Cunial-Barillari in regione Lazio: “Resistere per esistere!”

r2020.info

GREEN PASS – OCCUPAZIONE REGIONE LAZIO: RESISTERE PER ESISTERE!

Comunicato stampa di Sara Cunial, deputata del Gruppo Misto e Davide Barillari, Consigliere della Regione Lazio, da ieri sera all’interno degli uffici della Regione stessa.

“Abbiamo occupato gli uffici della Regione Lazio per dare un segale forte di resistenza e solidarietà nei confronti di tutti quei lavoratori che da oggi vedranno calpestati i loro diritti e la loro dignità”.

“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro – continuano – La sovranità appartiene al popolo. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge senza distinzione di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana, e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. La libertà personale è inviolabile. Questa è la nostra Costituzione e tutti i cittadini e gli organi dello Stato sono chiamati a osservarla fedelmente. E noi siamo qui per questo”.

“Migliaia di persone sono morte per veder riconosciuti questi diritti – proseguono – Noi siamo qui oggi per onorarne la memoria e per difendere con ogni mezzo quei diritti che giorno dopo giorno ci vengono vergognosamente strappati. Il nostro Lavoro, la nostra Vita, la nostra Dignità non sono barattabili. Noi non siamo in vendita. E non ci piegheremo ad alcun bieco, vile e oltraggioso ricatto qual è quello che si sta compiendo in queste ora chiedendo a milioni di lavoratori italiani di rinunciare al proprio posto o alla propria integrità – affermano – Non avete fatto i conti però con il popolo italiano, con i milioni di cittadini pronti a resistere e a lottare. Tantissime persone oggi sciopereranno o non si presenteranno al lavoro. Esigono ascolto e rispetto. Noi siamo qui a rappresentarle. Siamo con loro in questa battaglia. Siamo stati eletti per questo. Per dar voce ai nostri elettori. Anche e soprattutto se questi sono minoranze. I diritti concessi ai pochi, in cambio di qualcosa, si chiamano privilegi e uno Stato che si erge su questo principio si chiama dittatura – concludono – Non possiamo permetterlo. Ci dovranno portare via con la forza, calpestando fino all’ultimo brandello della legislazione italiana, se vorranno metterci a tacere. In caso contrario noi saremo qui, a dimostrare che ad alzare la testa e a dire NO a tutto questo siamo in tanti e saremo sempre di più”.

Fonte: https://r2020.info/2021/10/15/green-pass-occupazione-regione-lazio-resistere-per-esistere/

__________________________________________________________________________________________

CUNIAL, BARILLARI: ISTITUZIONI VILIPESE DA GREEN PASS, OCCUPAZIONE E SCIOPERO GESTO DI RESPONSABILITÀ E DIGNITÀ

Comunicato stampa di Sara Cunial, deputata del Gruppo Misto e Davide Barillari, Consigliere della Regione Lazio, all’uscita dagli uffici della Regione.

“Sentir parlare Zingaretti di rispetto per le istituzioni ed i lavoratori è a dir poco vergognoso. Siamo obbligati a lasciare un edificio a causa di una sanificazione necessaria e urgente, a suo dire, a causa di un dipendente regionale positivo al covid. Dipendente quasi certamente vaccinato ed in possesso di regolare green pass… Mentre i sani vengono isolati, screditati, allontanati, i diritti divengono privilegi solo per i vaccinati. Ma sono privilegi a tempo e anche chi oggi si sente al sicuro prima o poi pagherà il prezzo della propria viltà. Zingaretti compreso”.

“Hanno ormai calpestato qualsiasi legge, ogni singolo diritto, anche i più fondamentali, la maggior parte degli articoli della nostra costituzione. Hanno umiliato un intero popolo. Svenduto i nostri beni e le nostre ricchezze. Messo in ginocchio cittadini liberi, oggi trasformati in sudditi, schiavi. E dall’alto del loro pulpito si riempiono la bocca di accuse nei confronti di chi resiste. Noi abbiamo resistito per rappresentare tutti coloro che da oggi non hanno più voce né diritti, in un paese che non si può più definire democratico. Lo continueremo a fare, in regione, in parlamento e in ogni luogo. Siamo stati eletti per questo. Resistere per esistere”.

Poi, prima di andare via, abbiamo lasciato un messaggio…

barillari no green pass no green pass r2020 no green pass regione lazio

Fonte: https://r2020.info/2021/10/15/cunial-barillari-istituzioni-vilipese-da-green-pass-occupazione-e-sciopero-gesto-di-responsabilita-e-dignita/

Pubblicati il 15.10.2021

Notifica di
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
clausneghe
clausneghe(@clausneghe)
Utente CDC
16 Ottobre 2021 9:24

Purtroppo alla fine la banalità del Male impersonificata questa volta dal collaborazionista Zingaretti, ha prevalso e i nostri timidi eroi di fronte all’innominato alias covid se la sono svignata con eleganza uscendo, par di capire, da quella malsana tana con le proprie gambe..
Sono potenti, riescono a piegare con facilità e trucchetti vari chiunque ai propri voleri.

Astronauta
Astronauta(@astronauta)
Utente CDC
16 Ottobre 2021 18:03

https://www.quotidiano.net/roma/no-green-pass-richiesta-asilo-1.6926425

“”””
“Abbiamo chiesto asilo politico all’ambasciata svedese e lo faremo anche a tutti gli altri Paesi che ancora possono dirsi democratici. In Italia non sono più riconosciuti i diritti fondamentali dell’uomo, il diritto alla salute, al lavoro, allo studio, alla casa. Per questo chiediamo asilo come rifugiati. Qui non ci sentiamo più tutelati da uno Stato che si è dimostrato regime ostile ai cittadini e alla Costituzione”. Così Sara Cunial, deputata del Gruppo Misto e Davide Barillari, consigliere della Regione Lazio, oggi in un sit-in davanti all’ambasciata di Svezia. “Abbiamo anche chiesto – aggiungono i due – un’interlocuzione diretta con l’ambasciatore per denunciare i crimini contro l’umanità che stanno avvenendo in Italia”. “””

Meglio rifugiati che sottomessi.
Che almeno loro riescano.

2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x