CHE MONDO E’ ?

DI MARCO CEDOLIN
ilcorrosivo.blogspot.com

Che mondo è quello in cui un ragazzo di 37 anni deve salire su un traliccio dell’alta tensione e sfracellarsi al suolo, per difendere il futuro della terra in cui vive, dalla mafia del cemento e del tondino che vuole farne scempio, per ingrassare bulimici patrimoni bancari?…..

Che mondo è quello in cui i lavoratori si ammazzano, perchè gia assassinati un momento prima dal mercato del lavoro, che mercifica la vita umana e fa scempio della dignità?…….
Che mondo è quello dove ti stanno togliendo tutto e se ti azzardi a protestare arrivano squadre di picchiatori legalizzati a bastonarti e gasarti perfino dentro le carrozze dei treni?

Che mondo è quello dove il cittadino giace addormentato dai pifferai delle penne a servizio e dai teleimbonitori e neppure si rende conto di essere stato ormai deprivato di tutto, ad iniziare dalla propria umanità?

E’ mai possibile che si sia stati tutti lobotomizzati così in profondità da far si che l’unica strada presente nella nostra mente sia quella della muta rassegnazione?

Sicuramente Luca ha molto da insegnarci, anche dal letto di ospedale, perchè ha rifiutato di morire dentro, come stiamo morendo tutti noi.

Marco Cedolin
Fonte: http://ilcorrosivo.blogspot.com
Link: http://ilcorrosivo.blogspot.com/2012/02/che-mondo-e.html
28.02.2012

33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tetris1917
Tetris1917
27 Febbraio 2012 13:29

Forza Luca.

clausneghe
clausneghe
27 Febbraio 2012 14:10

E’ un mondo di…avete capito cosa.

Pellegrino
Pellegrino
27 Febbraio 2012 14:48

a 37 anni non si è “ragazzi”!!!!!

Roma
Roma
27 Febbraio 2012 15:05

È un mondo per fortuna ancora molto migliore di quello che i no-tav vagheggiano. È un mondo dove persone di 37 anni possono permettersi di perdere giornate di lavoro per andare a protestare contro la tav. È un mondo molto migliore di quello che hanno vissuto i nonni dei no-tav, che all’età di Luca erano già quasi 30 anni che si spaccavano la schiena dalla mattina alla sera per un tozzo di pane; e di cose che non andavano ce n’erano anche allora! È un mondo dove ci si può permettere di manifestare per evitare di realizzare un opera che porta lavoro, modernità e sicurezza nei trasporti. Un opera che permette all’Italia di stare al passso coi tempi. Ma che mondo vorrebbe Luca e i no-tav? Un mondo dove al posto delle strade ci sono i sentieri e al posto delle macchine i carri? Con tutto il dolore che provo per Luca, e con la speranza che possa rimettersi in sesto il più presto possibile, spero che Luca una volta guarito possa capire l’esatta cifra di questi fatti e prenda cpscienza dei cattivi maestri che stanno cercando di manipolare la sua generazione, per portare la nostra Società nell’oblio, nella povertà… Leggi tutto »

clausneghe
clausneghe
27 Febbraio 2012 15:41

Ma senti questo..
Di sicuro è uno dei 61% dei lettori di quel fogliaccio libero che hanno detto nel sondaggio che Luca se l’è cercata e gli sta bene.
E’ per colpa di personaggi come il mio vicino di post che il mondo fa schifo.

vraie
vraie
27 Febbraio 2012 15:48

chi dice queto deve aver studiato la rivoluzione industriale sui libri di scuola … ricorda ancora alcune pagine … ma è passato molto tempo

backtime
backtime
27 Febbraio 2012 16:02

Quando apri bocca, assicurati che quello che stai per dire è migliore del silenzio.

E’ evidente che non ti sei assicurato di nulla, hai solo valorizzato l’ignoranza di cui evidentemente sei pregno.

zingaro
zingaro
27 Febbraio 2012 16:10

La punizione più crudele per te è spegnerti la televisione.

kawataxi
kawataxi
27 Febbraio 2012 16:17

visto e considerato che l’italia e’ gia’ una tavola di cemento e non scendo nei dettagli. che bisogno abbiamo dei treni ad alta velocita’ se nessuno li prende? e per i pochi che se lo possono permettere preferiscono l’aereo; piu’ rapido e meno costoso…

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
27 Febbraio 2012 16:48

proprio un commento da pellegrino………
grande rispetto per i NO TAV
Spero che Luca si riprenda al piú presto

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
27 Febbraio 2012 17:01

@Roma ha commentato in modo davvero originale questo episodio, forse gli interessa piú fare l’originale che esprimere i suoi pensieri, o almeno spero…
Perché se davvero sputi sui valori che animano il popolo No TAV della val di susa, allora credo che del mondo di cui parli hai visto ben poco.
ed il solo fatto che usi il nome della mia cittá per sputare cotante bestialitá, beh, mi fa rodere un po’ il chiccherone.
RISPETTO per il movimento NO-TAV

Roma
Roma
27 Febbraio 2012 17:32

Elenca i valori che tanto decanti.
Argomenta invece di criticare dicendo delle banalità.
E spiegami cosa ci faceva una persona di 37 anni su un traliccio dell’alta tensione!

P.S. visto che parli di valori, tu devi ancora imparare il primo e più importante valore: rispettare il pensiero degli altri, se vuoi che gli altri rispetti te e i tuoi pensieri!

Roma
Roma
27 Febbraio 2012 17:34

Tu invece non c’è dubbio che le possa ricordare, da come scrivi non mi sembri uno di grossi studi …

Roma
Roma
27 Febbraio 2012 17:36

Io ho espresso delle ideee, tu invece vomiti rabbia. Le mie e le tue parole sono lì a dimostrare chi dei due è il più ignorante

Roma
Roma
27 Febbraio 2012 17:40

Obiezioni che, in parte, condivido. Forse in Italia ci sono sicuramente altre priorità. Ma i problemi dell’Italia non sono la tav.
I veri problemi sono sotto gli occhi di tutti e tutti i giorni. I problemi sono un governo di banchieri affamatori della gente. E per queste cose che dice il popolo no-tav? NIENTE. E sai perchè? Perchè i veri problemi ce li hanno papi e mami!

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
27 Febbraio 2012 18:20

con il dovuto rispetto per le idee e in questo caso anche delle persone.

Cosa ci faceva sul traliccio? Stava tentando di non farsi acchiappare (leggi prendere a botte e manganellate) dai poliziotti?

I valori NO-TAV? Credevo li conoscesse anche un bambino
Si battono per evitare la deturpazione di una valle (la loro valle), si battono per evitare che miliardi di euro vengano spesi inutilmente e intascati indovina da chi? forse BNP Paribas? e chi altri? le solite imprese che accaparrano gli appalti con i soldi (debiti) dello stato?

e dimmi, chi li pagherá poi questi debiti?

e poi onestamente, ma chi ha veramente bisogno di questa nuova linea ferroviaria?

ma soprattutto, esponi le tue di ragioni, e dimmi quali sarebbero le tragiche conseguenze che l’annullamento di simile progetto porterebbero al popolo?

Tao
Tao
27 Febbraio 2012 21:30

Questa notte è avvenuto un blitz militare per l’allargamento del cantiere TAV in Valle Clarea, pressi di Giaglione, Valle di Susa. C’era un gran numero di forze dell’ordine e militari, ruspe, mezzi militari, saliti anche mentre sabato 75000 persone manifestavano pacificamente contro quest’opera assurda, inutile, dannosa, costosa. Invano. La cieca convinzione di portare avanti un allargamento del non-cantiere illegittimo ha visto l’opposizione nonviolenta dei pochi ragazzi che erano presenti sul posto. La grande mobilitazione del movimento NOTAV sarebbe infatti dovuta avvenire questa sera, questa notte, con una fiaccolata notturna ed una permanenza sul posto ad oltranza. Gli anziani della valle erano disposti ad incatenarsi agli alberi, ad oltranza. Avendolo probabilmente saputo, gli invasori hanno deciso di provare a forzare i tempi. Luca Abbà, 37 anni, agricoltore della Valsusa, molto conosciuto in Valle per la sua fiera ma nonviolenta opposione alla TAV, si è arrampicato su un traliccio per provare ad opporsi alla cieca determinazione degli invasori. Sentivamo la diretta della sua voce alla Radio (Radio Black-Out). Diceva, rivolto a quelli di sotto: “se non la piantate, io da quassù non me ne vado, avete capito?”. Poi, rivolto agli ascoltatori: “Ciao, vi saluto, UN POLIZIOTTO-ROCCIATORE mi sta incalzando da sotto”. Gli… Leggi tutto »

Albertino
Albertino
28 Febbraio 2012 4:11

complimenti ! davvero complimenti !

Albertino
Albertino
28 Febbraio 2012 4:15

tu scirivi “un opera che porta lavoro, modernità e sicurezza nei trasporti. Un opera che permette all’Italia di stare al passso coi tempi” se hai letto con attenzione le ragioni di chi è contro il TAV, ti renderai conto che l’opera che si vuole a tutti i costi realizzare, non porterà i benefici che tu speri. quindi il tuo ragionamento, per altri versi condivisibile, parte purtroppo da un presupposto completamente sbagliato. ti consiglio di leggere i dati sul movimento merci e passeggeri del TAV.

Highlangher
Highlangher
28 Febbraio 2012 4:17

Massimo rispetto per Luca e spero tanto che si possa riprendere presto. Chi non conosce la valsusa non ha idea di come siano giustamente tutti determinati a non lasciar passare questo mostro di scavi infiniti, non solo inutili ma dannosi e letali per le persone e l’ambiente. Resistenza ora e sempre. A sara’ dura !!!!!!!!

astabada
astabada
28 Febbraio 2012 4:24

Ma tu che cazzo ne sai se Luca si spaccava la schiena o no?

stonehenge
stonehenge
28 Febbraio 2012 4:35

Ma chi è?Giordano di studio aperto il tuo mentore?
Le ragioni per cui il Tav è una ca…ata sono:
-terreno non conforme all’alta velocità che passa pure in una vallata che dovrebbe essere patrimonio naturalistico
-Il TAV è inutile perchè la gente non lo utilizza, e perchè non c’è nulla da trasportare tra lione e torino.
-perchè mai dovremmo pagare per i francesi la tratta che dal confine con la francia porta a lione?

Non si tratta di sviluppo ma di distruzione!

gabro
gabro
28 Febbraio 2012 5:11

@Roma: io ti scrivo dalla Valle di Susa, quindi sono molto più informato degli altri su tutta la questione TAV/TAC e t’ invito a leggere con attenzione queste mie righe. Credere che un’opera studiata agli inizi degli anni ’90 (vent’anni fa) quando il mondo era in costante “crescita” possa essere ancora attuale oggi fà un pò sorridere, non ti pare? Ieri la visione della realtà non era certo come quella di oggi. Un tempo si credeva che i governi servissero i popoli….poi col tempo salta fuori “mani pulite” e la percezione del valore della politica precipita. Col tempo si capisce che gli interessi “particolari” delle multinazionali e delle banche sono difesi da figure politiche che si risolvono oggi con l’installazione di un governo fatto di banchieri, presieduto dal presidente storico della Commissione Trilaterale cioè l’organo “direttivo-filosofico” degli “illuminati” che, come certamente ben saprai, hanno come loro agenda l’istituzione di un Nuovo Ordine Mondiale (più volte auspicato dal pres. Napolitano). Per chiarire bene la questione questo NWO ha l’obiettivo di un unico stato con un’unica moneta ed un’unico esercito governato dall’èlite finanziaria mondiale (quindi NON votata da nessuno) che è esattamente quello che stanno realizzando oggi (vedere il Meccanismo di Stabilità… Leggi tutto »

clausneghe
clausneghe
28 Febbraio 2012 5:42

A parte tutto, sapete perchè questi dannati di governanti vogliono a tutti i costi la TAV?

Il vero scopo della TAV è militare.

Fate caso che tocca da vicino tutte le basi Nato.

Serve per spostare a velocità notevole truppe e apparati bellici da un estremo all’altro dell’Europa.

Fanculo Bersani,Fini,Casini e cretini vari.

Hamelin
Hamelin
28 Febbraio 2012 5:47

Un mondo dove sarebbe ora che la gente scendesse dalle nuvole e dall’incanto del “tutto non puo’ che andare che nel migliore dei modi”.
La gente subisce e continuerà a subire perchè fondamentalmente non si rende conto e crede di vivere in una democrazia e quindi agisce e pensa secondo i mezzi che ha a disposizione.
Manifestare è tanto inutile come sbraitare o fare referendum ( che matematicamente non vengono rispettati ).
Bisognerebbe ricordare alle persone la differenza tra un uomo ed un servo.
Un uomo sceglie.
Un servo obbedisce.
Il meccanismo diabolico politico/finanziario Europeo ed in generale Elitario mondiale chiede solo dei servi e niente di piu’.
La gente non si realizza tutto cio’ semplicemente perchè esteriormente hanno mantenuto i vecchi organi democratici ma li hanno svuotati di qualsiasi senso e utilità .
Ormai non si dovrebbe piu’ parlare della parola obsoleta “cittadino”.
Il cittadino è morto sostituito dal alterego del turbocapitalismo…
“Il consumatore”.

castigo
castigo
28 Febbraio 2012 5:56

Roma: È un mondo per fortuna ancora molto migliore di quello che i no-tav vagheggiano. È un mondo dove persone di 37 anni possono permettersi di perdere giornate di lavoro per andare a protestare contro la tav. è un mondo dove magari puoi permetterti di perdere giornate di lavoro perché UN LAVORO NON CE L’HAI….. ma per te questo è troppo impegnativo da considerare, meglio il preconcetto del fancazzista che protesta tanto per protestare… e per non lavorare. È un mondo molto migliore di quello che hanno vissuto i nonni dei no-tav, che all’età di Luca erano già quasi 30 anni che si spaccavano la schiena dalla mattina alla sera per un tozzo di pane; e di cose che non andavano ce n’erano anche allora! e protestare per evitare di tornare ai bei tempi andati è tempo perso, sì?? molto meglio restare a lavorare (se un lavoro ce l’hai, ovviamente) e lasciare che ci pensi la “politica”, sì?? È un mondo dove ci si può permettere di manifestare per evitare di realizzare un opera che porta lavoro, modernità e sicurezza nei trasporti. Un opera che permette all’Italia di stare al passso coi tempi. ho l’impressione che tu abbia le idee… Leggi tutto »

Pellegrino
Pellegrino
28 Febbraio 2012 6:01

mi spiace per voi se non capite. Evidentemente traviati dal pregiudizio”ragazzo =bello” , “uomo=brutto”. A 37 anni si è pienamente uomini, capaci e rsponsabili. Questo non da meno valore al gesto di Abba, lo inquadra solo nella giusta luce.

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
28 Febbraio 2012 6:31

Hai ragione.
siamo considerati dei “consumatori” ma a volte “contribuenti” e pensa te, ogni tanto anche “elettori”, a seconda della situazione.

bysantium
bysantium
28 Febbraio 2012 7:06

L’avevo pensato anch’io.
E penso che non sia un caso che il maistream lo definisca ragazzo = ragazzata.
Invece a 37 anni si è uomini, eccome, e quindi l’impegno e la lotta sono una scelta matura per una giusta causa. Saluti.

PS : ieri sera in tv sia il drone americano Ferrara sia il sedicente ex sindacalista Cofferati hanno detto che non è proporzionato il rischio della vita con l’opera contro cui si lotta ( ” il buco di una montagna” ).
Per cosa dovrebbe lottare e rischiare la propria vita un uomo se non per la causa in cui crede?

gelsomino
gelsomino
28 Febbraio 2012 8:38

Quoto, Castigo ha ribattuto colpo su colpo a tutte le amenità di coso, lì, non ricordo il nome.

sandman972
sandman972
28 Febbraio 2012 9:38

Il tuo problema è che non vedi che fa tutto parte della stessa cricca: TAV, ponte sullo stretto, banchieri affamatori, politici milionari, sono tutti dalla stessa parte. Ed uno come te, che fa dei distinguo invece di schierarsi con quelli che in un certo modo questo sistema lo combattono a rischio della pelle, fa solo il loro gioco. Magari un giorno ti sveglierai anche tu.

rosbaol
rosbaol
29 Febbraio 2012 7:27

Concordo. Luca è un uomo. Mi auguro si riprenda presto.

zavorra
zavorra
3 Marzo 2012 3:54

Semplicemente un Mondo Ipocrita . Tutto qua ne piu’ ne meno . Un ragazzo difende la sua terra e si e’ bruciato sui fili dell’alta tensione ? Cosa vuoi che me ne freghi ? Io non sono , io non mi interesso alla tav , io non abito li . a me fino adesso i poliziotti non mi hanno fatto neanche 1 multa . Perche’ dovrebbero interessarci queste cose ? Lo stesso Luca ( non me ne voglia non lo conosco faccio solo un esempio ) potrebbe difendere la sua terra ma fregarsene dei Siriani che prendono gran legnate..o dei Palestinesi ridotti ad abitare su una striscia di terra di 1/20 della grandezza delle terre dove abitavano prima , o dei Ceceni sempre sfruttati dalla mafia russa per i loro giacimenti ….cosa ha Luca in piu’ di milioni di abitanti del mondo che muoiono miseramente sotto crudeli bombardamenti di fosforo bianco , bruciati mentre ancora sono a letto , uomini donne bambini ? IPOCRISIA ….solo questo niente altro . E’ franata una montagna a Galati nel Messinese sono morte delle persone e per tutti era abusivismo , e’ franata una montagna nel Genovese per tutti e’ una sciagura ….in thailandia… Leggi tutto »