi è un dovere però ci sono anche altri criteri per scegliere, quali ad esempio la fiducia.Vorrei ricordarti che come magistrato è stato minacciato di morte per cercare di scardinare quel sistema politico affaristico sui quali l’ Italia ha costruito il sistema di debito pubblico (oltre che al Signoraggio)ed ora come politico sta cercando di fare quello che non fanno gli altri, ovvero, manifestare il dissenso esprimendo ,magari in maniera rozza, quello che vede davanti ovvero un delinquente mafioso del quale tu sembri totalmente disinteressato (in quanto credi si possa cambiare cambiando il modo di essere di 50 milioni di italiani) il quale entrando nei poteri forti si può permettere tutto ciò che un comune mortale non può.Aspettando che tu riesca a creare una opposizione forte, trasparente, seria e qualificata aspetterei a sputtanare anche chi,con tutti i limiti del caso, ci sta mettendo la faccia e rischiando del suo.Scommettiamo che ora che Bersani è divenuto segretario del PD Di Pietro sarà sempre più marginalizzato? Se ti fa piacere aiutalo.

  • Sal

    chi è andato con feltri?

  • ventosa

    A Myo’, quando riesco a capire tutto quel che scrivi, mi trovo spesso daccordo con te…

  • ventosa

    Leggo sempre con interesse gli articoli di PB, però sapete chi mi ricorda?
    Mio nonno, quando c’era puzza, era bravissimo a trovare dove l’aveva fatta il gatto. Poi, rivolto a mia nonna, gridava:”Aoh, c’è da anna’ a pulì la mmerda!!”

  • sara4d

    Aspetto una replica di Di Pietro. Non mi piace ascoltare una sola campana e prendere per oro colato solo la dichiarazione dell’uno o dell’altro.
    Mi piacerebbe un dialogo ogni tanto.
    Quello che sicuramente non mi piace di questo articolo è il tono, ma è praticamente quello che non mi piace mai del tono di Barnard ed è purtroppo il motivo per cui tanti non lo stanno neanche a sentire. (Chi è causa del suo mal pianga se stesso).
    Resto in attesa.

  • Galileo

    Bravo cesare52. Bloccagli i piedi a stì Sal….

  • mariosoldati

    Carissimi, penso che possiamo continuare all’infinito a dire che ci stanno rubando letteralmente la vita, ma questo haimè non cambierà nulla…. il popolo si trova in uno stato di catalessi collettiva, vorrei relamente scappare non solo dall’Italia ma dal pianeta terra, infatti…l’ultima di oggi è che la baracca umana ha preso il Nobel per la pace….basta voglio andare su un altro pianeta ……… sono dell’idea che il popolo merita i governanti che si ritrovano…… ultimo esempio la povera terra di calabria lasciata allo sbando con rifiuti tossici disseminati dappertutto, acque, mari, fiumi, terre, sanità sconvolta, strutture fatiscienti, clientelismo, nipotismo, parentismo, ndrangheta, massoneria, corruzzione e il popolo cosa fa …dorme…dorme ……… ha ragione Silvio stanno troppo bene gli italiani. Qualcuno vuol farci credere che dal 2012 ci sarà il risveglio delle coscienze, quindi tutto cambierà! Sono tutte balle per tenere inebetiti i pochi dissidenti mentali dello statu quo, fanno come hanno fatto con i cristiani, …questo sistema malvagio finirà e poi arriverà il regno di dio a sistemare tutto… bhè sono 2000 anni che quei cristiani aspettano, visto che l’attesa è stata lunga ora gli hanno detto che il regno è dentro di loro, per forza perchè non arriverà mai…. quindi non cambierà mai niente!!!!!
    Carissimo Barnard anche i tuoi post come quelli di Di Pietro, De Magistris, antimafie varie è tutto inutile, il popolo, la grande massa è con loro lo è sempre stata, solo pochi amano la giustizia e per ottnerla si dvono comportare come i tanti, diventando del tutto simili a quelli che hanno combattuto….quindi il mondo è stato, è, e sarà sempre UGUALE…

  • IVANOE

    Non c’è bisogno di prove.Non sò tu come percepisci il mondo ed in genere il mondo politco ma forse avrai capito che non ci sono partiti ma comitati di affari a volte anzi spesso trasversali. Se così non fosse e per un’attimo riscissimo ad immaginare il tuo mondo pernso che probabilmente vivremo in un mondo diverso magari pieno di conflittualità e di contrati ma comunque sano e vero.Purtroppo la nostra natura mafiosa che ogni italiano ha dentro di se fa il resto ovviamente nei rispettivi dosaggi.
    Come ti immagini tu il parlamento o un parlamentare ?
    Io sono un ingenuo e penso sempre che i parlamentari siano un pò come i tifosi di calcio appassionati alla loro maglia ai loro colori alle gesta del loro partito… invece la realtà ce l’hanno fatta scoprire i vari bertinotti, d’alema, giordano, veltroni, rutelli ecc. ecc. e cioè di giani bi-fronte dove danno un’immagine pubblica alla di pietro ad esempio e invece privatamente sono ipocriti, cinici e menefreghisti.
    Sò di autisti di alcune personalità politiche di sinistra che hanno raccontato che davanti alla tv questi politici di sinistra difendevano i lavoratori i deboli, poi appena saliti in macchina al telefonino proferifano contro i stessi ceti deboli che li difendevano parole dei tipo : sti straccioni, sti morti di fame e via andando… fino a farsi accompagnare in uno dei ristoranti più prestigiosi di via veneto.
    I parlamentari tutti sono dei mercenari e basta forse all’orgine da giovani prima di diventare famosi sono puri idealisti e magari ci credono pure poi una volta entrati nella stanza dei bottoni quando capiscono che chi comanda sono la grande finanza si adeguano e diventano i vari d’alema, veltroni, bertinotti, rutelli, di pietro ecc. ecc.
    Le querele di cui tu parli se le fanno tra di loro e la propaganda iniziale è fragorosa poi nel silenzio dei loro uffici legali si mettono d’accordo e ritirano le querele ( come sono andate a finire tutte le querele che si sono fatti i vari politci nel corso della storia ? Ai mai sentito di qualcuno che è finito in galera perchè condannato ? A me sembra di no.)
    Le querele fanno parte del gioco così come i teatrini televisi… Io non dico che sono tutti degli amiconi ma tutti i politci sanno che il vero nemico è il popolo, proprio gli straccioni e i morti di fame perchè sanno che non ci sono risorse per tutti e continuano a prenderci per il c….o. Tutto programmato tutto organizzato solo per noi. Per loro invece sicuramente qualche sgambetto se lo fanno ma senza esagerare senza perdere l’equilbrio perchè loro sono i domatori e noi le bestie !!!

  • Bubba

    Irish people: “Yeah!”

  • Galileo

    La paura?

    La paura di rimanere fuori dal “gioco mediatico” (o è meglio chiamarlo circo?). Barnard, anche se dice la cosa giusta, non SA DIRLA, perchè sbaglia la maniera e questo lo rovina giorno dopo giorno. Mi dispiace per lui, ho cercato di dirglielo decine di volte, ma niente.

  • Sal

    me li ha bloccati?

  • Lucadamico83

    Un’articolo patetico per un giornalista bravo ma che sta diventando patetico a sua volta……
    Caro Barnard hai scoperto la’acqua calda…..
    le cose stavano cosi anche nel PCI dei tempi di Berlinguer…..

    Ah dimenticavo, complimenti per l’intervista al Giornale di Feltri….
    “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”.
    E non tirare fuori la menata che ti han cercato loro perchè non conta comunque.

  • Truman

    Quello che dice Hammurabi è sostanzialmente errato. Leggendo la Costituzione è visibile una organizzazione in Principi fondamentali, Diritti e doveri dei cittadini e Ordinamento della Repubblica.

    Esiste notevole giurisprudenza costituzionale che evidenzia come i diritti fondamentali siano inderogabili.
    Quindi i trattati internazionali possono essere considerati accettabili solo se non ledono i diritti fondamentali. Nel caso del Trattato di Lisbona è pensabile l’idea di sollevare eccezione di incostituzionalità e la competenza in tale caso è della Corte Costituzionale italiana. La situazione è esattamente analoga a quella tedesca.

  • Sal

    caro cesare52 i tuoi commenti mi stanno interessando..

    Tu invece… perchè sei anti-Barnard? Perchè racconti sta fesseria del suo cambiamento filofeltriano?

  • Santos-Dumont

    Perché non levi tu le tende e possibilmente ti lavi la bocca col sapone?

  • maristaurru

    Irrealisti per irrealisti, sarebbe meglio tentare un bell’aggregamento trasversale agli schieramenti, di ITALIANI finalmente liberi dalla brodaglia pseudopolitica e capaci di analizzare le proprie convenienze.

    una cosa diversa dalle solite pecore rosse, nere o azzurre che penosamente si sbattono nei cortei “contro” condotte dai soliti ben pagati pifferai, pronti a defilarsi al momento giusto.

    Certo che non ce le vedo le pecorelle italiche nemmeno a prendere in considerazione una simile cosa senza che il solito furbetto non immagini come usarle o venderle. Sono più di 50 anni che ci facciamo tutti a vario titolo prendere per il didietro, ed oora siamo arrivati, e che vuoi fare più? I cervelli son stati lavati, la volontà distrutta insieme alla capacità critica.

    Ma certo fare un partito che fra 4 anni spapereggi in parlamento, mentre i Padroni stanno altrove, mi sembra una presa in giro, e non è pessimismo, è realismo

  • Santos-Dumont

    Anch’io, e anche sulla base di quanto avvenuto pochi giorni fa in Irlanda, condividendo i timori di Barnard sto seriamente pensando di rinunciare alla cittadinanza italiana. Sto per chiedere la naturalizzazione brasiliana, posso tranquillamente rimanere solo con quella.
    Io con un Europa basata su questi presupposti, non ci voglio avere nulla a che fare.

  • 2novembre

    caro Barnard,
    alcune volte ,i tuoi post, sono come orsi inseguiti i da una selva di cani latranti pronti ad azzannarti; comunque,nonostante ciò, hai ragione.

  • maristaurru

    @ Valis

    Leggiti che ne scrive (censurato al massimo) il prof Guarino titolare di in, ordinario di diritto amministrativo all’Università di Roma, un giurista di fama internazionale che ha diffidato dal ratificare il trattato così com’è, perché esso codificherebbe un sistema di “governo di un organo” o “organocrazia”.

    Inoltre il Trattato aumenta sensibilmente i poteri della Commissione Europea.
    Ad esempio, nel caso della procedura di infrazione del Patto di Stabilità, stabilita dall’Art. 104, la Commissione finora aveva solo il potere di notificare l’avvenuta infrazione al Consiglio dei Ministri dell’EU, che poi decideva se avviare la procedura o meno. Nella nuova versione, sono stati introdotti tre piccoli cambiamenti che spostano quei poteri in seno alla Commissione. Non sarebbe saggio approvare il trattato, riproponendosi di cambiare in seguito le sue parti sbagliate, ha osservato il prof. Guarino. Ciò sarebbe di fatto impossibile, dato che occorre l’unanimità. fonte : disinformazione.it

  • dana74

    sono d’accordo Barnard e per chi scrive che ha scoperto l’acqua calda non si direbbe a leggere i giornali di chi si sente unica opposizione…non mi pare di aver letto qualcosa contro il trattato di Lisbona, anzi quando fu accennato alla richiesta di un referendum solo perché lo disse uno della Lega e che facciamo?
    Cogliamo la palla al balzo per proporlo tutti insieme un referendum?
    SIA MAI, la proposta vien da destra e va cassata.
    Si saranno pure inventati che proporre un referendum sul Trattato di Lisbona ovvero chiedere il parere agli italiani era roba da “fascisti”.

    In ogni caso, il referendum sulla Costituzione (quello si rese necessario per introdurre la devolution) del 2006 tanto ostacolato dai difensori della costituzione, dagli stessi che hanno fatto la riforma del titolo V detta Bassanini
    http://www.tecnostruttura.it/portal/alias__tecnostruttura/lang__it/tabID__3420/DesktopDefault.aspx

  • Alexis

    Grande deadbeaf!!! Mi hai tolto le parole di bocca!!!

  • Alexis

    Di Pietro grazie di esitere!!!

  • Santos-Dumont

    Condivido totalmente la preoccupazione di PB, e al limite anche i toni accesi.
    Solo che arrivati a questo punto vorrei capire le implicazioni pratiche del ragionamento.
    Preso atto che:

    • non esiste un’opposizione, né sostanziale né di facciata; se sia frutto di incompetenza o malafede, è questione accademica;
    • l’Italia si trova in una situazione sempre più evidente di dittatura bipartisan, dove i diritti sanciti dalla costituzione vengono sgretolati costantemente;
    • l’opinione del popolo o non vale una cippa, o esiste una gran massa di conniventi silenziosi ai quali aggrada l’andazzo attuale, o entrambe le cose;
    • l’analisi e l’informazione servono sì, ma se non accompagnati da qualche misura ben più radicale fanno venire in mente quell’adagio orientale che suggerisce di dare un ampio pascolo alle vacche, per mantenerle sotto controllo in senso lato;

    La domanda, Barnard, è: cosa fare? Voglio dire, a parte patetici cortei per le strade, girotondi et similia.
    Messe da parte tutte le discussioni ormai sterili, come cittadini siamo ancora vincolati al rispetto delle leggi?
    Se viene tradito il fondamento del patto sociale, non esiste ragione per cui ci si debba sentire obbligati a obbedire alle regole.
    Una volta Franklin scrisse che i veri patrioti sono quelli che più mettono in discussione lo stato e i suoi fondamenti, quindi per (apparente) paradosso quelli che più lo combattono.

  • Xeno

    Beh se lui è furbo molto furbo allora ci ha preso per scemi. (viene da sè)

  • hammurabi

    Appunto esiste una notevole giurisprudenza costituzionale, scritta anche nei vari pronunciamenti della Corte, e riguardante i rapporti fra la Repubblica e i vari organismi internazionali, la quale ha stabilito che la ratifica di certi trattati che limitano di fatto la sovranità italiana non abbisogna di passare attraverso il processo di una revisione costituzionale, in quanto già prevista dall’art. 11.
    Non sto entrando nel merito del Trattato di Lisbona, che conosco poco. Se effettivamente violasse i diritti umani ci sarebbe motivo di eccepirne la costituzionalità. Quello che contesto è l’argomentazione di Barnard in base al quale il trattato è illegittimo perché abolirebbe, tout court, la Costituzione (molto diverso dal dire che in alcuni punti potrebbe essere in contrasto con essa). Ciò è semplicemente falso.

  • valis

    @maristarru Ti ringrazio per la segnalazione, cercherò di procurarmi il libro.

    Intanto leggo che pur non essendo ancora stato ratificato, il trattato già presenta differenze tra i vari stati: http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE5980AN20091009

    Partiamo male.

  • Santos-Dumont

    E se per ventura quello che uscì dalla porta rientrasse dalla finestra, nella fattispecie la pena di morte in caso di sommossa?
    Rientreremmo nel caso delle “limitazioni di sovranità necessarie, etc”?
    Qui stiamo parlando dei fondamentali. Magari aiuterebbe, oltre allo studio delle leggi, anche una conoscenza sommaria di certe conquiste recenti della logica matematica, tipo il teorema di Gödel sull’incompletezza.
    L’incongruenza della situazione sarebbe ancora più evidente.

  • ventosa

    Torno a ripetere il concetto gia espresso altre volte. Barnard fornisce informazioni, analisi (Che spesso condivido), talvolta propone azioni e chiarisce gli obiettivi, ma tra l’analisi e gli obiettivi non c’è mai uno straccio di strategia, un piano attuabile. Secondo me, forse è per questo che molti lo definiscono un piagnone, perchè parla, si incazza e batte i piedi, ma non realizza. Io è un po’ che non resto deluso da PB. Ho semplicemente smesso di aspettarmi da lui cose di cui non è capace.
    E continuo a ringraziarlo per le informazioni che fornisce.
    Saluti.

  • stefanodandrea

    Io credo che quell’aggregazione trasfersale di cui parli debba essere un fronte popolare. Convengo anche sul fatto di superare antiche distinzioni, ormai in gran parte obsolete (restano alcuni paletti naturalmente). Ma questa aggragazione, che chiamerei Fronte Popolare Italiano, che dovrebbe fare? Candidarsi al parlamento entrarvi e tentare di ottenere l’egemonia, ossia il consenso del popolo (tu dici pecorelle e ci sta tutto), magari approfittando di una situazione di grave crisi (che è da sperare, perché rappresenta una occasione). Non vedo altre soluzioni. Salvo la presa della Bastiglia.

  • ventosa

    Dimenticavo.
    Caro Paolo, come mai, con centinaia di personaggi responsabili in prima persona delle situazioni che tu denunci, da destra a sinistra, banchieri e collusi, capitani e teste di legno, stai picchiando duro su persone che, non nascondendo il proprio pensiero e le proprie posizioni, stanno rompendo le uova nel paniere dei soliti noti? Comincio a sentire, dalle tue parti, un odorino di bruciato…
    Saluti.

  • TitusI

    Si, bravo Barnard, ma guarda che quanto scrivi lo sappiamo, un simile articolo, con qui toni, va bene se pubblicato su Libero, Repubblica o “rotoloni” simili, qui quel tono che senso ha?
    Mi viene il dubbio che sia l’unico modo in cui ti sai esprimere, il che potrebbe avere dei preoccupanti risvolti psicologici.
    E’ assurdo quanto io riesca a trovare quanto scrivi sempre giusto, ma la lettura sempre urtante, capisco che quanto scrivi non vuole essere intrattenimento, ma mettiti nei panni di chi non la pensa come te (noi) perche’ semplicemente e’ ignorante (o la sa piu’ lunga di noi) ti sembra una buona strategia comunicativa inserire ad ogni capoverso:

    “Ricordati che sei solo un povero coglione, a differenza di me…” ?

    Boh non so, continua pure come credi, ma almeno la prossima volta fai come fai di norma, “insultaci”, ma dicci qualcosa che non sappiamo.

    Saluti.

  • g10rdan0

    Basterebbe quanto scritto proprio poco sotto il titolo di questo blog, per rispondere alle offese di molti di voi nei confronti delle Randazzo, dei Barnard, dei Massimo Fini e dei tanti altri non conformati a priori all’antiberlusconismo militante, ma non confido in una tale capacità critica delle persone.

    Quindi spiego la mia posizione meglio.
    Certo che se ce la si prende con chi ci invita a riflettere, solo perchè lo fa a scapito di chi, ancora una volta, ci da’ in pasto opinioni già pensate, scritte, firmate e controfirmate, la vedo davvero dura per tutto.

    Prendiamo il Trattato di Lisbona, si può scaricare. Liberamente.
    Leggiamolo e se ne si ha il tempo, confrontiamolo con le leggi a cui si riferisce, soprattutto nei punti focali dello stesso.
    Poi andiamo sul sito della camera e scarichiamoci la legge con cui il parlamento italiano ha ratificato il suddetto; controlliamo da chi è stata votata e confrontiamolo con quanto alcuni di loro vanno dicendo. Prescindendo dal Barnard e da chi come lui ci può stare sui coglioni.

    Poi riprendiamo articoli, editoriali e commenti di quanti ci avevano avvertito (Per il Bene Comune, Paolo Franceschetti, La voce del Ribelle, lo stesso Filippo Facci -rivalutato ad libitum da Santoro, nella sua battaglia contro il potere di Berlusconi, dopo che i suoi collaboratori lo hanno dileggiato ad oltranza quando lo stesso lavorava per Il Giornale) riguardo la figura di Antonio di Pietro, dal sottoscritto votato proprio due elezioni politiche fa e, come fatto su Micromega -altro giornale dell’anti-berlusconismo militante- consideriamo il tradimento della fiducia da parte anche dell’IDV.

    O mettersi in discussione ancora una volta, è troppo perfino per chi, anche bazzicando su CDC, esporta l’arte del dileggio e dell’offesa propria dei siti dell’antiberlusconismo militante nei confronti di chi anche ad esso non si conforma?

    Proprio sicuri di essere tanto diversi da Berlusconi e dai berluscones?!

  • g10rdan0

    Sì dai, prendiamoci a cazzotti virtuali e accusiamoci di avere tanti nick, di fare spam, bim bum bam, cic e ciac e ratatatatat!
    Che mestizia…

  • hammurabi

    La ratifica di trattati internazionali in Italia spetta al Parlamento è non può essere MAI oggetto di consultazione referendaria, al contrario di quanto accade negli altri paesi.

  • RIPLAY

    Annozero è ricominciato, Travaglio scriverà un altro libro, la Guzzanti tornerà sul palco, Grillo organizzerà un’altra passeggiata e la rivoluzione è sempre più vicina….. su, non fate così!!! OTTIMISMO!!!

  • BarnardP

    I fatti sono chiari. Il Trattato di Lisbona è a tutti gli effetti la Costituzione d’Europa, le cui prerogative sono vincolanti su tutte le singole Costituzioni, che saranno oltre tutto assoggettate alle sentenze altrettanto vincolanti della Corte di Giustizia europea. E’ prevista l’entrata in guerra senza possibilità di opposizione reale e l’introduzone della pena di morte in casi particolari. E’ evidente a un liceale che questo inficia del tutto il potere della nostra Costituzione, e quello che è ancora più evidente allo stesso liceale è che l’intero processo costituzionale fraudolento del Trattato, scritto in segreto da una Costituente mai eletta e in segreto ratificato dell’Italia, fa a pezzi già da subito la nostra Costituzione. Di fatto, come ho giustamente scritto, essa è abolita, poiché non più Carta suprema dell’Italia, al cui posto oggi sta il Trattato. Concordo, devi studiare.

  • illupodeicieli

    Come hanno ricordato molti Di Pietro non è l’unico cui bisogna fare le pulci. Mi pare che il suo movimento sia stato sollecitato a fornire spiegazioni, ma non le abbia fornite. Abbiamo tutti o quasi ricordato che sulla questione del Trattato nessuno ha voluto fornire spiegazioni,chiarimenti o delucidazioni. Non so che cosa si possa fare oltre che inviare email al proprio riferimento in parlamento e ai giornali e giornalisti.Potremo in futuro dover usare i sistemi bossiani e dover oliare il kalashinov per staccarci dall’Ue o far valere la nostra costituzione nel nostro paese. C’è anche da dire che l’Idv e Di Pietro in particolare, da alcuni è visto come un referente,come una persona su cui contare, che fa opposizione: a me non mi convince tanto,sarà per la risposta che mi fornì via email sul signoraggio e sul fatto che avesse bannato un utente (che lo rimproverava proprio perchè non rispondeva e non parlava del signoraggio:pare che ci sia un video su youtube dove Di Pietro parla di signoraggio), o perchè non ha mai parlato (per quanto ne so e pur avendogli chiesto solo, dico solo un parere) di Equitalia e di ganasce fiscali (forse le voleva mettere lui e gli hanno rubato l’idea!).

  • hammurabi

    Ecco, per esempio che il Trattato ripristini la pena di morte è una bufala bella e buona.
    Questo potrebbe essere vero al massimo per quei paesi che ancora la prevedono (quelli che non hanno ratificato il protocollo 13, che esplicitamente la vieta anche in tempo di guerra), e questo proprio nel rispetto della sovranità e delle prerogative costituzionali di ogni singolo Stato.
    Ovvero si tratta proprio della dimostrazione che le Costituzioni nazionali non vengono affatto abolite.

    Inoltre, che vuol dire che l’Italia ha ratificato il trattato in segreto?

    E, soprattutto, abbassa la cresta, ciccino.

  • snypex

    EBBENE: facciamo un’astrazione sul proplema che non trovera’ nessuna soluzione.

    Il risultato di aver creato IL REGNO D’EUROPA è la SCHIAVITU’ di massa,

    chi avra’ modo di poter essere economicamente indipendente

    potra’ essere affrancato col tempo, tutti gli altri saranno schiavi per generazioni.

    Potete dire tutto cio’ che vi passa per il cervello, ma la realta’ e’ il liberismo targato BCE e quelli non badano a sconti vogliono tutto cio’ che vedono piu’ il tasso ufficiale di sconto che va pagato sempre e comunque o lavorando o vendendosi.

    Se avete figli avvertiteli per tempo: il lavoro cerebrale rende di piu’ ed e’ piu’ sicuro (ma costa tanti sacrifici), quello fisico costa tanto di meno ma ti rende peggio di una bestia.

    PS. a natale niente tredicesima, perche’ siete tutti cattivi.

  • TOSHIRO

    Il ‘TRATTATO’ E’ UN CRIMINE CONTRO LA LIBERTA’! QUESTO E’ IL FATTO, CHI LO AFFERMA HA CAPITO IL GRAVE PERICOLO CHE CI SOVRASTA ED HA ANCHE CAPITO CHE SIAMO IN PIENA FASE DI ‘RESTAURAZIONE’. STA’ NASCENDO UNA NUOVA ARISTOCRAZIA, PRIVILEGIATA, EREDITARIA E IMPUNIBILE. TUTTO IL RESTO E’ POLVERE CHE CHI FIANCHEGGIA I NUOVI ARISTOCRATICI DEVE SPARGERE AL VENTO PER CERCARE DI CREARE CONFUSIONE. PERCIO’ BARNARD O CHI COME LUI CERCA DI DENUNCIARE QUESTE MANOVRE, DOVRA’ SEMPRE SUBIRE GLI ATTACCHI DEGLI DEI SERVI DEL ‘RE’.

  • massi

    …Non condivido però è bellissima! 🙂

  • BarnardP

    Sono Paolo Barnard, due cose.

    Di Pietro non ha fatto qui una sciocchezzuola, non una svista, o un errore fisiologicamente comprensibile in cotanto eore. Ha firmato un colpo di stato, perché questo è un colpo di stato perpetrato con l’inganno scientemente e dalle conseguenze devastanti per tutti i cittadini. Ora, se un vostro eroe è capace di una simile abberrazione giuridica e dei diritti fondamentali delle persone, come potete affidare a costui una lotta per la giustizia futura in Italia? Se lo fate, e lo state facendo, vi meritate appieno l’appellativo di scellerati, in gergo idioti, che vi affibbio.

    Secondo, preciso per chi mi critica per i toni sprezzanti nei confronti del popolo dei seguaci dei ‘paladini’ Antisistema, che io ho speso dieci anni a cercare di comunicare con costoro e con metodi assai più concilianti. La conclusione è che sono persone ottuse all’inverosimile, fanatiche, del tutto incapaci di pensare un secondo con mente libera, ma soprattutto responsabili di una catastrofe civica che ho lungamente spiegato (es. http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=121). Li disprezzo, esattamente come loro disprezzano i seguaci adoranti di Bossi o Ghedini. Le mie parole sferzanti non li cambieranno mai, ma servono a rendere chiara al rimanente pubblico la drammaticità della catastrofe civica sopraccitata. Barnard

  • operaiomantici

    E’ come se la costituzione contenesse un comando di autodistruzione che ora è stato attivato.

  • castigo

    Nella Dichiarazione riguardante le Spiegazioni della Carta dei Diritti Fondamentali, che secondo l’Art. 49b (51) TUE (“Allegato”) sono parte costituente dei Trattati, dunque sono parimenti vincolanti, sta scritto:
    3. Le disposizioni dell’articolo 2 della Carta corrispondono a quella degli articoli summenzionati della CEDU e del protocollo addizionale e, ai sensi dell’articolo 52, paragrafo 3 della Carta, hanno significato e portata identici.
    Pertanto le definizioni “negative” che figurano nella CEDU devono essere considerate come presenti anche nella Carta:
    a) articolo 2, paragrafo 2 della CEDU:
    “La morte non si considera cagionata in violazione del presente articolo se è il risultato di un ricorso alla forza resosi assolutamente necessario:
    a) Per garantire la difesa di ogni persona contro la violenza illegale;
    b) Per eseguire un arresto regolare o per impedire l’evasione di una persona regolarmente detenuta;
    c) Per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o un’insurrezione”;
    b) articolo 2 del protocollo n. 6 della CEDU:
    “Uno stato può prevedere nella propria legislazione la pena di morte per atti commessi in tempo di guerra o in caso di pericolo imminente di guerra; tale pena sarà applicata solo nei casi previsti da tale legislazione e conformemente alle sue disposizioni …”.

    come vedi basta una leggina piccina picciò…..

    P.S. sommosse o insurrezioni possono essere viste anche in certe dimostrazioni…..

    La carta dei diritti fondamentali diventa un atto giuridicamente vincolante e fonte di diritto superiore alla costituzione visto che è un trattato internazionale.
    L’Inghilterra ha ottenuto l’opzione per non aderire a questa parte del trattato giustificandosi col fatto che sconvolgerebbe il suo ordinamento giuridico basato sul “Common Law”.
    Facciamoci quattro conti…
    L’Inghilterra non aderisce all’Euro, non aderisce alla carta dei diritti fondamentali…
    Pure casualità…. o forse no?

  • ranxerox

    Magari qualcuno ha già esposto(non ho letto tutti i commenti) ma vorrei esprimere il mio parere. Quando m’informo mi concentro sull’articolo e non su chi lo scrive(esclusi i paradossi tipo Guzzanti).Mi sono quasi sempre sentito in sintonia con i tuoi. Ora mi riesce purtroppo più difficile, sono rimasto colpito dall’intervista. Queste sono perle ai porci, quei Porci! Io non sono nessuno ma mi permetto di dirti che non l’avrei fatta, al tuo posto. Sarà la mia avversione verso un certo tipo di mondo, ma il passaggio sul (non al) Giornale lo sento alla stregua di una “chiamata di correo”. Mi spiace Lopez

  • Tao

    PRECISO SU DI PIETRO E I MIEI TONI

    DI PAOLO BARNARD
    paolobarnard.info

    Di Pietro non ha fatto qui una sciocchezzuola, non una svista, o un errore fisiologicamente comprensibile in cotanto eroe. Ha firmato un colpo di stato, perché il Trattato di Lisbona è un colpo di stato perpetrato con l’inganno scientemente e dalle conseguenze potenzialmente devastanti per tutti i cittadini. Ora, se un vostro eroe è capace di una simile aberrazione giuridica e dei diritti fondamentali delle persone, come potete affidare a costui una lotta per la giustizia futura in Italia? Se lo fate, e lo state facendo, vi meritate appieno l’appellativo di scellerati, in gergo idioti, che vi affibbio.

    Secondo, preciso per chi mi critica per i toni sprezzanti nei confronti del popolo dei seguaci dei ‘paladini’ Antisistema, che io ho speso dieci anni a cercare di comunicare con costoro e con metodi assai più concilianti. La conclusione è che sono persone ottuse all’inverosimile, fanatiche, del tutto incapaci di pensare un secondo con mente libera, ma soprattutto responsabili di una catastrofe civica che ho lungamente spiegato (es. http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=121). Li disprezzo, esattamente come loro disprezzano i seguaci adoranti di Bossi o Ghedini. Le mie parole sferzanti non li cambieranno mai, ma servono a rendere chiara al rimanente pubblico la drammaticità della catastrofe civica sopraccitata.

    Paolo Barnard
    Fonte: http://www.paolobarnard.info
    Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=149
    9.10.2009

  • hammurabi

    Appunto:

    “Uno stato può prevedere nella propria legislazione la pena di morte per atti commessi in tempo di guerra o in caso di pericolo imminente di guerra; tale pena sarà applicata solo nei casi previsti da tale legislazione e conformemente alle sue disposizioni …”.

    L’Italia non lo prevede. Punto. Hai copiaincollato un passaggio che smentisce l’interpretazione di Barnard. Almeno leggere…

    L’altro passaggio è una ovvietà: non si considera violazione della disposizione la morte cagionata dal necessario ricorso alla forza in circostanze speciali (legittima difesa, ecc.). Sono cose che già esistono nel presente ordinamento, oppure credi che i poliziotti portino le armi per decorazione?

  • castigo

    vedo che anche tu con il copia-incolla selettivo te la cavi alla grande.

    così ti ripropongo il paragrafo sul quale avresti dovuto riflettere meglio:

    a) articolo 2, paragrafo 2 della CEDU:
    La morte non si considera cagionata in violazione del presente articolo se è il risultato di un ricorso alla forza resosi assolutamente necessario:
    a) Per garantire la difesa di ogni persona contro la violenza illegale;
    b) Per eseguire un arresto regolare o per impedire l’evasione di una persona regolarmente detenuta;
    c) Per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o un’insurrezione“;

    in tutti gli ordinamenti è previsto l’uso delle armi da parte della polizia in determinate circostanze, in modo conforme alla legge.
    a casa mia 1+1=2…..

    in più aggiungo il link [www.luogocomune.net] all’articolo originale.
    buona lettura

  • hammurabi

    Lo dici tu. È previsto in tutti gli ordinamenti, da sempre. Prova a raccogliere due amichetti e a dare l’assalto al Quirinale, poi mi racconti. Anzi, no.

  • hammurabi

    Il diritto comunitario è una scienza, Barni, e tu non ne sai niente, il che non sarebbe grave, se non ti arrogassi il diritto di giudicare gli altri dal baso della tua ignoranza.
    Del resto, ci dev’essere un motivo se scrivi per CDC mentre Travaglio, che parla solo di cose che conosce, lavora in Rai e viene pagato piuttosto bene. Frustrante, abbastanza per non accettare la realtà e dare dei venduti a tutti quelli che sono semplicemente più bravi e più in gamba.

  • NerOscuro

    @Cesare52
    C’era un altro che in continuazione gridava “Al fake! Al fake!” e postava sempre come se dovesse difendere ogni centimetro delle sue idee e odiava Barnard, ma tanto tanto. Davvero un brutto personaggio di cui non sentiamo la mancanza. Ecco, io eviterei di assomigliargli anche solo un po’.

  • nettuno

    permettimi una obiezione Paolo Barnard. E se lo avesero minacciato di morte ? Ora Di Pietro serve anche se ha fatto il peccato originale.
    Per far tramontare il trettato di lisbona saranno i cittadini europei che quando scopriranno l’inganno si ribelleranno. ci sarenno morti e spari come in tutte le rivoluzioni. Ho le rivolta sarò soffoicata nel sangue o ci trasineranno in un conflitto, poco cambia.
    Il futuro e nero – Non consiglio di vaccinarvi , perche hanno gia pensato di farvi ammalare o crepare.

    Saluti dal NWO center

  • myone

    …preciso su di pietro i miei toni.

    PB non puo’ non essere preso per serio, nonostante sembri arrogante, acido e prevaricante.

    Se il trattato di lisbona, preclude una deviazione della democrazia di un continente,
    e una legale gia’ approvata devianza su un organo ristretto e autoritario sull’ intera europa,

    persone di questo stampo, come puo’ essere depetr, e a scalare in su e in giu’ di tutto il parlamento e senato italiano,
    cosi deviati e sclerati in merito alla consapevolezza e alla realta’ della vita vera,

    figuriamoci cosa si stia gia’ prospettando, nelle menti di persone, che un giorno a venire,
    avendosi gia’ espresse in articoli del T di L , cosi folli, che follie potranno partorire.

    Tanto per mettervi sull’ avviso, all’ acqua di rose, oggi stesso un nobel viene assegnato ad un certo OBAMA.

    Quando il maestro che beve fuma scurengia e bacchetta, volendo fare morale,
    si ritrova con allievi che diventano terroristi.
    [non so voi, ma dovreste saperlo bene, quanto ci mettono ragazzi e ragazzini,
    davanti a osservazioni, rovesciare i discorsi e ritorcerti dietro un giudicato che sa di :
    guardati te nel mentre, che a me ci penso io, e faccio come cazzo voglio.
    [ qui, se non interviene un’ autorita’ di qualcosa che e’ tutto, la cosa stessa va per le vie forti.]

    E cosi, un sistema, dove nemmeno gli uomini sanno su cosa sia fondato e cosa provoca,
    a forza di dire e fare, ha creato un giudizio e una risoluzione dei modi,
    mettendo ora come non mai, le parti, (se ci sono), di un mondo estremista,
    (e non si sa’ piu’ da che parte sia), davanti a un mondo giustizialista.
    IL fatto e’ che, ci sono dei cattivi illlegali, e dei cattivi-buoni, legali-illegali.
    Il fine, e’ sempre l’ instabilita’, la frode, i doppi e occulti fini, e le guerre e le morti legali e illegali.
    Il terrorismo da una parte, la giustizia dall’ altra, legati tutti, a interessi strategici egemonici e di interessi vari.

    Il nobel, assegnato a un figlio d’ america, e se non lo e’, e’ sempre un vergine che sale sul cavallo USA,
    valorizzandolo come fautore della pace, del dialogo oltre i muri,
    del totale riassetto della legalita’ e della pace, fra islam e usa-ebreo-occidente,
    nella soluzione della questione palestinese, dell’ estinzione degli arsenali atomici,
    della giustizia mondiale, non so’ fino a che punto tenendo in considerazione i veri poveri e bisognosi,

    ha oggi in mano un bastone piu’ autoritario di prima, IN NOME DELLA PACE.
    Ora, se prima la pace la facevano a suon di guerre, ora la pace viene data in mano a chi,
    ha il bastone di prima, quello militare, per fare pace, e oggi di bastoni ne ha due in mano,
    quello della guerra per la pace, e quello della pace con la guerra.
    La cosa non cambia, ma ha un aspetto nuovo;
    questa e’ la via della pace e del modo, altrimenti, una sentenza e’ determinata a chi non sottosta’ a determinate normative, o accordi, o risoluzioni.

    Inutile dire che, l’ europa, con lisbona, e’ un unico governo, che si assimila a quello usa.
    Il potere totale, e’ grande oggi. USa+Europa. La maggioranza mondiale democratica del primo mondo, ha raggiunto il cuorum.

    Da oggi, decisioni varie, o vengono fatte nella legalita’ che non crea conflitto,
    o il conflitto determinato e risolutivo, e’ certo.

    Che sia un bene o che sia un male, non lo so, so solo che e’ a come siamo come razza umana distorta,
    il male e’ garantito, nel nome del bene. Sia ai conti…. finali, di passo in passo.

    E ritornando al discoso di prima, nella globalita’ della demenza, l’ italia non e’ piu’ italia,
    come gli italiani non sono piu’ italiani. Inutile andare in cerca di berluschi o franceschini,
    depetrini o che. I giochi non hanno piu’ regole, ma ne hanno una sola, in attesa di maggior spazio, di maggior pulizia, di maggior igiene mentale,
    che si attua nel caos dei problemi mondiali, dove, ilguardare al peggio, fa scordare le elementari basi che non si riesce piu’ a riconoscere.

    Quando saranno stufi del caos, delle distruzioni, delle destabilizzazioni,
    delle prove delle miserie che si affronteranno, allora ci si ricordera’ ceh forse,
    a guardarsi in casa propia e nel propio paese, era una promessa, un tempo sognato,
    ma che ci si e’ passati sopra con i piedi di piombo, le scarpe infangate, e le menti bacate.

    Barnard, nella sua follia, non fa altro che mostrare quella vera, di fondo,
    che ha nome popolo, e cognome politici.

    Una vita a rincorrere moschini, leggislazionarli, mentre la botte va’ in feccia, e il vijo e’ diventato poltiglia marcia.

    Sapete una cosa? Non sembra vero. Sembra follia dire e pensare cosi.
    Ma gli eventi e le situazioni e condizioni dove ci siamo seduti sopra,
    quando crakkeranno, demoliranno l’ impensabile.
    Uno dei grossi peccati, e’ non essersi astenuti, nel dire si al si e no al no,
    usando il senso del giusto nel profondo dell’ essere, anziche’ filosofarlo idiotamente,
    creando follie ideologiche, che alla fine, hanno materializzato, fantasmi che ancora hanno da materializzarsi,
    ma che sono cosi fondati nell’ etere, da non poterli nemmeno piu’ esorcizzare.

    E l’ incubo continua, e non si e’ ancor amanifestato nel tutto che lo si e’ concepito.

  • cesare52

    @g10rdano. Debbo rilevare che anche lei, digitando infoutente interviene solo ed unicamente nei post proBarnard. Tutto lecito, naturalmente, ma è altrettanto lecito che io argomenti che abbiamo bisogno di discutere e non di claque organizzate e di truppe camellate paracadutate in CDC solo per gridare evviva. Lei avrà notato che solo dopo qualche sforzo il sig.sal è passwato da “merda” a qualche argomento come dire “io sono per Barnard perchè mi fa capire…” cosa e perchè ancora non si sa ma siamo ottimisti prima o poi forse avremo anhe qualche idea sua. Nazturalmente converrà con me che è triste e deswolante confrontarsi con qualcuno che o insulta o dice evviva. Di questo mi dolgo e, midispiace, ma rimango della mia opinione sul tifo organizzato, viste le modalità e soprattutto la mancanza, anche da parte sua, di una qualche idea anche usata.

  • sheridan

    Io credo che dovrebbero preoccuparsi molto di piu’ i francesi o i tedeschi. Cosa vuoi, per come siamo conciati credo che se fossimo invasi dalla svizzera, dalla francia o dalla germania avremmo tutto da guadagnare. In Italia non si e’ mai riusciti a risolvere nessun problema: mafia, camorra, corruzione, tangenti, cotangenti, nepotismo etc.. e dovremmo essere noi a preoccuparci e a rifiutare la costituzione europea? Ma nemmeno per sogno! Ben vengano Galli, Unni e Lanzichenecchi, peggio di come siamo messi non ci puo’ capitare! La tesi poi che deve essere sempre Di Pietro a occuparsi di queste cose e’ semplicemente ridicola, non riusciamo a liberarci di un tirannuncolo indigeno figuriamoci se possiamo avere voce in capitolo sulle faccende europee. Del resto se saremmo l’unico paese a restane fuori sarebbe anche peggio, sarebbe un po come restare fuori dell’euro, non credo che sarebbe stato un ottimo affare. Caro Barnard, meglio porsi obiettivi anche minimi ma raggiungibili, non saremo certo noi itagliani a modificare le sorti dell’universo, con mezza nazione in mano alla criminalita’ organizzata ci dovremmo preoccupare del trattato di Lisbona??? Ma che lo facciano pure, magari sara’ la volta buona che avremo qualche ricaduta positiva.

  • giovanni

    Concordo con l’analisi di Barnard.
    Le argomentazioni di Travaglio e Di pietro sul lodo alfano o sul conflitto di interessi di Berlusconi sono condivisibili.
    Ma il punto sollevato in questo e in altri articoli è un altro: non è più tollerabile la loro continua adulazione acritica nei confronti di Stati Uniti, Gran Bretagna… o più in generale dei veri poteri che ci cambiano la vita.
    Questi personaggi tacciono sistematicamente su conflitti di interessi al cui confronto quello berlusconiano è purtroppo cosa ridicola.
    Nelle sue “letterine”, Travaglio ci descrive ogni volta “queste democrazie serie in cui le bugie hanno le gambe corte”… ma cerchiamo di essere seri noi: il criminale di guerra Bush ha governato 8 anni con zero accountability e una amministrazione che rappresentava il più grande conflitto di interessi della storia o c’è bisogno di citare i nomi
    di Cheney-Halliburton, Rumsfeld (che possiede tramite la Gilead, il brevetto sul Tamiflu, farmaco “anti-suina”) o Condoleeza Rice-Chevron???
    Il falsario Blair è in ottima forma (non i giornalisti della BBC che sbugiardarono il dossier sulle fantomatiche armi) ed è in lizza come presidente UE. Dubito che ci si possa dimenticare il tono lacrimevole con cui ammoniva gli inglesi che: “Saddam potrebbe distruggerci lanciando armi chimiche in 45 minuti”.
    In confronto a tali tragedie passate e presenti concentrarsi sulle escort di Berlusconi con le 10 domande di repubblica annesse è tragicomico, oppure sospetto.
    Su temi quali il trattato di Lisbona o la costruzione definitiva di un mondo dominato da aziende che ci vendono scarpe da 170 euro pagate 90 cents al lavoratore (dati e tabelle precise sulla divisione del mondo
    in paesi-fabbrica e paesi-consumo sono rintracciabili nel classico “la globalizzazione della povertà”)
    o su quello che ci aspetta in seguito alla precarizzazione del nostro
    lavoro e alla terzomondizzazione della nostra società… Santoro, Di Pietro e co. tacciono.
    Il punto di vista che Travaglio (la cui negazione del dramma palestinese è ben nota) e Di Pietro (che ricordo essere a favore della guerra di aggressione in Afghanistan) propongono, occupando l’attenzione dell’opinione pubblica più sana, rischia di essere lacunoso e fuorviante:
    tende spesso ad esaltare la “civiltà” proprio di coloro su cui al contrario dovremmo concentrarci in modo critico.
    Un abbraccio a tutti.

  • cesare52

    Per bloccare qualcosa o qualcuno bisogna che ci sia. Che abbia perlomeno una sola idea, anche usata, per esempio. Noto con piacere che il mio post l’ha costretta ad impegnarsi a dir qualcosa di diverso di evviva, come invece è successo nei suoi tre precedenti. Bene, ma a mio parere malgrado lo sforzo non ci siamo ancora, non c’è un qualche argomento che offre alla discussione collettiva. Lei dice che ha conosciuto CDC perchè ha seguito Barnard che le ha fatto capire e quindi Barnard ha ragione. Bene, sono troppo curioso se le chiedo cosa le ha fatto capire e su che cosa ha ragione Barnard? E’ capace di argomentare qualcosa? Sa di cosa stiamo parlando? Sono troppo malizioso se ritengo una caterva di interventi a favore di Barnard concepiti così “Ha ragione perchè si” senza un argomentare ma solo evviva quindi, una claque organizzata?. Poi uno digita infoutente e si accorge che questi utenti, tutti eguali nel dire “Barnard ha ragione perchè si”, intervengono solo nei post di Barnard, tutti nella stessa maniera quasi con le stesse parole, magari con appena una riga scritta e guardando i loro post prcedenti sono la fotocopia dell’ultimo. Io questo lo chiamo : lo sbarco delle truppe cammellate. Mi piace il confronto con chi ha altre idee da cui si impara, ma ne io ne molti nel sito abbiamo scritto “giocondo” in fronte e le assicuro che non andiamo in giro con la sveglia al collo. impari a conoscerci ed a rispettarci e magari dica qualcosa. Di suo

  • cesare52

    @Santos-dumont. Lei non ha neanche letto l’intestazione del sito. Qua non si tratta di “levare le tende” come gentilmente lei mi invita, il problema è ragionare. Anche lei mi pare, non si offenda ma è il mio pensiero, arruolato nelle truppe cammellate. E guardando i suoi post precedenti rilevo che lei interviene solo proBarnard con nessuna argomentazione. C’ha ragione Barnard e basta” ma su cosa ha ragione? Perchè mi dovrei lavare la bocca con il sapone quando rilevo che Barnard è visibilmente in preda ad una voglia di vendetta che lo ha fatto sbarcare, lui il vero oppositore al sistema, l’unico che tutti gi altri sono impostori, sul Giornale e su Libero, e dopo il caso Boffo ci vuole tanto pelo sullo stomaco. Sono maldicente quando dico che Di Pietro ha il 5% e non ha il monopolio dell’informazione ma Barnrd attacca solo lui non Berlusconi? Che l’attacco a Di Pietro, per sputtanarlo non per criticarlo, viene dpo quello a Travaglio, Grillo, Santoro, Gabbianelli e non si dice niente per esempio di Dell’Utri condannato in primo grado per Mafia, amcio fraterno di Berlusconi. Insomma la finisco qui, ma ho provato ad illustrarle di quante cose si potrebbe parlare e lei potrebbe parlare, visto che lor signori hannoin mano le nostre vite. Anche la sua. Di tutto questo che c’azzecca il suo post ed il suo tifo? IO, fo per dire, se fossi in Barnard le leveri il gettone presenza. Guarda un pò

  • BarnardP

    Sbalorditivo come ci si possa arrampicare per negare l’evidenza. La pena di morte torna e essere prevista in un continente dove è stata interamente abolita, e non solo, viene di fatto depenalizzato l’omicidio colposo e volontario in caso di repressione di una manifestazione di cittadini (un caso Giuliani potrebbe non arrivare mai più a processo). Queste disposizioni violano lo spirito e la lettera della Costituzione italiana, ma l’Italia ha ratificato quelle disposizioni, dunque di fatto cassando la Costituzione. Concordo con Castigo, 1+1=2, ma non per chi tiene più a sputtanare me che all’analisi dei fatti.

  • BarnardP

    Vero, conciso, utile. Grazie, Barnard

  • cesare52

    @Maristaurru. Scusami gentile contradditrice, tu sai quanta stima ti porto. Ma tu sostieni davvero che Di Pietro, Travaglio, Grillo, la Gabbianelli fanno I GIOCHI CHE CONTANO ed invece Berlusconi e Feltri invece sono marginali? Oggi la lotta che conta è contro la Guzzanti definita con innegabile stile “una delle troie di sinistra”? E’ questa la priorità per farci aprire gli occhi o questa è la priorità di qualcuno che magari ha i sacrosanti sassolini nella scarpa da levarsi? Che c’entra questo con la costruzione di una opposizione che si vuole meno trombona? Non ti dice niente che il giorno di una grande manifestazione contro Berlusconi e il suo innegabile monopolio dei media, il nostro eroe è stato ospitato sul Giornale e Libero con un articolo insultante l’opposizione, l’unica esistente piaccia o no, in piazza? Bel Pietro e Feltri hanno colto al volo l’occasione ed invece diella manifestazione di qualche centinaia di migliaia di persone hanno dato più spazio ad un articolo livoroso ed insultante. Ritieni soprattutto dopo il Caso Boffo, ma non solo, si veda la diuturna fatica di questi giornali contro i migranti, i poveracci etc, Feltri e Bel Pietro campioni dellalibertà di stmpa? Sui giornali del padrone delle ferriere, Cav Berlusconi? E perchè qesti hanno dato tanto spazio a Barnard? Sono tante domande, se in grdo di rispondere decentemente ad almeno una? Io i Barnard li conosco da sempre. Ed il tempo è galantuomo come dissi a Capezzone in faccia, era venuto in una riunione ad insegnarci come si fa la vera opposizione. Gli argomenti non gli mancavano visto il ceto politico di sinistra che ci troviamo. Lui paraonò per l’ennesima volta Berlusconi a Don Lurio. Brvo, fantasioso, divertente ed efficace. Ora fa il portavoce di Berlusconi.

  • BarnardP

    Leggete le ultime tre righe del commento di hammurabi, e fatevi un’idea di chi è. B.

  • BarnardP

    Trovi una sintesi su cosa va fatto nella seconda parte di questo articolo http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=61. Ciao B.

  • cesare52

    @g10rdanO. Mi consenta un piccolo vezzo, l’ho finalmente costretta a passare dai suoni onomaatopetici, un pò futuristi a qualche argomento e ragionamento. Bene. Ma una volta scaricata la mole di materiale che lei consiglia, doverosa ed interessante, io preparo la legna sul cammino, preparo le salsicce, lei metta pure la carta sotto i legnetti e facciamo una salsicciata. Sono un pò crudo? forse ma lei ha fatto la lista della spesa. Io, gliene faccio grazia, potrei aggiungere tant altri problemi, daccordo meno populisti ma forse più pratici: due o tre generazioni condannate al precariato a vita, i carceri italiani costruiti per 46 persone che stanno arrivando al 60 mila. Ed allora? Tutto ciò si può risolvere od affrantare senza un movimento nel Paese? Una opposizione da costruire, ricollegando le differenze tra gli spezzoni che sono diventate autocannibalesche ed impediscono anche che si parli tra loro e si ritrovi un minimo comune denominatore. Questi post secondo lei, insultando i vari Santoro, Grillo, Gabbbianelii, Di Pietro vanno in questa doverosa direzione o contribuiscono ad allargare le differenze? Non è proprio questo modo di ragionare che semina insulti e provoca rancori che contribuisce a rafforzare le divisioni ed in ultima analisi riesce solo a rafforzare chi si dileggia? Non ritiene che all’attuale stato di un movimento rinnovatore che riavvicini il popolo alla politica con la democrazia dal basso, tutto serva meno che mai una polemica che divide invece di unire? Insomma abbiamo davvero bisogno per cambiare la nostra vita di generali senza esercito che devono regolare i loro conti?

  • Gabbiano

    @ Gianni Ferrara. I gestori del sito sono 2 avvocati, 2 laureati in diritto, 1 laureanda, una specie di commercialista ateo e un disegnatore e l’unico articolo che accenna ad alcuni argomenti del trattato di Lisbona è stato ricopiato dal Manifesto,”L’Ue non è una democrazia legittimata di Gianni Ferrara fonte: il Manifesto”- L’altro di cui parla neanche l’ombra(metta i link) era questo quello che intendevo dirle.

    Lei critica Barnard ma con tanti avvocati associati non avete neanche letto il trattato di Lisbona (troppo faticoso vero?) per poterne discutere con i vostri lettori.Io direi invece che Barnard, più che piangere se fatto il mazzo per aprirci gli occhi.

  • cesare52

    @marco76. Risponderti è facile. Basta sottolineare: “…attaccare il Premier e basta…” che viltà attaccare l’uomo più potente d’Italia, Presidente del Consiglio che possiede Mediaset e controlla le reti pubbliche!. E quali sonole nefandezze peggiori? corrompere i giudici o scrivere un libro come fa Travaglio? Io al contrariodi te mi auguro che venga condannato come corruttore come è stato condannato l’avvocato che è risultato essere da lui corrotto MILLS. La legge deve esser uguale per tutti.

  • cesare52

    @neroOscuro. Proprio a me lo dici? Eppoi io porto degli argomenti che se hai la bontà di l eggere non sono proprio peregrini. Non insulto nessuno (oddio l’ho detto, non volevo!) non sono neanche contro Barnard, sono controi furbetti, quelli che quando l’opposizione va in piazza contro il monopolio pubbblico e privato del Presidente del Consiglio, scrivono contro l’opposizione. Ed ottengono spazio sul Giornale e sul Libero, proprio in quel giorno e proprio sui giornali del Pres. del Consiglio. A me questo dice qualcosa, ed a te?

  • Santos-Dumont

    @Santos-dumont. Lei non ha neanche letto l’intestazione del sito.

    Invece l’ho letta benissimo, anzi, apparentemente al contrario di Lei le ho lette entrambe. E’ un sito che lotta contro i “mulini a vento” ed esorta ad armarsi con l’informazione… La prima non mi piace molto essendo un’ammissione di debolezza a priori, la seconda invece l’apprezzo a patto che arrivi l’ora di spararle sul serio, quelle munizioni di cui ci staremmo armando.

    Qua non si tratta di “levare le tende” come gentilmente lei mi invita, il problema è ragionare. Anche lei mi pare, non si offenda ma è il mio pensiero, arruolato nelle truppe cammellate. E guardando i suoi post precedenti rilevo che lei interviene solo proBarnard con nessuna argomentazione. C’ha ragione Barnard e basta” ma su cosa ha ragione?

    Le faccio gentilmente notare che non ho risposto a un Suo messaggio bensì a un tal “deadbeef”. Quindi, o ha errato nel loggarsi (capita…), oppure al contrario di me, che se devo obiettare a Barnard lo faccio senza problemi (come nel caso delle Twin Towers, rispetto al quale mi trovo agli antipodi) sente un irrefrenabile impulso interiore a ergersi a paladino della causa antibarnardista.
    Giusto per darle una risposta in sintesi: PB ha totalmente ragione nel contestare l’ignoranza o la malafede di IDV nello schierarsi unitamente ai bipartisan nella supina accetazione del Trattato di Lisbona. Opposizione con la museruola, fai la voce grossa e obbedisce alla voce del padrone.

    Perchè mi dovrei lavare la bocca con il sapone quando rilevo che Barnard è visibilmente in preda ad una voglia di vendetta che lo ha fatto sbarcare, lui il vero oppositore al sistema, l’unico che tutti gi altri sono impostori, sul Giornale e su Libero, e dopo il caso Boffo ci vuole tanto pelo sullo stomaco.

    Ha presente quell’adagio inglese che invita a non gettare il bambino con l’acqua sporca?
    PB avrebbe dovuto evitare la pubblicazione di quell’intervista su Libero. Per dirla tutta, sono anche più radicale di Lei, poiché ritengo tutta l’informazione mainstream totalmente asservita, corrotta e irrecuperabile, tant’è che sia per il fatto di vivere all’estero, sia per scelta personale uso esclusivamente internet e fonti indipendenti per documentarmi.
    Immagino che l’intento di PB sia stato provocatorio: il peggior nemico lo pubblica mentre gli “amici” lo martirizzano. Sono quindi propenso a concedergli il beneficio del dubbio; altri evidentemente lo sono molto meno. Orfani rancorosi di paladino che si staccano l’indice a morsi?

    Sono maldicente quando dico che Di Pietro ha il 5% e non ha il monopolio dell’informazione ma Barnard attacca solo lui non Berlusconi? Che l’attacco a Di Pietro, per sputtanarlo non per criticarlo, viene dpo quello a Travaglio, Grillo, Santoro, Gabbianelli e non si dice niente per esempio di Dell’Utri condannato in primo grado per Mafia, amcio fraterno di Berlusconi. Insomma la finisco qui, ma ho provato ad illustrarle di quante cose si potrebbe parlare e lei potrebbe parlare, visto che lor signori hannoin mano le nostre vite. Anche la sua. Di tutto questo che c’azzecca il suo post ed il suo tifo?

    Un’opposizione fittizia che esaurisce le cartucce sparando a salve fa parte di un gioco più ampio al quale personalmente non intendo partecipare. Altro che tifo. Non mi interessa affatto in questa sede analizzare una singola scelta di PB, quanto piuttosto la sua costanza generale nel sostenere certe posizioni. Oltretutto, come fa a dire che PB non attacca Berlusconi? Questo l’ha letto: Il complotto degli idioti [www.paolobarnard.info] ?.
    Purtroppo quando bisogna realmente attaccare o tessere il panegirico per partito preso, come si suol dire qui in Brasile, conviene fare vista grossa, alias mettersi le fette di prosciutto sugli occhi.

    E aggiungerei che se si rimprovera, forse a ragione, una certa supponenza di PB nell’affermare le proprie idee non si può poi, per quel minimo di coerenza sindacale richiesto a chiunque, ricorrere al turpiloquio per invitarlo a smammare.

    IO, fo per dire, se fossi in Barnard le leveri il gettone presenza. Guarda un pò

    Perché , cosa la fa illudere che abbia bisogno del gettone presenza di chicchessia o del suo permesso per scrivere? LOL

    Saluti.

  • cesare52

    Io condivido e quoto. Ne voglio dire anche io una, per alleggerire. Una signora dopla maternità va in visita con il nuovo bebè e Pierino fratellino maggiore. Parlano di moda di arte e di profumi. Pierino tenta più volte di intervenire ma vine zittito dalla madre. Che continua a parlae di profumi. Alfine l’amica imponendosi fa parlare Pierino che non ha smesso il tentativo di parlare. La mamma finendo di parlare dei profumi originali francesi ce gli altri non originali la fanno addirittura star male dice “Pierino ma insomma che hai di tanto urgente da dire?” E Pierino : “Mamma il pupo caca!” Della serie : ma che t’atteggi se…

  • Gabbiano

    Così anzichè avere solo la ” mafia ” locale saremo comandati anche dalla mafia internazionale che comunque gia lavora in stretta collaborazione con quella locale per destabilizzare lo stato.
    Bravo! Bella riflessione …..

  • Santos-Dumont

    Già conoscevo l’articolo, grazie comunque per la segnalazione. Il problema è su quali basi creare quella grande coalizione di attivisti. La narrativa di anticipazione a volte è sorprendente nel proporre scenari e soluzioni:

    Voyage from Yesteryear [en.wikipedia.org]

    I mercanti dello spazio [tinyurl.com]

    Il lato pessimistico delle due ipotesi/proposte è che apparentemte serve un altro pianeta per ricominciare da capo: speriamo di no.

    Ciao

  • cesare52

    @Santos-Dumont. Lei ha scritto tanto riuscendo a non rispondere a nessun questione che le avevo posto. Esilarante un suo commento ” Una opposizione fittizia che esaurisce le cartucce sparando a salve fa parte di un gioco più ampio al quale personalmente non intendo partecipare…non mi interessa…una singola scelta…” Esilarante. L’opposizione tutta, gente che si parlava a stento, divisa è dire poco, trova finalmente l’occasione, più spinta dalla base che convinta, di scendere in piazza, unita finalmente su una cosa, contro il monopolio della informazione del Pres. del Consiglio, proprietario di Mediaset e controllore della Rai. E qualcuno che fa? scrive contro l’opposizione, lasciamo perdere lo stile “le troie di sinistra etc etc”, e quello che scrive questo sciagurato va dritto dritto sul Giornale e su Libero, proprio il giorno della manifestazione ed indovini di chi sono proprietà questi giornali appena reduci del caso Boffo e comunque molto rodati nel distinguersi in campagne contro il diverso, i zingari, i rumeni, li migranti, la povera gente? Per lei tutto questo non è degno di nota, non le interessa, non ci spreca nemmeno una parola. Siamo diversi, per me invece lo schierarsi con il Governo o con l’opposizione pr quanto inadeguata e scurrreggiona, il da che parte stai è invece il punto decisivo. Lei fa tanti discorsi, anche molto interessanti ma…su dove ci si schiera, materialmente non con le chiacchiere, lei su qeusto sorvola. Sta in Brasile, c’è la salsa, la bossanova etc. Io la invidio molto ma…npon ho il suo pelo sullo stomco. E comunque lei non mi ha risposto a niente di quello che argomentavo

  • Santos-Dumont

    Direi che la vera domanda da porsi è se quelle apparenti opposizioni non siano in realtà dei parafulmini per scaricare a terra l’energia.
    Affermi che PB, da solo, non può fare nulla e hai pienamente ragione. Fa il suo lavoro di giornalista, prova a proporre un fine, ma i mezzi per ottenerlo, quelli sono veramente difficili da individuare in funzione del contesto sociale/politico/economico/etc…. Occorre un attivismo meno velleitario ma anche una risposta di massa sufficiente, altrimenti non se ne fa nulla. Io la mia risposta, differente da quella di Barnard, studio da qualche tempo il sistema per metterla in pratica (personalmente e quindi su piccolissima scala) nel mondo dell’educazione. In questo senso, l'”ideologia” di emancipazione del popolo sfruttato, attualmente vigente nel mondo dell’educazione pubblica brasiliana (vivo, studio e lavoro in Brasile), o perlomeno nell’orientamento pedagico più diffuso, potrebbe, scrivo solo potrebbe, aiutare; anche se non mi faccio grandi illusioni.

  • Santos-Dumont

    Sarò laconico, come tanto dispiace a cesare52 😉 , ma sottoscrivo in toto.

  • Santos-Dumont

    Scusa tanto, capisco male io o stai insinuando che in confronto alla RAI e ai suoi lauti stipendi CDC è pressoché una ciofeca? ROTFL

  • Gabbiano

    HAI DETTO BENISSIMO PIU’ BRAVI A SVENDERE L’ITALIA A QUEI PORCI USIONISTI.

  • danx

    Concordo pienamente con Barnard, nei contenuti e nella forma!
    Altrettanto con Giovanni.
    Da anni assisto a eventi in Italia al limite dell’inverosimile. Vere e proprie offese all’intelligenza umana. Non ci si accorge che il nemico del nostro nemico non è nostro amico, ma è peggio del nemico stesso. E allora via alla danza dell’ipocrisia. Siamo finiti a credere e divinizzare ogni parola di un quotidiano solo perchè getta merda su chi non ci piace, e non ci chiediamo come mai non fa lo stesso con altri soggetti che meriterebbero molto peggio. Per non parlare poi dei giornali stranieri…..
    Mi ritrovo a sperare quasi che il Berlusca non cada ora, perchè so che non sarebbe merito dei nostri cittadini intelligenti, ma merito del nostro nemico che ci renderà succubi più di quanto non lo siamo oggi. Non vedo nessuna speranza in chi va a protestare contro la globalizzazione indossando indumenti Adidas e inviando messaggini col cellulare all’ultima moda. Così come non vedo speranze in chi esulta per il Nobel a Obama (sic!) e tanto altro.

  • cesare52

    @marco76. Ma una parola contro Berlusconi che tuttosommato è il Presidener del Consiglio e qualche responsabilità magari forse ce l’ha ma quando la dici.Accusi, giustamente tutti ma il capo in tersta no. Capisco perchè ti piace Barnard. Bisogna smettere di parlare quindi della libertà di stampa. . Bravo lo dice anche Berlusconi e Libero e Il Giornale.

  • RobertoG

    Sì ma torno a ripetere che il luogo che il “nostro” ha scelto per lanciare i suoi strali è sbagliato.

    Qui non ci sono le masse plaudenti e ottuse di cui parla. Se è con loro che vuole comunicare si trasferisca sui siti appositi.

    Quanto ai seguaci adoranti sarebbero da disprezzare tutti. Quelli di Bossi, Ghedini, Di Pietro … e anche di Barnard.

  • stefanodandrea

    http://www.appelloalpopolo.it/?p=59 legga ciò che diciamo sulla sinistra radicale (fine dell’articolo): la rimproveriamo di non essere stata antieuropeista e di non aver almeno proposto una modifica costituzionale che prevedesse il referendum sul trattato di Lisbona
    Tratto dal mio articolo “Contro i diritti umani. Perché la pretesa che altri popoli rispettino i “diritti umani” è una posizione imperialistica, tra l’altro estremamente presuntuosa” “… Riaffermiamo il principio della prevalenza della nostra Costituzione rispetto ai trattati europei….” (http://www.appelloalpopolo.it/?p=351)
    Poi c’è l’articolo di Ferrara, che è tratto dal manifesto ma lo abbiamo scelto noi
    Poi come le ho detto è in preparazione un articolo sulla sentenza della corte costituzionale tedesca e sull’antieuropeismo in germania, nonché uno sull’antieuropeismo in spagna
    Poi abbiamo cercato di informarci sull’antieuropeismo in francia: me lo sa indicare sul web un articolo contenente le informazioni paragonabili a uelle contenute nell’articolo di Tonino Fabbri? (Euroscetticismo e antieuropeismo in francia : http://www.appelloalpopolo.it/?p=313)
    La critica al trattato di maastricht si trova in almeno duo luoghi (uno ironico) del mio articolo “La assoluta omogeneità delle due coalizioni”
    SIAMO ANTIEUROPEISTI E CIO A PRESCINDERE AL TRATTATO DI LISBONA.
    Il Titolo relativo ai rapporti sociali ed economici della nostra costituzione era già stato messo tra ‘parentesi (non abrogato, ma messo tra parentesi, ossia sospeso nella sua applicazione) già dagli altri trattati europei (e sotto questo profilo Barnard attribuisce al Trattato di isbona effetti che si sono già verificati e che dovrebbero essere ciamati “sospensione” non “abolizione”, che è un termine giornalistico e impreciso).
    In ogni caso, il problema che ip ponevo era un altro e non comprendo per quale ragione lei pensi che per porlo debba aver studiato il Trattato di Lisbona. Mi chiedevo: possibile che Barnard non abbia un amico o un fratello che gli dica chiaramente: chi dice che la gente segue grillo o Di Pietro è un idiota è un presuntuoso. Cerchi di conquistarsi lui il consenso degli idioti. Altrimenti taccia. Chi dice non seguite loro (Grillo, Travaglio, Di Pietro) ma seguite me è ridicolo: ridicolo. Se è serio dice semplicemente seguite me. Uno che inveisce contro Grillo, Di Pietro e Travaglio e ridicolo o malato; ridicolo o malato. Quiei tre hanno le idee che hanno (dovrebbero avere le idee di Barnard? e perché). Ha capito ora qale era il problema che ponevo? E come se io inveissi contro di lei e la considerassi idiota perché lei ha le idee di Barnard e non le mie. Ma che ragionamento è? Non si rende conto che sarebbe ridicolo. Il trattato di Lisbonma non c’entra niente. Il fatto di aver studiato il trattato di Lisbona – ma sarrebbe lo stesso se avesse fatto qualche cosa di molto più grande, tipo scrivere la nona sinfonia di Beethoven – non toglie che abbia un atteggiamento ridicolo, da isterico, presuntuoso (visibilmente presuntuoso) o da malato. Siccome si tratta di persona intelligente e che crede in valori non dissimili dai miei, mi è possibile augirarmi che la smetta di comportarsi da figlio unico viziato che ha scoperto che la vita è dura?

  • operaiomantici

    E’ infinitamente meglio CDC della RAI (a parte gli stipendi).
    Ognuno è liberissimo di declassare CDC, ma allora perché passarci sopra le giornate per mandare commenti?

  • hammurabi

    È la tua ignoranza che ha davvero dello sbalorditivo. Lascia perdere l’aritmetica, è evidente che potresti far danni anche in prima elementare, a questo punto. Ti rendi almeno conto che, dove dici che la pena di morte è stata interamente abolita in Europa, ti sputtani da solo, visto che il Trattato di Lisbona non fa che rimandare alla legislazione precedente? Lo sai che oltre al protocollo 6 della Cedu, esiste anche il protocollo 13 che appunto la abolisce?

    Lo sai vero che l’omicidio colposo e volontario non c’entra un beneamato cazzo e ti stai arrampicando sugli specchi? “Il ricorso alla forza resosi assolutamente necessario”, “in modo conforme alla legge”, sono termini che almeno dovrebbero provocare una scintillina in quei tuoi due neuroni in stato vegetativo. La legge cui ci si riferisce è appunto quella dei singoli stati, che regola già il ricorso alla forza legittimo in simili casi. Ovvero, non cambia nulla, assolutamente niente.

    Non è che ti voglio sputtanare, sto cercando di farti riflettere, ma visto il modo in cui reagisci a chi ti fa notare la tua ignoranza abissale, lo sputtanamento è un bonus, un piacere aggiuntivo.

  • hammurabi

    Lascia perdere chi sono: ti ho dimostrato, più sopra, che stai dicendo cazzate.
    Il Trattato di Lisbona non abolisce la Costituzione italiana e, ancora più evidente, non ripristina la pena di morte. Ci sono tante cose sulle quali si potrebbe discutere in merito al Trattato, ivi compresa la delicatezza di cedere parte della propria sovranità ad un organismo sovra-statale. Ma non così, non a colpi di frasi ed effetto che sono tecnicamente infondate e false. Studia, cazzo, fatti un giro in libreria e recupera un po’ della tua dignità di giornalista.

    Continuare a ripetere ossessivamente le proprie certezze malfondate accusando gli altri di mentire non è un buon segno di lucidità mentale.

  • NerOscuro

    @Cesare52
    A me pare un po’ presto per bollare Barnard come sodale di Berlusconi. In Italia vale sempre quel detto che ripeto spesso: il nemico del mio nemico è mio amico. La situazione odierna fa avvicinare Libero e Il Giornale a Barnard, non viceversa. Questi stanno solo cercando di trovare le magagne nelle icone della sinistra colpendo da sinistra, perché un loro vecchio cavallo/cavillo di battaglia è sempre stato il sostenere che se sono tutti sporchi, non c’è differenza. Al limite chi è meno sporco è solo meno furbo, non più bravo. In questa logica, dare spazio a Barnard è normale per loro, ma appena si discutesse di cosa pensa Barnard di Berlusconi, l’idillio finirebbe all’istante.
    Per me devi solo avere pazienza, che vedrai subito questo scenario. Una cosa che non capisco è tutta questa acrimonia verso Barnard, tua come di altri. Si può essere d’accordo o no con lui, tuttavia non è il primo su CDC che tira giustissime palate di letame sulla sinistra, l’opposizione e il loro sistema di comunicazione (Santoro, Travaglio, Gabanelli, ecc…). Fulvio Grimaldi è uno che piccona la sinistra seguendo l’elenco telefonico, per ultimo ha mandato a cagare anche Uruknet, eppure non raccoglie tutto questo “consenso” quando posta su CDC. Sono esponenti del “purismo”, a volte sembrano talebani, ma hanno spesso ragione da vendere come nel caso Censura Legale o nel caso Trattato di Lisbona/Di Pietro o nel denunciare il filosionismo della stampa di sinistra. Il problema è l’ipocrisia e nei casi summenzionati ce n’è tanta. Loro ci fanno il piacere, anche se può non piacere, di mostrarcela nuda e cruda.

  • hammurabi

    Ho detto che Barnard è una ciofeca in confronto a Travaglio. Quest’ultimo lavora bene, è competente, e ne viene premiato. E sì, parlare in Rai, finché esistono isole di libertà come Anno Zero, è sicuramente più prestigioso che scrivere qui, senza offesa.

  • hammurabi

    Fra l’altro, il caso Giuliani non è mai arrivato al processo, appunto perché è stato riconosciuto a Placanica di aver fatto “uso legittimo delle armi” conformemente all’articolo 53 del codice penale. Allora dobbiamo dire che il nostro codice penale prevede la pena di morte? Non ti senti un po’ ridicolo?

  • maristaurru

    @ Cesare premetto e lo ho già precisato da qualche parte, che poco so di Barnard, e poco o nulla mi importa di lui, non faccio il tifo per nessuno.

    Sono una persona semplice che vede costernata un Paese andare a ramengo, vede crescere la povertà , pur sapendo che avremmo tutte le possibilità di fare vivere gli italiani agevolmente.

    E da questo parto, mai da altro e se con i paraocchi che mi metto vedo solo questo, focalizzo quello che per umano limite , se si allarga troppo la visione, non riusciremmo a vedere, di modo che se qualcuno avesse modo e mezzi e conoscenza per una visione più completa, ci fregherebbe alla grande, come regolarmente avviene e come mi pare denunci Barnard.

    Io ascolto se capita Santoro, non Travaglio, per lui non riiesco, vedo sbattere i suoi occhioni un po’ fissi, l’espressione innocente con quel lampo da furbetto che compare e poi, dopo che abbassa la testa, scompare, e mi si chiudono le orecchie, avevo un compagno di scuola, “faccia d’angelo”, prima che l’insegnante lo comprendesse appieno, ci fece passare un sacco di guai, quindi sono profondamente prevenuta verso il simpatico giovanotto che sbatte gli occhi come un bimbo d’asilo,e soprattutto Report.
    Mi son persa nel bla bla, scusa.

    Non sostengo affatto che i giochi che contano vengano da Travaglio, Santoro e compagnia, credo davvero per una volta a quello che scrive oggi Franceschetti e che, se serve, mi conferma sempre più che noi tutti più che popolo che tifa, popolo bue, o pecore da tosa, non siamo e non possiamo essere, e credo che chiunque e per qualunque motivo cercherà di dare la sveglia ai poveri Cristi di italiani, ma senza giochini “da campanellaro”, per me sarà il benvenuto, perchè è un fatto di coscienza, questa lotta estenuante che da troppo tempo si conduce in italia per interessi che al popolo non interessano, sta distruggendo l’economia del paese e si sta facendo soffrire con crudele indifferenza un sacco di gente, mentre appunto alcuni furbastri si stanno arricchendo oltre misura e per di più con i soldi nostri.

    Lo sapevi che il paraocchi serve anche come protezione per il cavallo? se avesse yuna visione aperta, in realtà avrebbe la vista meno precisa, e si potrebbe fare del male e molto. -noi siamo homo sapiens, possiamo da soli scegliere quando, dopo una necessaria e salutare oocchiata panoramica, è il caso di “focalizzare quello che conta e credo che per tutti noi conti il benessere degli Italiani.
    Spero di esser riuscita a spiegarmi.

    Una ultima cosa, non credo che noi abbiamo davvero un ceto politico di sinistra, magari li voterei al volo. Quelli a mio sentire, tutti sono tutta altra cosa, e non perchè amano i propri capitali enormi, più di ogni altra cosa, ma proprio per come ragionano, quando gli capita di farlo, come ipeggiori fascisti, ed infatti allcuni di loro lo furono, ed è un fatto e son quelli più onorati ed arricchti, ed è un altro fatto.

    E noi.. grassati, e tutto il resto, e gli operai.. dovrebbero prendersi un bel foglio e scriversi dal dopo guerra le tappe delle loro retribuzioni “effettive”, compararle con quelle degli omolghi europei e comparare i guadagni individuabili delle ditte italiane rispetto a quelle degli omologhi europei.. tutti dati sconosciuti o parziali..e lo sanno e ci fregano, e capisci che non può essere il mezzo che cui frega, se il basone picchia il somaro, il somaro deve cercare la manina he regge il bastone, o no?Il bastone al massimo verrà ornato d’oro come premio.

    scusa la lungaggine, e complimenti per il Cristo del sale ed il resto, che sto leggendo con estremo piacere , ma lentamente , anche per momentanei motivi di salute, non fermarti Cesare, scrivi, scrivi, scrivi

  • Sal

    eeheheh cesare52 ha rotte le scatole anche a me 😛

  • Gabbiano

    Barnard è un giornalista dice le cose a modo suo per scuotere le coscienze addormetate pero’ quello che dice serve per un reale cambiamento nel tempo,
    Quello che dice Grillo Travaglio e Di Pietro è servito solo ad aprire le porte e sistemarsi su di una bella poltrona come si usa fare nella politica italiana.
    Se Barnard avesse voluto avrebbe potuto fare la stessa cosa visto che oggigiorno nei comuni alle regioni e al governo ci entrano cani e porci.Poteva farlo appena uscito dalla Rai quando era famoso in tutt’Italia, ma lui è una persona onesta e fa solo informazione.
    Mi sembra d’aver capito che sia lei che tutto lo staf del suo sito siete dei forti sostenitori di Grlillo quindi mi domando perchè non avete suggerito a Grillo di parlare del trattato di Lisbona anzichè parlare del WiMax(che a quanto pare non hanno ancora scoperto quanto faccia male) nei suoi Vday. Probabilmente non ha potuto farlo perchè come ha gia detto Barnard su quelle poltrone ci stanno bene tutti. e il potere forte non si tocca. Se c’è qualcuno che sta’ rovinando gli italiani e proprio Grillo Travagli e Di Pietro e Barnard ha il dovere di dirlo a popolo addormantato usando qualsiasi termine per risvegliare la loro sensibilita’.

  • Gabbiano

    Presenti una petizione a CDC
    gli suggerisca la censura degli utenti non laureati, gli sboccati, i mal educati e gli istigatori.
    Sono curioso di vedere quanti utenti resteranno fra quelli che postano sempre e comunque solo per difendere la loro parrocchia.

  • maristaurru

    @ galileo
    non conosco bene Barnard, ma il fatto che non sia suadente e furbastro nel porgere le sue argomentazioni dovrebbe fare riflettere chi ha sale in zucca. Si studia , si viene preparati a comunicare con le masse, specie se si deve farlo per un interesse, un comunicatore chhe dice papale papale quel che sente, almeno parla per sè e rispetto ad altri per il mio gusto, sta un passo avanti. Infatti non mi risulta lo abbiano riempito d’oro , o di visibiltà di incarichi, ma il popolo è bue ed ama farsi fregare, ancora ama gli idoli con le insegne del potere impresse sulla fronte, sperano che qualcosa di quella fortuna e quel potere gli si appiccichi.. rimasugli medievali! ed infatti la folla è vile, si appresta ad azzannare e finire chi appare debole, mai va davvero contro i poteri forti, a meno che un padrone non la comandi, segue un po’ la logica del branco. E chi da sempre usa le folle ed i cortei, lo sa, quindi rende apertamente ricchi , ben vestiti, arroganti e su un piedistallo i suoi pifferai raccogli popolo. Il popolo una volta usato viene lasciato da parte, il pifferaio pagato, di modo che i luogotenenti spereranno di esser pagati loro la prossima volta.. tutta una storia di cortei, promesse, salamelle, ed operai vestiti di pezze e faccia amara che aspettando il sol dell’avvenire.. son morti, mentre nei paradisi fiscali i soldi lievitavano. Bello ed esaltante, vero?

  • Santos-Dumont

    Le ho risposto, se poi non vuole leggere o interpreta alla sua maniera, sono fatti suoi.
    In quanto a pelo sullo stomaco: ne ho più io nel “perdonare” (si fa per dire) un’intervista di dubbia interpretazione a PB, anche ammettendo la “terribile coincidenza” da Lei avanzata tra pubblicazione e miracolosa convergenza di inarrestabili forze rivoluzionarie (LOL) cui basta una notiziola da giornaletto di second’ordine per sgonfiarsi, o lei nel voler difendere a tutti i costi personaggi palesemente ambigui come Di Pietro che allo stesso tempo:

    • si atteggia a unico salvatore della patria;
    • invoca poteri esterni (lettera all’Herald Tribune, già dimenticata? Io no);
    • vota il trattato di Lisbona il quale, tra le varie “chicche”, reintroduce surretiziamente la pena di morte

    ???
    P.S. Ma lei, guarada un po’, non mi ha ancora spiegato perché risponde in prima persona a un messaggio rivolto ad altra persona. (grin)

  • stefanodandrea

    mi appare profondo il tuo modo din ragionare, quando distruggi. Non mi è chiaro, invece, che cosa proponi, anche soltanto al livello ipotetico o di speranza. Eviti perfino di esprimerti. Mica possiamo passare la vita a constatare amaramente e a contestare apertamente e ragionevolmente. Bisogna costruire. E se non è ancora il tempo dell’azione ma dei profeti bisogna predire, avanzare ipotesi affermare tesi, che appaiano astrattamente coerenti e che magari potranno realizzarsi tra trentanni e delle quali eventualmente si gioveranno i nostri figli. Sono molte le generazioni che hanno combattuto per l’unità d’italia. E i primi, spesso i migliori, non hanno visto il risultato, anche se ne sono stti la causa prima.

  • RobertoG

    Io su CDC mi trovo benissimo e non devo presentare proprio nulla.

    Se invece lei non è soddisfatto delle frequentazioni di questo sito può fare una cosa molto semplice: cliccare con il mouse sulla croce in alto a destra.

  • Santos-Dumont

    Evidentemente abbiamo due concetti piuttosto differenti di libertà, tant’è che reputo non solo improbabile ma proprio impossibile l’esistenza di “isole” di libertà nei mezzi di comunicazione di massa, i quali devono rispondere a precisi interessi politici ed economici. Chi ci campa bene o male deve rispondere al padrone, come appare evidente dal comportamento dietro le quinte di personaggi come Gabanelli paladina part-time della libertà o Travaglio, il “difensore di Israele”.

    Oggi è più chiaro che mai che chi intende realmente informare gli altri, difficilmente potrà adempiere alla missione facendone una professione. Prima o poi dovrà scendere a compromessi, e che siano politici o economici poco importa. Compromesso = selezionare l’informazione priorizzando non in base alla veridicità, ma all’utilità del committente, dell’inserzionista pubblicitario che potrebbe risentirsi, del politico che ha bisogno o meno che determinati ricevano attenzione, siano interpretati favorevolmente o no, etc.
    L’esistenza stessa di CDC è un esempio lampante di questa realtà e la conferma che, se esiste una superiorità etica di un mezzo sull’altro, non ho esitazioni nell’attribuirla a CDC e a tutte le fonti indipendenti che cercano di far emergere lo scomodo sommerso.

  • maristaurru

    parole Sante, e soprattutto la rai da una visibilità utilissima al manovratore occulto e quindi chi ci va viene molto ben pagato. Siete di bocca buona e nemmeno vi rendete conto delle imprecisioni e delle volute “sviste” del duo super pagato. in fondo è giusto così, ognuno mangia a gusto suo, vi piace la quantità e non badate a quello che non vi racconta, che nasconde.Poi non fate come gli operai che avvertiti e riavvertiti, ancora si chiedono come mai stanno solo loro in tutta europa colle pezze al sedere dopo aver passato una vita a cuocer salamelle e nei cortei capitanati da capitalisti straricchi che chi sa perchè avrebbero dovuto pensare a loro, quando friggevano dala voglia di correre nei salotti che contano! infatti nemmeno quando sono andati al governo, hanno pensato un attimo a loro, parole tante, e poi? gli ex sindacalisti hanno pensato alla loro immensa rete di interessi, e se non vi siete svegliati, se non avete capito che succede con i poteri forti, chi va a braccetto con loro.. e allora meritate tutto quello che vi succederà.

  • maristaurru

    io credo che il fare spetti ai giovani, più che cercare di fare gli altri partecipi di quello che ho potuto vedere, neanche volessi, sarebbe giusto da parte di chi, della mia età, non può avere la necessaria elasticità mentale. Le persone più sveglie dovrebbero riunirsi approfittando del mezzo che la rete offre, certo che se si fanno quegli squallidi gruppi alla facebook, è meglio che vi leggete le parole crociate.Il modo, il come, persone animate dalla voglia di fare lo trovano. Fare che? Guardare, informarsi, capire,diffondere, quello che forse a modo suo cerca di fare Barnard, ma quanti Barnard ci sono? Perchè avete aspettato che lui si informasse per voi su Lisbona? Perchè voi giovani non siete stati capaci di scendere in piazza per Lisbona e se mai lo avete fatto a cappero per il comodo di qualche professore della Sapienza, contro un Papa che non può assolutamente , in uno Stato laico come il nostro, fare altro che pontificare? E se mai la presenza della Binetti a sinistra, non vi ha aperto gli occhi?il discorso su quanto non fate, sarebbe lungo e, tutto sommato, doloroso.

  • mikaela

    Salve Barnard solo per ringraziarti ancora una volta per il grande lavoro che stai facendo.Io degli argomenti trattati in questi ultimi giorni non sapevo quasi niente e devo dire che sebbene mi sono impegnata per capire (ho letto tanto in rete) senza le tue spiegazioni non ci sarei mai arrivata.Al contrario dello stuolo di dotti e lo stormo di avvocati (Grillini in attesa di ricompensa ) che ti stanno contrastando per farti tacere sono felice che tu ti stia impegnando per noi umili ignoranti.

  • stefanodandrea

    Questa risposta è equilibrata e ti ringrazio. Preciso che non siamo nel modo più assoluto sostenitori di grillo (soltanto due di noi frequentavano il sito di Grillo prima che inizassimo; mentre io frequentavo CDC.
    Penso he Grillo abbia dei limiti, anche gravi e anzi gravisimi. Ciò che dice sulla scuola e internet, per esempio, mi fa orrore. Io sono per vietare l’uso del pc ( e la elevisione) ai bambini almeno fino a tredici anni (a scuola naturalmente; le famiglie fanno quello che vogliono). sembra una tale follia che, anche se tutto il resto del programma di Grillo fosse a mio avviso la perfezione, non soltanto non lo voterei, ma preferirei un regime Stalinista o addirittura Fascista (almeno c’era Gentile) e senz’altro accetterei il trattato di Lisbona pur di evitare che il malefico obiettivo di Grillo si realizzi. Ciò non mi impedisce di osservare che sono daccordo su parecchi temi che Grillo ha inserito nel suo programma (milioni di chilometri di piste ciclabili e tanto altro) temi che invece non sono nemmeno considerati dagli altri partiti.
    Insomma se Barnard riuscisse a costruire un suo partito, con le sue idee, che prendesse, poniamo, il 20%, cosa farebbe, insulterebbe continuamente Grillo, Travaglio e Di Pietro perché distolgono da lui l’attenzione di alcuni elettori e gli tolgono i voti o verrebbe a patti con loro per cercare di governare il paese? O aspira ad avere da solo il 51%. Chi è così deve coerentemente tentare la via delle armi, altrimenti sta giocando ad un gioco nel quale, seguendo lo schema che si è dato, non potrà vincere nemmeno in centocinquantamila anni.
    Questo scambio di post mi è piaciuto. Conviene sempre moderare i toni: si esprimono opinioni diverse da quelle che vengono fuori quando i toni non sono moderati. Ti saluto e alla prossima.

  • Gabbiano

    Allora continuo a non capire i suoi attacchi a Barnard.

  • Gabbiano

    Ho letto ben due post dove lei suggerisce che CDC non è il luogo adatto per Barnard mica io,quindi è lei che deve fare click con il mouse e andare da un’ altra parte.

  • mikaela

    Veramente e’ il tuo amico Di Pietro che doveva studiare il Trattato prima di Firmarlo visto che pensa di salvare l’Italia e da quello che dice l’untore Travaglio e’ l’unica vera opposizione in Italia.Se c’e’ uno che deve studiare in tutti i sensi e proprio lui ma si sa a 59 anni l’unica cosa che si pensa e’ arrivare ad una buona pensione e a sistemare figli,parenti, amici e lecchini. E mi scusi la sintassi!!!!

  • cesare52

    @Santos-Dumont. Lei non mi delude mai. E’ esilarante per vocazione naturale ed inarrestabile. Un esempio : “..una intervista di dubbia interpretazione a PB, anche ammettendo la terribile coincidenza”…”Ma come la opposizione (che io ho definito non rivoluzionaria ma trombona, inadeguata e scorregiona) va finalmente in Piazza contro il monopolio dei media del Pres. del Cons. Berlusconi quasi sospinta dalla gente ed anche malvolentieri, forse per non perdere gli ultimi contatti con la sua base e qualche sventurato la attacca anche in maniera livorosa sui giornali dello stesso detentore del monopolio Cav. Berlusconi reduci dal caso Boffo e da tante campagne contro i migranti, i polacchi, i rumeni, gli zingari e tanta altra povera gente. Si veda l’intervista su You tube di Facci già redattore del Giornale su Feltri neodirettore del Giornale. Dove appunto è apparsa questa intervista da lei richiamata che ha vuto più risalto e spazio della manifestazione ed è stata se vogliamo il suo commento. Naturalmente tutti sappiamo che una intervista così, situata in un posto importante del Il Giornale non si improvvisa. Telefonate, accordi, e preparazione sia dello spazio che dei contenuti per potee uscire nello spazio e nel tempo previsti. C’è una concertazione ed una interpretazio ed una condivisione. E noi ci dobbamo sorbire ance le successive prediche del Savonarola su come si fa la vera opposizione in un pezzo del nostro che magari ha scritto tra una telefonata e l’altra di Feltri e Belpietro. Lei non ha il senso del pudiore. Alltro siparietto gustoso “…Invoca poteri esterni” Oibò allora è tradimento della Patria, intesa con il nemico, spionaggio od altro trdimento? Poi mi tranquillizzo “…lettera all Herald Tribune” Ah si tratta di una lettera ad un giornale, non di cessione di segreti militari. Ma scusi non è un giornale USA? Ma non eravamo alleati noi degli USa? Ed ancora perchè lei è una girandola di barzellette, un comico nato “..vota il Trattato di Lisbona etc etc” mi scusi ma sa indicarmi un solo politico italiano e forse europeo che non l’ha votato, anche per pararsi il culo e non esser vieppiù isolato? Ed altra domanda: ma l’ha scritto qualcuno dell’opposizione il Trattato di Lisbona?, Ma Garroso non è il Leader portoghese che Berlusconi si vanta di aver inoraggiato ed inalzato sopra tutti in Europa? Se ciò fosse vero non è grottesco prendersela con chi ha firmato e non con chi l’ha scritto? Per il resto questo è un form pubblico non si lamenti se alle sue baggianate può rispondere chiunque. Non le ho mica detto che lei è un cretino pomposo, calzato e vestito e nemmeno se ne rende conto. Lo penso ma mica glielo ho detto.

  • cesare52

    Il tempo è galantuomo. E ogni Capezzone poi dimostra che lui è davvero Capezzone. Staremo a vedere.

  • cesare52

    @hammurabi Che Dio ti benedica,

  • cesare52

    @Mikaela. Ero in pensiero ancora non intervenivi con una frase tipo: “L’ha detto lui, quindi è così” Hammurabi dimostra con degli argomenti che Savonarola dice delle cose non vere e demagogiche sulla Costituzione e sulla pena di morte cogliendo in castagna il Messia ed eccoti pronta alla bisogna : “Ale, ale, forza Roma ale” Ecco il senso del tuo post. Ma quando è amore è amore. Commovente e…inutile.

  • cesare52

    @danx. Questo è il suo secondo post su CDC, il primo è qua sopra. Due in uno, eslusivamente suu e pro Barnard. Lei crede che qui non si sappia riconoscere il tifo organizzato? Molto divertente e significativo : “Mi ritrovo a sperare quasi che il Berlusca non cada…chi va a protestae contro la globalizzazione indossando indumenti Adidas..” ggrande! Ma lei è vero o è una caricatura di uno della maggioranza silenziosa? Esce dall’ibernazione or ora dove l’avevano riposta dopo il film “Sbatti il mostro in prima pagina” o dall’altro film “Vogliamo i colonnelli”? “Esilarante”, no mi corrego già assegnato come “commovente” allora diciamo: “rievocativo”. Gentile “Alias” se fossi Barnard le leverei il gettone presenza

  • cesare52

    ma si può ? “noi umili ignoranti” questo post non è solo masochista, è poco: è da cult, altro che Emilio Fede. E lo ringrazia a nome di tutti. A me non resta che dire: AMEN

  • mikaela

    Cesare tu puoi dire quello che ti pare intanto la mia ignoranza si puo’ colmare con la conoscenza tu nel frattempo fatti un giro prima sul dizionario e poi sulla pagina di Barnard cosi’ capirai. http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=56
    Ps. Mi sto’ guardando i video di Di Pietro, e’ proprio penoso, peggio di lui ci sono solo travaglio e Grillo.Intanto Barnard non chiede voti Di Pietro si.Io posso essere anche cult pero’ neanche tu scherzi.—The concept of “cult” was introduced into sociological classification in 1932 by American sociologist Howard P. Becke—-http://en.wikipedia.org/wiki/Cult#Origins_in_sociology

  • BarnardP

    Anche io sono rimasto spiazzato dal tuo “umili ignoranti”, ho pensato “oddio!”, poi ho letto la tua precisazione di seguito e mi sembra di aver compreso. Sono consapevole del tuo impegno nel sostenere i miei scritti, e non ti nascondo che ti sono grato. Leggo ormai di rado i commenti su CDC, perché la violenza e la vigliaccheria di così tanti anonimi latrati contro di me non mi fa bene. Fossero critiche, magari!, ma sono latrati con la bava alla bocca. Così quando leggo i tuoi post respiro un po’, e grazie di nuovo.
    Detto questo, spero che tu abbia in te anche la possibilità un giorno di criticare un mio pensiero se esso dovesse contrastare con la tua idea. Spero che il tuo sostegno per me sia stato così infallibile solo perché per coincidenza finora ti sei trovata d’accordo con ciò che scrivo, cosa che può capitare, e non per altro. Sia chiara una cosa a tutti: criticatemi a sangue, sono solo felice. Ciò che detesto sono la bile e il fiele di così tanti commenti senza una traccia di intelligenza critica. Ciao mikaela, grazie, B.

  • mikaela

    Solo chi ha girato il mondo come me e ha visto con occhi la stessa miseria o gli stessi sprechi dei popoli che hai visto anche tu puo’ capire e apprezzare i tuoi lavori incondizionatamente,al contrario degli altri io ci vedo solo un grande impegno civico senza remunerazione cosa tanto rara al giorno d’oggi.Sicuramente ci sara’ anche qualcun altro pero’ non e’ stato esposto come te quindi averti tolto la voce senza che gli altri si ribellassero e’ stato il piu’ grande torto che il popolo italiano ha subito dai “public mass media”. Per quanto riguarda i latrati sai benissimo che ti arrivano a 360 gradi perche’ nei tuoi lavori non risparmi nessuno, di conseguenza appena li tocchi ti danno addosso.Non riesco neanche ad immaginare il tuo dolore pero’ vedo il mio quando mi sento accusata o sbeffeggiata, ma e’ solo un attimo perche’ ripenso alla tragica realta’ del popolo palestinese quindi mi riprendo e vado avanti.Ciao Paolo, grazie a te,Mikaela

  • cnj

    Purtroppo Paolo Barnard non ti seguo. Per far capire qualcosina a quelli che “ci sono cascati” dovresti illustrare qualche esempio. Il trattato di Lisbona si scarica qui http://europa.eu/lisbon_treaty/full_text/index_it.htm
    Se mi dici dove sta scritto che ABOLISCE la Costituzione di ogni singolo stato europeo te ne sarei grato. Leggendo l’articolo 3bis, comma 2 si evince che: ° ° ° ° ° “L’Unione rispetta l’uguaglianza degli Stati membri davanti ai trattati e la loro identità nazionale insita nella loro struttura fondamentale, politica e costituzionale, compreso il sistema delle autonomie locali e regionali. Rispetta le funzioni essenziali dello Stato, in particolare le funzioni di salvaguardia dell’integrità territoriale, di mantenimento dell’ordine pubblico e di tutela della sicurezza nazionale. In particolare, la sicurezza nazionale resta di esclusiva competenza di ciascuno Stato membro.”
    ° ° ° ° °
    …politica e costituzionale… va per caso tradotto in qualche maniera particolare o sta parlando anche della nostra Costituzione Italiana?
    ° ° ° ° °
    Il problema è un altro caro Barnard che ce l’hai così tanto con Di Pietro e ominidi similari (che contano quanto possono e comunque sempre molto poco rispetto ad altri). Al momento attuale proprio qui dalle nostre parti c’è gente che con la nostra Santa Costituzione Italiana (in cui io credo!!!) ci si pulisce il cosidetto xxxx.
    Quindi tu potrai continuare a criticare Di Pietro, la Gabanelli, Travaglio & Co. che certamente hanno i loro difetti ma contano per certi versi come il 2 di Bastoni quando le briscole sono a Coppe… nel frattempo il pezzo di carta in questione va a farsi friggere compreso tutto il resto… vedi un po’ tu…

  • hammurabi

    Infatti lo sanno tutti che i trattati internazionali non sono gerarchicamente superiori alla Costituzione. È vero che le leggi comunitarie sono superiori alle leggi nazionali, ma questo è appunto dovuto al fatto che le leggi ordinarie sono sottoposte alla Costituzione, la quale contiene un rimando ai trattati internazionali che devono essere rispettati. Ma vaglielo a spiegare: come minimo ti becchi del cane rabbioso.

  • mikaela

    Cesare,queste sue supposizioni meritano una risposta. Continua a dire che io ho cambiato nick per aumentare la Clack oppure Barnard si auto commenta,io le chiedo? Ma non potrebbe essere che tanti utenti abbiano cambiato nick perche’ prima conosciuti come Grillini o sostenitori di travaglio o di Di Pietro si siano accorti che questi li hanno delusi quindi per non farsi riconoscere dagli amici utenti abbiano deciso di cambiare semplicemente il loro Nick e stringersi intorno a Barnard per fargli capire che sono con lui?
    Scusi, io che sono la diretta interessata e non sono ne operaiomantice e ne l’altro, penso che le cose stiano andando veramente cosi” pensi anche a questa ultima possibilita’. Lei non fa altro che aggredire gli utenti come faceva il vecchio utente nessuno che e’ stato bannato,stesso attegiamento stesse battutine.Azzittire Barnard e chi lo ascolta a tutti i costi questo era il suo motto e lei ne sta’ seguendo le orme.

  • cesare52

    @Mikaela. Lei gentilmente argomenta e quindi volentieri rispondo, non avendo niente contro di Lei. Il paragone con quel triste personaggio non lo accetto:io porto dei ragionamenti lui solo insulti. Scherzo un pò e non aggredisco. Perchè scherzo ? perchè certe cose sono veramente ridicole. Per esempio: c’è qualcuno che abbia mai dubitato che il nick “Gabbiano” e il nick “Bubba” appartengono in realtà al Sig. PBarnard? Se così fosse non sarebbe ridicolo (e sleale) che chi scrive il pezzo ed interviene correttamente con PBarnard durante il dibattito senta il bisogno con due nick “Gabbiano” di farsi il coro ed aumentare artificialmente qualche consenso? Tra parentesi a me pare anche grottesco che l’autore di un articolo intervenga vieppiu nel dibattito quando no è contento dello stesso cercando di orientare. Lo trovo manipolatorio ma io ho una altra sensibilità e stile e sono contento di non avere lo stesso del Sig.PBarnard. Da quanto esposto mi sembra un pò tirata per i capelli la sua tesi che i nick che intervengono con mezza frase a favore di Barnard, spesso per la prima e talvolta unica volta su CDC senzs farsi più sentire passata la bisogna di far da coro al Sig. PBarnard, appartengono a grillini pentiti. Debbo dire che la sua tesi non sta nè in cielo nè in terra. E’ appunto una tesi commovente ma non raziocinizzante. Noto che lei non nega il fenomeno dei nick fasulli ma lo attribuisce insieme al diluvio universale ed alla scomparsa dei dinosauri e dell?impero romano a Grillo, Travaglio, Di Pietro e Gabbanelli. Lei dice che aggredisco. A questo sono particolarmente sensibile. Se non mi sono fatto capire prima ci riprovo adesso. Io sostengo che è particolarmente significativo quello che è successo. Dunque viene convocata una manifestazione sulla libertà di stampa minacciata dal monopolio dei media da parte del Pres. del Consiglio cav. Berlusconi, monopolio certo e non smentito da nessuno, senza precedenti in nessun Stato dove si vota, e proprio nello stesso giorn iL Giornale e Libero, cioè i giornali di punta di Berlusconi, quelli più sgradevoli appena usciti dal caso Boffo e da tante campagne contro i rumeni, albanesi, polacchi, badanti e povera gente, beh su questi girnali c’è una intervista-articolo al vetriolo contro non solo la Gabanelli ma il senso stesso di questa manifestazione. Lo spazio dato a questa denigrazione insultante è più grande ed in evidenza del reportage della stessa maifestazione riuscitissima con qualche centinaio di migliaia di manifestanti che vengono insultati e denigrati da uno. Se li avesse denigrati, magari usando le stesse parole il Giornale o Libero non avrebbero avuto la stessa forza. Insomma si è capovolta la notizia a favore del commento. Berlusconi avrà gongolato. Come penso sia contento della campagna del “Savonarola de noarti”, campagna lunga e pervicace, insultante contro Grillo, Travaglio, Santoro, Gabbianelli ed ora Di Pietro. Chi conosce qualcuno belusconiano sa quanto sianoodiati e con quanto gusto qualcuno ha letto gli insulti a costoro. Una perla per tutte : “Le troie di sinistra…” articolo apparso sul blog dell’intransigente alla vigilia della manifestazione. Naturalmente le troie sono la Guzzanti e compagnia non chi ha fatto certi lavoretti ed è diventato ministro e se ne vanta in una registrazione pubblica. No le troie sono quelle che preparano la manifestazione contro il monopolio del Berlusca. Per ritornare alla mia indignazione ed alla mia tesi che lei chiama “aggressione” ma non ci prova nemmeno a smentire quanto io sostengo (almeno finora) bdeh questa mia indignazione aumenta nel pensare che magari anche questo pezzo è stato forse scritto tra una telefonata e l’altra di Feltri o Bel pietro, o chi per loro, per concordare lo spazio ed il rilievo da dare all’intervista apparsa sul Giornale e Libero. Lei concorderà che così generalmente succede per concprdare spazi e rilievo e corregger qualche parte dell’intervista con l’autore dopo aver sentito l’ufficio legale. E così che di solito succede per pezzi di particolare rilevanza. Insomma il nostro mentre scriveva articoli di intransigente purezza concordava parole e giudizi proprio con chi accusa gli altri di non essere intransigenti. Ma non indigna anche lei questo da me esposto? Le sembra un aggressione il mio argomentre non smentito da nessuno qua dentro?

  • cesare52

    @Mikaela. Talvolta il grottesco supera il ridicolo. In te è difficile ma ci riesci.. un solo commpovente esempio : “…averti tolto la voce…è stato il più grande torto che il popolo italiano ha subito…” Scusami e non ti offendere ma mi scappa da ridere. Che debbo dirti? AMEN di nuovo.

  • cesare52

    @Mikaela. Tra parentesi io, il sig.Nerooscuro ed il sig.Toguessey siamo stati gli unici che hanno molto protestato con il Sig. Truman chiedendo di moderare i toni e censurar gli insulti di Nessuno. Io ricordo,venivo apostrofato da questo signor Nessuno latrina. Non mi pare di aver mai apostrofato qualcuno in questa maniera, ho scherzato, del resto bonariamente, ma solo argomentando. Se lei ha rilevato quache mio comportamento che le ha dato fastidio le chiedo scusa. La prego di credere non era mia intenzione. Se non gradisce le mie battute che vorrebbero essere divertenti mi scuso ancora e nel prosieguo me ne asterrò. La mia è indignazione e non ha come scopo insultare ma essere efficace. Certo se questo viene vissuto con fastidio e non con un sorriso significa che sono stato maleducato e non divertente. Me lo segnali volentieri.

  • cesare52

    @Mikaela. Scusami davvero poi prometto che non infierisco ehmm volevo dire non ti disturberò più, ma questa la debbo segnalare per forza. “Non riesco neanche ad immaginare il tuo dolore..” Siamo non al cult ma raggiungiamo l’estasi dell’opera lirica, oserei dire la Boheme : “che gelida manina se la lasci riscaldare…” Si può discutere con chi ha questo atteggiamento secondo te?

  • mikaela

    Sono solo supposizioni, Barnard ha scritto chiaramente che in quella zono non ci andra’ mai, e’ scritto nella sua web e mi sembra d’aver messo il link sia io che zaitgest.Io penso che nella vita tutto puo’ succedere pero’ se oggi come oggi dice che non e’ stato lui a cercarli io gli credo, concedere un intervista non significa salire sul loro carro. E’ semplicemente un’ intervista..
    Poi per quanto riguardo l’utente gabbiano come fa a dire che e’ Barnard? se lei riesci ad entrae nelle informazioni degli utenti allora posso dartle ragione ma fino a quando non da la prova di quello che dice non puo’ fare insinuazioni.Io ho letto i suoi post e ricordo che e’ un ragazzo di Roma con lavoro precario.Bubba invece da quello che ho capito condivide solo alcune considerazioni di Barnard e ho visto che in diversi argomenti gli da contro.Per concludere le dico che io spendo tanto tempo su you tube e non le nascondo che mando tanti linck di CDC a quelli che postano sotto i video di Barnard, non e’ importante da che parte stanno l’importante e’ rieducare i giovani incazzati volgari e presuntuosi’. Leggere CDC gli fara’ bene anche se sono contro Barnard o Grillo chi se ne grega l’impotante e’ che leggano quello che veramente succede nel mondo..quindi non mi meraviglio quando vedo nomi nuovi.Ora lei che e’ un veterano di CDC se non capisce questo dopo tanti anni di presenza nel forum non merita attenzione perche’ il suo tono e quello di altri da fastidio a tutti e anche il forum perde di credibilita’.
    Ho notato che tanta gente non scrive piu’ come una volta e ho anche notato che gli altri forum acquisiscono sempre piu’ utenti questo perche’ la gente vuole esprimere il suo parere serenamente per argomentare senza fare dispute o dare spiegazioni personali.

  • mikaela

    Non mi disturba affatto, e le rispondo dicendole che una persona cinica come lei non capirebbe mai ,ma chi come me ha visto e continua a vedere tanto dolore nel mondo capira’.

  • mikaela

    Vedo che e ‘passato ad un confidenziale tu, ha forse bisogno di un contatto piu’ confidenziale o che? ma va bene ugualmente.Le posso dire che non mi offendo e rida pure quanto le pare, intanto in Italia ci sta lei mica io!A ognuno il governo che si merita.

  • marco76

    Non ci siamo capiti…Io non sto ne con Berlusconi ne con Franceschini…con nessuno
    Diciamo allora che l’appello rivolto (provocatoriamente) a Di Pietro & C.
    lo rivolgo a tutti i politici…
    E ti dico che con un opposizione degna a quest’ora Berlusconi non sarebbe dov’e’…Lo schifo a mio avviso e bipartisan…quello che mi fa incazzare e la completa assenza di autocritica e soprattutto la mancanza di voglia di fare qualcosa di serio per il Paese che caratterizza tutti gli schieramenti politici dal primo all’ultimo…

  • marco76

    Allora ti chiedo…dopo i cinquemila libri scritti da travaglio, e cambiato qualcosa?
    dopo le centinaia di puntate di Annozero invece?
    Perche nessuna trasmissione ha parlato del trattato di Lisbona…
    Perche nessuna trasmissione ha parlato degnamente dei problemi economici delle famiglie italiane, del debito di milioni di euro degli enti pubblici che affondano le piccole imprese e gli artigiani…o dei soldi che Mrchionne ci fotte per mettere poi in cassa migliaia di operai…
    Io non dico che non bisogna parlare e combattere lo scudo fiscale e il lodo Alfano, anzi approvo…Ma pensa a quante parole sono state sprecate su Noemi Letizia, sulla D’Addario (strapagata sicuramente, coi soldi dei contribuenti, per la partecipazione ad Annozero)….A puttane ci vanno tutti, sia fascisti che comunisti (Sircana te lo ricordi?), fidati…d’altronde se e il mestiere piu antico del mondo un motivo ci sarà…
    Quindi io dico, togliamoci il paraocchi, diamo un calcio alle ideologie, e protestiamo contro Berlusconi, Franceschini e tutti sti politici di merda invece di scannarci per loro che alla fine secondo me se la ridono alle nostre spalle…
    Perche grillo Travaglio e C. non fondano un partito, o magari si uniscono a Di Pietro, e cercano di andare al Governo in modo di farci vedere veramente quanto valgono…Alla fine e facile criticare, la vera capacità si vede pero nel fare e non nel disfare…Ma alla fine chi al loro posto si priverebbe dei ponti d’oro che hanno a disposizione per rischiare lo sputtanamento?

  • marco76

    Beh signori, vale il detto chi vivrà vedrà.
    D’altronde mancano solo piu i cechi per l’apoteosi finale…
    “Sinceramente non ho letto il Trattato però mi chiedo:
    Se e tutto rose e fiori come voi dite…perchè quelle dichiarazioni
    contrastanti di Bonde, D’Estaign ecc… e soprattutto, perche non hanno
    posto la questione al vaglio del popolo?”
    O perlomeno qualcuno che si fosse preso la briga di accennare almeno un discorso al riguardo.
    C’e del marcio in Danimarca….
    Non credete?

  • g10rdan0

    La prima parte del commento m’ha fatto veramente sorridere. Anzi, ripensandoci (“preparo le salsicce… facciamo la salsicciata”) le devo dire che è fantastica. E’ semplice, ma mi fa sorridere; prima di tutto perchè è ironica, e quando una persona usa l’ironia, non per offendere ma per tendere una mano in un confronto aperto, quella persona è degna di stima.
    Offrendole di contro la mia mano in segno di stima, passo a rispondere alla seconda parte del suo commento.
    Purtroppo non posso esimermi dal rispondere a lei, e a quanti come lei si chiedono in che modo si possa costruire un movimento d’opposizione all’ illegalità di potere del nostro paese, con un’altra domanda: sgombri dai pregiudizi ideologici e da quelli personali riguardo a questa REALE (questo glielo si deve!) “opposizione”, consapevoli delle numerose ombre che si stagliano e risultano evidenti sulle loro figure, quello che mi chiedo e chiedo ai tanti come lei, si può fare affidamento su di loro per ricostruire questo paese?!
    Purtroppo io non credo e non lo credo perchè, come già ho avuto modo di commentare più volte qui su CDC, usando la logica -l’unica materia su cui uomini semplici come noi, ai quali non è dato sapere tutto, possono fare affidamento- se su di essi ci sono ombre evidenti ora, che non dispongono del totale potere politico, economico e mediatico della controparte, una volta al potere, cosa diventeranno?
    Parafrasando Brecht, non ho intenzione di lottare con il nemico alla mia testa e ben venga chi, anche se mosso da acrimonia personale -come dargli torto, però- mostra re e regine ignudi.

  • g10rdan0

    Intervengo nei post scritti da Barnard, anche se non solo da quando sono iscritto a CDC, perchè odio che si dileggino le persone, quand’anche ottimi giornalisti, sulla scia dell’interesse di parrochia; perchè odio constatare quanto ancora ci sia da lavorare, affinchè le persone si scontrino usando un linguaggio costruttivo; perchè, mi permetta di dire, preferisco parlare e discutere di ciò che so, di ciò che posso arrivare a conoscere seguendo logica, letture e fatti.
    Per quello che non so, mi astengo. Semplicemente. La chiacchiera da bar, preferisco lasciarla per altri temi, ad esempio le partite dell’Italia. O il maltempo.
    Spero lei sia andato veramente oltre la lista delle info sul mio utente, ed abbia letto quanto ho scritto nei miei commenti: di idee, di logiche del mio pensiero e di argomenti ne ho elencati e disaminati a bizzeffe, in quanto tendo ad essere lontano, per quanto possa e riesca, dalle logiche di pensiero precostruito e precostituito.
    Non sempre riesco, ma penso di avere almeno l’umiltà per ammetterlo e il buon senso di non offendere chiunque la pensi come me o di sollevare complotti e tesi dietrologhe: abbiamo già un presidente del consiglio che lo fa ogni giorno della sua vita, ma lui ha un elettorato da irretire; noi che ci guadagniamo?

  • cesare52

    @marco76. Il “benaltrismo” ha colpito ancora. Una volta si diceva “Si va beh, ma Lancillotto?” tutte cose giuste, ovvero te le dò per giuste perchè non voglio cadere nel “ci vuol benaltro” dove maliziosamente mi vuoi portare, ma ci sarebbe da obbiettare e non mi interessa. Tutte cose giuste ma il padrone delle ferriere Berlusconi? C’è o non c’è un fenomeno unico in Occidente di un proprietario monopolista dei media privati che controlla tramite la sua carica politica anche i media pubblici? Negli USA non gli sasrebbe stat consentito neanchedi diventare membro del Congresso è vero o non è vero? Travaglio ha scritto un milione di libri, embè? Mica è obbligatorio comprarli e neanche è obbligatorio corrompere giudici e avvocati testimoni come nel caso MILLS. Questi sono fatti acclarati ma cosa ne pensi tu non riesco a fartelo dire. Da questo oreccchio non ci senti. Tu parli parli, parli, a questo punto te lo devo dire, di tutto tranne che di questo.

  • cesare52

    @g10rdan0. Mi che lei pone: piace e mi interessa molto la sua risposta. Al momento, purtroppo non ho una risposta al quesito dei quesiti: come si costruisce un rinnovato movimento d’opposizione. Non lo so anche se ne ho uno stramaledetto bisogno per non continuare nel destino di polli d’allevamento che ci hanno preparato lor signori. So solo quello che non voglio che sia: un insieme di personalità da seguire. Non voglio delegare a nessuno e voglio capire. La sua riflessione pacata mi serve. Per la prima parte debbodire che il trattato di Lisbona mi sembra più unalista della spesa inapplicabile che viene usata a scopo demagogico e populista che viene usata da tutti: da chi vuol intimidire e da chi vuol salire sul carro della protesta. Secondo me è inapplicabile. Per il resto. Grazie della sua ottima e soprattutt o utileriflessione

  • g10rdan0

    Ma vogliamo toglierci dalla testa che qualsiasi critica ad un modus operandi, consapevole della qualità del messaggio sia un “attacco”?
    Anche io sono un sostenitore del pensiero di Barnard, anche se talvolta mi capita di non condividere il modo in cui lo esprime e lo critico. Ma è ben lungi da essere un attacco.
    Bisogna riappropriarci del significato delle parole, della capacità critica e di un po’ di sana calma: sono doti indispensabili per riuscire a capire l’altro.
    Non crede, Gabbiano?

  • g10rdan0

    “serve serenità, pazienza, capacità di intessere alleanze anche posizioni diverse, rispetto per le altrui posizioni”. Aggiungendovi la costanza e l’abnegazione, ritrova la ricetta di Barnard per costruire un vero e innovativo movimento d’opposizione, così come indicato proprio qui

    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=61

    più o meno…

  • danx

    quale sarebbe il mio primo commento?

  • marimari

    Il trattato di Lisbona non modificherebbe la Costituzione? Allora perché la corte costituzionale tedesca ha dovuto trovare un accorgimento per accettarlo. Il trattato sancisce il principio della supremazia dell’ordine europeo su quello degli Stati e dei governi. Non penso che nessuna delle nostre costituzioni abbia previsto tale caso di cessione della sovranità popolare, monetaria e legislativa senza una modifica stessa della Costituzione la quale si puo ottenere unicametne con una legge costituzionale.

  • hammurabi

    Altri paesi hanno dovuto via via fare delle riforme costituzionali per adeguarsi al processo di integrazione europera, e non da oggi. In Italia, per i motivi che ho spiegato, non ce n’è stato bisogno. L’Italia non è la Germania.

    Comunque basta leggere un manuale qualsiasi di diritto costituzionale.