Cremlino: Meta “organizzazione estremista”

La Russia notifica agli Stati Uniti l'apertura di un procedimento penale contro Meta

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Ieri il Comitato Investigativo della Federazione Russa – l’autorità d’investigazione federale principale in Russia – ha informato, tramite un comunicato sul suo canale Telegram, di aver aperto un procedimento penale contro la società statunitense Meta.

Un procedimento penale è stato aperto nel dipartimento investigativo principale del Comitato Investigativo della Federazione Russa in relazione agli inviti illegali all’omicidio e alla violenza contro i cittadini russi da parte dei dipendenti della società statunitense Meta, che possiede i social network Facebook e Instagram

La querelle con la società statunitense è nata nei giorno scorsi a causa della decisone di Meta Platforms di cambiare la sua policy sulla censura, revocando il divieto di appelli alla violenza contro l’esercito russo, definendoli “posizioni politiche”. Queste azioni, ha detto l’agenzia, contengono elementi di incitamento pubblico a svolgere attività estremiste o a promuovere il terrorismo – articolo 280, 205.1 del codice penale.

Tale revoca della censura è stata applicata agli utenti Internet di Lettonia, Lituania, Estonia, Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania, Georgia, Russia e Ucraina.

L’attuale vice Ministro degli Esteri della Federazione Russa Sergej Ryabkov ha informato oggi i media che la Russia ha inviato agli Stati Uniti una nota sull’apertura del procedimento penale contro la società statunitense.

Sulla questione di Facebook e Meta. Vorrei dire che ieri una nota è stata consegnata all’ambasciata americana che sarà aperto un caso ai sensi dell’articolo 280 contro la gestione di questa società e coloro che permettono questo tipo di comportamento assolutamente criminale e inaccettabile – anche per gli standard etici degli Stati Uniti

Massimo A. Cascone, 12.03.2022

Fonte:

https://ria.ru/20220311/meta-1777675457.html?in=t

https://radiosputnik.ria.ru/20220312/meta-1777822977.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
2 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x