Home / ComeDonChisciotte / COMUNICAZIONI DI SERVIZIO

COMUNICAZIONI DI SERVIZIO

DI GIANLUCA FREDA
blogghete.blog.dada.net/

Riferendosi a questo ormai storico articolo, un lettore scrive:

“Caro” Freda, non sono i Sostenitori della Realtà dei fatti a dover dimostrare che la fialetta NON C’E’…bensì il contrario. Sei tu a dover dimostrare che QUELLA COSA -CHE NEL VIDEO NON SI VEDE, L’HAI INVENTATA TU- E’ UNA FIALETTA. L’ONERE DELLA PROVA STA A TE, SVEGLIATI. Ora mi raccomando, censura anche questo post, dittatorucolo.

Marco Lucente

Caro lettore, privandomi con stoica abnegazione di uno dei rari piaceri della vita, non solo non censuro il tuo commento, ma lo metto qui in bella vista. Lo scopo è quello di esemplificare a tutti come non bisogna scrivere un post se non si vuole darmi la voluttuosa soddisfazione di farlo sparire con un click nel grande nirvana elettronico dello sproloquio inessenziale. Pretenderei (uso il condizionale che si utilizza nell’esprimere le aspirazioni irrealizzabili) che un commento postato su questo blog presentasse le seguenti caratteristiche:

A seguito, “Neda: un falso pacchiano” (Gianluca Freda, blogghete!);

1) Deve contenere opinioni e/o argomenti, non frasi fatte e moralismi parrocchiali. La quasi totalità dei post “critici” (diverse decine) che ho ricevuto in relazione a questo articolo conteneva perle del tipo: “Vergognati!” (sì, subito, finisco di dar da mangiare al gatto e arrivo), “hai ucciso quella povera ragazza per la seconda volta!” (lo sto appunto spiegando al commissario Gordon, qui alla centrale di polizia dove sono venuto a costituirmi), “quella povera ragazza è morta per la libertà e la democrazia e tu la infami così!” (intanto, anche prendendo per buone le scempiaggini che circolano sulla stampa, sarebbe morta perché era uscita dalla macchina a prendere una boccata d’aria, non per la “libertà”; inoltre non vedo come il sostenere che non è morta affatto possa ledere la sua onorevolezza), “sei un bruto senza compassione!” (e dovevate vedermi quando ho sghignazzato per un quarto d’ora buono durante la proiezione di “Schindler’s list”, meritandomi la riprovazione dei vicini di poltrona), “tu non ami la democrazia!” (e fosse un segreto!, ho postato non so quanti articoli dicendo che la ritengo la peggior forma di governo possibile). Per commenti di questo tipo esistono vasti spazi informativi (Repubblica, Corriere della Sera, Visto, Topolino, Io e il Giardinaggio, Perle Complottiste, ecc.) che possono dedicarvi lo spazio che meritate. Recatevi lì e date libero sfogo. Qui preferisco evitare la vanvera politically correct, visto che la rete già ne straripa.

Nel filmato c’è una fialetta (o provetta o quel che è) che io vedo benissimo e che molti altri utenti vedono benissimo. Mi sono anche preso la briga di cerchiarla negli snapshot che ho pubblicato, ad usum caecorum. Voi non la vedete? E io che posso farci? Problemi vostri e del vostro oculista. Inutile che scriviate dei post chiedendomi di ridarvi la vista, è più un lavoro per Padre Pio. Mica posso cerchiarla in braille, dopo tutto. La discussone può aver luogo soltanto con coloro che la vedono e sono in grado di spiegarmi cosa sia (sali per far rinvenire la ragazza? Ma non era mica svenuta…). I ciechi, volontari e non, si servano per cortesia delle apposite strutture d’assistenza.

2) Sono assolutamente vietati gli insulti verso altri utenti e, se possibile, anche verso l’amabile sottoscritto. Non è per essere permaloso, non lo sono mai stato. E’ che questo è un blog, non la porta di un cesso pubblico. Se non avete altro da offrire al mondo e al web che insulti, improperi e stupidaggini trovatevi un altro posto in cui defecarli. Questa – almeno finché non mi cacciano per oltraggio alla religione della maggioranza – è casa mia e se ci venite siete pregati di comportarvi da signori. L’espressione del lettore, che mi definisce “dittatorucolo”, è lusinghiera, ma imprecisa. Mi vedo più umilmente come una comune massaia che cerca di tener pulito il proprio tinello. Ergo, prima di entrare pulitevi i piedi e datevi una sciacquata alla bocca. Anche mettere in moto le capacità critiche sarebbe gradito, sebbene non essenziale.

3) In casi di particolare interesse, gli insulti al sottoscritto (ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al sottoscritto) sono consentiti. A patto però che siano seguiti da ottime argomentazioni. Ad esempio se uno scrive che il mio articolo “è una stronzata”, deve far seguire i motivi che lo spingono a mettere così volgarmente in dubbio le mie decantate e sopraffine capacità razionali. Se lo farà, gli verrà fatta grazia della vita, in nome dell’interesse che provo verso chiunque aggiunga, seppure con maniere inurbane, qualcosa di nuovo al mio bagaglio di conoscenze (da notare che il “qualcosa di nuovo” deve essere nuovo davvero, non la rifrittura di una notizia stravecchia e magari già abbondantemente smentita su questo e altri siti).

Ad esempio, se io pubblico la foto che apre questo scritto (comparsa sullo Spiegel online), in cui si vede la simpatica deceduta iraniana con un crocefisso al collo, uno può tranquillamente affermare che tale foto “è una stronzata e chi la pubblica è uno stronzo”, però dovrà sviluppare un po’ meglio la sua affermazione. Si tratta forse di un fotomontaggio? Nella Repubblica Islamica Teocratica l’ortodossia religiosa consente eccezioni per le belle gnocche (può anche darsi)? La croce serviva a sottolineare la sua ferma volontà di protestare contro il regime oppressivo (ma come, nella “versione ufficiale” non si afferma che era una povera ragazza del tutto disinteressata alla politica e che è stata uccisa per caso?)?

Oppure: io potrei scrivere che tra la lettera della “sorella di Neda” (in cui si afferma che Neda e sua sorella trepidavano nell’attesa di partecipare alla manifestazione e che Neda è “morta fra le braccia di suo padre”) e l’intervista (senza video, come nei filmati di Bin Laden) al suo sedicente fidanzato (secondo il quale Neda non si interessava di politica ed è morta fra le braccia del suo maestro di musica) esiste qualche insanabile contraddizione. O è una fregnaccia l’una o è una fregnaccia l’altra. Potrei azzardarmi ad affermare che la verità, come spesso accade, sta probabilmente nel mezzo: sono fregnacce entrambe le “testimonianze”. Si tratterebbe, in questo caso, di un’asserzione d’inaudita gravità, che meriterebbe di essere stigmatizzata con parole anche dure. Tali parole, tuttavia, se desiderano sopravvivere alla scure del mio sadismo censorio, devono proporre una struttura logica alternativa a quella dominante (“se è A non può essere B”) che consenta di superare l’apparente (un bel po’ apparente) incongruenza.

O ancora: potrei scrivere che Arash Hejazi, il “medico” che soccorre Neda nel video, è sì laureato in medicina (anche se per sua stessa ammissione non pratica la professione da più di 10 anni), ma che in occidente è assai più noto per essere il fondatore ed editore della Caravan Books, casa editrice “alternativa” di Teheran, finanziata (come quasi tutti i gruppi d’opposizione in Iran) dai fondi del Congresso USA; potrei scrivere che questo tipo ha una residenza a Londra, fa la spola tra Londra e Teheran, studia alla londinese Oxford Brookes e ha un giornalista della CNN americana che risponde alle chiamate sul suo cellulare; potrei scrivere che la sua testimonianza sulla “morte di Neda” è quantomeno bizzarra (afferma che il sicario Basij che uccise Neda, sarebbe stato circondato dalla folla minacciosa, avrebbe iniziato a strillare “non volevo ucciderla!” e poi la folla lo avrebbe lasciato andare dopo averlo fotografato e avergli sottratto i documenti; aveva per caso un cartello al collo con scritto “sicario Basij”? I Basij, solitamente, sono in borghese; inoltre Wikipedia riporta una diversa testimonianza dello stesso Hejazi, in cui il sicario avrebbe invece sparato da un tetto); potrei suggerire che il fatto che un individuo così sospetto si imbatta non in un morto qualunque, ma nel morto che diventa per il mondo il simbolo della malvagità del regime di Ahmadinejad, dovrebbe perlomeno farci osservare le cose col beneficio del dubbio. Naturalmente ogni lettore è libero di ritenere che si tratti di “illazioni da idiota”, ed è libero di scriverlo sul mio blog, ma deve dimostrarlo e/o aggiungere elementi aggiuntivi se spera di sfuggire alle maglie della mia censura. L’epiteto “idiota” è sempre un’arma a doppio taglio: o lo corredi di argomentazioni o si trasforma dolorosamente in un autoritratto.

Gianluca Freda
Fonte: http://blogghete.blog.dada.net
Link: http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2009-06-27
27.06.2009

Pubblicato da Davide

58 Commenti

  1. Grande, Gianluca!

  2. Gianluca, non ti curar di loro, ma guarda e passa.

  3. ahahah questo è un grande articolo (il video è chiaramente un fake) tutto quello che dici è vero , e si potrebbe ricollegare a qualsiasi argomento taboo nel era di internet, vedi per esempio i famosi video fake del 11 settembre e le maglie della censura di Don Chisciotte ben oliate e funzionanti su chiunque osi parlarne, è infatti clamoroso che nel sito non esistono articoli che trattano september clues, ma è ancora più grave che utenti che hanno provato a trattare questo argomento sono stati bannati ( questo spiega perchè sul sito si fa pubblicità al libro di Roberto Quaglia, collega di Mazzucco che ultimamente deve aver capito di averla fatta grossa e non scrive un articolo sul 11/9 da tempo )

  4. In realtà non è proprio così evidente che impugna una fialetta;si vede si che ha il pugno chiuso come ad impugnare qualcosa ma il video e la foto non sono di alta qualità tanto da mostrare bene che sia una fialettta.
    Un altra cosa:la quantitità di sangue è eccessiva rispetto al contenuto della presunta fialetta.
    Comunque, può essere un fake ma non ci metterei la mano sul fuoco.

  5. Qua su ComeDonChisciotte è pieno di articoli sull’11/9, e Mazzucco ha scritto di nuovo sull’11/9 due settimane fa. Quindi che stai a di?

  6. Infatti TVeye mi sembra un seminatore di zizzania “molto attivo”, che finge di essere un controinformatore, ed invece fa il gioco del padrone

  7. Mah, quello che vedo io è del sangue che dopo alcuni secondi esce dal naso e dalla bocca copiosamente. Si sarà allenata ad espellere il sangue finto dal naso dopo averlo messo in bocca? Forse bisognerebbe guardare attentamente quel video perché io di fiale non ne vedo. Vado da padre Pio..

  8. attenzione al min 1:21 notare lo sguardo con cui guarda il cameramen ma soprattutto la mano sinistra che stringe una barretta di cioccolato.
    http://www.youtube.com/watch?v=b5KBrsz1oxs&feature=fvw

  9. Interessante la teoria della bufala, non tanto interessante per acquisire argomentazioni ed informazioni che consentano di schierarsi dall’una o dall’altra parte, ma per il contributo che Freda fornisce nello spiegare a tanti, o ai più, a quale “giungla” di conflitti di interessi ormai è sempre più esposto Internet, nato e propugnato – (vedi Beppe Grillo )- come fonte e “garanzia” di informazione libera.

    Alla faccia .. !

    Io sono anche un lettore di Paulo Coelho, e leggere questo suo contributo del medico suo amico che avrebbe tentato di soccorrere e/o curare Neda, mi sembrerebbe deporre a favore della veridicità dell’accaduto.

    Non me la prendo e non mi scandalizzerei più di tanto se un domani venissi a sapere che Coelho mente per interesse e partecipa alla messa in scena. Certo che leggere i suoi libri alla luce di eventuali “coinvolgimenti” , mi lascerebbe un po’ di amaro in bocca.
    Ma solo per qualche giorno…

    Forse qualcuno ne ha già parlato, ma in caso negativo, mi piacerebbe sapere qualcosa di più

    Grazie

    Riporto il testo del blog su Myspace di Coelho.

    Iran by Neda

    http://www.youtube.com/watch?v=qBVX9Wk91_g

    My best friend in Iran, a doctor who showed me its beautiful culture when I visited Teheran in 2000, who fought a war in the name of the Islamic Republic (against Iraq), who took care of wounded soldiers in the frontline, who always stood by real human values, is seen here trying to resuscitate Neda – hit in her heart.

  10. Nutro grossissimi dubbi sulla teoria della fialetta e spiego perché:

    -Ho notato anche io come la sua mano sinistra si avvicini al volto poco prima che del sangue, o presunto tale, fuoriesca copiosamente da naso, bocca e occhio sinistro (ho notato anche io la coincidenza tra mano sinistra e occhio sinistro che avallerebbe l’ipotesi della fialetta).

    -Nonostante tutto la mano sinistra sembra affatto contratta nell’atto di impugnare qualcosa, bensì rilassata nella posizione tipica che assume, ad esempio, durante il sonno. Da notare che entrambe le mani sono nella stessa posizione.

    -Anche una eventuale fialetta sarebbe bastata solamente a contenere il sangue che abbiamo visto uscire dall’occhio sinistro. Dovremmo quindi supporre che portasse gia in bocca una sacca di sangue finto da rompere con i denti e far uscire al momento giusto, ma in questo caso perché sbattersi a farlo uscire anche dal naso? Non sarebbe stato altrettanto convincente e molto meno rischioso farlo uscire solamente dalla bocca, magari con qualche colpetto di tosse?

    -Se la Cia o chi per lei vuole creare un martire non rischia di fare errori e scegle certamente la via più facile, ovvero preme il grilletto su una persona qualunque della folla e si assicura che qualcuno la riprenda. Questo spiegherebbe anche la presenza del secondo video, girato poco prima, che riprende Neda, viva, di spalle.

  11. Grande Gianluca Freda, continua così!

  12. Probabilmente la verità su Neda non si conoscerà mai. Resta l’amarezza di constatare come in caso di certe morti si straparli (vedi Englaro), mentre nel caso di molte altre e NUMEROSE (morti bianche, malasanità, fino al recento monito dalla FAO sul MILIARDO di umani a rischio sopravvivenza) non c’è tutto questo trambusto. L’occhio è un gran puttaniere, e si ferma dove c’è il macabro più inusitato. Ci fa sentire “migliori”, noi siamo “diversi” da quelli che ammazzano Neda o Englaro. Sul macabro usuale invece fa finta di non vedere perchè è “normale”, fa parte del pachetto culturale: siamo arrivati sin qui grazie ad esso, quindi non lamentiamoci. Quindi, caro Freda, tutti noi abbiamo bisogno di un buon oculista. Anche tu.

  13. Chiaramente non so se chi scrive abbia ragione o no, non ho abbastanza informazioni per farmi una idea.
    Però due cosette vorrei dirle: Primo, al minuto 36 o 37 circa, quando la ragazza si accascia, si vede chiaramente che in mano non ha nulla, perchè sembra appoggiarsi sulla mano stessa, che poi diventa inerte. E cmq la fialetta non spiegherebbe il sangue vicino al piede che si vede all’inizio e quello vicino alla gamba. Secondo, leggendo l’originale dell’articolo ho notato questa frase: “….branco di venduti e decerebrati che stanno consegnando il proprio paese al colonialismo statunitense….”. Mah… gli USA al momento non mi sembrano in grado di colonizzare grandi paesi, figuriamoci l’Iran che è immenso. E poi Russia e Cina lascerebbero fare? Non metto in dubbio gli altri casi di cadaveri fabbricati e teletrasmessi, ma stavolta resto molto perplessa. Poi è vero che tutto può essere, quindi probabilmente la verità non la sapremo mai, come al solito.

  14. Nel frattempo assistiamo al golpe in honduras.
    sicuramente i militari saranno osannati come eroi (dall’occidente) a protezione del sistema democratico hondureno rimuovendo un pericoloso comunista aperto a dei piani di riforma socialista per il paese.
    Anche se Obama appare contrariato (come se gli ufficiali hondureni non abbiamo mai fatto visita, invitati a forza ;->, alla scuole delle americhe).
    Vedremo come saranno gestite le folle nelle strade di Tegucigalpa.
    Se lo permetteranno ai videoamatori.
    Ma soprattutto, probabilmente, assisteremo agli ennesimi desaparecidos made by Washington.

    Interessante sarà seguire le folle dei commentatori contro la tirannia di Ahmadinejad che hanno imperversato sulla rete e nei media tradizionali nelle ultime settimane.

    Inoltre mentre, Ahmadinejad tiranneggiava, è passato sotto silenzio il massacro di liberi cittadini peruviani a difesa delle loro terre dall’occupazione da parte delle corporation occidentali, sostenute dallo stesso governo (venduto al libero mercato) peruviano.

  15. uno tenta di capirci qualche cosa e poi gli tocca perdere tempo con queste stupidaggini… ma come caz.. fai ad essere cosi certo di quello che dici? ricordo che in occasione della guerra tra Georgia e Russia vennero contestate delle foto come falsi assoluti che nel tuo articolo torni a citare… rivedendole ad un anno di distanza in una in particolare mi sembra cosí palese che la spiegazione non sia quella del falso bensí l’utilizzo di un obbiettivo diverso che in una delle due foto schiaccia la prospettiva.
    Per non parlare dei commenti da tifo di chi ti fa i complimenti.. perché perdere tempo a dirti bravo (chissá di cosa poi)
    Insomma perché postare questi articoli quando sul tema iran ne ho letti di molto interessanti su questo sito? questi lasciamoli al mainstream del complottismo…

    le foto “tarocche” sono le ultime due di questo link:
    http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2008-08
    la distanza dal marciapiede sullo sfondo sembra cambiata ma quella dal marciapiede prima del cadavere mi pare la stessa.
    non fu per queste foto che mi feci un’idea diversa da quella dei nostri media su quella guerra e non sarà certo per questo filmato che mi farò un idea su ció che accade in iran

  16. Devo ricredermi su quanto affermato prima.
    Effettivamente, guardando bene questi 2 filmati: http://www.youtube.com/watch?v=4UDal-LRNho&feature=related e
    http://www.youtube.com/watch?v=b5KBrsz1oxs&feature=fvw
    si nota che nella prima inquadratura, quella del lato destro del viso di Neda per intenderci, il sangue scivola per la forza di gravità dal naso e dalla bocca con dei rivoletti, mentre quando la videocamera gira sul lato sinistro, quello dove Neda avrebbe la fialetta, si nota che il sangue è molto più abbondante come se fosse stato versato e poi colato verso il lato destro.

    Non ci metterei la mano sul fuoco, però..

  17. penso invece che purtroppo Neda sia morta davvero.
    la fantomatica fialetta nella mano sinistra non si vede mai portata sulla verticale del viso.
    inoltre nell’ultima inquadratura del viso le strisce di sangue sono due ben distinte, e non c’è una macchia unica dovuta alla volontaria fuoriuscita del liquido rosso dalla fialetta, che non può essere versato in modo così preciso sotto il naso e sulla bocca nei pochi istanti che lei muove il braccio sinistro, senza che le due strisce siano collegate.
    non c’è un punto di origine comune.

  18. A me fate un po’ schifo, a cominciare naturalmente da quell’omuncolo di Freda. Avete visto troppo CSI e volete giocare al piccolo detective, inventandovi fialette da tre pixel di fotogramma e facendo a gara a chi dice la cazzata più grossa. Intanto quella ragazza è morta, e voi dimostrate solo la vostra idiozia.

  19. ho letto l’articolo della “fiala” e quello delle “camere a gas”

    le tue opinioni sono leggittime..sei libero di dire quello che vuoi in democrazia (quella che a te nn piace per niente!)

    io nutro dubbi su questa rivolta sull’informazione pilotata ecc ma prendere cosi sul serio delle TEORIE mi sembra sbagliato: il fatto che i nazisti nn abbiano ucciso con le camere a gas (che in Scindler list ci sono) -ammesso sia vero quello che dici sull’inesistenza di queste- nn giustifica il tuo comportamento..che facevi?! ridevi come un ossesso?! devi vergognarti..ti prendi troppo sul serio! ripeto sull’olocausto ci sono tante srumentalizzazioni..magari il numero di vittime nn era cosi alto..magari nn cerano le camere a gas..ma ciò non sminuisce l’orrore della vicenda NEL TOTALE..il fatto che ridevi alla vista di quel crudo film mi fa capire che sei di parte..e che nn stai nemmeno tanto bene col cervello! ridi di un DETTAGLIO…xkè camere o non camere li lo sterminio cè stato..e ridere di questo è sbagliato!

    ripeto io sto dalla parte dei palestinesi xkè vedo l’olocausto che stanno pagando loro x colpa di israele..ma il tuo atteggiamento è a dir poco FANATICO

  20. Come ho già detto non ci metterei la mano sul fuoco, ma se guardi attentamente al 45esimo secondo in poi, vedrai qualcosa nella mano destra e il gesto di versare qualcosa verso il viso. Ero scettico quanto te, ma effettivamente qualcosa di strano c’è.
    http://www.youtube.com/watch?v=b5KBrsz1oxs&feature=fvw

    Lasciamo perdere chi dice che gli fanno schifo chi gioca a fare il csi con la morte di quella povera ragazza, cerco solo di analizzare i fatti e i video nella speranza di non farmi prendere per il culo dai media e da chi li controlla.

  21. Scusa, intendevo la mano sinistra, ovviamente.

  22. Gianluca sono con te!

  23. NEDA: UN FALSO PACCHIANO

    DI GIANLUCA FREDA
    blogghete.blog.dada.net/

    (nella foto: Neda Agha-Soltan in versione Beta e in versione definitiva. Personalmente trovo che la Beta fosse migliore).

    dal sito La segunda digital (grazie alle segnalazioni dei lettori)

    “La TV di stato iraniana ha assicurato oggi che il video che mostra le crude immagini della morte di Neda Agha Soltan durante le proteste svoltesi a Teheran è un falso. La sequenza, ripresa con un telefono cellulare e poi diffusa su internet, ha scosso il mondo, trasformando Neda nel simbolo dello scontro tra le milizie del governo iraniano e i manifestanti dell’opposizione, i quali denunciano brogli nel trionfo elettorale del presidente Mahmoud Ahmadinejad. Secondo l’emittente di stato Khabar, è evidente che coloro che hanno eseguito le riprese della presunta morte di Neda speravano di ottenere qualcosa e hanno filmato la scena da varie angolazioni. Inoltre, l’emittente dubita dell’identità di un uomo presentato ai media statunitensi come maestro di Neda. Il canale non ha presentato prove sulle accuse di falsificazione”.

    Okay, rimedio io. Metto qui sotto i link alle immagini, poiché temo che la policy di Dada non mi consenta di pubblicarle direttamente sul blog. Se dopo averle viste qualcuno nutrirà ancora dubbi sulla falsità del filmato della “morte di Neda”, la faccenda riguarda solo loro e i loro psichiatri. Io me ne lavo le mani. (GF)

    Gianluca Freda
    Fonte: http://blogghete.blog.dada.net/
    Link: http://blogghete.blog.dada.net/archivi/2009-06-28
    28.06.2009

    immagine 1 [img199.imageshack.us]

    immagine 2 [img199.imageshack.us]

    immagine 3 [img146.imageshack.us]

    immagine 4 [img208.imageshack.us]
    immagine 5 [img81.imageshack.us]

    immagine 6 [img208.imageshack.us]

    immagine 7 [img194.imageshack.us]

  24. che significa “in Scindler list ci sono”?

    Quello e’ un film hollywoodiano mica un documento dell’epoca?!

  25. Grande, non temere niente.

  26. C’è solo un problema però…la notizia di seconda mano data dal sito “La segunda digital” risale al 23 Giugno…mentre quella del sito iraniano “IRIB RADIO ITALIA” che ne conferma l’uccisione è del 25 Giugno…http://italian.irib.ir/index.php?option=com_content&task=view&id=6858&Itemid=47
    Ed il 26 Giugno l’ha dichiarato pure il sito web iraniano PRESS TV http://www.presstv.ir/classic/detail.aspx?id=99133§ionid=3510203

    Inoltre in Iran l’hanno comunicato anche in televisione al notiziario!!!
    Comunque trovo poco sana questa insistenza a guardare foto terribili e video shock!

  27. Una cosa e’ certa,indipendententemente dall’episodio in questione,in campo
    internazionale intorno all’

  28. C’è solo un problema però…la notizia di seconda mano data dal sito “La segunda digital” risale al 23 Giugno…mentre quella del sito iraniano “IRIB RADIO ITALIA” che ne conferma l’uccisione è del 25 Giugno…http://italian.irib.ir/index.php?option=com_content&task=view&id=6858&Itemid=47 Ed il 26 Giugno l’ha dichiarato pure il sito web iraniano PRESS TV http://www.presstv.ir/classic/detail.aspx?id=99133§ionid=3510203 Inoltre in Iran l’hanno comunicato anche in televisione al notiziario!!!
    Riguardo alla croce sul collo della ragazza dov’è la stranezza, si vede che era cristiana…a Tehran c’è un intero quartiere(in zona Motahharì Larestàn) abitato dalla comunità dei cristiani di origine armena…lo so con certezza visto che ci ho abitato!
    Comunque, trovo poco sana questa insistenza a guardare foto terribili e video shock, come fate non si sa!
    Che Dio L’Altissimo accolga Neda nella Sua Grazia Infinita!

  29. Una cosa e’ certa,indipendentemente dall’episodio in questione,in campo
    internazionale intorno all’Iran si respira aria di isolamento e di ghettizzazione.
    L’immagine della nazione e’ uscita fortemente indebolita e screditata dagli
    ultimi avvenimenti post elettorali:resta da chiedersi una cosa,e’ tutta farina
    del sacco persiano oppure vi sono forze oscure che tramano nell’ombra
    contro la politica coraggiosa del nuovo corso di teheran?Francamente mi
    sembra che si stiano ricreando tutti i presupposti per una situazione simile
    a quella che ci fu alla vigilia della prima desert storm:siamo forse alla vigilia
    del grande attacco combinato usa-israele agli impianti nucleari iracheni di
    cui si e’ gia’ molto parlato sulla stampa internazionale?

  30. Ma tu cosa ne sai se è veramente morta oppure no, c’eri? Credo di no, e allora perchè parli a vanvera, cosa ne sai? Grand’uomo……………..

  31. Non c’ero, piccolo uomo, ma l’ho vista. Certo, potrebbe essere una messa in scena, ma il senso di decenza che io posseggo mi impedirebbe di affermarlo con argomenti risibili insultandone la memoria solo per il gusto di vincere il premio come complottista più idiota dell’anno.

  32. parlavo del motivo xcui l’amico blogger “RIDEVA COME UN OSSESSO” guardando il film: il film narrava di “bufale” e quindi lui rideva..

    tu trovi un motivo valido x ridere guardando quel film?!

    ammesso che la teoria negazionista/revisionista sulle camere a gas fosse vera: trovi un motivo x ridere?!

    è un esaltato..nn sa di cosa parla e il suo attegiamento è a dir poco vergognoso! davanti a scindlerlist (camera a gas o meno) chiunque si commuove o cmq pensa a ragionamenti ben piu profondi della “bufala” di cui parla..

    dell’antismeitismo dell’oppressione dell’uomo sull’uomo di realtà tragiche che tali rimangono a prescindere dal DETTAGLIO delle camere a gas

    questo era il senso del mio commento

  33. Quel premio, dopo questo articolo,penso sia gia’ assegnato di diritto
    al simpatico Gianluca.

  34. NOTIZIE DI OGGI !!!
    http://www.presstv.ir/detail.aspx?id=99323§ionid=351020101
    Aggiungo che Gianuluca Freda nel suo blog censura anche commenti educatissimi in cui gli si indicano le fonti iraniane di IRIB e PRESS TV che confermano la morte di Neda! L’atteggiamento di chi cerca la Verità dovrebbe essere diverso…

  35. Gianluca usare imageshack è profondamente sbagliato le foto sono sparite “permission denied” prova a usare http://tinypic.com/ ma temo che abche qui incorrerai in censure.

  36. Forse commenti educatissimi indicano un disinformatore professionale

  37. Se non ci fosse la rete l’informazione sarebbe in mano ai media e sappiamo benissimo cosa ci propinano quotidianamente
    Vero che la rete è un far west e bisogna prendere tutto con ampie riserve.
    Resta il fatto che in molti hanno dimostrato che l’attacco mediatico all’Iran è orchestrato
    Ovunque sono apparsi articoli scritti da persone al servizio , qualcuno ben confezionato ma con dati falsi altri raffazzonati
    Notevole l’articolo di di Thierry Meyssan

    comedonchisciotte [www.comedonchisciotte.org]

  38. La cia di errori grossolani ne ha commessi a josa, basta ricordarsi i comicissimi video di bin laden provenienti tutti dalla famigerata
    jazeerahype [www.public-action.com]

    Per non parlare dei fotomontaggi negli attentati di Londra
    Volete divertirvi?
    Se avete photoshop convertite l’immagine in bianco e nero, contrastatela il più possibile e dopo usate traccia contorni e vedete se viene fuori qualcosa

  39. Hai parzialmente ragione , lo sterminio c’è stato ma vedi insieme a ebrei sono morti: oppositori,prigionieri di guerra, ron,gay e chi più ne ne metta e di questi non si ricorda mai si parla solo e sempre di ebrei…magari adesso dopo numerose reiterate proteste nel “giorno della memoria” aggiungono anche gli altri ma solo dopo che in molti si sono ribellati
    Io non sò se le camere a gas siano o non siano esistite , non c’ero
    quello che non accetto è che gli ebrei grazie al loro grande potere finanziario riescano a corrompere politici disonesti per far passare leggi che vietano
    NOTA BENE
    VIETANO e PUNISCONO CON IL CARCERE
    chi mette in dubbio l’esistenza degli stessi
    Vietata la libertà di espressione c’è solamente da domandarsi ma se le camere a gas sono veramente esistite perché impedire che se ne parli in negativo?
    A chi le nega si può sempre contrapporre le prove della verità che invece sono esistite smascherando cosi gli antisemiti(sic)
    L’industria dell’olocausto è servita per ricattare i banchieri svizzeri e depredarli e a giustificare ogni tipo di raggiro da parte degli ebrei
    Rimane difficile capire come è possibile persone che sono scampate allo sterminio lo applichino nei confronti dei palestinesi
    Sto parlando dei fondatori dello stato canaglia di israele

  40. Ma che cazzo significa! Quello e’ un film, cioe’ FINZIONE (a prescindere se sia verosimile o falso). Non c’e’ alcun obbligo morale di ridere o piangere a meno che non si sia lobotomizzati…

  41. Sì, ma a questo punto dire “professionale” è un po’ troppo…diciamo “disinformatore” e basta!

  42. NOTIZIA DI OGGI SU “IRIB RADIO ITALIA”

    Iran: il presidente Ahmadinejad chiede indagini su morte Neda
    Lunedì – 29 Giugno 2009 – 16:43
    TEHERAN – Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha chiesto all’ayatollah Hashemi Shahroudi, responsabile della giustizia nella Repubblica Islamica, di fare luce sull’omicidio della giovane Neda Agha Soltani, la 26enne uccisa la scorsa settimana durante una manifestazione di protesta contro i risultati delle elezioni presidenziali. Il presidente iraniano ha inviato una lettera al capo dell’apparato giudiziario, Mahmud Hashemi Sahroudi, chiedendogli una “indagine seria che permetta di risalire alle cause dell’omicidio e catturare i responsabili”. “Sappiamo che una rispettabile cittadina è stata uccisa da sconosciuti e in condizioni assolutamente misteriose in una strada di Teheran”, scrive Ahmadinejad. “A causa del ricatto mediatico su quanto successo e la propaganda dei media stranieri, è necessaria una indagine che chiarisca e pulisca l’immagine della Repubblica islamica dagli abusii politici”, continua il presidente iraniano nella lettera pubblicata dall’agenzia Fars.

  43. No, no proprio professionale
    Pacato nelle esposizioni, attento a non esagerare, il famoso due colpi alla botte e una al cerchio
    Poi i professionali emanano un odore che si percepisce anche per via telematica lo trasportano sul loro ip

  44. Allora è veramente vergognoso non fermarsi nemmeno di fronte alla terribile Verità della morte di una persona! Almeno su certe cose bisognerebbe fermarsi!

  45. Un’altra versione della notizia,
    si parla di “morte sospetta”:

    http://www.ilmessaggero.it/ANSAviewnews2.php?file=newsANSA/2009-06-29_129337343.txt

  46. Ci si ferma solo quando si sa cosa è successo e perchè!
    Freda continua a parlare del VIDEO, che è ormai evidentemente un falso.
    Non vuole affatto dire che una ragazza di nome Neda non sia morta neli scontri.
    Non giriamoci attorno.
    E’ infatti nelle stesse fonti iraniane che si parla chiaramente di video falso.
    Non c’è nessuna contraddizione.
    Uno è uno strumento di propaganda, l’altro è un fatto accaduto sul quale addirittura il presidente ha chiesto di fare luce.
    Non giochiamo con le parole su, quel che sta accadendo in iran è chiaro come il sole, sono all’opera gli stessi poteri internazionali che ormai conosciamo bene e un governo, democraticamente eletto, che reagisce ESATTAMENTE come reagirebbe qualsiasi altro governo democratico e non.

  47. povero Freda, andrà in crisi esistenziale adesso. Dubitare è lecito, l’ho fatto anch’io. Ma prima di strombazzare le proprie verità bisognerebbe andarci più cauti.
    Se mai dovesse saltar fuori anche che gli sms su twitter non li manda Obama allora si taglierà le palle…

  48. Chi sta giocando con le parole sei tu…perché dire che il filmato è vero non significa negare ciò che il Governo Iraniano ha subito dagli infidi avversari! Trovami una sola fonte governativa iraniana che nega l’autenticità del video e poi ne riparliamo!

  49. 1°- come siamo suscettibili.
    Il “giocare con le parole” era generico e non specificatamente riferito e te, è che è quello che si sta abbondantemente facendo.
    2°- anche fosse rivolto a te, se mi permetti, te lo meriti pure visto che sei stato proprio te a voler fare il “piticchino” giocando, appunto, con la data delle notizie. Come se la morte di una Neda e l’originalità del video fossero strettamente correlate, come in realtà NON E’
    3°- la fonte iraniana sono gli amici che vivono laggiù che lo hanno più volte sentito al tg, esattamente come riportato anche dal sito “La segunda digital” che tu stesso hai citato.
    Chi è che gioca?

  50. la domanda mi sembra abbastanza semplice: se non è morta, significa che è viva. E se è viva, dov’è?
    Sarebbe tutto interesse del governo iraniano mostrarla al mondo!

  51. Non per forza.
    Il VIDEO è falso.
    La morte di tale Neda, potrebbe rimanere vera, come lo stesso governo iraniano ormai conferma.
    Una cosa è la propaganda e i suoi strumenti, altra cosa sono i fatti, a prescindere dal punto di vista.
    Sebbene non direttamente da fonti governative infatti sembrerebbe proprio questo che sia accaduto.
    Una tale Neda, è morta sul serio.
    Chi dice dalla polizia (anti–governativi), chi da altri (governativi), mentre il discorso sul video è tutt’altra questione.
    Francamente, a me, pare proprio un brutto fake propagandistico, ma indipendentemente da questo, il discorso non cambia di molto.
    Smettiamola di rimproverarci reciprocamente inesattezze o malafede, su, non serve a nessuno, o meglio, a qualcuno si in realtà….
    In fondo, se smettiamo tutti quanti di giocare al giornalista obiettivo e preciso (le fonti, le fonti….:)…….e ovviamente parlo anche per me eh) abbiamo più o meno capito tutti quel che è accaduto.
    Tutti sappiamo che il cosiddetto regime iraniano, sebbene democratico, non questo faro in fatto di libertà esattamente come tutti gli altri, ricordiamo tutti Gotheborg, Genova, i pestaggi per le discariche, per la tav, per la base dal molin….e la lista è lunga, e come tale cura il dissenso con la forza. In questo caso poi c’è anche l’evidente e pesante intervento dell’imperialismo e, di conseguenza, la reazione è ancora più violenta. Lungi dal volerlo scusare per questo, ma non può certo essere considerato un atteggiamento che qualifica il regime iraniano come PEGGIORE di qualcun altro, siamo seri.
    Vien quasi da pensare, o almeno MI vien quasi da pensare, che ci si poteva aspettare di peggio.
    Mentre i media occidentale giocano al lotto con i numeri (Repubblica, ad esempio, è passata da “un morto”, neda nello specifico, ai “decine”, passando per “diciannove”, “più di trenta”, per finire al “DUE” di ieri, senza mai, dico MAI, quantomeno correggersi e scusarsi nell’articolo successivo), i canali alternativi stanno diventando terreno accidentato anche soltanto per iniziare un discorsa serio su quest’argomento (come su altri ormai)…

    PS
    Scusa il pippone ma mi son fatto prendere a causa di un altra discussione avuta altrove.
    🙂 Non ce l’ho con te in particolare…m’è venuto così.

  52. il piticchino? Semmai piticchina, prego! Io non sto giocando per niente con la data delle notizie: semmai proprio il fatto che le informazioni iraniane di press tv ed irib siano successive a tutte le altre e confermino la morte della povera Neda può significare che oramai sono proprio accertate! Non trovi? Io sinceramente preferisco fidarmi di fonti iraniane del tanto avversato Governo Iraniano, piuttosto che di una fonte di seconda mano spagnola (sarà per questo che si chiama SECUNDA?)…Poi, Freda si lamenta di chi gli manda commenti offensivi per ciò che scrive e dice che è per questo che li censura…allora come mai censura anche quelli che pur andando contro la sua versione dei fatti si esprimono senza offendere nessuno?
    Io rimango anche stupita dall’ostinazione di chi continua a dire di guardare il video di qui e la foto di là anche di fronte alla morte di un essere umano…Non mi sembra per niente normale sinceramente!
    Ci vedo solo cinica morbosità…si vede che stare troppo al computer fa friggere il cervello !!!

  53. Te lo ripeto.
    Cosa c’entra la realtà o meno della morte di Neda con l’originalità del video?
    Nulla.
    Francamente, i dubbi venuti a Freda, poi tramutatisi almeno per lui, in verità, sono venuti a migliaia di persone.
    E per quanto posso essere d’accordo sull’eccessiva importanza dalla all’autenticità del video o meno (del resto ormai dovremmo aver capito che anche avendo prove certe della realtà, e addirittura anche quando la realtà è conosciuta dalla maggior parte delle persone, non è che avvengano nella vita, quei cambiamenti che uno si aspetterebbe l’11 settembre docet), non vedo nulla di morboso in questo, almeno non più di quanto uno si possa accanire sui dettagli del crollo del WTC, o sulle diatribe e i giochi di politucola interna italiota.
    E’ al contrario in frasi come la tua: “…confermino la morte della povera Neda..”
    Senza offesa, ma quel povera fa un po’ “specie”, sebbene sia sacrosanto. Perchè è uno sdegno personale, intimo e giustamente sentito. Sdegno che però diventa l’altrettanto giustissima rabbia quando si parla vagamente dei morti sotto le bombe a Belgrado, Irak, Palestina….e via dicendo. E’ un po come “cascarci” nel giochetto emotivo indotto dai media, tanto che, sei qua a scrivere “contro” ad un articolo che, magari in modo discutibile, ma mette a nudo lo stesso schifo di mondo che vedi anche te.
    Ecco perchè t’ho risposto malamente.

    PS
    eh va beh dai….piticchina, fa lo stesso.
    Cmq non era offensivo dai..

  54. Questa mattina ho mandato un altro commento sul sito “blogghete”, non offensivo, che non mi è stato pubblicato.
    Lo riprendo brevemente, tenendo conto che rispondo anche alle affermazioni del tuo ultimo articolo – fantasma che è rimasto sul sito per poche ore.

    1) Tu dici che i video sono contemporanei. Nel tuo primo articolo dicevi esattamente l’opposto. E comunque non lo sono,il secondo video è successivo al primo, non saprei se è questione di secondi o minuti.
    2) Quello che facevi notare nei primi due punti dell’articolo sparito è vero: certe tracce di sangue del primo video sono sparite nel secondo. Essendo successivo, il suo volto può comunque essere stato ripulito. E comunque nel secondo video si vede benissimo che esce ancora sangue, probabilmente in seguito a compressione della cassa toracica poiché il corpo sembra senza vita.
    3) Ammesso che nell’ultimo fotogramma del secondo video, che ha fatto il giro del mondo, ci sia stato un fotoritocco cosmetico, ciò autorizzerebbe a dire che l’episodio è una completa montatura?

    4) I primi due punti del tuo articolo-fantasma (osservazione delle tracce di sangue) sono significativi, per quanto non conclusivi; gli altri 5 sono illazioni che lasciano il tempo che trovano.
    5) Coloro i quali si pongono domande sulla posizione delle mani o degli occhi della ragazza hanno frequentato il corso in 12 lezioni “come morire dopo aver preso una pallottola nel torace”?
    6) Invece di insistere su un episodio, per il quale data l’atrocità, e data la similitudine con altri che probabilmente sono avvenuti nel corso dei tumulti iraniani, sarebbe il caso di concedere il beneficio del dubbio senza arrampicarsi in voli pindarici: suggerirei di imitare l’atteggiamento di un grande del giornalismo controcorrente, Maurizio Blondet, il quale per dovere di cronaca ha segnalato che alcuni considerano il video un falso, ma non si è pronunciato in merito. Ha invece posto l’accento su un fatto un po’ più pregnante: Perché i media ed i blog occidentali hanno dato tanto spazio a questi video e alle foto tratte da essi, mentre non ne hanno dato per le stragi compiute da Tsahal nella striscia di Gaza?
    Questa, credo, è la domanda da porsi, e basta con le paranoie su questo video!

  55. Questa mattina ho mandato un altro commento sul sito “blogghete”, non offensivo, che non mi è stato pubblicato. Lo riprendo brevemente.
    1) Tu dici negli ultimi commenti che i video sono contemporanei. Nel tuo primo articolo dicevi esattamente l’opposto. E comunque non lo sono,il secondo video è successivo al primo, non saprei se è questione di secondi o minuti. 2) Quello che fai notare nei primi due punti è vero: certe tracce di sangue del primo video sono sparite nel secondo. Essendo successivo, il suo volto può comunque essere stato ripulito. E comunque nel secondo video si vede benissimo che esce ancora sangue, probabilmente in seguito a compressione della cassa toracica poiché il corpo sembra senza vita. 3) Ammesso che nell’ultimo fotogramma del secondo video, che ha fatto il giro del mondo, ci sia stato un fotoritocco cosmetico, ciò autorizzerebbe a dire che l’episodio è una completa montatura? 4) I primi due punti del tuo articolo-fantasma (osservazione delle tracce di sangue) sono significativi, per quanto non conclusivi; gli altri 5 sono illazioni che lasciano il tempo che trovano. 5) Coloro i quali si pongono domande sulla posizione delle mani o degli occhi della ragazza hanno frequentato il corso in 12 lezioni “come morire dopo aver preso una pallottola nel torace”? 6) Invece di insistere su un episodio, per il quale data l’atrocità, e data la similitudine con altri che probabilmente sono avvenuti nel corso dei tumulti iraniani, sarebbe il caso di concedere il beneficio del dubbio senza arrampicarsi in voli pindarici: suggerirei di imitare l’atteggiamento di un grande del giornalismo controcorrente, Maurizio Blondet, il quale per dovere di cronaca ha segnalato che alcuni considerano il video un falso, ma non si è pronunciato in merito. Ha invece posto l’accento su un fatto un po’ più pregnante: Perché i media ed i blog occidentali hanno dato tanto spazio a questi video e alle foto tratte da essi, mentre non ne hanno dato per le stragi compiute da Tsahal nella striscia di Gaza? Questa, credo, è la domanda da porsi, e basta con le paranoie su questo video!

  56. Bene…vedremo gli sviluppi, insh°Allah!
    Non ti preoccupare…non mi sono offesa…anche perché se io sono una piticchina…tu allora sei un…un?!…mhh…un pirinti! *_*

  57. Leggi qua, pirla.

    Da “La Repubblica” di oggi 30 giugno.

    >
    Ora finiscila di scrivere idiozie.

  58. OOOPS!… Ecco l’articolo e il link.

    http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/esteri/iran-5/ricontano-voti/ricontano-voti.html

    “Inchiesta sulla morte di Neda. Dopo le polemiche internazionali seguite alla morte della ventiseienne Neda, e dopo il rifiuto del governo ad autorizzare i funerali della ragazza nella capitale, oggi si muove il presidente stesso. ”Considerate la tante notizie inventate su questo episodio straziante e la diffusa propaganda da parte dei media stranieri, sembra che ci sia una chiara interferenza da parte dei nemici dell’Iran, che vogliono sfruttare la situazione politicamente e macchiare l’immagine pulita della repubblica islamica”, afferma Ahmadinejad in una lettera al capo dell’apparato giudiziario, l’Ayatollah Mahmoud Hashemi Shahroudi. ”Perciò le chiedo di ordinare alle autorità giudizarie di indagare sull’uccisione di questa donna con la massima serietà e di identificare e perseguire gli elementi responsabili”, aggiunge il leader ultraconservatore nella lettera, pubblicata dall’agenzia stampa Isna. “