COSTA CONCORDIA, MA CHI HA GIRATO IL VIDEO SCOOP TRASMESSO DAL TG5 ?

DI MARCELLO FOA
blog.ilgiornale.it

Tempi di scoop giornalistici, questi. Ieri il Tg5 ha mandato in onda il filmato che svela cos’è successo nella plancia della Costa Concordia dopo l’impatto. Quando ho sentito la notizia alla radio ho pensato: ci sarà stata una telecamera fissa, qualcuno ha recuperato la registrazione, l’ha duplicata e l’ha passata al Tg5.

E invece no: come appare chiaramente dalle immagini (vedi video QUI ), il filmato è stato girato apposta, da qualcuno che era in plancia e ha trovato il tempo – tanto tempo, – di registrare tutto. La telecamera si sposta da destra e a sinistra, stringe e allarga il campo, poi si conclude con le immagini concitate della corsa giù dalle scale.

Domandine semplici, semplici: chi è l’anonimo reporter? Se si trovava in plancia non poteva essere certo un turista; è verosimile che si trattasse di un membro del comando… Ma se era lì quale era il suo ruolo? Perché non si prodigava? Cosa faceva in un angolino?
Non c’era nulla di meglio da fare che filmare quella scena per circa una decina di minuti (e non mi stupirebbe che il girato grezzo fosse ancora più lungo)?

E cosa si propone di ottenere diffondendo, proprio ora, il filmato? Potrebbe voler coprire le proprie responsabilità o attribuirsi meriti esagerati. Insomma, fuori nome e cognome…. altrimenti resteranno tanti dubbi e altrettante perplessità sullo scopo ultimo di uno scoop che, peraltro, piccona ancor di più l’immagine del Paese. Come se ce ne fosse bisogno; per l’opinione pubblica mondiale la Costa è una compagnia italiana, ma italiana non è. E’ anglo-americana, di proprietà della Carnival, società controllata dalla famiglia Arison.

Marcello Foa
Fonte: http://blog.ilgiornale.it
Link: http://blog.ilgiornale.it/foa/2012/02/11/costa-concordia-ma-chi-ha-girato-il-video-scoop-trasmesso-dal-tg5/
11.02.2012

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
dana74
dana74
11 Febbraio 2012 16:31

Video Costa Concordia: chi l’ha girato? Procura: non sapevamo niente Il video della Costa Concordia, mndato in onda dal TG5, ha scioccato tutti, anche la Procura, che non era a conoscenza di queste riprese. In tanti, quindi, si cominciano a domandare chi ha girato il video, la cui seconda parte andrà in onda stasera? Il TG5 manda in onda, in esclusiva, un video girato sulla Costa Concordia, che registra tutto quanto avvenuto nella plancia della nave subito dopo l’impatto con lo scoglio dell’Isola del Giglio. Le immagini del video sono nitide, la mano e ferma, cerca di seguire gli avvenimenti e le persone che si spostano da una parte all’altra del ponte di comando con professionalità. Il video è scuro, ma solo perché sulla nave Costa Concordia si era in pieno black out, visto che le riprese sono comunque perfette, come se fatte da mano esperta. Anche l’audio è ottimo, le scritte messe in sovraimpressione dal TG5 per facilitare la comprensione di quanto stava avvenendo sono quasi superflue. Sembra che chi stesse riprendendo aveva bene in mente che tipo di storia voleva andare a raccontare, tanto che il TG5 annuncia che oggi sabato 11 febbraio manderà in onda la seconda… Leggi tutto »

rutzboy
rutzboy
11 Febbraio 2012 17:09

Concordia: il video esclusivo del TG5 è un fake? Ora servono spiegazioni. Come ci insegna Alberto Medici con il suo libro “Ingannati”, a volte, per dimostrare la falsità di una tesi si compie l’errore di mettere in dubbio troppi punti di quella tesi e si rischia un effetto collaterale. Immaginate che un detective stia interrogando un indiziato. Se il detective ha anche solo una prova effettiva, un dato certo, che la versione dell’indiziato sia falsa in uno specifico punto, il detective capirà che l’indiziato sta mentendo per nascondere qualcosa. A quel punto il detective non andrà alla ricerca di altre prove perché semplicemente ne basta una. Questa logica dovrebbe valere anche per le informazioni che rilascia un governo o un mezzo di comunicazione ufficiale. Se un ricercatore trovasse una prova inconfutabile che la versione ufficiale di un dato evento sia ambigua, quella prova dovrebbe bastare per mettere in dubbio tutta la versione ufficiale e per capire che le fonti ufficiali abbiano dovuto mentire per nascondere qualcosa. Purtroppo in questi casi i ricercatori – sicuramente meno esperti dei detective – possono compiere l’errore di non soffermarsi su una prova definitiva ma di andare alla ricerca di altri indizi che avvalorino la… Leggi tutto »

Allarmerosso
Allarmerosso
11 Febbraio 2012 20:04

Era al telefono con De Falco ahahahhaahhah !!!!

QuurTh
QuurTh
12 Febbraio 2012 5:01

Scusate, ma di Tg[x], io non mi fido… dov’è la certezza che il audio e il video sono simultanei?