Comitato di Sana e Robusta Costituzione: Tensione all’ordine degli infermieri

Raffaele Varvara, Presidente del Comitato di Sana e Robusta Costituzione: "Ci chiudono le porte in faccia"

www.byoblu.com

Si è svolto, dinanzi la sede dell’Ordine degli infermieri di Milano, un presidio a sostegno dell’infermiere Raffaele Varvara e del Comitato “di Sana e Robusta Costituzione”.

Varvara, promotore di tale comitato che lotta per un nuovo modello di sanità e contro l’obbligo vaccinale per i professionisti della sanità, si è dimesso in data 15 maggio in disaccordo con la gestione dell’emergenza Covid.

Durante l’esercizio della professione, come ha raccontato in esclusiva a Byoblu, si era rifiutato di seguire i protocolli ufficiali da lui definiti come disumanizzanti. In particolare aveva consentito l’ingresso in ospedale di una parente di una paziente Covid morente per consentirle un sereno fine vita. Questa azione di disobbedienza gli era valsa un provvedimento disciplinare.

In data 4 agosto il presidente dell’Ordine professionale gli ha notificato una convocazione per presentarsi in udienza il 7 settembre per dare conto delle posizioni prese pubblicamente in diverse occasioni, compresa la manifestazione di protesta tenutasi alla fine di luglio dinanzi la sede della FNOPI, la Federazione Nazionale Ordine delle Professioni infermieristiche.
L’Ordine accusa Varvara di aver esternato “posizioni pubbliche volte a mettere in dubbio la validità della campagna vaccinale, teorie no vax e complottiste e di aver denigrato l’azione delle autorità pubbliche preposte alla gestione dell’emergenza sanitaria e dello stesso Ordine degli infermieri”.

La domanda che dobbiamo porci: un infermiere ha il diritto di poter esprimere le proprie opinioni?

La convocazione dell’Ordine degli infermieri è un primo formale passaggio per una contestazione disciplinare.

“Poiché si tratta di una contestazione meramente politica, essendo io dimissionario”, ha detto Varvara, “questa volta abbiamo deciso di far saltare e ribaltare gli schemi”. Varvara lo ha detto chiaramente anche al presidente dell’Ordine, Pasqualino D’Aloia.

Insieme a una trentina di simpatizzanti e a supporto di Varvara si è presentato anche il senatore Gianluigi Paragone. “Vista la natura politiche delle accuse”, Varvara ha chiesto di essere ascoltato con la presenza del senatore Paragone.

C’è stata una trattativa per far entrare oltre al senatore anche le nostre telecamere, ma l’Ordine ha respinto la richiesta, con la motivazione che l’ingresso in udienza è consentito solo all’interessato e a un legale di fiducia.

Al termine dell’incontro le parti hanno firmato un verbale contenente solo le dichiarazioni di Raffaele Varvara.

Questi ha affermato di essersi dimesso per rispettare la Costituzione e ha chiesto la revoca di tutti i provvedimenti disciplinari emessi nei confronti di colleghi per aver espresso il loro pensiero nelle piazze.

QUI IL VIDEO

Fonte: https://www.byoblu.com/2021/09/08/tensione-allordine-degli-infermieri-ci-chiudono-le-porte-in-faccia-raffaele-varvara-comitato-di-sana-e-robusta-costituzione/

Pubblicato il 08.09.2021
___________________________________________________________

Queste le dichiarazioni di Raffaele Varvara, in cui si riporta la cronaca dell’azione sotto l’ordine degli infermieri e si invitano tutti gli operatori sanitari ed i cittadini a convergere a Roma:

Doveva essere un udienza con me come imputato, invece abbiamo fatto saltare gli schemi e l’abbiamo trasformata in una trattativa dove noi abbiamo intimato loro di:
1. smetterla con le sospensioni perchè è a rischio la salute pubblica;
2.cancellare i provvedimenti disciplinari ingiustamente comminati agli infermieri per aver manifestato il loro libero pensiero nelle piazze.

Dovevate vedere le reazioni dei rappresentanti dell’ordine, non si aspettavano nulla di tutto ciò. Segno che la strategia del contrattacco, funziona!

Adesso a tutti i sanitari colpiti da sospensioni, provvedimenti disciplinari, minacce e sanzioni, FORZA, non abbiamo più nulla da perdere, convergete a Roma venerdì 24 e andiamo insieme, uniti al contrattacco!

Attenzione! Non è una battaglia di categoria: rinsaldiamo il patto curanti-cittadini perchè dobbiamo difendere il diritto al lavoro, il diritto alla salute e il diritto alla manifestazione del libero pensiero!

 Presidente Raffaele Varvara

Comitato di Sana e Robusta Costituzione

Notifica di
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
JA
Utente CDC
10 Settembre 2021 11:16

I sinistri venditori d’intossicante fumo vaccinazionista:
“Diecimila italiani lasciati morire perché la cura era gratis – VIDEO”https://voxnews.info/2021/09/07/diecimila-italiani-lasciati-morire-perche-la-cura-era-gratis-video/

1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x