Home / ComeDonChisciotte / BURLESQONI

BURLESQONI

DI MARCO TRAVAGLIO
ilfattoquotidiano.it

“Partiti, si riaprono i giochi”. È il titolo di apertura del Corriere della Sera, galvanizzato da due notizie davvero elettrizzanti: Beppe Pisanu e Lamberto Dini (156 anni in due) comunicano con altri 28 parlamentari Pdl: “Andiamo oltre il Pdl”; e Piercasinando riunisce a porte chiuse la “Costituente di Centro ” e azzera i vertici dell’Udc per nominare un organismo “più snello” in vista del varo del Partito della Nazione, con l’ausilio di Pezzotta (chi si rivede) e magari di Passera.
Buttiglione lo definisce “partito moderato, laico, ma di ispirazione cattolica”. Ma anche vegetariano, però di ispirazione carnivora. Roba forte. Infatti, nei bar e sugli autobus, la gente si lecca i baffi e non parla d’altro. Gli astensionisti disdicono gl’impegni presi per il 6 e 7 maggio: “Cazzo, se Pisanu e Dini vanno oltre il Pdl e Pier fa il Partito della Nazione si va a votare di corsa, anche su una gamba sola”. Il Pompiere prende molto sul serio le due iniziative, cui dedica ben tre pagine e da cui Massimo Franco deduce che “si scioglie l’iceberg del voto moderato” in vista del “sistema politico post-berlusconiano”, mentre il Pdl cerca di sopravvivere sotto il pelo dell’acqua”. Che sarebbe poi Alfano, più simile peraltro al pelo superfluo che al pelo dell’acqua. Per sopravvivere, Angelino Jolie annuncia: “Presto, dopo le amministrative, con Berlusconi lanceremo la più grande novità della politica”.

Ieri comunque il Cainano s’è portato avanti col lavoro e ha anticipato qualcosa nel suo habitat naturale: il Tribunale di Milano. In piedi accanto alla gabbia dei detenuti, ha spiegato che i festini arcoriani nella sala della lapdance (Ghedini la chiama pudicamente “camera della musica”), con le mignotte travestite da suore, da poliziotte, da infermiere e persino da Ronaldinho, altro non erano se non “gare di burlesque”. Ma certo, ecco che cos’erano: gare di burlesque. Del resto l’eleganza dei travestimenti rimanda ipso facto al tipico clima da Inghilterra vittoriana. A pensarci prima, si evitavano tutte quelle balle sulla nipote di Mubarak. Sia come sia, il Cainano è tornato quello dei tempi migliori, quando non aveva ancora i capelli: sparito il toupet catramato, ieri sfoggiava la palla da biliardo degli anni ruggenti. Un look primaverile, leggero, cabriolet: ai primi caldi, lui esce di casa senza il tettuccio, versione decappottabile.

Basterà “la più grande novità della politica” per salvare il Pdl dall’estinzione e soprattutto da Alfano? In caso contrario, son pronti Pisanu e Dini, detti gli “oltristi”, e il Partito della Nazione, di cui ieri il Corriere pubblicava la foto di gruppo attorno a un tavolo imbandito. Magari non avranno elettori, ma i leader abbondano: ne abbiamo contati ben 13. Fra gli altri, spiccavano l’astuto Bocchino, quello che si fece beccare con la Began a Capri e con un trans in albergo (“mi aveva chiesto un’intervista, era iscritto all’Ordine dei giornalisti”). Il sagace Rutelli (quello derubato di 13 milioni su 20 da Lusi, ma a sua insaputa). L’onesto Cesa (quello che nel ’93, finito a Regina Coeli, mise a verbale: “Ho deciso di vuotare il sacco” e confessò 13 tangenti). E il coerente La Malfa (che in vent’anni è riuscito a militare nel centrosinistra, nel centrodestra e ora nel Terzo Polo: gli restano solo Rifondazione e Forza Nuova).

Mancavano purtroppo alcuni pilastri del moderatismo cattolico, come Totò Cuffaro, momentaneamente distaccato a Rebibbia, il che spiega come sia riuscito Casini a ridurre le poltrone senza venire azzannato alla giugulare: nello sfoltimento lo aiuta la forza pubblica. Ma non si esclude una prossima confluenza degli Oltristi nel Partito della Nazione, che potrebbe ribattezzarsi Partito Oltre la Nazione o Nazione Oltre il Partito. E necessiterebbe di forniture straordinarie di fleboclisi, cateteri, fasce prostatiche e paste adesive per dentiere.

In caso di denti d’oro, è consigliabile il cemento a presa rapida: basta un colpo di sonno e un tesoriere di passaggio te li cava di bocca con le tenaglie.

Marco Travaglio
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
21.04.2012

Pubblicato da Davide

  • nuvolenelcielo

    Marco Travaglio = rigor mortis Mario Monti. E’ grazie al moralismo vuoto e al tecnicismo giustizialista di gente come Travaglio che siamo tranquillamente qui in uno stato orwelliano, ma “giusto, rispettabile, e per bene”. E’ colpa del clima installato da gente come Travaglio che questo governo antidemocratico di terrorismo fiscale ha il consenso incredibile che ha. (Anzi è merito suo, direbbero i più. Abbiamo finalmente la rispettabilità dell’europa).

  • rosbaol

    Travaglio è come la musica rap: ne ascolti un brano e li hai ascoltati tutti. Che palle! Ma come si fa comprare il FQ?

  • radisol

    Peccato che il Fatto Quotidiano, anche dopo l’era Berlusconi, sia l’unico fenomeno editoriale italiano degli ultimi 30 anni ….. e, fermo restando che non ho mai amato Travaglio nè il suo furore giustizialista, Il Fatto di oggi mi sembra tutto meno che filo- Monti ….. e questo praticamenete sin dal giorno dell’insediamento dell’attuale governo, quando ancora persino “Il Manifesto” si domandava se bisognava “baciare il rospo” o no …. e comunque non è che se rimaneva Berlusconi le cose sarebbero andate meglio …. tuttaltro ….. pure lui ormai era sulla linea di obbedienza assoluta ai dettami della Bce ….. il problema è questa Europa, non Travaglio o Berlusconi …. il problema è il neo-liberismo capitalista ….

  • siletti86

    Ecco che non appena si sente nell’aria “odorino di Berlusconi”, il solito sciacallaccio rimasto a digiuno nel deserto per mesi e ridottosi all’osso, nella disperazione di non morire di fame, rialza il becco e riprende a svolazzare, facendoci partecipi ancora una volta del suo fastidiosissimo gracchiare. Caro Travaglio, ma non vuoi proprio capire che tanto tu quanto i tuoi carissimi compagni di merenda Gomez e Barbacetto, caduto Berlusconi, siete FINITI???????? Murdoch e De Benedetti soldi per voi non ne cacciano più! E’ inutile che vi illudete! “Non c’è Cuffaro che tenga!!!” La vostra fine è imminente ed il vostro “elettorato” (se così possiamo definirlo) presto, molto presto, vi ABBANDONERA’, perchè si renderà conto di ciò che realmente siete stati: dei venditori di fumo al servizio dei salotti buoni della finanza anglo-francese. Diglielo anche a Roberto “Netanyahu” Saviano già che ti trovi.

  • Rodion

    Mi rifiuto di leggerlo.

    Travaglio, che pena! Innegabile che vi sia stato un momento in cui l’attenzione a Berlusconi era assolutamente meritata, ma direi che sono passati almeno dieci anni da quell’epoca. Parlare ancora, ossessivamente, di Berlusconi; non saprei quale tra queste sia la causa: scarsa intelligenza? incompetenza nel convertire la sua “specializzazione”?

    Oppure malafede?

    Quest’ultima è quella che più sento veritiera, tra sentimenti di disgusto e nausea. Povera Italia. Non riesco ad esprimere lo sconforto per tutto ciò che si collega con il malato costume della cattiva stampa. Siamo in un nuovo medioevo, una nazione intera che brancola nel buio dell’ignoranza, e si appoggia alla fede. Nel medioevo era la fede nei prelati, nel 2012 è la fede nei Travaglio e nei Santoro. Prelati che si curano bene che la fede sia passiva, e che il medioevo duri ancora nei secoli.

    Amen.
  • Skorpio_B3

    Marco Travaglio, un necessario ma disgustoso “travaglio” nel parto dell’informazione libera

  • Bai

    Travaglio ha messo il dito nella piaga. Il malcostume precedente, stigmatizzato in questo articolo, rende bene l’idea di un’Italia in balia di politici mezze tacche. Anche il titolo è uno spasso. Bravo Travaglio.

  • deltaecho

    Dove esce Berlusque esce il solito Travagliosky sempre pronto a recimolar danari…

  • Allarmerosso

    meglio leggere l’oroscopo che Travaglio !

  • albsorio

    Attaccano Lega e Berlusconi perché quando arriverà nel sedere di molti la “cura” Monti & C. supportata da ABC gli italiani capiranno che “si stava meglio quando si stava peggio” ma chi comanda non vuole un ritorno al passato. Strano che Travaglio non attacca i due terzi dei politici che hanno votato l’EMS… questi pupazzi che governano ora non scherzano, ci mettono a 90°… una considerazione su Grillo, perché non parla più di signoraggio? Tutto questo rimescolare le carte in tavola con “nuovi” partiti mi ricorda il detto “cambiare tutto per non cambiare niente”. Spero solo che la gente si ricordi quello che succede ora e che vada a votare senza ideologia, mandiamo a zappare la terra Monti & C. + ABC vari… democraticamente. Quando dico di andare a votare c’è sempre qualcuno che mi dice che è meglio non farlo… meglio per chi per noi o per loro… comunque i miei 5 euro li prendono lo stesso, (tanto vale un “avente diritto al voto” per i rimborsi elettorali) allora scelgo un partito, il meno peggio e voto, magari qualche pupazzo che “governa” ora va a casa, poi vediamo.

  • Georgejefferson

    Marco Travaglio:le bugie di un usciere neoliberista

    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=226

  • Georgejefferson

    Marco Travaglio:le bugie di un usciere neoliberista

    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=226

  • Georgejefferson

    l movimento di beppe e’gia predisposto per l’aumento dei consensi ed entrata in parlamento,e’gia predisposto e verra messo sempre piu in evidenza,perche tutto cambi,per non cambiare nulla.Esso e’perfettamente funzionale alle elite,nel giorno di lutto nazionale dove si e’approvato il pareggio di bilancio in costituzione…manovra criminale che espropriera MILIARDI di euro dall’economia nazionale,matematicamente per decenni con progressivo impoverimento di tutti…..Beppe parla delle CENTINAIA di migliaia di euro rubati dai camerieri,che per chi comprende i numeri della macroeconomia nazionale,sono caramelle al confronto a quello che fara il FISCAL COMPACT

  • Georgejefferson

    alcuni stralci del programma di Grillo:

    abolizione del finanziamento pubblico ai partiti

    Senza nominare ovviamente il finanziamento privato(obama docent)tabu nominarlo nei media,le lobby finanziarie libere di comprare a saldo tutti i camerieri

    -chi ha fatto già due legislature è ineleggibile (retroattivo)

    Cosi qualora arrivi una persona onesta un po rompicoglioni contro le lobby a favore dei cittadini,ci pensera la LEGGE a farlo fuori se le pressioni a cercar scheletri nell’armadio non riuscissero nell’intento

    -abolizione del finanziamento pubblico ai giornali

    Una pacchia per le lobby private,liberi di COMPRARE tutti i giornali che vogliono con relativi ZERBINI a scriver la propaganda

    -ineleggibilità per chi possiede TV o giornali

    Visto che alle solite ELITE non importa possedere i media,gli basta FINANZIALI per assicurarsi i cortigiani,naturalmente per la LIBERTA DI INFORMAZIONE

    -azzeramento monopoli RAI e Mediaset, nessun operatore può possedere più di una rete e quindi sia Rai che Mediaset devono mettere sul mercato due reti televisive ciascuno. I monopoli mediatici fabbricano pensiero unico e dittatura

    Perfetto,finalmente sparisce quell’idea retrograda e contro il PROGRESSO di avere canali TV non sottomessi alle leggi del mercato,libere televisioni di far programmi da AUDIENCE senza valutarne la qualita civile e culturale…l’audience decide le trasmissioni,quindi la gente,libera di distrarre le menti con i vari GRANDE FRATELLO,ISOLE e pubblicita con toni per bambini al seguito

    INSOMMA…PROPRIO IL PROGRAMMA NEO LIBERALE AL COMPLETO(QUASI)…TRA L’ALTRO PROGRAMMA GIA SBANDIERATO DAI MEDIA MAINSTREAM CHE SON DI COLPO DIVENTATI FAUTORI DELLA LIBERTA…CHE STRANO,HO SEMPRE PENSATO CHE TALI MEDIA SIANO DI REGIME E MANIPOLATI…NATURALMENTE,DELLA SOVRANITA MONETARIA DELLO STATO(TEORICAMENTE L’UNICO LEGITTIMATO AD AVERLA PER IL BENE COMUNE)..NEANCHE L’OMBRA

  • siletti86

    Più che Travagliosky per come si veste, per come parla e per i salotti che frequenta, mi sembra un Travalleur o addirittura un McTravall.

  • siletti86

    Bravo George!!!! Su questa questione dei finanziamenti pubblici, ci sono troppi “liberal-democratici” che, nascosti tra le fila dell’antipolitica (quindi probabilmente anche su questo blog), vuoi per disinformazione vuoi per malafede, fanno propaganda per i loro padroni. Quindi hai fatto benissimo a pubblicare questo tuo commento su questo blog.

  • nuvolenelcielo

    sono d’accordo che il programma 5 stelle è una scemenza e completamente ignorante di economia. ma allo stesso tempo è l’unico terreno “vergine” potenzialmente disponibile ad ascoltare, viste anche le ultime dichiarazioni di grillo sull’uscita dall’euro. se ricordi qualche mese avevano anche chiesto a barnard una video intervista sul golpe finanziario per il sito di grillo, e barnard rifiutò perchè “diverso”, secondo me fece un grosso errore. quelli della MMT hanno l’unico varco aperto nel 5 stelle, anche se adesso come adesso il loro programma economico è ridicolo. Non è un movimento venduto a mio avviso, è solo ingenuo e ignorante.

  • sidellaccio

    A me sembra che Travaglio, pur commettendo errori (come tutti) sia in buona fede e diffonda spesso, in maniera divertente e in poche righe, idee e informazioni utili e corrette, sulle vicende italiane, oltre che idee e informazioni (secondo me) clamorosamente errate e dannose, su quelle internazionali (soprattutto per la sua costante approvazione dei comportamenti dei governi di Israele e degli USA). Ma nessuno è perfetto e io prendo sempre in considerazione, che potrei anche essere io, quello che sbaglia (spero in buona fede…) http://www.silviodellaccio.it

  • Tanita

    Con la tranquillità di aver annunciato la caduta di Berlusconi diverse settimane prima che accadesse (è pubblicato da un media argentino, meno male), ti do assoluta ragione. Infatti Travaglio non mi… convince. Come mai lui continua a guardare sempre nella stessa direzione intanto questi squali dell’alta finanza stanno saccheggiando diversi paesi d’Europa? Sarà anche lui pagato dalla Goldman (che poi racimola da tutti quanti in giro)?

  • Georgejefferson

    ciao sidel,anche io ero abbagliato da travaglio fino a qualche anno fa,alimentava le speranze,sembrava la riscossa della societa civile.Poi mi inoltrai nelle riflessioni sulle questioni macroeconomiche,e vidi quanto esse siano importanti.Se anche a te infonde molta speranza il travaglio,bene in vista nei media mainstream(quindi tali media sono liberi)fai uno sforzo e leggi il link di seguito,lasciamo stare le antipatie e simpatie,stiamo ai fatti,dati…poi ognuno liberamente andra avanti con le sue opinioni

    Marco Travaglio:le bugie di un usciere neoliberista

    http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=226

  • Georgejefferson

    Vorrei anche io che fosse cosi nuvole…hai provato a leggere le centinaia di comm.sul blog di grillo?sai quanti ritengono giusto il pareggio di bilancio?per spiegare alla gente l’inganno,grillo dovrebbe uscire dalla dialettica di pancia,e perderebbe APPEAL.Paradossalmente anche per i fautori del signoraggio(non tutti)tale pareggio sarebbe la conseguenza logica del loro DAGLI AL DEBITO.Praticamente si fa il gioco delle elite…guarda quanti contro il debito nei media…come mai?C’e’qualcosa che non quadra…non ti pare?tu stessi ti avvicini al fatto che il debito,a moneta sovrana e’un’artificio contabile…lo comprende questo beppe,o la casaleggio lo impegna troppo sulle questioni minori?figurati la gente(in buona fede intendiamoci)

  • gattocottero

    Ho letto il commento di georgejefferson sul programma di Grillo.

    E’ una cavolata di programma, ma Grillo è l’unico che ha posto sul tavolo il PROBLEMA FONDAMENTALE: la sovranità monetaria, e il trovare il modo di riprendersela, anche con l’uscita dall’euro.

    Il grosso problema che hanno i grillini è che si scontreranno con gente astutissima, gente che sa fregarti in ogni modo e nella finanza sono maestri.

    E batterli sarà una impresa titanica…

  • Georgejefferson

    hey cat,magari fosse semplice spiegare che la terra e’tonda e non piatta…sai di che parlo

  • nuvolenelcielo

    Io credo che Grillo non lo sappia. Alla fine la questione del debito è una questione semplice da capire, ma nello stesso tempo difficile perché la parola “debito” è fuorviante, e come ho già scritto nel blog è un problema linguistico e il termine andrebbe cambiato. E’ come spiegare che il male è bene, se continui a usuare la parola “male” è difficile che la gente creda che sia bene, anche se lo è. Io credo che qualche economista MMT si dovrebbe “abbassare” a parlare con persone ignoranti di economia all’interno dei 5 stelle… , unire le forze e comunicare è l’unica cosa da fare, poi si vedrà. Rinunciare in partenza è assurdo.

  • rosbaol

    L’FQ è stato innegabilemente un fenomeno editoriale, sicuramente il più grande degli utlimi 30 anni come dici tu. Ma per quel che mi riguarda non significa nulla. Resta un giornale inutile. Trovo molto interessante invece, “La voce del Ribelle” di Fini e Mannino. Ha 6 mila lettori, niente di paragonabile al giornale di Travaglio in termini di numeri, ma in termini di qualità, non c’è paragone.

  • rosbaol

    Non ci si può limitare alla critica senza accusare (senza un briciolo di prova) un giornalista di essere a libro paga di chissà chi? Poi non meravigliatevi se vi definiscono complottisti etc…etc.. Cavolo, usate la stessa tecnica di Sallusti: screditare senza prove.

  • Georgejefferson

    gia…non c’e’ bisogno di immaginarsi gli oscuri signori che mettono a libro paga gli zerbini neoliberisti…basta che essi seguano l’onda delle elite per assicurarsi vantaggi e visibilita..che provi il signore citato a nominare critiche al MES,PAREGGIO IN COSTITUZIONE,COMMISSIONE EUROPEA NON ELETTA con 15000 lobbisti che entrano/escono,FISCAL COMPACT ecc ecc….vedi come sparisce dai media alla velocita della luce,altro che prime serate di fronte a milioni di telespettatori.Il travaglio lo sa bene,sa fin dove puo/e non puo arrivare con le informazioni al pubblico

  • rosbaol

    Può darsi, ma bisogna provarlo e noi le prove non ce l’abbiamo. E poi, scusatemi, non capisco perchè un giornalista non possa schierarsi dalla parte dei poteri forti, per me è liberissimo di farlo. Travaglio è semplicemente noioso e banale come il suo giornale, che sembra una sorta di Novella 2000 della politica. Il resto è fuffa non dimostrabile.

  • rosbaol

    Conosco anch’io quest’articolo di Barnard che lessi appena lo pubblicò. E quindi? Travaglio è convinto (come ogni liberale) che il migliore dei mondi possbili è la “Liberal Democrazia”, con tutti i suoi atroci difetti. Per lui ci sta che qualche guerruccina ina ina la devi sopportare se vuoi mantenere lo status quo.
    Sguazza, come il suo maestro Montanelli, in questo mondo fatto di bugie e compromessi che è il sistema politico mondiale. Per lui un altro mondo non esiste, non sarebbe possibile. Ha il sacrosanto diritto di pensarlo.

  • Georgejefferson

    chi ha parlato di verita assolute?si possono avere opinioni?se un signore e’ visto da milioni di persone come una bella anima,permetti che mi chieda allora come mai non parli di questioni immensamente piu gravi delle migliaia di euro che rubani i camerieri?o le cose citate prima non sono importanti?hai letto il link LE BUGIE DI UN USCIERE NEOLIBERISTA?Perche non porta le prove quando dice che gli altri paesi sono seri?perche sa che quasi nessuno approfondira…la sua difesa e’fuffa

  • Georgejefferson

    quindi?non ho il sacrosanto diritto di farmi una opinione su di lui e mandarlo a fanculo ogni volta che lo sento parlare?specie quando fa credere che l’italia e’il male assoluto e in altri paesi CI SI DIMETTE PER UNA MULTA?La parola liberale non vuol dire nulla,ci sono liberali e liberali,ci sono i socialisti/liberali(keynes)ci sono i liberisti(friedman)e i libertari(rothbart)ed ognuno ha il suo modo di veder la liberta

  • rosbaol

    Forse sono io che no riesco a farmi capire. Per Travaglio un sistema migliore di questo non c’è. Al messimo lo si può migliorare, ma sostanzialmente deve rimanere lo stesso. Il link l’ho lessi appena Barnard lo pubblicò. Non avevo bisogno dell’articolo di Barnard per capire chi è Travaglio. E quando mai Travaglio si è nascosto? Non c’è nessuna malafede in lui: è fatto così. Chi casca nel tranello del Travaglio eroe contro il potere, merita di essere preso per c..o. Se hai la capacità di leggere e acquistare un giornale, hai anche la capacità di fare uno sforzo in più e capire cosa leggi. Dai, che non è sempre colpa degli altri.

  • rosbaol

    Certo, ma quando si scrive che “..è a libro paga dei banchieri” poi ti tocca dimostrarlo. Le parole sono importanti

  • Georgejefferson

    Lo so rosbaol,questo puo valere per me,per te,per tanti altri..non e’questo il punto.Il punto importante e’la prospettiva diversa che hanno gente piu o meno consapevole…spiego meglio.Tante persone(tante relativamente)sentono certe consapevolezze,opinabili o no..dovute a indole qualitativa,ma anche per percorsi storici personali..seguimi.Si creano pero differenze sostanziali riguardo alle conclusioni,c’e’ chi conclude che le masse son pecoroni,e per questa causa..la responsabilita sia solo loro,anche se esistono elite che ci influenzano tutti piu o meno a livello inconscio,spesso si addita le colpe solo al singolo boccalone del sistema,del consumismo quasi ad indicare che le tragedie sono meritate dai piu perche non vogliono evolvere,Non parlo di te come accusatore intendiamoci.Io la vedo diversamente.sento si le colpe individuali delle masse,ma a paragone,le colpe dei manovratori(spesso inconsapevoli)sono enormemente piu grandi..come a dire,e’enormemente piu grande la colpa di UNA WANNA MARCHI sfruttatrice delle debolezze ed ingenuita della gente che la gente stessa..fermo restando che tali persone meritano si tirate d’orecchie sull’urgenza di svegliarsi..non so se mi spiego..il problema non e’quello che influisce in me un TRAVAGLIO…ma le milioni di persone che incanta falsamente non perche non ci siano strumenti per sbugiardarlo..Ma perche proprio non hanno mai sviluppato le capacita critiche ed analitiche per farlo…colpa solo loro?no…se cresci le persone dalla culla alla superficialita,alle pubblicita martellanti con toni per bambini,gratta e vinci e donne nude,gelosia per i vip ecc ecc..anche tuo figlio puo crescere cosi..incapace di leggere e capire un 10 % di una articolo serio.E queste manovre invisibili del sistema sono consolidate da decenni se non secoli..e’anche illusorio sperare in un risveglio immediato..non bastera lo spazio temporale delle nostre vite per vedere cambiamenti significativi.Possiamo solo mettere mattoncini per la costruzione di un mondo migliore a lungo termine

  • Georgejefferson

    Mai scritto cio