Home / Intervista / CE LO CHIEDE L'EUROPA (INTERVISTA A ALBERTO BAGNAI)

CE LO CHIEDE L'EUROPA (INTERVISTA A ALBERTO BAGNAI)

DI CLAUDIO MESSORA
byoblu.com

MESSORA: Alberto Bagnai, professore di Politica Economica all’Università Gabriele D’Annunzio di Pescara. Alberto Bagnai buongiorno!

BAGNAI: buongiorno, Claudio.

MESSORA: allora, primo esperimento di intervista in crowd funding, cioè finanziato dalla gente, a stragrande maggioranza, quindi altissima autorevolezza sulla rete perché hai un blog che è Goofynomics. Ci spieghi Goofynomics da dove deriva?BAGNAI: sì, questa è stata l’intuizione di un mio amico, il Professor Santarelli, come lo chiamo e come si chiama, perché un giorno riflettevamo sulle dinamiche dell’eurozona, dinamiche che vogliono, che ci impongono in qualche modo di entrare in una competizione tra paesi che in realtà dovrebbero essere in unione. Competizione che si basa sul fatto che dobbiamo essere tutti più competitivi per esportare di più e sostenere così la nostra crescita. La riflessione che facevamo è che è strano come una esportazione, vista dall’estero, somiglia ad un’importazione. Cioè, se tutti esportano, chi importa? E ci è venuto in mente il pensiero di Pippo: è strano come una discesa vista dal basso somigli a una salita. Partendo da questa idea fondante, diciamo, della Goofynomics, ci siamo accorti del fatto che una svalutazione, vista dall’estero, somiglia a una rivalutazione, che un debito, visto dall’altra parte, somiglia a un credito. Se si è in due gli interessi in qualche modo possono essere contrapposti o quantomeno i ruoli sono contrapposti. Il creditore non è il debitore. E bisogna tenerne conto anche a livello analitico, anche nel descrivere i fenomeni.
CONTINUA QUI

Pubblicato da Davide

  • albsorio

    Un’altro economista che non parla di signoraggio primario e secondario… un fiume di parole per nascondere ancora un semplice veritá.

  • MrZimmy84

    Non ho capito perchè la favoletta del signoraggio attrae tanto. I signoraggisti non hanno proprio capito come funziona la moneta e un sistema monetario nel suo complesso ma soprattutto non hanno capito che cos’è. La moneta non è un bene ma una sorta di “codice” di funzionamento imposto dallo stato che tu persona gli riconosci d’importela; potrebbe anche riconoscere pietre invece di banconote sempre dovresti procurartene per ottenere beni mediante quel “codice” o “convenzione”. Nessuno si appropria di un accidente.

  • cpaglietti

    Ecco come ci hanno fregato! Grazie Politici Ignoranti !
    1) I poteri forti d’Europa avevano la necessità di espandere la propria egemonia negli stati periferici.
    2) Gli stati periferici , con una propria moneta, avevano un “firewall” che li metteva al riparo dalle speculazioni.
    3) Le economie forti e autorevoli hanno convinto i nostri politici ignoranti come capre di rinunciare alla sovranità monetaria per consentire così l’arrivo di investimenti con lo specchietto di una nostra futura crescita.
    4) Il cavallo di troia così è entrato ed ora ci stanno svuotando.
    5)I politici al governo sono così miopi che non vedono al di là della propria poltrona che devono tenere ben stretta….
    6)Si dà spazio al “boia” convinti che abbia “autorevolezza” in Europa, ignorando che ha autorevolezza perchè rappresentante di quella compagine pseudo-intellettuale che ha contribuito a ideare e creare il mostro.
    7)Si tradisce lo stato privilegantdo la tutela di un sistema non sostenibile e distuttore della equità sociale.
    8) Si rinuncia al walfare per garantire il mantenimento di spregiudicati investitori.
    9) NON C’E’ VIA D’USCITA ! BISOGNA STRAVOLGERE LA POLITICA MONETARIA LA MONETA DEVE TORNARE SOVRANA ! ! ! ! !

  • karson

    scusate ma io non capito bene la parte dove dice: un debito, visto dall’altra parte, somiglia a un credito.” Ma allora se dall’estero il debito dell’Italia è visto come un credito, perché continua ad aumentare lo spread?

  • pier74

    Perchè aumentano le probabilità che l’Italia non riesca a ripagare gli interessi sul debito.

  • Chigi

    Forse perchè c’è il problema della cosidetta “credibilità”.

    Mai chiesto un prestito in banca? Se sei considerato affidabile ottieni un prestito per esempio al 5%, se sei considerato inaffidabile, oltre a chiedere garanzie concrete a copertura da parte tua, dei parenti etc ti rifilano un interesse al 15-20%.

    Lo spread aumenta e continuerà ad aumentare perchè NON siamo in grado di pagare nemmeno gli interessi su quanto ci hanno già prestato, perchè non abbiamo possibilità di accumulare risparmio per mezzo di maggiori esportazioni (quindi maggior numero di occupati, leggi gente che aumenta gli introiti fiscali), dato che i nostri prezzi non sono convenienti , costretti come siamo in un sistema rigido di cambio che impedisce di svalutare la moneta.

    Giova ricordare che tutte le manovre fatte finora sono servite a salvare il cu..lo delle banche che, finchè è durata, hanno lucrato prestando a destra e a manca a privati ed imprese, senza valutarne l’affidabilità, sapendo che scoppiato il casino ci avrebbe pensato lo stato a rifonderli, tagliando diritti, sodomizzando il popolo, con l’aiuto di partiti e sindacati che lo tenevano fermo, facendoci credere che con meno soldi saremo più stimolati a reagire e quindi a far ripartire l’economia.

    Lo spread sta aumentando ed aumenterà finchè mister M. non avrà venduto gli ultimi gioielli di famiglia e tutto il vendibile a quei simpaticoni di tedeschi ed affini del nord europa, visto che anche la Francia ha iniziato la discesa o la salita agli inferi.
    Saluti

  • maristaurru

    Abbiamo una Germana in gravi difficoltà che rischia di rimanere vittima delle macchinazioni delle sue Banche , rimaste estremamente esposte nel giochino dei CDS rifilati per esempio alla grecia. Se la grecia crolla per loro son dolori, ma debbono fare la voce grossa e riempirci di spin doctor che propalino l’idea che la Germania è forte, ha i conti a posto, e che i reietti da bastonare siamo noi. Ma ormai è chiaro che ci hanno ingannato alla grande, hanno coperto buci e difficoltà di quel Paese, perchè????? A noi è venuta povertà ed insulti, ma a gli europeisti convinti che hanno messo le basi per la macelleria sociale e che ci hanno raccontato balle ed hanno fatto in modo che criticare l’Europa fosse delitto ( io nel mio piccolo blog lo feci anni fa.. sono stata minacciata, insultata, mail assurde, attacchi anche personali, roba da cretini che avevano bevuto la propaganda avvelenata, senza un minimo di spirito critico) Dovremmo richiedere a gran voce che quei vermi dei politici che ci hanno persino tassato e rubato dai conti correnti nottetempo , rispondano dei danni causati alla popolazione Italiana, invece di godere di uno status immeritato, pagato con i soldi delle vittime. Ora si nascondono dietro l’ala di Monti e di Napolitano, ma dovranno rispondere delle loro incapacità e di troppe improvvise ricchezze!!!

  • Nauseato

    Se sei considerato affidabile ottieni un prestito per esempio al 5%, se sei considerato inaffidabile [..] ti rifilano un interesse al 15-20%.

    C’è anche il caso che ti ridano bellamente in faccia … prima di rispondere picche.

  • Nauseato

    Esatto ..!! Personalmente (e se ritrovo qualche mio intervento in rete al riguardo, avrò pure il conforto della prova inconfutabile …) ricordo bene che chi come il sottoscritto si mostrava al tempo molto scettico quando non addirittura critico verso il nascente Euro, veniva considerato nei casi più benevoli come un povero mentecatto.
    Nei casi meno benevoli come un povero coglione incapace di intendere e di volere. E certo … avevano invece davvero capito tutto i tripudianti pro-euro. A destra quanto a sinistra.

  • RicBo

    Di economisti che hanno saputo coniugare la visione di una politica economica al servizio di una società a misura dei bisogni dell’uomo ce ne sono stati ben pochi negli ultimi 250 anni.
    Bagnai non fa parte di questo pugno di persone. Dice cose condivisibili ma gira intorno al problema senza mai nominarlo. Il problema è il capitalismo, la ricerca del profitto ad ogni costo e lo sfruttamento e depauperazione di 3/4 della popolazione mondiale.
    E la soluzione che propone, quella di un ritorno agli stati-nazione ognuno con le proprie valute, la vedo anacronistica ed inapplicabile, alla luce dell’evoluzione del modello economico che si rifiuta di nominare esplicitamente.

  • albsorio

    Vedi in Italia suonano sempre la stessa canzone del debito pubblico… La radice del male è il signoraggio primario e secondario, in quello primario gli Stati europei noleggiano le banconote da dei privati, BCE, pagandoli in titoli Stato, per una banconota da 100€ si emettono titoli per 101.20€, ma se il costo della stampa è di pochi centesimi, perchè noi europei non li stampiamo direttamente attraverso una banca centrale STATALE senza emissione di titoli di Stato… come la Cina ad esempio? Nel signoraggio secondario il sistema bancario (privato) genera/crea denaro attraverso la “riserva frazionaria”, ad esempio a fronte di depositi per 100 000€ trattiene il 2% e presta il 98%, quando i 98 000€ arrivano su un altro conto il gioco continua… cosi con100 000€ si fanno prestiti per 5 000 000€. A questo si aggiungono i mercati azionari, vere fabbriche del nulla, dove fare i soldi coi soldi è la regola, si pensi che il giro d’affari della economia virtuale è 15 volte quello della economia reale. Direi che se l’Italia e i PIIGS sono morti, l’intero sistema della moneta-debito è al capolinea, noi europei e non solo dobbiamo ridisegnare il nostro modello di svilupppo, se decideremo che a pagare sia l’1% basterá fare giustizia mentre se a pagare dovrá essere il 99% allora servirá tanta violenza… Il signoraggio non è un complotto ma una frode ai danni dello Stato, cioè noi.

  • gattocottero

    AVETE ROTTO ! ! !

  • gattocottero

    Su 200 stati nel mondo, ce ne sono 17 particolarmente intelligenti ossia l’eurozona.

    Chissà se saranno gli altri 183 stati ad allinearsi al “sol dell’avvenire” rappresentato dal modello della moneta unica europea, oppure saranno i 17 dell’euro ad allinearsi ai rimanenti 183… Difficile fare pronostici, ovviamente intendo su QUANTO ancora il malato terminale – ossia l’euro – abbia da vivere.

  • reio

    vuoi parlare del signoraggio sapendo almeno cos’è?

    Blanchard e Fischer (1989) Lectures on macroeconomics, Cambridge: MIT Press – capitolo 4

    Mankiw, N.G. (1987) “The optimal collection of seigniorage: theory and evidence”

  • rosbaol

    …il ca..o. Quanno ce vò, ce vò. Sono diventati insopportabili. Non puoi nominare o scrivere parole come “debito”, “moneta” e “tasso d’interesse” (ma sarebbero capaci anche di intervenire sulla parola “tasso” inteso come animale) che attaccano il pippone sul signoraggio primario, secondario e laureato.

  • nuvolenelcielo

    credo che “quelli del signoraggio” contestino principalmente l’emissione di titoli di stato da parte dello stato, invece dell’accredito diretto al tesoro del denaro necessario allo stato. Non è una questione irrilevante, anche Zibordi citando Martin Armstrong ha parlato più volte del fatto che lo stato non ha la necessità reale di emettere titoli di stato… – purtroppo ci si divide sempre in slogan e fazioni e alla fine si fanno solo Casini (e spogliarelli)

  • gattocottero

    A me capitò sul serio mentre parlavo di animali. Fido, ossia il mio cane, venne scambiato per fido bancario.

    Scattò subito il pippone sul signoraggio rispetto al fido…

  • gattocottero

    Sarebbe anche vero, solo che Martin Armstrong e Giovanni Zibordi affermano l’importanza di monetizzare i deficit al fine di NON PAGARE INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO, non per evitare il signoraggio!

    In altre parole Armstrong e Zibordi sollevano un tema estremamente serio e lo sviluppano di conseguenza, viceversa i signoraggisti sollevano un tema estremamente serio per poi sputtanarlo.

  • roberto4321

    Bagnai dice una cosa semplicissima: “BISOGNA USCIRE DALL’EURO!”.
    Aggiungo io che occorerebbe una Norimberga per processare chi ci ha fatto mettere questo cappio al collo per fare un favore alla Germania.
    E queste dichiarazioni di Prodi andrebbero portate come prove a carico:
    http://www.youtube.com/watch?v=KC9vpP26mJk

  • Nauseato

    😀 … !!

  • Zret

    Poche idee e molto confuse. D’altronde Messora… omissis.

  • maristaurru

    Ma qui non si tratta di avere “idee” per propalare sogni: qui si tratta di leggere i conticini e trarre delle conclusioni, che nascono da sè , dai fatti. Sono 10 anni e più che ci vengono somministrate teorie senza nè capo nè coda: ogni tanto un blogger celebre se ne esce fuori con sogni e teorie strampalate, giochini che coprono la realtà semplice e nuda data dal dare e avere. Se c’è uno che guadagna c’è un altro che perde, oppure si va a pari ed è come se nulla fosse successo. Sta di fatto che qualcuno ha ciurlato nel manico, che l’Europa non è nemmeno lontanamente stata edificata, ci si è limitati a fare da vassalli delle banche germaniche, per ora si sta solo operando in Italia e negli altri paesi del sud europa, la distruzione dello stato sociale. Quelle teste vuote del Nord Europa accentrano la funzione di esportatori, per ora ci siamo cuccati noi del Sud la loro merce ed abbiamo limitato le nostre esportazioni. C’è chi crede che dopo costoro investiranno da noi, certo prima dobbiamo abbassare le pretese: stipendi bassi, precariato, apprendistato di tre anni (!?) e dopo, se non ti assumono e diventi troppo vecchio? Ti passano un assegnetto di povertà o disoccupazione e potrai, come avviene in Germania , andare a lavorare per 1 euro l’ora se ingegnere, se no perdi l’assegno di disoccupazione. Magari è più quello che spendi per arrivare sul lavoro che quello che prendi. A questo ci stanno portando, questo ci hanno regalato, che cappero di idee un economista dovrebbe tirare fuori, un esercizietto, uno dei tanti che dimostri quanto è bravo lui peccato che poi decide MOnti o qualunque altra testa di legno ci mandino a mazzolarci? Colonizzati dopo aver svenduto peggio che nel 1992 quello che ci resta. Ma con una idea meravigliosa.. zret.. chiedila ad Amato, a Ciampi a Prodi.. chi sa se gliene resta un altra in tasca da propinarci.. sai che bello!

  • MrZimmy84

    ok mi arrendo.

  • Georgejefferson

    Gia.E’inutile zimmy,lascia perdere

  • Georgejefferson

    bella sintesi

  • Chigi

    Perfetto, piuttosto che i poteri forti direi gli stati forti, o più furbi.

  • Chigi

    Certamente, intendevo inaffidabile ma con qualcosa da spolpare…

  • Chigi

    Il problema è che stanno continuando imperterriti nella distruzione del sociale, perlomeno fintanto che i nostri onorevoli non maturino il diritto alla pensione (vitalizio)

  • Chigi

    “Di economisti che hanno saputo coniugare la visione di una politica economica al servizio di una società a misura dei bisogni dell’uomo ce ne sono stati ben pochi negli ultimi 250 anni”

    Qualche nome?

  • Chigi

    Non ho parole per commentare un giudizio del genere.
    Siamo veramente messi male….

  • reio

    bravo, pensa alle scie chimiche

  • MrZimmy84

    Oggi ho capito una cosa: devono credere per forza che sia difficile ma più precisamente che sia “difficilmente spiegabile” altrimenti non ci credono.
    Sostanzialmente ai signoraggisti piace sentirsi con la verità nelle mani, una verità che devono conoscere pochi altrimenti bisognerebbe trovarne sempre una più rara, e più rara è, e più loro possono propendere ad arricchire il mondo d’illuminate teorie elaborate da eminenti sfigati internettiani che tra una sega e l’altra su youporn distribuiscono con tono (e cifre!) saccente proposizioni di una verità incontestabile che tu non non la capisci (non perchè è difficile ma perchè è una cagata di proporzioni gigantesche) e loro si sentono fighi; perchè è una cosa che fa figo.
    Come con le scie chimiche, sanno (cioè sostengono) che c’è un complotto ordito non si sa da chi e per cosa, fanno foto continue alle scorregge delle nuvole per giustificare che qualcosa non va ma non hanno mai avuto idea di cosa.
    Troppa play station e signore degli anelli come diceva Barnard tempo fa.
    Albisorio se vuoi capire nella norma come funziona la moneta e che cos’è, prendi un monopoli e comincia a giocare da solo così inizi a comprendere che i soldi hanno valore solo se prima hai riconosciuto un emittente e non c’è nessun noleggio (questa è quella più grossa che ancora non s’era sentita) di banconote ma utilizzo per pacifica convenzione. I numeri di un meccanismo che non ha senso, non hanno senso. Dai su mi ero arreso ma jefferson mi ha ridato la speranza 🙂

  • Firenze137

    Ero presente a Perugia, al Festival del Giornalismo quando la conduttrice “accusava” – come al solito premettendo che lo faceva per “provocazione”.. – il povero Don Aniello Manganiello di protagonismo perchè ha un libro in circolazione ecc.

    beh Don Aniello è uno che è stato un vero protagonista che poi resosi scomodo ( schierato apertamente con querele e contro querele contro la Jervolino e Bassolino) è stato “prelevato” da Scampia e destinato ad altri uffizi..

    Questi economisti protagonisti, che pure hanno il dono di saper parlare in pubblico, non “osano” più di tanto. Quindi siamo alle solite. La cultura della verità depone le armi in favore dell’industria della protesta che da visibilità, immagine, libri e DVD pubblicati, in questo regime di fronda totale è quindi piuttosto redditizia e quindi la cosa più conveniente da fare.

    Ma temo che il bengodi stia per finire per tutti.

  • albsorio

    Personalmente, diversamente da te, non mi interessa ne convincerti ne offenderti, il signoraggio non è un complotto ma una frode ai danni dello Stato.

  • albsorio

    Personalmente, diversamente da te, non mi interessa ne convincerti ne offenderti, il signoraggio non è un complotto ma una frode ai danni dello Stato.

  • misunderestimated

    Per certe categorie, nella realtà dell’artigianato, l’apprendistato dura ben 5 anni (cinque anni: uno, due, tre, quattro e cinque).

    Fino al compimento del 30esimo anno di età si può essere assunti con questo inquadramento.

    Poi si lamentano che i ggiovani vogliono tutto e subito…

  • shoona

    Il ritorno agli staterelli stampa-moneta e’ solo la nuova fase dialettica del populismo fascista, mai sopito in Italia.

  • Sanch0Panza

    Karl Marx

    Silvio Gesell