CHI SI NASCONDE DIETRO LA SIGLA AL- QAEDA ?

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

blank

FONTE: GLOBALRESEARCH

Fidel Castro: ”Al-Qaeda è un’invenzione dell’amministrazione Bush per mettere in atto il suo programma”. In un articolo pubblicato domenica 23 novembre l’ex presidente cubano sostiene che il gruppo terrorista “è nato dalle viscere dell’impero”, dove per “impero” intende gli Stati Uniti. Dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001, l’amministrazione Bush giurò che avrebbe catturato Osama Bin Laden, leader di Al-Qaeda, che si dice essersi assunto la responsabilità degli attacchi letali sul suolo americano.

“[Al-Qaeda] è l’esempio tipico del nemico fatto penzolare dove più fa comodo agli egemoni per giustificare le loro azioni, inventandosi attacchi di nemici fantomatici, col fine di rafforzare i loro piani di dominio” asserisce l’ex presidente cubano. Secondo Castro, gli americani sono stati fuorviati dal loro governo circa la portata degli attacchi terroristici del 2001.Anche Hugo Chavez, presidente del Venezuela, suggerisce che Washington avrebbe potuto in qualche modo essere coinvolta nel pianificare gli attacchi, a causa dei quali lanciò la cosiddetta “Guerra al Terrore” nel tentativo di debellare “Al-Qaeda”. Sebbene dal 2001 siano stati uccisi molti civili nell’invasione dell’Afghanistan, seguita dall’invasione dell’Iraq nel 2003, gli obiettivi degli USA in quelle regioni non sono stati raggiunti.

Si dice che la responsabilità della creazione del gruppo terrorista sia da attribuirsi alla CIA quando attuò un programma chiamato “Operazione Ciclone”, nato mentre la CIA finanziava milizie afgane nel conflitto armato con l’Unione Sovietica. Sembra pure che il leader di Al-Qaeda stia pianificando un nuovo attacco terroristico proprio mentre il presidente neo-eletto, Barack Obama, riceve il testimone dal presidente in carica George W. Bush.

Ad inizio novembre fonti vicine al gruppo hanno dichiarato che Bin Laden sta coordinando i preparativi per un nuovo attacco molto più grande di quello dell’11 settembre.

In ottobre il neo-vice presidente Joe Biden ha comunicato che Obama potrebbe dover affrontare una crisi internazionale agli albori della sua presidenza.

Fonte: http://globalresearch.ca
Link: http://globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=11137

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org” www.comedonchisciotte.org da Gianni Ellena

Breve commento del traduttore
Appena letto l’articolo su Global Research l’ho immediatamente collegato a quello di Joseph Watson “I media e l’intelligence preannunciano un attacco terroristico a inizio 2009”, pubblicato su questo sito il 16 novembre, per questo l’ho scelto. È curioso come le solite élite, tramite voci diverse, in qualche modo ci vogliano anticipare quello che accadrà, o che si auspicano accada, forse per tentare di risollevare l’economia americana o per farcela dimenticare del tutto con qualcosa di peggio, e cito:

«Il vicepresidente eletto Joe Biden ha detto a un’assemblea a Seattle lo scorso mese: “Avremo una crisi internazionale, una crisi generata, per mettere alla prova la stoffa di quest’uomo”.
Colin Powell ha fatto affermazioni simili quando ha appoggiato Obama a Meet the Press, dicendo: “Ci sarà una crisi che si presenterà il 21, 22 di Gennaio di cui ora nemmeno sappiamo nulla”.
L’ex Segretario di Stato Madeleine Albright ha anche detto a John Roberts della CNN: “E’ solo un dato di fatto… qualcosa di inaspettato, bisogna sempre essere preparati a ciò.”
Il principale consigliere di Obama, Zbigniew Brzezinski, ha anche detto alla CNN che Obama fronteggerà “imminenti problemi” immediatamente dopo avere assunto l’incarico.»

L’articolo conclude così: «È inquietante la sicurezza con cui i principali globalisti stanno prevedendo una crisi che si presenterà a un dato punto del prossimo anno, e suggerisce fortemente che un nuovo orrore fabbricato è in programma per spingere la nazione dietro Obama e incaricarlo di prendere “decisioni impopolari” che egli sta già preparando.»

Se qualcosa di grave dovesse succedere proprio ad inizio 2009, sarà difficile pensare che non siano coinvolte le persone che hanno causato i fatti dell’11 settembre… Al-Qaeda? Ma per chi ci prendono?

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
5 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x