“Certo, che faccia quello che vuole” (Un giovane di Lleida vota tra gli applausi con una bandiera spagnola)

Video  —  di Xavier Cantons

Ahora mismo ha votado este chico en Torrefarrera y le hemos aplaudido.”- “Proprio adesso ha appena votato un ragazzo a Torrefarrera e noi lo abbiamo applaudito “.

Questo è il testo che accompagna il video di Xavier Cantons in cui si vede un giovane che vota per il referendum del 1° ottobre, con una bandiera spagnola con il mitico toro intorno alla vita. “Lasciatelo votare e basta!” – si sente dire da una donna in catalano, che aggiunge: “Certo, che faccia quello che vuole”. Dopo  che ha votato, è cominciato un applauso e un uomo, anche lui non inquadrato dalla telecamera, dice in catalano: “Benissimo, ragazzo”. Gli applausi aumentano e la gente che si è radunata nel municipio di Lleida, grida in coro : “Votarem!”- “Voteremo”.

Il video è stato ri-twittato 2.000 volte nelle prime quattro ore e uno di questi re-twit lo ha passato Alberto Garzón, coordinatore federale di Izquierda Unida. Altri hanno condiviso la scena sui loro profili, da dove poi sono stati ritwittati altre migliaia di volte. La registrazione che ha mandato Cantons (quella con cui inizia l’articolo) è di qualche secondo più a lunga.

Applausi nel collegio elettorale di Torrefarrera per un ragazzo che ha votato avvolto in un rojigualda
[Video: @xavicantonspic.twitter.com/oQpolhYyTE

Chico con la bandera de España vota sin ningún problema.

Così doveva essere stato tutto.pic.twitter.com/XJus8K4JTx

L’autore del video spiega a Verne per telefono di non conoscere il nome di quel giovane, ma dei vicini gli hanno confermato che abita in  città e che di solito vota in quel seggio. Ci dice di aver visto come sia “entrato con la scheda in mano, indicando a tutti che avrebbe votato NO”. Ha consegnato il voto e ha rivevuto un applauso spontaneo.

Torrefarrera ha circa 4.600 abitanti e sta a circa sette chilometri da Lleida. Il sindaco, in carica dal 2011 è Jordi Latorre, del PDeCat. Cantons ha passato gran parte della giornata nel municipio e descrive la giornata come un giorno di  “festa, con cioccolatini e fischietti …”. L’unica presenza della polizia è stata quella di “un paio di Mossos”, che erano di guardia dalla mattina”.

Già che ci siete ecco ancora …

… Minuto per minuto il referendum illegale in Catalogna  su EL PAÍS.

… Ecco qualche  foto delle strade della Catalogna il 1° di ottobre.

… Qui si può consultare una mappa degli incidenti in Catalogna. Secondo il governo ci sono più di quattrocento feriti per le cariche di polizia.

… Il Govern ha dato annuncio di prima mattinata che avrebbe potuto disporre di un sistema che permetteva un censimento universale, di modo che si potesse votare a qualsiasi tavolo. Fonti di polizia confermano a EL PAÍS che la Guardia Civil è riuscita a mettere in atto un blocco parziale al sistema di accesso al censimento.

Fonte: https://verne.elpais.com

Link: https://verne.elpais.com/verne/2017/10/01/articulo/1506853947_026801.html?id_externo_rsoc=FB_CM

1.10.2017

 Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
10 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
10
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x