Home / ComeDonChisciotte / CHI E’ SENZA DEBITI…SCAGLI IL PRIMO ASSEGNO (Parafrasando Bertolt Brecht)

CHI E’ SENZA DEBITI…SCAGLI IL PRIMO ASSEGNO (Parafrasando Bertolt Brecht)

DI NANDO DICE’
Mirorenzaglia.org

Centrale rischi bancari. Per un errore, una manchevolezza, un attimo di cedimento – mio, di un mio amico o della mia famiglia, non importa – mi ritrovo iscritto alla Centrale rischi delle banche. Sono un cattivo pagatore, uno di cui non ci si può fidare. Non ti danno prestiti, non ti danno mutui, ti rifiutano anche il libretto degli assegni se vogliono. Altro che “scemo”, sei morto economicamente. Mentre pensavo a come uscirmene riflettevo: “ma come, io ho pagato in ritardo pochi euro e sono uno di cui non ci si può fidare, mentre chi ruba miliardi lo fanno onorevole?”. Questo, mi direte, lo dovevi già sapere. Certo! Ma quello che non mi quadra proprio è sapere “chi” mi iscrive nella lista dei “cattivi”: le banche. Ma com’è? Io “muoio” economicamente, per colpa di chi senza il mio aiuto sarebbe morto da tempo? Chi è pieno di debiti al punto da far fallire il “sistema” punta il dito su di me? Chi non ha i soldi nemmeno per acquistare quella carta igienica che loro chiamano moneta ed elemosina miliardi veri frutto della ricchezza prodotta dal lavoro, a scapito di poveri e lavoratori, si permette di additarmi come “cattivo”?Come non pensare alla ingloriosa fine del Banco di Napoli. Ve lo ricordate? Era il 1995. “Gestione alla napoletana”, dissero. I meridionali sono i soliti “allegri”, impastati con camorra e malaffare e i soldi del Banco di Napoli se li sono spesi tutti in tarantelle, pizze e mandolino. Ricordate? Io, si, ricordo. Ricordo anche che riempiendo di elogi i bravi banchieri del Nord e , soprattutto, del San Paolo di Torino, a cui vendettero il banco di Napoli, nessuno disse che gli “allegri” dirigenti napoletani avevano debiti per 9mila miliardi… Mentre i seri e composti banchieri del Nord avevano debiti per 11mila miliardi. Come?, direte voi: il maggior pezzente compra il peggior pezzente? Certo. E tutti e due insieme, oggi, per 1.200 euro se la pigliano con me. Vorrei chiedere aiuto ma…

…Prima, essi attaccarono uno stato libero e ricco, ma io per anni non volli ricordarlo, perché non m’interessava il passato.

Dopo, essi attaccarono il nostro popolo depredandolo di ogni ricchezza, ma io non volevo saperlo, perché la storia “non cambia le cose”.

Poi, ci fecero 13 anni di guerra, ma è meglio dimenticarla, perché sono ancora vivo e non volevo essere chiamato “brigante”.

Poi, istituirono il signoraggio dei privati, ma se nessuno parla, perché dovevo espormi io?

Poi, essi attaccarono il nostro Banco di Napoli, ma io non lo difesi perché non ero un banchiere.

Poi, essi attaccarono la Cirio, l’Alfa-Romeo, la SME.., ed io non li difesi, perché non ero un industriale.

Poi, attaccarono L’Enel, le poste, le autostrade, le società del gas, dell’acqua e tutto ciò che era pubblico, ma non li difesi, perché non ero uno statale.

Poi, attaccarono i sindacati, ed io non li difesi perché non sono mai stato un attivista sindacale.

Poi, attaccarono gli insegnanti, gli artigiani, i professionisti, ed io non li difesi perché non ero uno di loro.

Poi, m’inquinarono l’aria, l’acqua, la terra, ma io non insorsi, perché bevevo Ferrarelle, andavo i fine settimana in montagna e non facevo il contadino.

Poi, mi schiavizzarono di tasse. Mi imposero l’Ici, Irpef, le trattenute, e altro, tanto altro, tanto altro (1)…

Poi, attaccarono i partiti svuotandoli di ogni forma decisionale e rendendo la politica serva degli interessi loro. Ma io non feci politica, perché la “politica è sporca” e poi c’era la partita.

Poi, attaccarono le pensioni ed i pensionati, ma non li difesi perché ero ancora giovane.

Poi, attaccarono gli studenti, ed io non li difesi, perché non ero poi tanto giovane.

Poi, attaccarono la sanità pubblica. Ma, scongiuri facendo, io non la difesi perché sono ancora in salute.

Poi attaccarono il mio vicino di casa, gli sequestrarono l’auto, la casa, gli fecero perdere il lavoro. Mi dispiacque, ma non lo difesi perché avevo altre cose da fare.

Ma, oggi, che attaccano me? Solo oggi che attaccano me mi accorgo che, anche per colpa mia, NON è RIMASTO PIU’ NESSUNO CHE POSSA AIUTARMI… Che “scemo” che son stato!

Nando Dicè
Lo Scemo del Villaggio Globale

Fonte: www.mirorenzaglia.org
Link: http://www.mirorenzaglia.org/?p=4752
22.12.08

Nota

(1) Mi imposero di pagare le tasse per i permessi comunali, i permessi provinciali e quelli regionali. Mi fecero pagare i parcheggi, dimenticando che la realizzazione delle strade e la loro manutenzione l’abbiamo pagata noi. Mi facevano pagare i medicinali, come se gran parte delle ricerche non venissero da strutture pubbliche e quindi gia pagate da noi, e facendoci dimenticare che con tutte le truffe che i partiti hanno fatto ai danni della sanità pubblica ora le medicine dovrebbero essere gratis per tutti. Mi fecero pagare l’Istruzione pubblica, come se le scuole non le avessimo pagate con i soldi nostri. E poi i Pedaggi autostradali (a Napoli anche la tangenziale) Come se la realizzazione di quelle opere non le avesse fatto lo Stato, quindi noi. E non era finita: Tasse sullo smaltimento rifiuti, l’ addizionali comunale, l’addizionali provinciale, l’addizionali regionale, l’addizionale sull’acqua, l’addizionale sul gas, l’addizionale sull’energia elettrica, l’imposta sulla pubblicità (che tutte le imprese scaricano sui costi di produzione e quindi sui consumatori) la Tosap, le Tasse sulle assicurazioni, le imposte indirette sugli atti amministrativi, i Bolli di registro, la Tassa sulla informazione, (canone Rai , ma anche i prelievi per finanziare i giornali di partito), gli Interessi (dello stato, delle agenzie di recupero, delle agenzie di riscossione, delle banche, dei mutui), le tasse sui depositi, (sia sui depositi bancari che postali), le concessioni governative, il Costo del pagamento (costo dei bollettini postali o dei bonifici che servono per pagare), le tasse sulle tasse (vedi la tua bolletta dell’energia elettrica o sui carburanti). E anche quando mi hanno rubato l’auto, ho dovuto pagare la cancellazione al PRA. Ma io non dissi nulla, perché da schiavo , non conoscevo altra vita che questa.

Pubblicato da Davide

  • deadbeef

    http://it.wikipedia.org/wiki/Prima_vennero

    non c’entra nulla Bertolt Brecht

  • delfino53

    Bellissimo articolo. Nulla da ggiungere purtroppo…..
    Questa è la situazione.

    Secondo me ha ragione LaRouche quando dice di mettere le banche in amministrazione controllata.

    Perchè questi adesso per salvarsi le chiappe sono disposti a tutto: anche a farci morire di fame.

  • illupodeicieli

    Ci sono già passato “Poi attaccarono il mio vicino di casa, gli sequestrarono l’auto, la casa, gli fecero perdere il lavoro. Mi dispiacque, ma non lo difesi perché avevo altre cose da fare”, ero io il vicino, non quello cui ti riferisci tu, ma uno dei tanti. Ma non è appunto vero che nessuno muove un dito, lo fanno in tanti :vedi quando leggono storie e fatti simili, usano una delle dieci dita per cambiare pagina,blog o sito.Se sei loro amico e hai ancoro un po’ di credito nel cellulare per chiamarli, usano il ditino per “mettere occupato”. Il fatto che ora i problemi li abbiamo più categorie di cittadini dovrebbe far pensare: è da quando ho aperto il blog nel 2005 che ne parlo ma senza grandi risultati.O meglio c’è chi non sapeva di certe cose,nemmeno che esistessero , ora lo sanno e il mio compito di divulgazione è stato,in parte, assolto. Per il primo problema ,quello della Crif o similare, sappi che salvo errore la nostra,quella ufficiale di Bologna, di cui sono soci sia Silvio che Romano (sarà per interposta persona ma lo sono) questa banca dati comunica anche o lo farà presto a livello internazionale: così sei fregato tre o 4 volte.Chi pensa di chiedere un fido all’estero si troverà le porte chiuse. Ma c’è da dire che alcuni dati dovrebbero essere tenuti solo per un dato periodo di tempo:invece c’è chi li copia,chi li archivia.Come detto da me in altre occasioni so,per certo, che proprio in Emilia ci sono banche che controllano i dati anche di 15 e più anni fa;adoperano ancora il cartaceo. Se poi sei pulito alla Banca d’Italia, cioè non hai sofferenze, a loro non importa una mazza, perchè si affidano ad altri “valutatori del rischio” e possono, a discrezione loro concedere o meno il prestito o il fido. Del resto lo ripetono in continuazione anche in tv, che loro come banche non sono sul mercato per fare opere di bene ma affari.Ed è qui che ci vorrebbe la solidarietà di tutti, il muovere il ditino, che lo si muove per cambiare pagina e dire…ma ,però la cosa non mi tange. E spero davvero che non vi succeda di essere dichiarati falliti come è successo a me e ad altri.

  • IVANOE

    E allora dopo il fallimento ?
    Qual’è il problema ?
    Ci saranno tante famiglie fallite.
    Ma nella storia italiana le famiglie normali senza doppie case senza lasciti e che vivono di soli stipendi hanno sempre vissuto anzi sopravvissuto sulla lama del rasio.
    Solo che in passato la finta ricchezza i lustrini della tv ci impedivano di vedere queste famiglie fallite.
    Adesso più che il fallimento le vittime le fa la preoccupazione l’ansia di non riuscire a mantenere lo stesso tenore di vita ( già basso rispetto alla media europea ) le promesse fatte ai figli e vedersi costretti a cheidere prestiti a queste banche strozzine non più per fare lussi o togliere sfizi ma per coprire i buchi delle necessità che vanno dal dentista al condominio alla lavatrice guasta.
    Io sono uno di questi preoccupati. Bè ma sapete che vi dico.
    Succeda quel che succeda, crolli quel che crolli alla fine mi ritorverò ridmensionato con una casa più piccola o in affitto, oppure con un ferro vecchio di macchina.
    Perchè a conti fatti con questa politica maligna dei nostri governanti tutti compresi anche in questa sempre più drammatica situazione sociale è quella di tenere sempre alti i prezzi e quindi il valore dei beni e abbassare il più possibile gli stipendi pensioni ecc. ecc.
    CIoè deve creare l’emergenza, il bisogno, la preoccupazione per soggiogare il popolo onesto.
    Solo che alla fine non vincerà nessuno perchè la loro politica è senza sbocchi solo egoismo allo stato puro, slavataggio delle apparenze e salvataggio dei loro amici fricchettoni e per tutto il resto il nulla.
    Il binario morto è stato già percorso con la stagnazione dei consumi ci sarà un’esercito di falliti :
    prima e mi dispiace le famiglie sopratutto quelle oneste, poi a caduta per l’impossibilità di acquistare le piccole attività commerciali a seguire gli artigiani, i professionisti le imprese e alla fine lo stato.
    Solo i tempi bisogna calcolare 3-4-5 anni ?
    E quindi che i nostri fallimenti siano la cenere dove rinasca un fiore.
    Perchè questi nostri politici sono come un tumore devono ammazzare la vittima perchè anche l tumore muoia con essa.

  • Earth

    Stupendo! Conoscete per caso qualche organizzazione o attivita’ che si propone a combattere tutto questo? No, perche’, non vorrei mai che queste parole servano solo ad informarmi, manca poco all’apocalisse, bisogna fare qualcosa adesso.

  • illupodeicieli

    Le associazioni, anche quelle che ci sono in rete, per prima cosa ti chiedono di associarti. Ma andiamo per ordine. Se parliamo di qualcuno che combatte contro costoro, cioè contro le banche per come operano adesso, e perchè ci sia un servizio, un aiuto in denaro per chi ha necessità di intraprendere un’attività, non credo che ci sia. Esistono i consorzi fidi, ma ti chiedono: la quota associativa, per la pratica, e ti permettono in alcuni casi di ottenere un fido.Poi esistono anche altre associazioni o anche vere e proprie società (che in questo caso dichiarano che fanno qualcosa per profitto, minimo forse ma è nelle loro intenzioni) e che ,anche loro per muoversi e farti cancellare da alcuni “libri neri” ti chiedono le stesse cose, cioè di associarti, di inviare denaro perchè “devono acquisire alcuni documenti” e poi, a tue spese ti devono ri-inviare il tutto. Ma non c’è nessun paladino che lo fa perchè è convinto che sia ingiusto.Dice bene l’articolista, che finchè non ti tange i più se ne fregano, anzi ,siccome io sono finito tra i falliti, c’è pure chi fa ironia e ti sfotte, chi ti giudica e ti umilia.C’è solo un po’ di passaparola, discreto e riservato, per uscire da alcuni meandri burocratici e legali.Infatti sono a disposizione per dare una mano, e l’ho già fatto e lo faccio ancora, a chi chiede e nei miei post anche a chi legge e poi agisce in base alle dritte. Pensa solo se qualcuno ha fatto qualcosa contro le ganasce fiscali, anche quelle che riguardano i conti correnti pignorati,quelli che ti fanno protestare un assegno, ti bloccano un rid o la carta di credito:eppure ho chiesto proprio io a DiPietro, ad adusbef e a un’altra associazione:nessuno mi ha risposto.

  • radisol

    Non ho una grandissima stima per le associazioni di utenti, questo sia perchè oggettivamente interpretano quel ruolo appunto di “consumatori” cui il sistema vuole relegarci ( non più lavoratori, cittadini ecc.) sia perchè spesso fanno venire il dubbio che rispetto ad alcune controparti tendino ad “evitare” ….. è il caso dell’ Adusbef, organizzazione che come bancario ho visto nascere ( quasi tutti i dirigenti originari provengono da una sindacato autonomo dei bancari che si è poi sciolto, pochi altri dalla Cgil sempre del credito), cui riconosco il grosso merito dell’intuizione ( altre associazioni non hanno uno “specifico finanziario” ma si occupano di tutto, dal prezzo del latte alle questioni di borsa, cose assai diverse tra loro) ed anche quello di sacrosante battaglie come quella sull’anatocismo ( il giochetto diabolico che crea interessi sugli stessi interessi) ….. ma mi sembra che la stessa Adusbef quando si parla di Unicredit ed in particolare della ex Banca di Roma/Capitalia che in Unicredit è confluita …. tendano molto ad essere, come dire, più “teneri” ….

    Comunque, al di là di questo, bisogna riconoscere che Adusbef, FederConsumatori ed a tratti il Codancons e come solo partito i dipietristi sono le uniche realtà che, sia pure in modo altalenante e non sempre “rigidissimo”, si occupano di queste questioni ed a volte hanno ottenuto anche significativi risultati ….. non lo fanno i sindacati, meno che mai quelli dei bancari ( con la parziale eccezione del sindacato “movimentista” Falcri) … ma soprattutto non lo fanno i partiti …nè quelli di destra ( ma questo è come dire più comprensibile e prevedibile) … ma nemmeno quelli di sinistra, a cominciare dal PD che coi banchieri è legato culo e camicia ….. ma non lo fa nemmeno la sinistra “antagonista” che in gran parte, contraddicendo l’insegnamento marxista, non si occupa proprio di economia …. il risultato è che, per un motivo o per l’altro, banche, finanziarie, assicurazioni tiranneggiano la stragrande maggioranza degli italiani senza trovare, salvo rarisimi casi, alcun tipo di resistenza ….. del resto basti pensare alla questione del signoraggio e dell’assetto proprietario privato di Bankitalia …. dove praticamente i “controllati” sono formalmente gli azionisti privati del “controllore” …..

  • Earth

    Il punto e’ proprio questo, quando fallisci, per colpa del sistema, il sistema stesso ti da il colpo di grazia socialmente. Io non sono un fallito in quanto non ho mai iniziato ma forse lo sono gia’ in quanto non ho soldi. Sono poco piu’ che maggiorenne, ma capisco bene i traumi che queste persone passano, in quanto col mio studio da autodidatta e dunque senza il vincolo di essere giudicato da una scuola ed avere dei voti, gli amici e famigliari non credono nella mia prospettiva del futuro e non avendo soldi ma solo un sogno in cui mi applico giorno e notte, vedo come mi guardano appunto da fallito al posto di incoraggiarmi ti buttano giu’. E’ incredibile che se non sei giudicato da un ente allora vieni giudicato male. Vorrei trovarmi un bel lavoro e dirgli vedete che avevo ragione? In quel caso mi ascolterrebbero perche’ avrei fatto i soldi, ora come ora i soldi sono tutto e questo e’ sbagliato. Adesso non faccio parte dei “veri falliti”, mi piacerebbe aiutarli se ci fosse un’organizzazione no profit, giusto per fare massa e aiutarli ad espandersi ma vabbeh allora niente. Chissa’ quante persone si potrebbero unire ma sono sparpagliate, il detto l’unione fa la forza e’ vero e concreto ma difficle da attuare purtroppo a quanto sento.

  • rosacroce

    pro-mura,faccio parte del comitato pro-mura,dobbiamo erigere una muraglia per difenderci da loro. altrimenti è la fine,non ci resterà piu’ niente, ci porteranno via tutto,invito il popolo alla ribellione.
    ribellione totale e generale all’impero delle banche ,dei politici loro latrine,dei media conta Balle,al mondo delle palle e dei palloni.

  • rosacroce

    sono d’accordo,sarà cosi.pienamente d’accordo,solo che io sono
    piu’ cattivo,

  • rosacroce

    vero

  • rosacroce

    questo mondo è perso,bisogna partire da qui’.non servono
    riforme,serve la RIVOLUZIONE.Oppure L’isolamento
    io,non ho un soldo in banca ,eppure campo alla grande.
    non mi servono la banche, ho casa mia ,1 ettaro e mezzo
    di terra,mi produco tutto:frutta ,galline ,uova ,anitre ,oche
    verdura ,legna,asparagi.
    da marzo a giugno consumo un gran piatto di asparagi al giorno ogni giorno, naturali senza concimi senza erbicidi.
    la domenica un arrosto (faraona o anitra o pollo)allevati al pascolo senza mangimi ,senza antibiotici senza vaccini.ho ottima frutta per 7 mesi all’anno:ciliegie ,albicocche,prugne,pesche,biricoccolo,fichi,uva,lamponi,
    cachi,melograni ,zizole.corbezzolo .tutto naturale ,non uso niente,tutto ottimo,produco uova meravigliose ,non uso nessuna sostanza.le galline le fanno in giro sul prato.mia moglie fa il pane integrale,mi costa 1/10,mi faccio l’orzo tostato con la stufa(in forno)per il caffe mi costa 1 /10.
    consumo per metà legna dei miei alberi,non mi serve il gas,non mi serve il frigo .il frizeer l’ho spento.facciamo marmellate ottime .
    il forno a microonde l’ho buttato.
    ho 3 piccole serre ,che producono anche d’inverno,non vado mai in giro con l’auto tranne per necessità,mi basta poca benzina,i vastiti sono li stessi da anni.vendo faraone , galline ,anitre nel giro di 7 km max
    vendo ottime uova ai compaesani.spendo poco,compro pochissimo.
    una delle maggiori spese è il collegamento a internet 24 ore.
    dove la telecom mi rapina.sono informato,molto informato.
    non compro formaggio(tutto avvelenATO)VIVIAMO DEL NOSTRO CIBO.ABBIAMO OTTIMA SALUTE,NONOSTANTE IO FUMI TANTISSIMO(UNA DELLA MAGGIORI SPESE)
    UN ALTRO VIVERE è POSSIBILE ,BISOGNA DIRE BASTA.

  • rosacroce

    BASTA ALLE BANCHE AI POLITICI E AI LORO SERVI
    BASTA ALLA BCE ALLA COMMISSIONE EUROPEA DEI BANCHIERI
    RICORDIAMOCI DEL PASSATO,
    GUARDIAMO AL NOSTRO PASSATO.
    i partigiani,IL MOVIMENTO DI LIBERAZIONE NAZIONALE.

  • rosacroce

    DOBBIAMO LIBERARCI O E’ LA FINE

  • rosacroce

    basta lavorare per le banche,basta fidi, mutui tasse,
    basta lavorare per lo stato ladro e corrotto.
    è tutto inutile ,non serve lavorare ;non c’è FUTURO.non c’è futuro,ma volete capirla.ma che fidi,ma che mutui,i debiti son 35 anni di pil mondiale,
    fra poco salta tuttoooooooo.
    i derivati sul debito sono 1,4 milioni di miliardi di dollari
    è la fine,non c’è soluzione,non c’è.ficcatevelo bene in testa.

  • rosacroce

    fra poco il denaro e ogni asset finanziario
    (titoli di stato,azioni,obbligazioni
    cambiali etc,,,)SPARIRà,non ci sarà piu’.
    (Lyndon la rouche tele conferenza di pochi mesi fà)
    questo grazie ai nostri cari banchieri che stampano debiti da 40 anni alla grande.

  • biopresto

    dov’è che vivi ? se abiti vicino passo a trovarti ho bisogno di chiarirmi le idee su come coltivare un pezzo di terra. Scrivimi in privato ciao