Chiusure scozzesi contro libertà svedese. Chi ha vinto?

 

Dr. Joseph Mercola – 18 novembre 2021

 

Se le chiusure e altre misure restrittive abbiano funzionato o meno per ridurre le morti per Covid-19 è un argomento di grande dibattito, che è stato recentemente esplorato da CAN Films. Un breve documentario confronta i risultati della pandemia in Scozia, che il 1° ottobre 2021 ha iniziato a richiedere i passaporti vaccinali, con quelli della Svezia, che ha rifiutato le chiusure forzate a favore di misure volontarie.

I numeri, hanno detto, parlano da soli. “Con metà della popolazione della Svezia, la Scozia ha segnato un tasso di mortalità in eccesso più alto per il 2020, avendo imposto tutte le regole draconiane che avevamo avuto in Inghilterra e anche di più. Ora, sono stati i primi nel Regno Unito a introdurre i passaporti vaccinali.” (1)

 

Differenze tra le risposte alla pandemia di Scozia e Svezia

CAN Films ha intervistato con diverse persone in Scozia, che credevano che l’approccio del loro governo alla pandemia fosse valido – anche se non erano a conoscenza di come la Svezia avesse gestito le cose, o dei risultati (video in inglese) .

A marzo 2020, la Scozia aveva imposto rigide chiusure di scuole, ristoranti, palestre e altri luoghi sociali, con persone minacciate di multe dalla polizia se uscivano di casa se non per comprare cibo, fare esercizio (una volta al giorno) o andare al lavoro se non potevano lavorare da casa (2).

Il 23 marzo 2021, il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha detto: “Lasciatemi parlar chiaro. Le severe restrizioni sulla nostra normale vita quotidiana che sto per esporre sono difficili e sono senza precedenti. Di fatto, equivalgono a ciò che è stato descritto come un isolamento.” (3)

La Svezia ha gestito la pandemia in modo diverso rispetto alla maggior parte del mondo ed è stata criticata per le sue restrizioni meno rigide e la mancanza di severe chiusure. Nell’ottobre del 2020, TIME aveva definito la risposta svedese alla Covid-19 un “disastro” (4). Ma i dati hanno dimostrato che il tasso di mortalità in Svezia nel 2020 era in linea con gli altri anni – niente di eccezionale (5).

Mentre la maggior parte degli altri paesi europei ha istituito chiusure all’inizio della pandemia, la Svezia non l’ha fatto e, per la maggior parte del 2020, ha mantenuto pochi obblighi di allontanamento sociale. Più tardi nel corso dell’anno, e nel 2021, ha comunque attuato alcune restrizioni sul numero di presenze a raduni ed eventi pubblici. La Svezia ha descritto la propria risposta alla pandemia in questo modo (6):

“La risposta della Svezia alla pandemia di coronavirus è stata di prendere le misure giuste al momento giusto, perché misure diverse sono efficaci in momenti diversi. La risposta del paese è stata in parte basata su azioni volontarie.

Per esempio, piuttosto che imporre un blocco a livello nazionale, le autorità hanno dato raccomandazioni: stare a casa se si hanno i sintomi, mantenere la distanza dagli altri, evitare i trasporti pubblici se possibile, ecc.

 Le scuole materne svedesi e le scuole dai 6 ai 16 anni sono rimaste aperte durante la pandemia, con poche eccezioni. L’Agenzia della Salute Pubblica svedese ha valutato che chiudere tutte le scuole in Svezia non sarebbe stata una misura significativa, sulla base di un’analisi della situazione in Svezia e delle possibili conseguenze per l’intera società”.

Svezia: senza chiusure, meno morti in eccesso

Qui sotto potete vedere un confronto parallelo dei risultati della risposta pandemica dei due paesi, basato sui dati compilati da CAN Films (7):

ScoziaSvezia
Popolazione

5,5 milioni

10,2 milioni

Morti in eccesso 2020

15%

7,5%

Chiusure

3

0

Passaporti vaccinali

Vaccinazione volontaria

Giorni di chiusura della scuola

64

0

Aumento di peso dovuto alla noia

54%

0%

Aumento dei decessi legati all’alcol

17%

3%

Tasso di inflazione

3,2%

1,5%

Aumento della depressione

24%

6%

Contrazione dell’economia

10%

2,8%

Aumento del debito

28%

13%

 

La Svezia ha mantenuto la propria gestione della pandemia, nonostante le pesanti critiche. L’epidemiologo di stato del paese, il Dr. Anders Tegnell, ha parlato apertamente del suo approccio contrario all’isolamento fin dall’inizio della pandemia, portandolo ad essere descritto come “l’architetto anti isolamento della Svezia” (8).

All’inizio, Tegnell ha descritto le chiusure del resto del mondo come una “follia”, considerando i pesanti effetti collaterali che alla fine causano. Il premio Nobel di Stanford Michael Levitt, Ph.D., che è tra coloro che sostengono le restrizioni più leggere della Svezia, ha suggerito che non solo le chiusure non salvano vite, ma che invece costano vite a causa di danni sociali, abusi domestici, divorzi, alcolismo e altre condizioni di salute che non vengono trattate (9). Come riportato da Bloomberg ha riportato (10):

“Era come se il mondo fosse impazzito, e tutto ciò di cui avevamo discusso fosse stato dimenticato’, ha detto Tegnell in un podcast alla radio svedese … ‘I casi sono diventati troppi e la pressione politica è diventata troppo forte. E poi la Svezia è rimasta lì decisamente sola”.

Tegnell ha dichiarato che anche la chiusura delle scuole durante la pandemia non era necessaria, e gli scienziati dell’Institut Pasteur in Francia hanno effettivamente riscontrato che non c’era una trasmissione significativa della Covid-19 nelle scuole elementari, né tra gli studenti né dagli studenti agli insegnanti (11).

Lo studio ha anche confermato che i bambini più piccoli infettati dal nuovo coronavirus generalmente non sviluppano sintomi o si presentano con sintomi minori che possono portare a una mancata diagnosi del virus“, ha aggiunto l’autore dello studio, Bruno Hoen (12).

Nel frattempo, mentre da un lato la Svezia incoraggiava i suoi cittadini ad applicare il distanziamento sociale, dall’altro non ha imposto l’uso delle mascherine, e Tegnell dichiarò che c’erano poche prove a favore dell’uso delle mascherine (13). Il paese non le ha rese obbligatorie in nessun momento della pandemia e, nel luglio 2021, ha anche abbandonato del tutto la “vaga raccomandazione” di indossarle (14).

In un’intervista del settembre 2021 con il sito web britannico Unherd, Tegnell ha continuato a sostenere la risposta meno restrittiva della Svezia alla pandemia, affermando che la Svezia “non se l’è cavata affatto male”, considerando che nel 2020 ha avuto meno morti in eccesso di alcuni paesi europei che hanno imposto l’isolamento (15). Per quanto riguarda i bambini, ha detto che “sono stati sicuramente colpiti dalla pandemia, ma in misura molto minore di quanto lo sarebbero stati i bambini se avessimo chiuso le scuole” (16).

 

L’immunità di gregge “non basta

La narrativa ufficiale ha portato molte persone a credere che l’immunità di gregge sia irraggiungibile naturalmente e che, senza un’iniezione, “non basterà”. CAN Films ha parlato con una donna scozzese che credeva proprio questo, perché è quello che le era stato detto.

L’immunità di gregge, che si verifica quando un numero sufficiente di persone acquisisce l’immunità a una malattia infettiva in modo che non possa più diffondersi ampiamente nella comunità, viene calcolata utilizzando il numero riproduttivo, o R-zero (R0), che è il numero stimato di nuove infezioni che una persona infetta può trasmettere (17).

R0 minore di 1 (con R1 che significa che ci si aspetta che una persona infetta infetti un’altra persona) indica che i casi sono in calo, mentre R0 maggiore di 1 suggerisce che i casi sono in aumento. È lontano da una scienza esatta, tuttavia, poiché la suscettibilità di una persona all’infezione varia a seconda di molti fattori, tra cui la salute, l’età e i contatti all’interno di una comunità.

I calcoli iniziali di R0 per la HIT (herd immunity threshold – soglia di immunità di gregge, N.d.T.) della Covid-19 erano basati sull’ipotesi che tutti avessero la stessa suscettibilità e si sarebbero mescolati casualmente con altri nella comunità. Ma uno studio pubblicato su Nature Reviews Immunology ha suggerito che la soglia di immunità di gregge per la Covid-19 potrebbe dover essere aggiustata perché i bambini sono meno suscettibili alla malattia (18).

Inoltre, il dottor Robert Malone, l’inventore della tecnologia della piattaforma di base del vaccino a mRNA e DNA (19) ha descritto come un mito l’idea che l’unico modo per raggiungere l’immunità di gregge contro la Covid-19 passi attraverso la vaccinazione universale (20). “L’immunità di gregge è più spesso raggiunta attraverso l’infezione naturale … I vaccini non ci porteranno all’immunità di gregge”, ha detto Malone (21).

 

Mentalità di gregge rispetto a Immunità di gregge

Per di più, in un’inversione scioccante che è simile alla ridefinizione della realtà, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha persino cambiato la sua definizione di immunità di gregge. Nel giugno 2020, la definizione dell’OMS di immunità di gregge, pubblicata su una delle loro pagine “Covid-19-Domande e Risposte”, era in linea con il concetto ampiamente accettato che è stato lo standard per le malattie infettive per decenni. Ecco cosa diceva originariamente, per gentile concessione della Wayback machine di Internet Archive (22):

“L’immunità di gregge è la protezione indiretta da una malattia infettiva che avviene quando una popolazione è immune o attraverso la vaccinazione o l’immunità sviluppata attraverso l’infezione precedente.”

Nell’ottobre 2020, tuttavia, la definizione aggiornata dell’OMS dell’immunità di gregge la descrive come “un concetto usato per la vaccinazione” (23). Questa perversione della scienza implica che l’unico modo per raggiungere l’immunità di gregge è attraverso la vaccinazione, il che è palesemente falso (24).

“Immunità di gregge’, conosciuta anche come ‘immunità di popolazione’, è un concetto usato per la vaccinazione, in cui una popolazione può essere protetta da un certo virus se viene raggiunta una soglia di vaccinazione. L’immunità di gregge si ottiene proteggendo le persone da un virus, non esponendole ad esso.

I vaccini allenano il nostro sistema immunitario a creare proteine che combattono la malattia, note come “anticorpi”, proprio come accadrebbe quando siamo esposti a una malattia, ma – cosa fondamentale – i vaccini funzionano senza farci ammalare. Le persone vaccinate sono protette dal contrarre la malattia in questione e dal trasmetterla, rompendo qualsiasi catena di trasmissione”.

Nel frattempo, CAN Films ha sottolineato l’ironia di cercare l’immunità di gregge con un vaccino sperimentale – che permette ancora la trasmissione virale – ignorando i rischi della mentalità di gregge che ha preso il sopravvento su gran parte del mondo (25):

“Immunità di gregge. E la mentalità di gregge? Voglio dire, tutti seguono la narrativa ufficiale, non importa cosa? Chiudere una nazione, non importa quali siano le vostre condizioni di salute o la vostra età? Comportarsi come se si fosse contagiosi, non importa se si hanno sintomi o meno? Farsi iniettare un farmaco sperimentale anche se il rapporto rischio-beneficio gioca a vostro sfavore…? Se questo approccio unilaterale non era l’alba del totalitarismo, allora la gente veniva sicuramente trattata come bestiame”.

 

Il “disastro” del passaporto vaccinale in Scozia

Lo schema del passaporto vaccinale della Scozia è entrato in vigore il 1° ottobre 2021, ma il governo ha concesso un “periodo di grazia” di 17 giorni per permettere alle amministrazioni locali di mettere in funzione le loro procedure. Ne è seguito un forte contraccolpo, con vari gruppi che hanno definito i passaporti “discriminatori” e “un processo decisionale impulsivo dell’ultimo minuto” (26).

Ora che l’editto è stato promulgato, comunque, chiunque abbia 18 anni o più deve mostrare la prova delle vaccinazioni Covid-19 per poter accedere a (27):

  • Discoteche
  • Locali di intrattenimento per adulti
  • Eventi al chiuso non seduti con più di 500 persone
  • Eventi all’aperto non seduti con più di 4.000 persone
  • Qualsiasi evento con più di 10.000 persone presenti

Già durante il primo weekend di applicazione, lo Scottish Hospitality Group, che si oppone ai passaporti, ha descritto lo schema come un “disastro totale”, con i locali che hanno dovuto respingere le persone alla porta e il personale che ha subito insulti come risultato.

Il portavoce Stephen Montgomery ha detto alla BBC News: “L’esperienza di questo fine settimana mostra che il risultato è stato un livello intollerabile di insulti al nostro personale e la creazione di un’atmosfera che minerà totalmente il godimento dei nostri locali notturni” (28).

E a quale scopo? Ad oggi, i dati mostrano che misure più restrittive non hanno ridotto l’eccesso di morti per Covid-19. E sottoporsi ai vaccini Covid-19 non è efficace per fermare la diffusione, poiché anche coloro che hanno ricevuto due dosi possono ancora trasmettere il virus (29).

Ciò che i passaporti vaccinali faranno è rendere “normale” questo tipo di violazione della libertà personale, aprendo la strada a restrizioni sempre maggiori.

 

Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2021/11/18/scottish-lockdowns-vs-swedish-freedom.aspx?ui=59ed2e7639939da92ff0e3fd8a4becd1e38e467e8312fec7760fac1ab9753aaf&sd=20210422&cid_source=dnl&cid_medium=email&cid_content=art2HL&cid=20211118&mid=DM1045811&rid=1326046006

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Notifica di
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
FerroDaStiroMan
FerroDaStiroMan(@ferrodastiroman)
Utente CDC
23 Novembre 2021 13:21

Più che i mezzi contano i fini.
Le due nazioni sono entrambe stravaccinate.
In svezia sapevano benissimo che avrebbero raggiunto l’ obiettivo senza tirar fuori il bastone, vale lo stesso per Giappone e Canada ad esempio.
Non ha vinto nessuno.

FerroDaStiroMan
FerroDaStiroMan(@ferrodastiroman)
Utente CDC
Risposta al commento di  CptHook
23 Novembre 2021 17:27

Uhm.. ok.. Dunque? 😀

JA
JA(@ja)
Utente CDC
23 Novembre 2021 13:26

“Lo sfogo della Gismondo contro il «fanatismo dei vaccini»: «Chi parlava di cure è stato crocifisso» – Video «Io – ha detto – più volte ho parlato della mancanza di terapie. In tutto questo periodo parlare di terapia è stato qualcosa di impossibile. Chi ne ha parlato, come me, auspicando che si autorizzassero terapie è stato veramente crocifisso». «Abbiamo vissuto in un fanatismo dei vaccini, che sono utili, che hanno salvato vite: pare che si siano evitati 12mila decessi con i vaccini [e quanti ne abbiamo provocati con i vaccini?]», ha proseguito Gismondo, sottolineando quindi che «è giusto che ci si vaccini [solo le categorie a rischio però, dato i rischi superano i benefici]». «Ma – ha avvertito – c’è stata anche una errata comunicazione, innanzitutto facendoli vedere come sicuri al 100%, nessun effetto collaterale, funzioneranno e ci faranno uscire…». Questo tipo di comunicazione, ha sottolineato la virologa, «ha dato poi una serie di delusioni, perché è un virus a rna e muta, quindi possiamo avere delle varianti; abbiamo visto che i vaccini non sono il toccasana definitivo che noi auspicavamo, ma per i limiti stessi del virus». «quello che avremmo dovuto fare era non aspettare, per esempio, che i… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 8 giorni fa effettuato da JA
JA
JA(@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
23 Novembre 2021 13:35

A Taiwan ne muoiono di più dopo la vaccinazione che per il COVID-19
A Taiwan il numero di persone che muoiono dopo la vaccinazione contro il COVID-19 supera il numero di decessi per il virus stesso. Le autorità sanitarie di Taiwan affermano che a partire da lunedì i decessi dopo la vaccinazione hanno raggiunto 865. Mentre i decessi per il virus sono 845.” 13/10/2021
https://www.ntd.com/more-die-after-vaccination-than-from-covid-19-in-taiwan_688004.html

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
23 Novembre 2021 13:44

JA, da una fonte Americana: per 1 non vaccinato che muore, muoiono 4 vaccinati.
Penso che i vaccinati, se ben nutriti, prudenti, sono molto resistenti. Mentre, appunto, i vaccinati col sistema immunitario IN DEFICIT sono suscettibili di ogni malattia. Come ha detto il grande Luc Montagnier.

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
23 Novembre 2021 13:45

Correggo: Penso che i non vaccinati ……

JA
JA(@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
23 Novembre 2021 14:50

“4) Diffondere annunci urgenti di pubblico dominio sull’integrazione di vitamina D, sulla riduzione dell’obesità e sull’impatto positivo di stili di vita sani, alimentazione ed esercizio fisico sulla riduzione del rischio di ammalarsi.”
https://www.lifesitenews.com/opinion/my-covid-19-pandemic-re-opening-plan/

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
23 Novembre 2021 13:37

Si conferma che le “élite” occidentali non sono per niente élite. Ha ha ha ha ha!!!!
Vogliono sterminarci, vogliono ammalarci, e mi domando chi realizzerà il profitto, il plusvalore? Se non ci sono umani, i robot la materia grezza, il suolo non producono reddito, profitto, plusvalore. Allora, questi grandi “banchieri” “finanzieri” queste “élite”, ma hanno studiato economia? NO! c.v.d. Hanno ereditato dai loro padri una certa situazione di dominio, già instabile, ma la stanno perdendo alla grande!

Predator.999
Predator.999(@snypex)
Utente CDC
23 Novembre 2021 14:25

Siamo nell’era di UltraVax il dio unico partorito dalla FintaScienza dei virostar di regime.

Sul petto di UltraVax, in tutina aderente di seta bianca splendente, appare una svastica rossa fiammeggiante e lo si riconosce dal suo scettro (ago & stantuffo che eccita i seguaci) pronto per inoculare gli alieni NoVAX col siero genico della verità unica.

Ultimatum per i noVAX:

PENTITEVI e riceverete una fossa già scavata, nel DraghiStan non c’è posto per i vecchi, lo vuole l’INPS, che ringrazia.

PS: i neologismi non sono miei, ogni riferimento a fatti o personaggi morti o viventi non è casuale, è tutto previsto dalla FintaScienza dei ViroStar di Regime.

Ultimo aggiornamento 8 giorni fa effettuato da Predator.999
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
23 Novembre 2021 17:48

Apprendo adesso: il Giappone, con le FRONTIERE CHIUSE ha sconfitto il Covid Variante Delta!
Ditelo ai deficienti del governicchio e della UE du merde di chiudere le frontiere! Sono imbecilli!

voxnews.info

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
23 Novembre 2021 18:39

Mega manifestazione a Trieste. Iniziano le danze.
Le forze del male sono una esigua minoranza che va stroncata!

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
23 Novembre 2021 19:08

I Triestini:
lamorgese vaffanculo!
draghi, draghi, vaffanculo!
draghi sei tu l’epidemia! (ha ha ha ha ha!!!!).

lilithdea
lilithdea(@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  Armin
23 Novembre 2021 19:45

I cori denigratori servono a poco, possono scuotere persone che abbiano ancora una coscienza da qualche parte, ma questi ormai non ce l’hanno nemmeno nel loro buco del culo, la Coscienza: sono dei CRIMINALI da appendere alle grucce, la lista è lunghissima, a parte i Criminali noti, ci sono anche i criminali correi, perché hanno permesso e agito da servi zelanti per avere qualche briciola che il governo li ha elargito in forma di aiuti per i mass media (il 99%) in cambio di “marchette” pro cacchinazione e Leviatano Pass :e parlo soprattutto dei “giornalisti” come, i veri servi da secoli di questo sistema marcio, che ha solo svelato definitivamente il suo volto rettiliano .

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa effettuato da lilithdea
Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
23 Novembre 2021 19:52

Cara lilithdea, per me qualsiasi azione o atto o detto contribuisce alla Lotta.
il Popolo si sta caricando, l’incazzatura è in aumento. Le prospettive sono
Rivoluzionarie al massimo.
E’ inevitabile, le cose peggioreranno per i poveri immondi!

Mark.Twain
Mark.Twain(@mark-twain)
Utente CDC
23 Novembre 2021 20:49

Leggendo l’articolo mi è venuta in mente una domanda.

Ok, vogliono farci fuori tutti e/o renderci schiavi dei loro medicinali per curare i danni provocati dalla pozione magica.
Ecco, diciamo che ci riescono… che tra 10 anni saremo la metà… ebbene, chi manderà avanti la manutenzione delle centrali atomiche?
Un conto è usare le “risorse” per i lavori che noi “non vogliamo fare” ma, un altro è mandare avanti i sistemi che abbisognano (in questo specifico caso assolutamente) di personale altamente specializzato.
Questa caccia senza quartiere al no immunizzato può far saltare il loro delitto perfetto. Sai quante Chernobyl potrebbero esserci da qui a 10 anni? Ci sarebbe veramente da ridere nel vederli correre sottoterra a causa delle radiazioni per “godersi” il loro Mondo nuovo…

p.s. a meno che non abbiano, diciamo, esonerato dalla pozione il personale tecnico in virtù di quanto sopra scritto…

Armin
Armin(@armin)
Utente CDC
Risposta al commento di  Mark.Twain
23 Novembre 2021 20:59

Dici molto bene. Concordo.
La definizione di idiota è “uno che si fa del male a sé stesso”.
Per es. una persona tira un sasso alla propria vetrina di cristallo in sala. Per es.
sono le “élite” occidentali! Sono idiote al massimo. Non solo hanno fatto morire molti propri soldati (a bizzeffe), senza mai vincere! ma anche ora, dal nervoso che non vincono, si vendicano sui propri Popoli. Dovrebbero rivolgersi a dei bravi psichiatri e soprattutto agli esorcisti.

albertos
albertos(@albertos)
Utente CDC
Risposta al commento di  Mark.Twain
24 Novembre 2021 10:41

p.s. a meno che non abbiano, diciamo, esonerato dalla pozione il personale tecnico in virtù di quanto sopra scritto…

bravo…io fossi in loro avrei fatto proprio così

danone
danone(@danone)
Utente CDC
23 Novembre 2021 22:16

“Meglio uno svedese morto in casa che uno scozzese all’uscio”
Anonimo baltico.

sbregaverse
sbregaverse(@sbregaverse)
Utente CDC
25 Novembre 2021 6:14

Propongo ex aequo:docce scozzesi contro saune svedesi.

21
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x