Causa sconosciuta – L’epidemia di morti improvvise

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Dr. Joseph Mercola
globalresearch.ca

La storia in sintesi

Nel suo nuovo libro “Causa sconosciuta: l’epidemia di morti improvvise nel 2021 e 2022”, l’ex gestore di fondi BlackRock, Edward Dowd, illustra i dati che dimostrano che i vaccini COVID sono un crimine contro l’umanità.

Nel 2016, una ricerca condotta dal settore assicurativo aveva rivelato che, negli Stati Uniti, i titolari di polizze vita collettive avevano una percentuale di decessi pari a un terzo di quella della popolazione generale, dimostrando di essere il settore più sano della popolazione. I titolari di polizze vita collettive sono i dipendenti delle aziende Fortune 500, che tendono ad essere più giovani e istruiti.

Nel 2020, la popolazione generale degli Stati Uniti aveva avuto un eccesso di mortalità più elevato rispetto a quella dei titolari di polizze vita collettive, ma, nel 2021, la situazione si è ribaltata. I titolari di polizze vita collettive di età compresa tra i 25 e i 64 anni hanno improvvisamente registrato un eccesso di mortalità del 40%, rispetto al 32% della popolazione generale. In breve, un sottoinsieme molto più sano della popolazione ha improvvisamente iniziato ad avere un tasso di decessi più elevato rispetto alla popolazione generale.

Le statistiche americane sulla disabilità sono altrettanto rivelatrici. Nei cinque anni precedenti la COVID, la disabilità mensile interessava  29 – 30 milioni di persone. Dopo i vaccini COVID, la tendenza alla disabilità è cambiata drasticamente. A settembre 2022, gli Americani disabili erano 33,2 milioni – da 3,2 a 4,2 milioni in più – con un tasso di variazione di tre deviazioni standard rispetto a maggio 2021.

Da maggio 2021, la popolazione totale degli Stati Uniti ha registrato un aumento dell’11% delle disabilità, mentre gli occupati – che sono circa 98 milioni su una popolazione totale di circa 320 milioni – hanno registrato un aumento del 26% del tasso di disabilità. Quindi, nella forza lavoro deve essere stato introdotto qualcosa che ha causato questa impennata di decessi nelle persone in età lavorativa.

In questo video intervisto un ospite molto noto, Edward (Ed) Dowd, ex analista e gestore di fondi di BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo. Con un patrimonio di oltre 10.000 miliardi di dollari, BlackRock ha un potere finanziario superiore a quello di qualsiasi altro Paese al mondo, ad eccezione di Stati Uniti e Cina.

Dowd è molto bravo ad individuare le tendenze e, durante la sua permanenza in BlackRock, era riuscito a far crescere il patrimonio sotto la sua gestione da 2 a 14 miliardi di dollari. Dieci anni fa aveva lasciato BlackRock, si era trasferito a Maui ed era diventato imprenditore. Più di recente, ha testimoniato numerose volte sui vaccini COVID e la corruzione di Big Pharma.

Nella nostra ultima intervista, avevamo discusso della certezza matematica di un crollo finanziario e di come la COVID avesse fornito una comoda cortina fumogena per nascondere questa realtà.

I dati rivelano crimini contro l’umanità

Dowd ha ora pubblicato un libro, “Causa sconosciuta: l’epidemia di morti improvvise nel 2021 e 2022,” in cui illustra in dettaglio i dati che dimostrano che i vaccini Covid sono un crimine contro l’umanità.

“Quando questo prodotto [il vaccino COVID] era stato immesso sul mercato, ero rimasto molto sospettoso perché conosco molto bene l’assistenza sanitaria,” racconta Dowd. “Ero a Wall Street e analizzavo le azioni del settore sanitario. Sapevo che i normali vaccini richiedono dai sette ai dieci anni per dimostrare la loro efficacia e sicurezza.

Questo era un vaccino sperimentale, una terapia genica non tradizionale mai stata testata sull’uomo. Avevo letto i lavori sugli animali ed erano un abominio. Poi, il tutto era stato approvato in 28 giorni. Avevano eliminato il gruppo di controllo. Sapevo che si trattava dell’Operazione Warp Speed, quindi, fin dall’inizio, ero rimasto molto sospettoso di tutta questa faccenda.

Poi, all’inizio del 2021, da parenti e amici avevo iniziato a sentire storie di persone che si ammalavano e/o diventavano disabili, o morivano. Avevo iniziato a leggere di morti improvvise di atleti e avevo subito sospettato del vaccino. Non avevo i dati di cui dispongo ora, ma mi ero detto: ‘Allora analizzerò i dati delle compagnie di assicurazione e quelli delle agenzie di pompe funebri.’

Questo, alla fine, ha portato alle statistiche sull’eccesso di mortalità… Ora sono conosciuto come ‘l’uomo dell’eccesso di mortalità.’ Quello che ho imparato attraverso la mia esperienza personale è che la l’industria farmaceutica è, nel complesso, per lo più fraudolenta. La maggior parte dei farmaci approvati dalla FDA (Food and Drug Administration) non sono affatto poi così sicuri ed efficaci.

Ogni anno devono ritirare dal commercio un sacco di farmaci. La FDA è stata completamente catturata dall’industria farmaceutica. Il 70-75% del bilancio del settore della FDA che si occupa dell’approvazione dei farmaci proviene dai compensi delle aziende farmaceutiche, quindi la corruzione va avanti già da molto tempo.

Ora è stata smascherata soprattutto perché [i vaccini COVID] stanno [danneggiando e uccidendo] un numero veramente elevato di persone. È difficile nasconderlo… Questa frode è stata svelata ed è sotto gli occhi di tutti, ma è circoscritta in una cassa di risonanza. I media mainstream sono ancora legati a Big Pharma a causa degli introiti pubblicitari e ai politici del governo… il cui unico desiderio è che la cosa sparisca.

Per quanto mi riguarda, è in atto un gigantesco insabbiamento. I dati di cui parlerò oggi sono sotto gli occhi delle autorità sanitarie mondiali. Loro vedono quello che vedo io e, a questo punto, si tratta di negligenza, di illecito, di insabbiamento e di crimine.

Ecco perché sono qui, perché, secondo me, nessuno ha il diritto di dirmi cosa fare del mio corpo e non posso credere che sia successo davvero. I numeri che sto per rivelarvi sono ora un problema di sicurezza nazionale.”

Le statistiche sulle assicurazioni sulla vita collettive raccontano una storia curiosa

Le preoccupazioni di Dowd si basano su una serie di statistiche, tra cui, ma non solo, i dati governativi sulla mortalità e l’invalidità, nonché i dati delle compagnie assicurative private, come quelli delle assicurazioni collettive sulla vita. Come spiega Dowd, le polizze vita collettive sono polizze fornite alle grandi aziende di Fortune 500 e alle medie imprese.

In pratica, quando si inizia a lavorare in una di queste aziende, si sottoscrive fin dal primo giorno una polizza che comprende un piano di assistenza sanitaria e un’assicurazione sulla vita (con rimborso di capitale in caso di morte), che in genere è pari a una o due volte il salario annuale. Con queste polizze, l’unico modo per ottenere un risarcimento è morire durante il periodo in cui si è regolarmente assunti. Dopo dimissioni o licenziamento, non si ha diritto a questo risarcimento.

L’assicurazione collettiva sulla vita è un’attività redditizia per le compagnie assicurative perché i tassi di mortalità sono storicamente molto prevedibili. Negli Stati Uniti, la forza lavoro teorica è di circa 164 milioni di persone. Di questi, 98 milioni sono effettivamente occupati e di questi 98 milioni solo un piccolo sottoinsieme ha un’assicurazione collettiva sulla vita.

“Queste persone sono un minuscolo sottoinsieme dei 98 milioni, perché sono i lavoratori delle migliori aziende che hanno accesso alla migliore assistenza sanitaria. Sono molto istruiti e regolarmente assunti e, per essere assunti, bisogna essere abbastanza sani.

Nel 2016, l’industria aveva condotto una ricerca per determinare lo stato di salute di questo sottogruppo rispetto alla popolazione generale degli Stati Uniti… Secondo il rapporto, gli assicurati di questo gruppo avevano, all’anno, un tasso di decessi pari a un terzo del tasso di mortalità della popolazione generale degli Stati Uniti. Lo ripeto, il loro tasso di mortalità era un terzo di quello della popolazione generale degli Stati Uniti, quindi erano in buona salute.

Cosa era poi successo nel 2021 a questo gruppo? Parliamo prima di ciò che era accaduto nel 2020. La COVID aveva colpito tutti, e, prima ancora del vaccino, la popolazione generale degli Stati Uniti aveva avuto un eccesso di mortalità da COVID, rispetto al sottogruppo dei detentori di una polizza vita collettiva. Nel 2021 la situazione si era ribaltata. I titolari di polizze vita collettive di età compresa tra i 25 e i 64 anni, secondo quanto riportato dalla Society of Actuaries, avevano registrato un eccesso di mortalità del 40%.

Nel 2021, la popolazione generale degli Stati Uniti aveva avuto un eccesso di mortalità del 32%. Questo era il secondo anno della pandemia [curata] con vaccini miracolosi. Non è interessante? Un sottoinsieme molto più sano della popolazione era morto in percentuale maggiore rispetto alla popolazione generale.”

Le statistiche sulla disabilità rivelano che i vaccini sono un problema di sicurezza nazionale

Le statistiche americane sulla disabilità sono altrettanto rivelatrici. Ogni mese, l’Ufficio Statistico del Lavoro degli Stati Uniti conduce indagini sulla disabilità. Nei cinque anni prima della COVID, la disabilità mensile riguardava 29 – 30 milioni di persone. Questi sono numeri assoluti.

Dopo i vaccini COVID, a partire da maggio 2021, la tendenza alla disabilità è cambiata drasticamente. A settembre 2022, gli Americani disabili erano 33,2 milioni. Si tratta di 3,2 milioni o 4,2 milioni di persone in più, a seconda che si utilizzi il dato di riferimento di 29 o 30 milioni. Da maggio 2021, è un tasso di variazione di tre deviazioni standard.

Tre deviazioni standard, detto in altri termini, significa che la possibilità che ciò accada è dello 0,03%, è quindi evidente che, intorno al maggio 2021, era successo qualcosa di altamente insolito. Da allora, la popolazione complessiva degli Stati Uniti ha registrato un tasso di aumento delle disabilità dell’11%, mentre gli occupati – che sono circa 98 milioni su una popolazione totale di circa 320 milioni – hanno registrato un aumento del tasso di disabilità del 26%.

“Quindi, abbiamo due database diversi che suggeriscono la stessa cosa,” afferma Dowd. “Nel 2021 e nel 2022 è stato dannoso per la salute avere un lavoro.. Sta accadendo qualcosa ai più sani tra noi, agli studenti universitari, agli impiegati, ai militari, ai lavoratori del settore sanitario…

Coloro che sono regolarmente occupati stanno diventando disabili più velocemente della popolazione generale degli Stati Uniti. Questo non dovrebbe accadere. Chi ha un lavoro è, in generale, più sano… Chi ha un lavoro tende a presentarsi al lavoro. In sostanza, il punto è questo.

L’unica spiegazione che riesco a vedere è l’obbligo di sottoporsi a inoculazioni biologiche sperimentali…

Uno dei miei informatori nel settore assicurativo mi ha detto che, ad agosto 2022, la coorte dei millennial [i nati nel periodo 1990 – 2000, NDT] dei titolari di polizze vita collettive registrava ancora un eccesso di mortalità del 36%.

Le persone che lavorano nelle aziende di Fortune 500 muoiono ad un ritmo molto più elevato rispetto a coloro che non vi lavorano, quindi questo ha implicazioni per gli anni a venire. È un problema di sicurezza nazionale, per quanto ne so… Sembra che con l’obbligo di vaccinazione abbiamo avvelenato i più sani tra noi.”

Le stesse tendenze si osservano in Europa. L’eccesso di mortalità tra i giovani è aumentato. Nel primo anno della pandemia erano morti soprattutto gli anziani. Nel secondo anno, la mortalità si era improvvisamente spostata verso i lavoratori giovani.

Un disastro in divenire

Per ora, negli Stati Uniti, per la popolazione generale la tendenza all’eccesso di mortalità si è stabilizzata tra il 15% e il 20%. Nel Regno Unito e in Europa, l’eccesso di mortalità nella popolazione generale è tra il 10% e il 20%. Nel frattempo, ad agosto 2022, i millennial americani che lavorano con polizze vita collettive avevano un tasso di mortalità in eccesso del 36%.

Come ha osservato Dowd, se si lavora in un’azienda Fortune 500 che impone l’obbligo vaccinale, è logico che, se i vaccini sono veramente dannosi, l’eccesso di mortalità sia più elevato rispetto alla popolazione generale.

Nella popolazione generale molti sono troppo giovani per essere vaccinati, sono lavoratori autonomi, sono impiegati in piccole aziende non sottoposte all’obbligo vaccinale o sono in pensione. In breve, la popolazione generale ha avuto una scelta più ampia quando si è trattato di fare o meno l’iniezione. Se queste tendenze continueranno con lo stesso ritmo, sarà un vero e proprio disastro per la nostra economia e per la società in generale.

“L’amministratore delegato di OneAmerica, Scott Davison, ha detto che un aumento del 10% della mortalità in eccesso tra i lavoratori più giovani è un evento con tre deviazioni standard, o un’alluvione che si verifica una volta ogni 200 anni. E questo solo per il 10%. Ha detto che il 40% che avevano visto nel 2021 è semplicemente non quantificabile. Non riuscivano nemmeno a calcolare cosa significasse.

Siamo oltre il 10%, quindi siamo ben al di sopra dell’evento a tre deviazioni standard. Quello che non sappiamo è la tendenza a lungo termine. Tanto per parlare di un caso a me noto, una giovane donna che conosco, di 30 anni, si era vaccinata nel dicembre 2021.

Ora presenta problemi cardiaci, parliamo di ottobre [2022]. Ha una frequenza cardiaca di 30 battiti al minuto, quindi ha dei problemi. Fra i miei amici millennial ho sentito parlare di moltissimi problemi cardiaci che si erano presentati anche molto dopo l’iniezione.”

Come illustrato in “Is Long-COVID the Elephant in the Room?,” una recente ricerca svizzera [1] ha rilevato che il tasso di miocardite subclinica è centinaia di volte più comune della miocardite clinica. In effetti, il 100% di coloro che [nello studio] avevano ricevuto la vaccinazione avevano subito un danno cardiaco di qualche tipo, magari asintomatico, poiché tutti avevano livelli elevati di troponina (un indicatore, o biomarcatore, di danno cardiaco).

Il trading azionario come analogia della diffusione del vaccino COVID

La buona notizia è che la percentuale di popolazione che si sottopone agli ultimi richiami bivalenti è solo del 10%, il che significa che il 90% degli aventi diritto non li ha ricevuti. Si spera che questo sia un segno di ritorno alla sanità mentale. Tuttavia, molti rimangono fermi nella decisione assumere il vaccino per il semplice motivo che il loro ego dipende da esso.

Molti si sono fatti vaccinare e hanno spinto i vaccini non per motivi di salute. Come ha osservato Dowd, “lo hanno fatto per motivi tribali, per fare sfoggio di virtù e perchè volevano sentirsi superiori agli altri.” Per rompere l’incantesimo, devono rendersi conto di essere stati ingannati, di essere stati presi in giro, e questo è doloroso.

“Se comprate un’azione e il vostro investimento si dimostra sbagliato, dovreste fare un passo indietro e vendere le azioni, perché vi siete sbagliati.

Ho scoperto, anche con alcuni dei più grandi investitori, che, se il loro ego era attaccato al titolo, ignoravano le prove evidenti che l’investimento era compromesso. A volte, in alcune di queste società, si verificavano addirittura delle frodi, ma loro continuavano a comprare le azioni, fino alla fine.

Questa è un’analogia di ciò che, a questo punto, è l’assunzione di un richiamo – fare un richiamo per un prodotto che non funziona, che non previene la COVID, né la sua trasmissione. Supponiamo che lei pensi che sia sicuro ed efficace. Ma ora ci sono seri e dimostrati problemi di sicurezza, quindi è letteralmente il suo ego ad ucciderla. A Wall Street lo chiamiamo “denaro stupido,” pensi quindi a questa situazione come ad un’operazione commerciale.

Si può essere long, [vaccinati] o short. Quelli di noi che non l’hanno fatto sono short. I long hanno comunque l’opportunità di fare un passo indietro e di non assumere i richiami. È l’equivalente della vendita di azioni.

Quelli che continuano a fare i richiami diventano sempre più long man mano che vengono fuori altre prove [contro i vaccini COVID]. [N.d.T.: nel trading azionario, si detiene una posizione lunga con l’aspettativa che il titolo aumenti di valore in futuro. Se il valore scende, si perdono soldi].

Questo è il più grande divario di informazioni asimmetriche che abbia mai visto in vita mia, ed è dovuto a tutta una serie di fattori: l’oscuramento dei media, la corruzione del governo, la corruzione dei regolatori e l’ego individuale. Questo è la più grande transazione commerciale della vostra vita, voi da che parte volete stare, [long o short]?

La mia speranza è quella di convincere le persone a ridurre le perdite e a smettere di prendere questa ‘cosa,’ per poi cercare il modo di curare i danni che sono stati fatti. La buona notizia è che sembra ci siano persone che lavorano su protocolli per mitigare e, si spera, invertire alcuni dei danni.”

L’impatto sulle infrastrutture statunitensi

Se i tassi di mortalità e disabilità in eccesso rimarranno catastroficamente elevati, l’impatto sulle nostre infrastrutture sarà grave. Secondo le stime di Dowd, tra i 2 e i 3 milioni di Americani sono già rimasti invalidi a causa dei vaccini. Ufficialmente, il tasso di disoccupazione è del 3%, ma, se si aggiungono le disabilità in eccesso, si scopre che il tasso di disoccupazione reale è, in realtà, intorno al 6%.

“Perché è importante? Abbiamo il 3% di disoccupazione eppure ci sono cartelli di cercasi personale ovunque. Beh, il motivo per cui ci sono questi cartelli è che le persone che un tempo erano in grado di lavorare, gli Americani normodotati, non sono più in grado di farlo, quindi si crea una carenza di personale.

Inoltre, non c’è un’invalidità totale. C’è chi si fa forza e si trascina al lavoro, ma anche chi perde giorni di lavoro. Molte persone si danno malate e perdono giorni… Posso anche parlare di ciò che sto vedendo nella catena di approvvigionamento del settore auto. La mia auto aveva avuto un incidente il 14 luglio [2022]. Il faro sinistro era distrutto e il radiatore era danneggiato.

C’erano voluti 10 giorni per ottenere un rapporto della polizia perché il mio dipartimento ha carenze di personale. Poi avevo fatto un giro di telefonate e avevo scoperto che i pezzi di ricambio scarseggiavano in tutto il Paese e le carrozzerie erano in tilt. Non ero riuscito a farmi rimorchiare da un carrozziere fino a novembre, quindi non avevo potuto ottenere un preventivo da consegnare alla mia assicurazione. Avevo dovuto fare una stima fotografica.

Ci avevano messo circa un mese a rispondermi e, quando avevo presentato la richiesta di risarcimento per le riparazioni, la mia compagnia di assicurazione mi aveva detto: “La sua auto sarà rottamata. È una perdita totale. Le staccheremo un assegno.” Il motivo per cui l’hanno fatto è che vogliono fare soldi con la mia auto rottamata.

Venderanno i pezzi di ricambio, [ed è per questo che] mi hanno dato più soldi del valore di listino… Questo è un po’ l’inizio dell’Era Glaciale, quello che io chiamo lo scenario “Mad Max glaciale.”

Beni e servizi che di solito diamo per scontati inizieranno a scomparire. Uber Eats farà la fine del dodo. Non ci saranno abbastanza persone per occupare questi posti di lavoro e diventerà sempre più difficile procurarsi ciò che serve. Le catene di approvvigionamento sono già sconvolte. Con meno persone al lavoro diventeranno ancora più sconvolte.

Ricordate che le catene di approvvigionamento sono tutte just-in-time. Era una cosa importante quando lavoravo a Wall Street. ‘ Una catena di approvvigionamento just-in-time, super efficiente.’ Ebbene, il just-in-time era stato progettato per utilizzare il minor numero possibile di persone. Ora basta che un paio di persone si diano malate o scompaiano e tutto si blocca. Quindi, questo è solo l’inizio.

Credo che le cose andranno sempre peggio. Quello che sento dire sugli effetti a medio termine mi spaventa. Dato che la diffusione dei richiami è in diminuzione, avremmo dovuto vedere la mortalità in eccesso scendere ad una sola cifra. Ma non è stato così.

È ancora [alta] e sospetto che quando saranno disponibili i dati della stagione influenzale di quest’inverno, l’eccesso di mortalità tornerà a salire perché il sistema immunitario della gente è compromesso. Malattie che sarebbero state facilmente sopportabili metteranno al tappeto molte persone.”

L’aspettativa di vita è crollata

Alla fine di agosto 2022, abbiamo anche scoperto che, nel 2020 e nel 2021, l’aspettativa di vita negli Stati Uniti era scesa precipitosamente [2], il che supporta ulteriormente l’ipotesi che siano i vaccini ad uccidere prematuramente le persone.

Mentre mi preparavo per l’intervista con Ed, mi ero reso conto che volevo discutere con lui del peggior calo dell’aspettativa di vita negli Stati Uniti in oltre 100 anni, dato che non ne aveva parlato nel suo libro. Avevo usato alcuni motori di ricerca alternativi a Google, ma non ero riuscito a trovare il riferimento che cercavo. Poi mi sono ricordato che avevo salvato una copia della storia in una delle mie lezioni in PowerPoint (vedi sotto):

Se non avessi salvato questo screenshot e non avessi avuto il titolo preciso da cercare, probabilmente non avrei mai trovato l’articolo.

Nel 2019, la vita media degli Americani di tutte le etnie era di quasi 79 anni. Alla fine del 2021, l’aspettativa di vita era scesa a 76 anni, con una perdita di quasi tre anni. In genere, un calo dell’aspettativa di vita di un solo mese o due è già un grosso problema, quindi una perdita di tre anni è il segno che si è verificato qualcosa di catastrofico.

È anche significativo il fatto che l’articolo del New York Times [3] che riportava questo calo storico dell’aspettativa di vita sia stato rapidamente cancellato, così come tutti i repost. Per me, la diminuzione dell’aspettativa di vita è la prova evidente che i vaccini COVID sono una pericolosa frode. Probabilmente, l’articolo è stato cancellato per proteggere la narrazione favorevole alla vaccinazione.

Questa è una classica illustrazione di ciò che la cabala globale sta facendo, e ne parlo in modo molto approfondito in una intervista, ancora da pubblicare, con Whitney Webb. È chiaro che questa censura e la rimozione di informazioni importanti non potranno che peggiorare con il tempo. Quindi, se apprezzate un video o un articolo, sarebbe davvero utile scaricarlo sul vostro hard disk, perché potrebbe essere sparito la prossima volta che andrete a cercarlo.

Dr. Joseph Mercola

Riferimenti:

1 Daily Skeptic October 27, 2022

2, 3 New York Times August 31, 2022 (Archived)

Fonte: globalresearch.ca
Link: https://www.globalresearch.ca/cause-unknown-epidemic-sudden-deaths/5802031
11.12.2022
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Il Dr. Joseph Mercola è un medico osteopata americano convinto sostenitore delle medicine alternative, ha scritto due libri elencati nel New York Times Bestseller List. Nel suo “La grande bufala dell’aviaria,” del 2006,  sosteneva con forza la tesi che tale malattia serviva in realtà soltanto al governo per accumulare denaro e potere. Vive in Florida con la moglie Elizabeth e dirige un’azienda di prodotti per la salute e integratori vitaminici.

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
36 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
36
0
È il momento di condividere le tue opinionix