CAMUSSO, MA DI CHE PARLI ? MONTI FA LA COSA GIUSTA, NON CE N’E’ ALTRE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Non sto ironizzando né provocando. Prendo in mano l’Italia
di oggi, Stato membro dell’Eurozona che usa una moneta straniera che si chiama
Euro, che le viene fornita interamente da prestatori privati, senza alcun
appoggio della Banca d’Italia. E in effetti questa Italia, così messa, deve,
per sopravvivere, pareggiare i bilanci come minimo. Ma non solo. Deve arrivare
al surplus di bilancio, cioè lo Stato dovrà tassarci molto di più di quello che
ci dà come ricchezza finanziaria. Questo significa che dovremo tutti diventare
più poveri, e soffrirne le orrende conseguenze sociali. Non si scappa. Monti e
Draghi in questo hanno ragione, la loro ricetta non fa una grinza, è,
tecnicamente parlando, un obbligo ineludibile. Anzi, è troppo tenera. E, di
nuovo, non sto ironizzando.

Esiste una regola aurea in economia che stabilisce questo, e
ve lo spiego in sequenza:

un
Paese con moneta NON sovrana come siamo noi, per poter onorare gli interessi
sui suoi titoli di Stato emessi (i BOT, BTP…) deve pagare un tasso d’interesse
sui quei titoli non di molto superiore al tasso della sua crescita economica.
Esempio: se quel Paese cresce al 2%, non può pagare tassi al 5, al 6, al 7,5 % ecc.
Se no prima o poi fallisce. Noi stiamo crescendo quasi zero, e paghiamo tassi
d’interesse dal 6 al 7%. Semplificando, è come se uno guadagnasse 1 soldo ma
dovesse pagare un affitto di 6 soldi. Come fa?

L’Italia dell’Euro non sovrano deve
dunque trovare la differenza (soldi) in qualche modo, se no fallisce. E dove li
può trovare? Monti, che non è un impreparato, lo sa bene: deve incassare tasse
al netto, tagliare la spesa pubblica, e/o generare un forte aumento dell’export.
Vediamoli:

le
tasse al netto sono prelievi da
parte dello Stato sui nostri conti correnti, prelievi che devono essere superiori a ciò che lo Stato versa nei nostri conti correnti. I
tagli alla spesa pubblica sono la logica conseguenza di quanto appena detto,
poiché la spesa pubblica è proprio ciò che lo Stato che versa nei nostri conti
correnti. L’aumento dell’export è la terza mossa, che però non elimina le altre
due ovviamente. Vediamola:

per
esportare di più di quando importiamo, quindi per incassare Euro al netto, l’Italia
deve produrre cose a prezzi competitivi. Per essere competitiva ha tre strade:
una non esiste più, perché necessitava di moneta sovrana, che non abbiamo più;
la seconda è calare il costo del lavoro in fabbrica, così che i nostri prodotti
costino un po’ meno di quelli dei rivali stranieri. La terza è di, ovviamente,
far sì che gli italiani desiderino meno prodotti esteri (Iphone, Audi, Chanel,
Sony, benzina…), perché se noi ne vogliamo invece tanti l’Italia non riuscirà
mai a esportare più di quanto importa e quindi a incassare i soldi al netto che
servono per il debito. E come si fa a convincere noi italiani a voler meno cose
estere? Siamo troppo viziati, l’unica è impoverirci, punto. Monti lo sa, è un
esperto, e questo fa.

Riassumendo: l’Italia dell’Euro in effetti, e non ironizzo,
deve trovare denaro per pagare i tassi sul suo debito, e ne deve trovare tanto,
poiché la differenza fra la sua crescita economica e i tassi che paga è enorme
(crescita quasi 0%, tassi quasi 7/8%). Quel denaro lo possiamo solo trovare
tassandoci, tagliando la spesa pubblica, cioè impoverendo gli italiani, e
impoverendo ancor di più gli stessi italiani così da ridurre le importazioni e
pagare di meno gli operai, per esportare di più di quanto importiamo, e
incassare la differenza. Non se ne esce. Anzi, come ho scritto nel titolo, la
pura matematica ci dice che Monti è stato troppo leggero, e lui sa benissimo
che dovrà essere molto più pesante nei sacrifici che ci imporrà in futuro
(leggete sotto).

Non voglio dipingere, qui, lo psicopatico criminale Mario
Monti come un bravo e intelligente servo dello Stato. E’ un golpista, l’ho già
detto e ridetto in altri scritti. Ma tu, Susanna Camusso, devi capire che dato
l’Euro, ripeto, CHE DATO L’EURO,
dato il fatto che l’Italia oggi non può più onorare qualsiasi deficit semplicemente
facendosi staccare un assegno dalla
propria Banca Centrale
” (Wynne Godley, 1997) denominato nella sua moneta
sovrana che era la Lira, dato questo orrendo arrangiamento monetario chiamato
da tutti voi “la modernità” quando il
tuo centrosinistra ce lo portò a Roma, non ci sono altre soluzioni cara Susanna.
Monti fa l’unica cosa tecnicamente possibile, e anzi, dovrà imporre ancor più
sacrifici, lacrime e sangue.

La tua, Camusso, è retorica vuota e ignorante. La cosa più
vuota che il tuo vuoto scatolone affarista e mafioso chiamato CGIL abbia mai
pronunciato nella sua storia. Prendi per i fondelli milioni di lavoratori
facendo la scenetta dell’indignata che inorridisce di fronte all’iniqua
manovra, e il tuo scatolone nazionale non dice una sola parola sull’unica reale
causa di questa catastrofe d’impoverimento, che risponde al nome di Euro. Che
leader che sei. Ma ditemi voi, con sindacati così chi ha bisogno dei
capitalisti? Fanno tutto da soli.

Ora e di nuovo. Mi si critica perché grido “dovete studiare!, studiare!”. Guardate
la Camusso. Fa pena, non sa quello che dice, né perché sta accadendo ciò che
sta accadendo al lavoro italiano ed europeo. Ed è per questo motivo, replicato
da tutti i suoi predecessori, che il sindacalismo di sinistra è un carrozzone
perdente, fatto di perdenti umiliati ormai anche dai padroncini di provincia.
Monti invece sa quello che fa con una perizia spaventosa. Terso, chirurgico,
preparatissimo, avanti di cento passi da qualsiasi mossa gli altri possano
fare. Perché studia. E rincresce dirlo, ma, dato l’Euro, sta facendo la cosa
giusta.

Ora le brutte notizie per chi ha fegato. Ma prima una nota: immaginate
quanti sindacalisti avranno letto queste righe. Immaginate quanti di loro
busseranno alla porta del loro superiore per dire “la deve leggere la Camusso questa cosa qua”. Risposta: zero,
nessuno.

Il fatto è che le cose però si complicheranno anche per
Monti, e lui lo sa benissimo già oggi. E per due motivi: detto e premesso tutto
quanto spiegato sopra, e in particolare la necessità di portare gli interessi
sui titoli di Stato italiani in parità (o quasi parità) con il tasso di
crescita economica, il problema che si affaccerà per Mario sarà questo: 1) l’impoverimento
generale di tutta l’Italia (risparmi, investimenti, produzione) dovuto
all’austerità, porterà ad una prima entrata di liquidità in cassa, ok, ma poi
necessariamente a un calo della crescita economica, per forza. E allora Mario
si troverà con quel maledetto coefficiente tassi d’interesse/crescita che si
sballa di nuovo per via del calo del numerino relativo appunto alla crescita.
2) Lo stesso impoverimento generale causerà crollo dei redditi familiari e
d’azienda, che significano però anche calo del gettito fiscale (tasse). Meno
tasse significa meno soldi nelle casse di Roma per pagare il deficit.
Risultato: Mario Monti si troverà con un cane che si morde la coda, e mentre da
una parte darà un colpo per raddrizzare il cerchio, dall’altra il cerchio
picchierà sul muro storcendosi di nuovo. E che farà a quel punto Mario? Ve lo metto
per iscritto: farà quello che hanno sempre fatto tutti i robotizzati umanoidi
della scuola economica Neoclassica e Neoliberista, cioè prescriverà ancor più
dosi del veleno che ci starà ammazzando. Come fa Obama in USA, come fa il FMI
in Estonia e in Irlanda, in Grecia, in Africa ecc.

Fino a che saremo morti. E pure lui, ma prima di quello si
sarà fatto un passaggio da Nomura o alla JP Morgan per incassare una pensione
multimilionaria con 3 o 4 anni di contributi (non 300 come chiede a te), tanto
quanto sarà stato necessario per annientare l’Italia.

(So bene che non siete
capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili
vigliacchi. Non mi scrivete.)

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=280
6.12.2011

0 0 voti
Valuta l'articolo
113 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nuvolenelcielo
nuvolenelcielo
4 Dicembre 2011 , 22:16 22:16

Ottimo articolo, essenziale, dritto al punto, e semplice da capire. (E molto difficile da non capire anche per quelli che non vogliono capire perché gli conviene non capire…)

Maxim
Maxim
4 Dicembre 2011 , 22:43 22:43

(So bene che non siete capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili vigliacchi. Non mi scrivete.)

Se hai un giudizio cosi’ negativo della gente , inutili vigliacchi dici tu , perche’ ti affanni tanto a scrivere visto che sei convinto che non serva a nulla ?

radisol
radisol
4 Dicembre 2011 , 23:02 23:02

Nessuna, nemmeno lontana, simpatia per la Camusso o per gli altri bonzi sindacali confederali …. ma penso pure che ormai Barnard, pur di stupire gli interlocutori, sia disposto a tutto ….. basti pensare alla assurda, fuorviante ed a tratti ridicola polemica con Giulietto Chiesa …. tra un pò polemizzerà aspramente pure con sè stesso …..

tamax9
tamax9
4 Dicembre 2011 , 23:56 23:56

Barnard, sei un mito.

simonsaid
simonsaid
5 Dicembre 2011 , 0:41 0:41

lo stile barnard è inconfondibile…affilato, diretto.
Ci punge, ci stimola e si deprime (lo capisco)….può piacere il suo metodo oppure no…semplice.
S’informa, estrapola il succo, ce lo porge….siamo noi a dovere sviluppare ulteriormente (non è facile, lo so…ma provare non costa tanto).
Seguo Barnard da un’ pò….non sono d’accordo su tutto ma quasi….Lui è un giornalista…non un condottiero…e come tale si comporta.
Questo articolo è ottimo e veritiero…(Barnard ha sbagliato poco fino ad adesso…e questo mi preoccupa)….da ex delegato sindacale concordo in pieno….manca solo la riforma sul lavoro e la modifica permanente dello statuto dei lavoratori…..Il cerchio poi si chiuderà…per poi aprirne altri sempre più grandi…..Capisco la sua rabbia contro il nostro lassismo….ma ci manca una guida che non riesco ad identificare….e purtroppo il tempo passa inesorabilmente.
Scusate…manca il precedente articolo di Barnard…”Non più chicchi di mais”….buon articolo e indubbiamente profondo…..
Stimo Barnard, stimo Chiesa e stimo altri…che cercano di informarci, a modo loro, sul mondo che cambia in maniera inesorabile…..Non stimo me e altri come me…perchè bloccati….non si sa da che…..ma siamo bloccati

stefanodandrea
stefanodandrea
5 Dicembre 2011 , 0:42 0:42

Tutto esatto, con una precisazione. Siccome Monti preleverà dal circuito economico denaro per pagare il debito pubblico; e siccome le banche sono decotte e quindi dovranno restringere il credito, anche in conseguenza di recenti provvedimento europei, sottraendo altro denaro al circuito economico; e siccome non esportiamo più di quanto importiamo, anche a causa del fatto che non siamo nazionalisti e che Monti, essendo un globalista, non vuo, diffondere alcun nazionalismo economico, ALLORA ANCHE LA STRATEGIEA DI MONTI E’ COMPLETAMENTE ERRATA, PERCHE’ CI CONDURRA’ IN UN GRAVE RECESSIONE SE NON IN DEPRESSIONE. L’uscita dall’euro (dalla UE, mi auguro) è ormai obbligatoria; prima avverrà e meglio sarà. In questo senso Monti è sciocco e combatte contro i mulini a vento, tanto quanto la Camusso è impreparata o ingannatrice degli iscritti del suo sindacato.

Giancarlo54
Giancarlo54
5 Dicembre 2011 , 1:38 1:38

Questa volta Barnard è stato perfetto. Logica e, purtroppo, condivisibile la sua previsione per il futuro. Siamo solo agli inizi e la recessione economica galopperà. Non c’è che la soluzione del ritorno alla sovranità nazionale e a quella monetaria. Ma con queste forze politiche che ci ritroviamo, e che voteranno compatti il SI alla manovra (esclusa la Lega, ma non fa testo), non c’è salvezza. L’unica sarebbe una Rivoluzione violenta, ma non ci sarà mai, per ovvi motivi.

Nauseato
Nauseato
5 Dicembre 2011 , 1:44 1:44

Purtroppo non ha tutti i torti. E non è che lo ami particolarmente Barnard, sia chiaro. E mi chiedo anch’io cosa vorrebbe che si facesse … visto che l’unica (im)possibile soluzione sarebbe imbracciare le armi. Non ne vedo altre ma so perfettamente che non è neppure pensabile.

Quindi credo non ci sia molto altro da poter dire. A questo punto.
Del resto se gli italiani che sono una massa di analfabeti ignoranti sempre più analfabeta e sempre più ignorante, hanno accettato per 17 anni quel cialtrone di Berlusconi e tutta la sua marmaglia di incompetenti ancor più cialtroni – non ostante le più eclatanti evidenze fin dai primi passi – figuriamoci ora quale capacità di reagire ci si possa aspettare.

Galileo
Galileo
5 Dicembre 2011 , 1:46 1:46

Questa volta…Bisogna dargli la ragione a Barnard.

Nauseato
Nauseato
5 Dicembre 2011 , 1:48 1:48

Concordo in tutto e per tutto: siamo condannati.

L’unica soluzione credo sia a livello personale e sia quella di emigrare. Per chi ne avesse lo spirito e la possibilità.

Faulken
Faulken
5 Dicembre 2011 , 2:17 2:17

“Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi l’amore,
sono come un bronzo che risuona
o un cembalo che tintinna.
E se avessi il dono della profezia
e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza,
e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne,
ma non avessi l’amore,
non sarei nulla.
E se anche distribuissi tutte le mie sostanze
e dessi il mio corpo per esser bruciato,
ma non avessi l’amore,
niente mi gioverebbe.
L’amore è paziente,
è benigno l’amore;
non è invidioso l’amore,
non si vanta,
non si gonfia,
non manca di rispetto,
non cerca il suo interesse,
non si adira,
non tiene conto del male ricevuto,
non gode dell’ingiustizia,
ma si compiace della verità.
Tutto copre,
tutto crede,
tutto spera,
tutto sopporta.
L’amore non avrà mai fine”.

carmine_d
carmine_d
5 Dicembre 2011 , 2:20 2:20

Semplicemente perfetto.

“(So bene che non siete capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili vigliacchi. Non mi scrivete.)”
Io non ho studiato molto ma alcune cose, come la stronzata dell’euro (concetti di moneta straniera da “comprare”, moneta sovrana,ecc) non è neanche tanto difficile da capire!
Io sono incazzato, mi incazzo con tutti quelli con cui parlo, ma non capisco che reazione dovrei avere: NON SO CHE CAXXO FARE!!
Se sono da solo e pochi altri intimi!
L’unica consolazione che resta è che almeno so di che malattia moriremo.
Morte consapevole, gran bella soddisfazione.

Kazonga
Kazonga
5 Dicembre 2011 , 2:29 2:29

…(So bene che non siete capaci di reagire, non lo fareste neppure ad appiccarvi fuoco, inutili vigliacchi. Non mi scrivete.)

Ma lo sai come si dice a Roma? Ma chi ti si incula…

Ma a parte questa doverosa premessa, il grande studioso Barnard (ma qual’è il suo curriculum? a me sembra scarsino anzichenò, per non dire inesistente) omette di sottolineare l’aspetto principale relativo a questa manovra: che è assolutamente inutile per “risanare” l’economia, ma è funzionale unicamente a drenare le poche residue ricchezze ancora non rapinate alla gente normale.

Kazonga
Kazonga
5 Dicembre 2011 , 2:31 2:31

Esattamente.

4gatti
4gatti
5 Dicembre 2011 , 2:37 2:37

Un incontro tutti assieme. CDC day. Per confrontarci ed essere propositivi e per sentirci meno “soli”. Che ne dite?

Sintesi
Sintesi
5 Dicembre 2011 , 2:44 2:44

Dire che Monti ha ragione è un po’ troppo, le mosse da fare per uscire da questo casino sono ben altre: uscire dall’ Euro, nazionalizzare senza indennizzo la banca centrale e alcune industrie chiave, dichiarare default, stampare moneta sovrana, allearsi economicamente (e magari non solo) con paesi esterni al decrepito impero come Venezuela, Bolivia, Iran, Siria, Russia (magari ci fosse ancora la fù Libia)… Però non volendo e non potendo fare questo, allora sul breve periodo (e solo sul breve, come Barnand mostra sul finire dell’articolo) e nell’ ottica che Barnand descrive ha ragione: ed un partito/sindacato che non vuole sacrifici ma allo stesso tempo non vuole nemmeno un cambio totale di sistema, che vuole evitare il default e che vuole giocare al gioco neoliberista è un partito/sindacato di inutili ignoranti. Io credo che il sistema neoliberista sia condannato al collasso… e detto tra noi per quanto doloroso sia, credo che questo sia un bene e ne sono felice. Comunque, a mio avviso, anche se Barnand sbraita ma non la propone, una soluzione pratica c’è: iniziare ad organizzarsi come comunità. Con altre persone (perchè soli è dura) comprare un terreno in montagna, imparare a fare un orto, mettere delle galline,… Leggi tutto »

Kiddo
Kiddo
5 Dicembre 2011 , 2:48 2:48

Se è vero che lo stato italiano solo nel 2012 dovrà rifinanziare 300 miliardi di euro di debito, la “botta” dell’euro è solo rimandata di pochi mesi. E dopo? si ricomincia con un’altra moneta/debito?? Se non si rimedia a questo siamo destinati a ripetere tutto tra qualche anno. Il mio modesto suggerimento è diffondere il meccanismo perverso della MONETA/DEBITO a chiunque lo voglia ascoltare. Ognuno nel suo piccolo, tra gli amici, sul posto di lavoro, al bar…

bysantium
bysantium
5 Dicembre 2011 , 2:49 2:49

Innanzitutto prego tutti di correggere eventuali errori nei seguenti dati che ho raccolto, col massimo scrupolo, da varie fonti :

1) 46 milioni sotto la soglia di povertà = 15% popolazione;

2) 15 milioni appena al di sopra della soglia di povertà = 5% popolazione;

3) 50 milioni senza assicurazione sanitaria = 16% popolazione;

4) 25% dei bambibi in stato di povertà;

5) 60% popolazione = 4% della ricchezza;

a) 1% popolazione = 40%% ricchezza;

b) 20% popolazione = 80% ricchezza;

c) 400 cittadini = ricchezza superiore a 150milioni di cittadini;

Questi sono i dati che ho raccolto relativamente alla più grande democrazia del mondo.

….la lunga marcia di avvicinamento al sogno americano sta per concludersi.

PS: Eppure gli yankee stampano moneta, pare anche troppa = il problema è politico, la soluzione è politica, la politica deve venir prima dell’economia, politique d’abord!

Kiddo
Kiddo
5 Dicembre 2011 , 2:55 2:55

Vedi 4gatti, il sito si chiama appunto: come don chisciotte. Ovvero: siamo NOI che ci ritroviamo quì a leggere, ad informarsi e a commentare ad essere i don chisciotte contro i mulini a vento, non siamo “soli” ma siamo comunque 4gatti.

bysantium
bysantium
5 Dicembre 2011 , 2:58 2:58

“In questo senso Monti è sciocco e combatte contro i mulini a vento”

??????? sciocco o addirittura Don Chisciotte?
Monti è un tecnocrate, il sacerdote di un’ideologia dogmatica ( il liberismo ) che serve con molta intelligenza e grande impegno. Saluti.

Kiddo
Kiddo
5 Dicembre 2011 , 2:59 2:59

Aggiungi la percentuale di popolazione che si trova attualmente in galera, così tanto per completezza…

Gli USA stampano moneta, si, ma sempre con il meccanismo Moneta/Debito. Non con Moneta di Stato/SENZA debito.

Nauseato
Nauseato
5 Dicembre 2011 , 3:08 3:08

Non sono né un fans di Barnard (come di nessun altro, ancor meno di me stesso, quindi figuriamoci) né gli sono ostile. Cerco per quanto posso di capire e senza essere polemico vorrei fargli però presente (o semplicemente ricordargli) che quando scrive …

Ora e di nuovo. Mi si critica perché grido “dovete studiare!, studiare!”.

… scrive ad un ammasso di analfabeti visto che l’analfabetismo in italia (sic) si aggira su paurose percentuali del 70%.
Del resto Pasolini in un suo film del 1963 [La Ricotta] per bocca di O.Wells che vi recitava, aveva perfettamente definito gli “italiani”: il popolo più analfabeta, la borghesia più ignorante d’Europa.

Certe cose si pagano. Anzi, tutto si paga.
E purtroppo per poter sperare che l’auspicato studio non sia solo tempo perso, anzi se mai solo dannoso al fegato e all’umore già provati dalla vita, dovrebbero “studiare” almeno il 51% degli italiani. Stiamo freschi …

LAZZARETTI
LAZZARETTI
5 Dicembre 2011 , 3:12 3:12

un analisi da 10 e lode.
dopo questo articolo, gli altri sono superflui.
Abbandoniamo le tastiere e cerchiamoci per mari e monti,
Facciamo convergere persone da ogni parte.
Le varie associazioni, pur lodevoli nei contenuti.
si limitano a convegni davanti alle solite 50 persone.
Se vogliamo fare qualcosa, dobbiamo coinvolgere tutti.
io vivo in un paesino, ecco anche nei paesini si vota,
mentre mi accorgo che queste associazioni si concentrano
solo in citta’.
e come puoi ottenere qualcosa, ignorando milioni di persone
disinformate-
I cosiddetti movimenti alternativi non hanno un straccio di strategia,
e le comparsate in tv, e le marcette pacifiche non servono a nulla.
Ci vuol ben altro.
Tutti nel loro orticello, il potere lo sa, e ci fotte.
Buttiamo giu’ un piano concreto che raggiunga milioni di persone.
Noi siamo 4 gatti, con l’aggravante di molti culi al caldo.

LAZZARETTI
LAZZARETTI
5 Dicembre 2011 , 3:15 3:15

ho dimenticato una cosa.
il movimento deve essere 1 e 1 solo,
non 1000.
Piu movimenti, piu’ il potere ci fotte

Mel
Mel
5 Dicembre 2011 , 3:16 3:16

Come sempre un OTTIMO articolo….quale la soluzione?
O tutti in piazza, pacificamente, a chiedere di uscire dall’Euro e di non pagare il Debito (non nostro), come dicve bene anche Giulietto Chiesa, oppure lasciarci travolgere e morire……
Concordo inoltre sull’inutilità dei Sindacati che orma da anni si sono venduti anema e core….
Signor Barnard Lei continui così, sono convinto che prima o poi CI SVEGLIEREMO e REAGIREMO!!!!

MM
MM
5 Dicembre 2011 , 3:51 3:51

Il processo è irreversibile, giungerà al suo punto ultimo così come pianificato e si ripercuoterà per generazioni a venire.
Un “risveglio” è certamente auspicabile ma, a questo punto, sarà sempre tardivo e con soluzioni pacifiche non si potrà ottenere nulla.
Il consiglio di iniziare fin da ora a riunirsi in piccole o grandi comunità al fine di condividere mezzi, strumenti e possibilità, sforzi e fatiche, di avere terreno a disposizione, fonti di sussistenza alimentare e generale, è molto sensato.

victorserge
victorserge
5 Dicembre 2011 , 3:51 3:51

barnard non la dice tutta.
l’europa e l’euro non sono il mostro: il mostro è un europa neoliberista,a guida tedesca.
questo è il vero male.
inoltre per salvare l’europa sarebbe sufficiente che la bce diventasse una banca europea sotto il controllo della politica europea e non viceversa.
quello che auspicherebbe barnard è il ritorno a una politica iper-nazionale che inevitabilmente la competizione tra stati condurrebbe a una guerra.

poi, che tutti si dovrebbe studiare è sacrosanto,a cominciare da lui però.

ws
ws
5 Dicembre 2011 , 4:09 4:09

Gli idioti non sanno mai di esserlo, e ci vuole sempre durezza per farglielo capire

carloslage
carloslage
5 Dicembre 2011 , 4:11 4:11

Il Monetarismo riveste un ruolo fondamentale per l’ingabbiamento, l’affascinazione globale. Anche i cosidetti anti-signoraggisti e contro-economisti, purtroppo pur battendosi arditamente rimangono invischiati nell’amalgama. Il sistema economico, è stato da sempre, una lunga e costante Opera Alchemica. Prova ne è il travaso di un numero elevato di termini da una all’altra. C’è corrispondenza anche nei termini dei principali umani stati d’animo indotti, poichè come in Alchimia così anche in Economia la vera materia ultima da lavorare è proprio il nostro profondo, i suoi sentimenti/elementi.Significato simbolico dell’euro: Sin da subito è risultato molto familiare, quasi ovvio. Questo perchè richiama valori e significati radicati ma continuamente rievocati, rinnovati. €: crogiolo rovesciato + le due colonne abbattute. Analizzando la figura curva oltre al crogiolo sversante è possibile notare altro. Nella sola “C” vi è un riferimento ad una sottile mezza luna calante, appena precedente la luna nera. Questo richiama e favorisce la diminuzione massima (deminutio), la depurazione, l’allontanamento, l’eliminazione. E’ il simbolo del declino, dela scomparsa inesorabile, il passaggio successivo è il nulla. In realtà possiamo essere meno tragici attestandoci su un significato di forte cambiamento, anche se spesso non in meglio. Anche la coppia di colonne abbattute sottolinea un forte significato di cambiamento… Leggi tutto »

rosbaol
rosbaol
5 Dicembre 2011 , 4:11 4:11

io ci sono, e non scherzo. avevo provato on quelli di uniti e diversi ma non mi hanno convinto. e non simao 4 gatti secondo me. Dovremmo creare un blog, semplice, niente informazione solo per darci appuntamenti in modo da vederci fisicamente. Possimao utilizzare lo spazio dei commenti di CDC per segnalare un appuntamentpo. Cazzo, giuardiamoci in faccia una buona volta.

ws
ws
5 Dicembre 2011 , 4:12 4:12

il compito di monti non e’ salvare il debitore ma garantire lo strozzino

Hamelin
Hamelin
5 Dicembre 2011 , 4:18 4:18

Ottimo articolo!Purtroppo queste manovre recessive neoliberiste ci porteranno in casa la Depressione.L’Italia è spacciata e gli operatori lo sanno…400 MLD di debito in scadenza nel 2012…Curva dei tassi invertita…Questa pseudo-manovra lacrime e sangue non è altro che la prima delle tante a venire…Come una goccia nell’oceano.L’ FMI e l’Europa usano il meccanismo del debito ad Usura…Quindi sarà sempre impossibile ripagarlo.
Barnard non ti preoccupare della gente…prima di fare qualcosa la storia insegna che deve passare dal purgatorio della sofferenza e dalla disperazione di perdere tutto giorno dopo giorno…per poi un giorno svegliarsi per colpa dei morsi della fame… Tempo al tempo se il buon Quisling Monti fa il suo mestiere ci vorranno 10/12 mesi…

oldhunter
oldhunter
5 Dicembre 2011 , 4:19 4:19

Quanto dico è specificatamente rivolto agli utenti del blog.

Leggo tra i commenti che taluno pensa ancora che il cosiddetto “piano di risanamento” di Monti ci porterà solo a peggiorare la situazione economica del Paese. C’è, addirittura, chi lo definisce uno “sciocco”!

Suvvia, perdio, ci si svegli! Supporre che Monti & Co. siano degli sciocchi e che i loro piani siano errati è quantomeno ingenuo e fuorviante.

È mai possibile che non ci si accorga che l’ineludibile finale – il default globale – sia parte di un piano, accuratamente studiato e preparato nei dettagli, in piena fase di attuazione; piano che è iniziato con un colpo mortale al ventre molle dell’Occidente: ovvero cntro quei PIIGS di cui rappresentiamo proprio la parte più sostanziosa e fragile?

Ciò di cui si dovrebbe in realtà discutere, e che tristemente non vedo alcuno fare, è quale sia lo scopo di quel piano e, soprattutto, capire come contrastarlo o perlomeno rallentarne il corso.
Invece, ecco tutti tra loro pungersi e beccarsi in oziose diatribe da ribelli e da intellettuali da tastiera come i manzoniani polli di Renzo.

Giancarlo54
Giancarlo54
5 Dicembre 2011 , 4:22 4:22

Io sono d’accordissimo, però bisognerebbe porre dei paletti, cosa vogliamo fare e non chi siamo stati. Penso di essere stato chiaro.

Giancarlo54
Giancarlo54
5 Dicembre 2011 , 4:24 4:24

Aldilà delle polemiche passate, parliamo di quello che ha scritto ADESSO. Sei d’accordo oppure no?

rosbaol
rosbaol
5 Dicembre 2011 , 4:27 4:27

“…ma è funzionale unicamente a drenare le poche residue ricchezze ancora non rapinate alla gente normale.” E hai detto poco..

Giancarlo54
Giancarlo54
5 Dicembre 2011 , 4:27 4:27

Guarda che Barnard scrive l’articolo come se fosse nei panni di Monti. Mi sa che non hai capito bene il succo di tutto il discorso e se non ci capiamo tra di noi, buona notte al secchio

rosbaol
rosbaol
5 Dicembre 2011 , 4:28 4:28

sei stato chiarissimo.

therover
therover
5 Dicembre 2011 , 4:29 4:29

Leggo sempre con interesse gli articoli di comedonchisciotte e di Barnard e anche se non sempre tutto è condivisibile, è innegabile che siano ottime fonti di spunti e riflessioni.
Molti, a partire da Barnard, sostengono la necessità di un’uscita dall’euro e il ritorno a una moneta sovrana. E’ innegabile che l’unione europea allo stato attuale sia solo un’unione finanziaria, senza intenti politici e destinata al tracollo ma da ignorante in materia avevo due domande a cui vorrei trovare una risposta. Primo: abbiamo il secondo debito al mondo, il ritorno a una moneta sovrana per ripianarlo causerebbe una svalutazione enorme. Non possediamo una briciola di qualsivoglia risorsa energetica come si può pensare di competere con qualunque altro paese se per esempio dobbiamo pagare un kw di energia 10 volte rispetto ad un altro stato (ho sparato una cifra assolutamente casuale)?
Secondo: le riserve auree di uno stato quando vanno usate?

rosbaol
rosbaol
5 Dicembre 2011 , 4:29 4:29

Devo darti ragione

Eshin
Eshin
5 Dicembre 2011 , 4:30 4:30

Non stimo me e altri come me…perchè bloccati..

e Barnard te lo conferma, ma qui sbaglia.
Ma forse anche no, perché a te punge…

perchè bloccati….non si sa da che…

Dal pensare di esserlo prima di tutto.
Sposta il pensiero….cambia impostazione….
inizialamente facedno finta, ma con il tempo con convinzione, viene da se con il fare…

ma ci manca una guida…
un po’ è questo il punto.
E momento di presa di coscienza e di non più guide, ma individualmente prendere coscienza ed agire, ognuno dove sta…e come meglio crede e capace..

Truman
5 Dicembre 2011 , 4:31 4:31

Una buona provocazione di Barnard, per quanto sia sostanzialmente errata. Barnard prima dice che questa manovra deve essere proprio così e poi spiega che tanto non funzionerà. Se non funzionerà allora una manovra vale l’altra e non ci sono scelte obbligate, esistono solo varie strade per il default. A parte questo la manovra non è vero che è pensata per risanare le finanze pubbliche. Ciò è ben visibile dalla corposa parte dedicata alle pensioni. Ora, le pensioni si pagano con i contributi previdenziali, non con le tasse, e i contributi vanno all’INPS, il quale eroga le pensioni. Si può facilmente verificare che l’INPS è in attivo (basta andare sul sito dell’INPS e verificare i bilanci degli ultimi anni). Quindi tutta la parte della manovra relativa alle pensioni è indipendente dal deficit pubblico. La manovra sulle pensioni E’ UN ATTACCO ALL’INPS perchè lo si vuole uccidere per dirottare i contributi sulla previdenza privata. Insomma liquidità per le banche che viene liberata se si riesce a uccidere l’INPS. Nello stesso filone va la decisione di limitare i pagamenti in contanti: essa serve a fornire liquidità alle banche ed ha riflessi minimi sull’evasione. Insomma, la manovra è una recita tesa ad aiutare le… Leggi tutto »

reio
reio
5 Dicembre 2011 , 4:33 4:33

forse non hai letto gli scritti precedenti

carloslage
carloslage
5 Dicembre 2011 , 4:36 4:36

E’ evidente l’assenza di Scrupolo che caratterizza l’€uro e che in generale ha accompagnato anche il lungo passaggio dall’Aureo (Oro) all’€uro stesso. Come mostrano anche i simboli in gioco è stato cercato il versamento (dal lato) “sinistro” per ottenere la corruzione del Sistema Aureo. Con operazioni tutte di derivazione anatocistica si è corrotto (alterato pesantemente) il Rapporto Aureo. Rapporto tra il valore aureo attribuito alla moneta e la quantità d’oro in essa realmente contenuta. In senso più ampio tra l’uomo e la natura. Tra il Vitruvianano ed il proprio disco Aureo, tra la Pitagorica PentAlfa ed il Pentagono che la contiene. Non a caso la Scuola Pitagorica considerava la costanza del rapporto geometrico tra tali due figure,sacra…definendolo caso vuole proprio “Rapporto Aureo”. Forzare sempre più tali rapporti affidandosi all’elasticità del sistema, alla sua capacità di adsorbimento, pretendendo che i nodi non cedano nei punti di contatto o è da pazzi inconsapevoli o, citando Tremonti, da consapevoli pazzi illuminati (che evidentemente conosce bene). Questi ultimi giocano al piccolo alchimista, esaltati dalla conoscenza della dualità simbolica. Tuttavia ignorano o semplicemente trascurano, perchè sottovalutano, l’enorme e profonda conseguenza psichica che ha la rottura di Sigilli dai significati planetari ed ormai talmente ganglici da… Leggi tutto »

Jor-el
Jor-el
5 Dicembre 2011 , 4:39 4:39

1) l’Italia e la Germania sono due colonie USA occupate anche militarmente. Oltre a questo, sono anche grandi discariche di scorie tossiche di origine militare, nonché depositi di armi nucleari di vario tipo, quindi primi bersagli di un eventuale rappresaglia in caso di conflitto. 2) una strategia politico-economica tesa all’uscita dal paradigma neoliberista non esiste, in quanto il neoliberismo altro non è che la forma ideologica del capitalismo moderno. Uscire dal neoliberismo significa uscire dal capitalismo, ABBATTERE il capitalismo. Questa cosa non è chiara a chi, come Barnard, ritiene che il capitalismo possa essere “curato” dal neoliberismo, ma questo è un problema secondario, riforma e rivoluzione possono coesistere tatticamente. 3) Cosa significa reagire? Significa essere preparati a fare quello che stanno facendo in questo momento i movimenti di resistenza in tutto mondo: combattere con ogni mezzo -pacifico e no – una guerra asimmetrica contro il più mastodontico apparato militare che si sia mai affacciato alla ribalta della storia umana. 4) Quando reagiremo? Quando non potremo più sopportare lo spettacolo dell’ingiustizia, dell’umiliazione, della sofferenza e della morte inflitta a milioni di persone vere, reali, quando ci renderemo conto che stiamo vivendo davvero nell’era del più grande crimine, al cui confronto l’Olocausto… Leggi tutto »

rebel69
rebel69
5 Dicembre 2011 , 4:41 4:41

Come al solito l’articolo va dritto al punto e non mi meraviglio,come altri utenti,della considerazione che Barnard ha di noi(inutili vigliacchi).Sono autista di autobus in un azienda pubblica e da anni ho consegnato la tessera CGIL.In azienda ormai sono visto come portatore di peste,perchè quando entro in sala autisti e sento i colleghi parlare di aria fritta(tutti dobbiamo pagare le tasse,Berlusconi se la deve far finita di trombare minorenni,i sorrisini della Merkel,la casta)è più forte di me e cerco di portare il discorso alla sovranità monetaria che poi tutti gli altri problemi nel migliore dei casi si risolvono,o come abbiamo fatto per anni ci conviviamo.Ma guai a toccare le scelte di quel sant’uomo di Prodi(Euro),la tessera del sindacato,non si sa mai,può far sempre comodo averla(regalano 140€ all’anno ad uno”scatolone vuoto affarista e mafioso”(definizione che calza a pennello)e poi per concludere arriva quello con l’inseparabile gazzetta e si domanda come mai domenica tizio non ha giocato nonostante la sera prima aveva cenato regolarmente e la notte aveva dormito bene.Se non passiamo almeno un’ora la giorno a studiare e cerchiamo di capire,continueremo ad essere sodomizzati dal sistema e,definizione che lessi un po di tempo fa da qualche parte,saremo come gli ebrei hai… Leggi tutto »

Jor-el
Jor-el
5 Dicembre 2011 , 4:45 4:45

Esatto! Mettere le grinfie sul gruzzolo INPS e sul vasto patrimonio immobiliare collegato ai servizi e agli enti pubblici. Questo è il goal delle multinazionali che stanno trattando sia Italia che Germania per quel che sono: COLONIE:

Giancarlo54
Giancarlo54
5 Dicembre 2011 , 4:47 4:47

Errore. La BCE e l’euro sono fatti in funzione della politica liberista. Cadi nello stesso errore di Cremaschi & Co. Non volete capire che bisogna uscire dalla UE e dall’euro, il resto è aria fritta. Continuiate a parlare per niente e non cogliete il punto. Aria fritta, appunto.

gabro
gabro
5 Dicembre 2011 , 4:48 4:48

…credi che il disvelamento sia il segno della “loro” vittoria o l’ultima carta da giocare per evitare l’alchimia della razza umana?

italofranc
italofranc
5 Dicembre 2011 , 4:48 4:48

Hai forse studiato alla Sapienza di Roma? Quanto hai pagato ?

italofranc

Tetris1917
Tetris1917
5 Dicembre 2011 , 4:48 4:48

Un conto da piccolo salumiere di provincia:
Manovra di Luglio 2011 (governo bunga bunga) 48 miliardi +
Manovra bis di Agosto 2011 (sempre bunga bunga) 45 miliardi +
Manovra di Monty python Dicembre 2011 24 miliardi (*)=

117 miliardi di euro da spalmarsi in due anni.
Posto a 120 miliardi di euro, i soldi dell’evasione fiscale. Ergo che tutta la penisola si regge sui milioni di lavoratori dipendenti e pensionati (quelli indicati come parassiti). Cos’e’ questo se non l’ennesimo governo di classe (dominante)?

(*) fonte wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Decreto-legge_138/2011

Jor-el
Jor-el
5 Dicembre 2011 , 4:49 4:49

dimenticavo: Camusso non è ignorante, è complice.

aNOnymo
aNOnymo
5 Dicembre 2011 , 4:51 4:51

Una soluzione ci sarebbe! Stampiamo 900 miliardi di monete da 2 euro! Why not?

eleo
eleo
5 Dicembre 2011 , 4:58 4:58

Grazie Truman per il suggerimento! La storia dell’economia insegna molto bene che una crisi da eccesso di debiti è una crisi di solvibilità e non di liquidità e chi non è solvibile deve fare default pena il peggioramento costante e continuativo della situazione fino al crash finale che più tardi avviene peggio è. Non c’è modo di evitare il collasso finale di un boom indotto da un’espansione creditizia. La scelta è solo se la crisi debba avvenire prima come risultato dell’abbandono volontario di un’ulteriore espansione del debito o più tardi con la totale catastrofe del sistema monetario coinvolto”. (Ludwig Von Mises economista della scuola austriaca). I prezzi rappresentano un linguaggio molto chiaro per decodificare gli eventi futuri. Il succo del discorso è questo: Le aspettative degli analisti sono per utili pari a 97,48 $ base nel 2011 e a 107,84 $ base per il 2012. Siccome lo S&P500 è a quota 1244 punti vuol dire che siamo a 12,76 volte gli utili attesi per il 2011 e 11,54 volte quelli aspettati per il 2012. Quindi addirittura a livelli inferiori a quelli osservati nel 2007 prima del crash del mercato azionario e del Pil mondiale, che erano 14,43 e 12,92 volte… Leggi tutto »

geopardy
geopardy
5 Dicembre 2011 , 5:03 5:03

Per affermazione degli ultra-liberisiti d’oltreoceano, il debito è lo strumento essenziale per realizzare una completa globalizzazione, evidentemente, se uno stato stampasse propria moneta senza debito, ritengono non possibile la globalizzazione capitalista. Quindi, se si tornasse alla moneta “senza debito” impediremmo la realizzazione di questo enorme schema Ponzi che è la globalizzazione. Sinceramente, mi resta difficile coniugare moneta “senza debito” e sistema capitalista, qualcosa non mi quadra. Non escludo sia un mio limite cognitivo in materia, ma proprio non riesco a vedere coniugato capitalismo e moneta senza debito, oltretutto , non vedo come in un sistema competivo assoluto, le monete, un giorno che fossero tutte sovrane e “senza debito”, riusciranno ad evitare di entrare in collisione monetaria con le altre (fermo restando il sistema capitalistico), facilmente degenerante in guerra vera. Il capitalismo è concepito per crescere continuamente e per farlo deve ingabbiare le masse, quale sistema migliore del debito per attuarlo? Secondo me, bisognerebbe che iniziassimo a lavorare su di una società fattibile in cui l’assioma capitalista dell’accumulo di ricchezze (= concentrazione in mani di pochissimi) sia messo da parte. La crescita continua ha necessità del debito (credito=debito), perchè non riuscirebbe a vendere tutta l’intera produzione in base ai salari di… Leggi tutto »

Tetris1917
Tetris1917
5 Dicembre 2011 , 5:06 5:06

concordo.

lpv
lpv
5 Dicembre 2011 , 5:37 5:37

ottima precisazione. queste sono le cose che possono insinuare qualche dubbio nella testa della gente

iltedioso
iltedioso
5 Dicembre 2011 , 5:41 5:41

Ma detto tutto cio’..cosa rispnderebbe Barnard ai mercati che sono tutti in rialzo e lo spread che si e’ raffreddato a quota 400 punti sul bund?Forse i mercati sono favorevoli alla recessione?Boh…non ci capisco piu’ una mazza

Affus
Affus
5 Dicembre 2011 , 5:46 5:46

quindi ritornare all’ ugualitarismo ? Al comunismo ? Alla dottrina ugualitaria che abbiamo praticato tutti ,a est e a ovest, sia a destra che a sinistra con la scusa dei diritti umani negati ?

pehuenco
pehuenco
5 Dicembre 2011 , 6:11 6:11

p.barnard ,vorrei che non avessi ragione! ma purtroppo tutto si sta materializzando in quello che vai dicendo da anni! inoltre attendendo la prossima botta 0% pil al 8% intressi… è una caporetto annunciata, mi auguro che i malumori e possano risvegliare il popolo (esterofilo) italico in quello che è pigro e sottoaculturato (per pigizia), mè compreso.

UrKa
UrKa
5 Dicembre 2011 , 6:14 6:14

Dice che Monti ha ragione se messo in relazione ad un privo di sovranità monetaria..

UrKa
UrKa
5 Dicembre 2011 , 6:15 6:15

Dice che Monti ha ragione se messo in relazione ad un “CONTESTO” privo di sovranità monetaria..

sorry

UrKa
UrKa
5 Dicembre 2011 , 6:26 6:26

La vedo anche peggio personalmente..

Tra la percentuale dei restanti, diciamo il 30% per prendere il tuo dato, la maggior parte di questo 30% ignora totalmente queste tematiche per scelta, oppure (ancora peggio, dell’ancora peggio) qual’ora s’interessassero a tali argomenti, imperversano in loro dogmatismi accademici (magari assimilati all’università) che nemmeno con una pistola puntata alla tempia li negheranno..

Anzi, ti dirò, alle volte penso che chi davvero ha la capacità di spiegare in maniera semplice, comprensibile ed efficace alcune questioni, dovrebbe farlo proprio agli analfabeti, a quel 70%, poichè esso non è stato “infettato” dagli assiomi perversi dell’economia di mercato e paradossalmente ha più propensione all’ascolto riconoscendo la proprio ignoranza, a differenza dei “dotti” che, invece, non aspettano che mantenere il punto della situazione avallati dai proprio studi (devianti)..

dana74
dana74
5 Dicembre 2011 , 6:37 6:37

grandioso Barnard.
Nella premessa dice tutto, lagnatevi poco o voi euro fanatici, la vostra amata moneta esige il pareggio di bilancio dato che si tratta di moneta straniera e queste son le condizioni.
Comodo lagnarsi dopo anni di denigrazione degli euroscettici che queste cose le avevano già evidenziate.Grazie euro fanatici per questo massacro sociale.

UrKa
UrKa
5 Dicembre 2011 , 6:38 6:38

Non soffermarti solo sulla questione euro sì, euro no, anche se non si fa che parlare solo di quello ultimamente. Dall’Italia potrebbe partire la terza rivoluzione industriale per la conformazione e la posizione della nostra penisola. Se solo avessimo una classe dirigente indipendente, autonoma e che faccia gli interessi della nazione e non dei grassi capitalisti che posseggono la Terra, non solo usciremmo dall’euro immediatamente, ma potremmo risolvere una marea di problemi con una “visione” più generale e totalmente diversa della Società nella sua totalità e non solamente per quanto riguarda le politiche monetarie. Esse sono la base, certo, ma non sono l’unico “argomento”. Una visione differente della società è il vero argomento..

robybaggio80
robybaggio80
5 Dicembre 2011 , 7:05 7:05

Se avesse letto tutti gli articoli di Barnard… Gli strali contro l’Europa neoliberista a guida franco-tedesca sono presenti negli articoli di Barnard e nel saggio da lui scritto.

robybaggio80
robybaggio80
5 Dicembre 2011 , 7:10 7:10

Organizziamoci in qualche modo. Per favore, cerchiamo di mettere insieme le nostre forze.

RicardoDenner
RicardoDenner
5 Dicembre 2011 , 7:24 7:24

Monti è la merenda portata da casa..è il rigore e la tirchieria..
lui e il suo governo hanno l’aroma o il tanfo dei libri di scuola..di quaderni in ordine..di scarpe risuolate e cappotti rammendati..

Lo sviluppo e la crescita in Monti sono un fatto teorico..una necessità logica e correct rispetto al potere ..quello per cui Monti lavora e studia..

Ma basterebbe cambiare il Direttore d’Orchestra e Monti sarebbe il perfetto Ministro per la decrescita triste…in quanto unisce miseria ad autorità..rigore e autorevolezza..e il popolo..che è femmina..ne subisce il fascino..

Forse ci troviamo di fronte al governo del futuro..quello che potrebbe amministrare il crollo del capitalismo..facendo della povertà un pregio e una conquista..

Insomma..c’è del nuovo in pentola….lacrime ..sangue..ma anche accettazione fiera del martirio…una specie di islamismo laico di cui la gente sente la mancanza..e che può attecchire…

LeoneVerde
LeoneVerde
5 Dicembre 2011 , 7:26 7:26

Appunto, anche nei paesini si vota e anche i piccoli comuni votano per avere un sindaco e il sindaco è una prima forma di potere politico legalmente riconosciuto. Tanti sindaci in Italia hanno rotto le balle e hanno potuto fare qualcosa. Bisogna riportare la priorità alla politica e allora sotto a lavorare dove ancora c’è una possibilità, un picccolo spazio per inserire un cuneo e fare un minimo di forza. Non lasciamogli tutto il potere. Prendiamolo, partendo dalle forme minime, dalle briciole, ma sempre potere è e ha più peso di una giornata in piazza.

Chiara

robybaggio80
robybaggio80
5 Dicembre 2011 , 7:54 7:54

Io ci sto. Sono a Vilnius, qui la situazione sta degenerando grazie all’opera di distruzione post-Berlino voluta dai neoliberisti. La signora Presidente sta finendo di svendere l’anima della nazione, a breve l’Euro in tutto il suo orrore. Se ci organizziamo seriamente, sono il primo a metterci la faccia.

victorserge
victorserge
5 Dicembre 2011 , 8:10 8:10

non è proprio così. la tua è una lettura molto semplificata e superficiale quale è evidente il tuo limite mentale visto che insinui il silenzio a chi non la pensa come te.
te lo ripeto, bastarebbe dare un governo politico all’europa.
non mi immagino un italia fuori dall’euro e dall’europa, perché in primis vi sarebbe la secessione del nord, cosa da evitare come la peste, secondo perché uno stato forte, una moneta forte, e un settore produttivo come l’europa non farebbe che il bene dei cittadini europei.
infine: cremaschi chi?

victorserge
victorserge
5 Dicembre 2011 , 8:14 8:14

gli ho letti, ci sono parti e analisi che condivido, ma non condivido la soluzione.
ripeto sono contrario ad uscire dall’euro e dall’europa perché i margini di manovra per una soluzione politica ed economica sono ancora molto ampi.
io credo che un riflusso verso un economia nazionale provocherebbe un generale impoverimento di tutti; se l’italia esce dall’europa l’europa stessa crollerebbe e sarebbero danni per l’italia in maggior parte.

carloslage
carloslage
5 Dicembre 2011 , 8:14 8:14

Gli artisti alchemici di questo Temp(i)o non sono certo i politici. Sa già infatti che tipo di persone essi siano, le caratteristiche principali che questi debbano possedere. Vanità, egocentrismo, introversione affettiva. Disvalori che (in atanor appositi) generano individui volubili e ricattabili, molto comodi quindi per un a(e)ggregato più o meno fisico che voglia operare da Grande Architetto Occulto. Alchimisticamente si parla di utili invidiosi, buoni solo ad attrarre, distrarre e depistare. Provocano solo perdite quindi. Nessuno di noi consegna oramai più qualcosa di degno ad elementi simili, tempo, tensione, attenzione o voto e nemmeno denaro. Il medesimo discorso vale per giornalisti, avvocati, venditori, magistrati sostalzialmente Golem dall’ego ipertrofico. Vanità di vanità. Monti pulisce da scorie…ovvero dai nostri diritti sociali acquisiti ritenuti inservibili e da ostacolo per l’opera successiva. In questi giorni vediamo infatti apparire una categoria differente, una seppur pallida rappresentazione del manovratore, comunque sempre una sua rappresentazione(i tecnocrati). Notate gli sforzi di tali rappresentazioni per apparire diversi, concreti, di poche parole…sacerdotali. La verità è che chi ci viene concesso di vedere sono solo dei mezzi Golem, vedi Monti, Dragi, Trichet e gli altri pari loro. Potremmo dire che tali individui siano operatori di Spagiria, essendo destinati a opere/riti pubblici… Leggi tutto »

victorserge
victorserge
5 Dicembre 2011 , 8:17 8:17

guardi, gli ho letti questi strali, ma le ripeto che sono contrario ad una uscita dall’euro e dall’europa.
infatti come dice lei questa europa è neoliberista; esistono dunque ampi margini per rovesciare il paradigma neoliberista pur mantenendo la forza economica e politica dell’europa; al contrario il fallimento sarebbe molto grave per tutti.

prince1973
prince1973
5 Dicembre 2011 , 8:19 8:19

Barnard ha pienamente ragione.
Siamo destinati a fallire, ma prima usciamo dall’euro e meno soffriremo da succubi e robotizzati codici fiscali. Non che uscendo le lacrime e sangue non continueranno, ma per lo meno potremmo tentare di lavare i panni sporchi in famiglia, senza le continue intrusioni. E’ già la terza manovra-stangata in meno di 6 mesi, e chissà quante altre ce ne saranno, visto che la crescita sarà zero ed il debito degli interessi per avere la “nostra” moneta, sempre più pesante.
Siamo un malato terminale; non ci sono terapie per salvarci; non esistono medicinali per farci soffrire meno, anzi!! Più si va avanti, più la “chemio” sarà tremenda!!
Magari potrà risultare antipatico ed arrogante ma qui stiamo parlando di cose troppo serie per continuare a farci i “p…ini a vicenda” (da Pulp Fiction), pertanto io non mi offendo per la sua durezza che probabilmente è uno sprono ad agire!!

Sirius
Sirius
5 Dicembre 2011 , 9:32 9:32

Affilato come un bisturi, e molto molto reale!!
Dimostriamo a noi stessi in primis, e al buon Barnard che si sbaglia! E tanto…. Però davvero dobbiamo svegliarci e studiare studiare studiare!!

Kazonga
Kazonga
5 Dicembre 2011 , 9:39 9:39

Perchè?

gabro
gabro
5 Dicembre 2011 , 10:15 10:15

Grazie per la spiegazione (che piacere leggere un’analisi così speciale), credi che a “cerimonia” avvenuta si possa parlare della fine del libero arbitrio per la razza umana od esiste la possibilità che questa possa essere l’ultima chance per “reclamare” il dominio su una razza spiritualmente addormentata prima del definitivo avvento energetico-divino in procinto di manifestarsi?

Truman
5 Dicembre 2011 , 10:41 10:41

Stato garante per le banche – Una norma contenuta nella manovra prevede che il ministero dell’Economia “fino al 30 giugno 2012 è autorizzato a concedere la garanzia dello Stato sulle passività delle banche italiane, con scadenza da 3 mesi fino a 5 anni, o a partire dal 1° gennaio 2012 a sette anni per le obbligazioni bancarie garantite”.

Le misure principali su Repubblica

Jor-el
Jor-el
5 Dicembre 2011 , 10:52 10:52

Bene. Allora ce ne stiamo fermi fermini a riflettere se è il caso o meno di “tornare all’egualitarismo” (MAI esistito a est come ad ovest) oppure, magari, al comunismo (ma acc, dimentichiamo i diritti umani!!!), oppure un 10% di comunismo, un 10% di capitalismo (che non guasta mai), una puntina di nazismo (per rendere il tutto più frizzante), un altro 10% di socialismo, molta democrazia, due cucchiai di ambientalismo e tanta, tana decrescita felice. Che ne dite? ne discutiamo per i prossimi 10 anni?

ubuntu77
ubuntu77
5 Dicembre 2011 , 10:53 10:53

Avremo un giorno il coraggio di ribellarci? Che diavolo ci devono ancora fare? Boh..so solo che il punto di non ritorno è stato superato abbondantemente. Ci aspetta una vita difficile e la stiamo accettando senza reagire.
P.S. Le reazioni pacifiche non servono a nulla!

mikaela
mikaela
5 Dicembre 2011 , 10:57 10:57
mikaela
mikaela
5 Dicembre 2011 , 11:07 11:07
ws
ws
5 Dicembre 2011 , 11:17 11:17

” chi capisce , patisce” (prov. frascatano)

ws
ws
5 Dicembre 2011 , 11:28 11:28

ma e’ evidente che fratello- draghi accompagna il gioco sia quando si rifiuta di acquistare Bot (per “ammorbidire” berlusconi )sia quando come oggi li compra ( per ” santificare” fratello-monti)

Ma non ti entusiasmare troppo , quando come evidenzia barnard si evidenzieranno gli effetti recessivi del “montismo” gli ” spread” torneranno su e la borsa giu . Gli u$urai hanno sempre fame.

mikaela
mikaela
5 Dicembre 2011 , 11:36 11:36

MARTEDÌ 13 DICEMBRE 2011 – ore 21.00
presso la Biblioteca Comunale di Misano –
Via Gioacchino Rossini, 7 – Misano Adriatico (RN) CONTINUA A LEGGERE NEL LINK- qui
[www.comedonchisciotte.org]

Cominciate da Barnard, andate in tanti e apprendete -io purtroppo non potrò esserci -ciao

Ps.

Un modulo piccolino nella Home di CDC aiuterebbe per diffondere -Per potersi organizzare- Ho visto che Missano é un luogo di vacanza quindi sicuramente ci saranno Hotel abbastanza economici per chi fa tardi e non ha voglia di rimettersi in viaggio.

pantos
pantos
5 Dicembre 2011 , 11:58 11:58

io inutile vigliacco.
tu, utile s*****o.

victorserge
victorserge
5 Dicembre 2011 , 12:03 12:03

attenzione truman: non è completamente vero che l’inps sostiene tutto il peso previdenziale.
l’allegato qui linkato ce lo spiega.
http://www.lavoce.info/articoli/-pensioni/pagina1002611.html
in ogno caso però sono d’accordo sul sostenere che la previdenza è stata saccheggiata per favorire i fondi pensione e abbassare le aliquote previdenziali.
io sono anche in disaccordo col regime contributivo, ma in effetti senza una crescita consistente e una tassa patrimoniale adeguata il sistema retributivo non può reggere, purtroppo.
infine la ribellione che propone barnard è inappropriata perché una ribellione prevede un programma minimo di riforme attuabili, programma comunque che non c’è.

Truman
5 Dicembre 2011 , 12:58 12:58

@victorserge: ho letto l’articolo e mi sembra parli di altro. Esso è puntualizzato sul fatto che alcuni prendono più di quanto hanno versato, il che è certamente vero, ma non mi risulta che lo Stato paghi la differenza tra il versato e l’incassato, è l’INPS a pagare comunque la pensione. (Nel passato a volte i debiti dell’INPS sono stati ripianati, quindi la situazione è stata diversa).
Piuttosto mi sembra discutibile che l’INPS debba pagare le pensioni di invalidità con i contributi previdenziali.

iltedioso
iltedioso
5 Dicembre 2011 , 13:10 13:10

grazie per l’informazione molto importante!

wewantdefault
wewantdefault
5 Dicembre 2011 , 13:48 13:48

Chi è causa del suo male pianga se stesso. sono contento che sputerete sangue, ve lo meritate tutti quanti. Crepate! Insieme a me.

cris79
cris79
5 Dicembre 2011 , 13:52 13:52

Parla per te! :-)))

wewantdefault
wewantdefault
5 Dicembre 2011 , 13:58 13:58

Ovviamente c’era molta ironia, pensavo fosse evidente.

Affus
Affus
5 Dicembre 2011 , 13:59 13:59

Per me la soluzione è semplice e chiara come l acqua limpida dei monti. Quale è il ruolo della politica, anzi dello stato ? E’ solo il lavoro per tutti ? non credo . Per me è giustizia sociale . Per arrivare a questa giustizia in cui il potere fa da arbitro, bisogna eliminare innanzitutto i partiti che impediscono la vera democrazia .
Fatto ciò si nazionalizzano tutti i beni pubblici ; strade, autostrade, hospedali,scuole ,energia,comunicazioni,banche ,finanziarie etc. Senza creare zone di privilegio lavorativo.

gipsol
gipsol
5 Dicembre 2011 , 14:14 14:14

Sembrerebbe sia previsto un taglio dei tassi da parte BCE per l’8 dicembre e un successivo “maxi-acquisto “(1000 miliardi) di titoli di debito( soprattutto Btp) da parte della stessa .Sarà vero? (appena letto su Milano finanza)

ricmart
ricmart
5 Dicembre 2011 , 14:55 14:55

che tristezza, uno che insulta, uno che è d’accordo, uno no…sembra la parodia di un reality di intellettuali del cazzo..è meglio fare qualcosa di costruttivo, iniziando chiudendo con le cazzate.

IVANOE
IVANOE
5 Dicembre 2011 , 15:15 15:15

Ci sono pero’ due fattori imprevedibili.
La Lega che incendiera’ il nord con la secessione e questa volta non scherzano i suoi sostenitori anche se la Lega non vuole farla.Pero’ ormai le polvere le ha accese e quelli dietro i vari Calderoli, maroni ecc. Ecc. Passeranno ai fatti….
Il secondo fattore sono le elezioni tra appena un anno. Perche se anche il governo monti dovesse tenere, gli interessi delle mafie e dei partiti a loro affini, non facendo piu affari come vogliono loro li butteranno a mare… E allora la Laega e il Pdl che hanno giocato prima sporco e poi in modo furbo riprendere no il potere nel 2013 con una situazione europea totalmente diversa ( e possibile che tra un anno non ci sarà neppure la Ue… ) e allora vedrete che la Lega ed il Pdl scodinzolante attorno alla Lega perche altrimenti non avrebbero i numeri per governare ( tanto il PD con questa manovra e finito e il terzo polo insignificante ) smonteranno la manovra iniqua e delinquenziale del governo monti… Tempo al tempo e monti avrà fatto un buco nell’acqua perche e un perdente non e un vincente come Berlusconi o Bossi…

leonida
leonida
5 Dicembre 2011 , 15:25 15:25

per cambiare qualcosa a mio avviso, bisogna iniziare dal proprio stile di vita, di ognuno di noi, nelle cose che facciamo tutti i giorni, cercando di essere vigili su tutto ciò che facciamo e pensiamo. penso che sia ora di boicottare tutto quello che ci viene propinato come dobbiamo vivere.. cosa dobbiamo comprare per essere.. cosa dobbiamo fare per sentirci.. e cosi via, non è molto rivoluzionario, ma è l’unica cosa che possiamo fare come inizio in questa società anestetizzata e ignorante. io spesso vengo preso per matto per quello che dico o penso,ma va bene cosi. c’è una massima che dice ” coloro che non riuscivono ad ascoltare la musica dicevano a colui che ballava che era un pazzo”.

cris79
cris79
5 Dicembre 2011 , 15:31 15:31

“La Lega che incendiera’ il nord con la secessione e questa volta non scherzano ”

Guarda, io ti posso dire che è più facile che sarà la lega a essere incendiata.
E più facile che si prenderanno dieci milioni di calci nel sedere Bossi e company che altrettanti che partano per la secessione.
Ormai sono completamente sputtanati, sono solo cadaveri politici che fanno un po’ di rumore, nulla di più.