Home / ComeDonChisciotte / BOOM D’INFEZIONI DA HIV NELL’ EUROPA DELL’EST

BOOM D’INFEZIONI DA HIV NELL’ EUROPA DELL’EST

DI MARKUS SALZMANN
mondialisation.ca/

La rapida diffusione dell’AIDS nell’Europa dell’Est è un segnale dell’annientamento sociale seguito al processo di reintroduzione del sistema capitalistico nell’ex Unione sovietica e nei Paesi satellite.

L’epidemia di AIDS si sta diffondendo rapidamente nell’Europa dell’Est e in Asia Centrale, colpendo soprattutto bambini ed adolescenti. L’UNICEF ha messo in evidenza queste tendenze in un rapporto pubblicato a metà luglio. Non esiste nessun altra regione al mondo in cui il tasso di infezione da HIV sia così significativo.

Le Nazioni Unite stimano che i casi d’infezione d virus nell’Europa dell’Est siano 1,5 milioni, mentre nel 2001 i contagiati erano 900mila. In alcune regioni della Russia il numero di infezioni da HIV è aumentato del 700% tra il 2006 e il 2010. Più del 90% degli infettati nell’Europa dell’Est risiede in Russia e in Ucraina.

Particolarmente colpiti sono i bambini e i giovani, soprattutto quelli che vivono in uno stato di estrema povertà- ragazzi di strada o d’ istituto, tossico-dipendenti, prostitute. Un caso su tre fra le nuove infezioni della regione colpisce i giovani adulti, più precisamente l’80% ha meno di 30 anni.

Circa 1,3 milioni di bambini nella regione sono spediti negli orfanotrofi dove le condizioni di vita sono quasi sempre così terribili, che alla fine si riversano nelle strade.

A San Pietroburgo uno studio recente ha dimostrato che su 300 prostitute , il 40% era sieropositivo. A Odessa e a Donetsk sono stati riscontrati gli stessi dati. L’UNICEF, in seguito ad un’inchiesta in Ucraina, ha stabilito che su 800 bambini ed adolescenti che trascorrevano la metà della giornata per strada, il 57% delle ragazze praticavano la prostituzione almeno occasionalmente.

L’aumento dell’uso di stupefacenti è un altro segnale del declino sociale. Una delle modalità più frequenti di trasmissione del virus è la condivisione di aghi contaminati. Molte prostitute fanno uso di droghe pesanti dall’età di 12 anni.

Lo scopo di questo studio e questa critica è legato al tabù della malattia. Nel 2008, per esempio, il Turkmenistan ha dichiarato ufficialmente soltanto 2 casi di AIDS, anche se l’epidemia aveva colpito il Paese molto tempo prima.

Il cambiamento delle condizioni socio-politiche in questi paesi è la vera causa della massiccia diffusione del virus e successivamente della malattia, strettamente legata alla distruzione di quel sistema sanitario e di quelle infrastrutture sociali voluti all’inizio degli anni ’90 in nome del liberalismo.

Reinhard Kurt, direttore dell’Istituto Robert Koch a Berlino, ha dichiarato : « La diffusione dell’HIV è cominciata a metà degli anni ’90 in Ucraina e in Bielorussia . » Il virus è poi rapidamente arrivato nell’est e nel nord. Nel frattempo la pandemia ha colpito anche l’Asia Centrale e il Caucaso.

Un dipendente del Ministero degli Affari Esteri austriaco, medico di ruolo a Mosca, insiste sul fatto che ci sia una relazione diretta tra la diffusione del virus e la crisi sociale nell’Est. Il dottor Wolfgang Luster ha scritto in un comunicato che: “Fino al crollo dell’Unione sovietica, i Paesi membri e satellite erano poco colpiti dall’HIV. Si aveva l’impressione che questa regione fosse stata risparmiata dal contagio mondiale dell’AIDS/HIV”.

Da allora la situazione è radicalmente cambiata. Luster continua: “In seguito alla caduta del muro di Berlino, si è prodotta una trasformazione profonda nelle strutture dell’Europa dell’Est e dei Paesi della vecchia URSS. Malgrado la diversità di queste regioni, si potevano constatare molte somiglianze in tutte le nazioni interessate.”

Alcuni stati hanno subito drastici cambiamenti nel loro sistema pubblico della sanità. Molto spesso, ci sono carenze di personale o lo stesso non viene pagato. Gli investimenti o le misure di prevenzione-quando esistono- sono quasi sempre inadeguate. La privatizzazione del sistema della sanità pubblica ha spesso condotto ad un sistema a due livelli, nel quale una parte della popolazione non beneficia di alcuna protezione sociale.

Centinaia di ospedali e centri di cura sono stati chiusi in seguito ai cambiamenti politici del biennio ‘89-90, o sono caduti in rovina per mancanza di finanziamenti statali. Adesso questo processo minaccia di peggiorare a causa della crisi economica mondiale. Per esempio in Lettonia nel giro di un anno resteranno solo un terzo degli ospedali attuali.

In tutta l’Europa dell’Est l’aspettativa di vita è diminuita in media di 7 anni rispetto al 1989, l’anno dell’inizio del declino sociale.

I programmi sanitari e le campagne di prevenzione, necessari per natura, sono inesistenti o impraticabili per i tagli di bilancio. Il rapporto conclude: “i sistemi di sanità dei 27 Paesi della regione hanno già fallito nella lotta contro l’HIV », occorre un cambiamento di politiche sanitarie e sociale per la lotta contro l’AIDS.

Ma gli appelli alle organizzazioni governative non hanno risonanza. I governi della regione, per lo più regimi totalmente anti-democratici e autoritari, stanno conducendo alla distruzione dei risultati positivi ottenuti in precedenza grazie agli aiuti e il sostegno del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e dell’UE, allo scopo di “attrarre gli investitori”.

Pur essendo consapevoli che l’unico modo per fermare l’epidemia è quello di promuovere l’accesso ai farmaci a livello mondiale, i governi occidentali limitano il sostegno finanziario alla lotta contro l’AIDS all’estero.

Mentre le spese per i trattamenti crescono senza sosta, i fondi disponibili scarseggiano. Secondo le Nazioni Unite, i fondi messi a disposizione dai Paesi del G8 per la ricerca sull’HIV ammontavano a 7,6 milioni di dollari, ancor meno delle spese del 2008 pari a 7.7 miliardi di dollari. L’Austria, per esempio, ha ridotto il suo sostegno economico, sostenendo che la spesa pubblica è troppo elevata.

Markus Salzmann
Fonte:www.mondialisation.ca
Link: http://www.mondialisation.ca/index.php?context=va&aid=20799
27.10.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di MARTINA PALAZZO

VEDI ANCHE: RAPPORTO UNICEF

Pubblicato da Davide

20 Commenti

  1. Ci infettano e ci vaccinamo , IGENE E PREVENZIONE CI VUOLE: Le droghe sono tagliate con tossici . da qui la immunodeficenza ..

  2. FONDAMENTALE GUARDARE IL DOCUMENTARIO “HOUSE OF NUMBERS”

    http://www.houseofnumbers.com/site/

  3. non capisco il senso di certi articoli

  4. Mi aggiungo: nn capisco il senso di certi articoli!
    Ancora con l’AIDS?
    Va bene allora bin laden è un pericolo e il signoraggio una bufala….così abbiamo completato il quadro!

  5. no, no, le strisce chimiche, la terra cava, le basi su marte, gli uomini serpente, l’A.A.R.P., e che cavolo, per favore non dimentichiamo le cose!

  6. Quante parole sprecate al vento. Ammesso che i dati forniti dalle cosiddette fonti autorevoli siano veritieri (e nutro fortissimi dubbi, non solo per questo particolare caso), per i peggioramenti dello stato di salute delle popolazioni non serve correre dietro ai fantasmi. La foto con la mascherina “anti contagio” è uno spasso, come lo è la vista di quei poveretti che girano a piedi o in bicicletta con tanto di mascherina calzata sulle vie respiratorie onde evitare gli effetti dei particolati, un rimedio inutile, se non per chi vende le mascherine: le nanoparticelle riescono a penetrare all’interno delle cellule eludendone le barriere naturali, figuriamoci se si arrestano davanti ad un dispositivo così precario. Ricordo che le stesse scene si moltiplicarono in occasione della finta pandemia del virus A lo scorso anno: ovunque c’erano persone con la bocca e il naso coperti. Questa definita peste del 2000 (per la medicina, AIDS) si manifesta in definitiva con un deperimento generale dell’organismo, peggiorato da condizioni di vita non regolari: le abitudini alimentari – oltre che nello stile di vita – dissennate, spesso sono causa di esito fatale. Perchè non si denuncia piuttosto che l’insieme di merda che si respira e si mangia (a base di additivi ed elaborati chimichi privi di sostanze salvavita) sono tra le prime cause dei mali fisici che affliggono il mondo? Un organismo fiaccato da CRONICHE CARENZE VITAMINICHE, derivanti dall’uso di alimenti sbagliati e dannosi come quelli industriali che apportano veleni all’organismo, associate ad un cattivo assorbimento intestinale a causa di squilibri dell’apparato digestivo (gli OGM giocano ruoli non indifferenti in queste alterazioni, un’offesa per l’intestino) è un’ottima preda di virus, batteri e FUNGHI, i quali trovano con le difese immunitarie così indebolite la strada spianata per causare le peggiori pesti. Il ripiego sul farmaco (ma che coincidenza!) non può far altro che intensificare la precarietà di un corpo già provato e saturo di veleni. Non stupisce che alcuni casi di guarigioni cosiddette miracolose, siano stati preceduti dalla sospensione di terapie medicinali tossiche e dall’adozione di differenti abitudini alimentari e comportamentali.

  7. Capito, stanno cominciando a bussare a denari. Fra un po’ la commissione europea dira’ che, poverini, vanno aiutati. In fono noi accidentali siamo capitalisti no? Ma si, via qualche bel miliardo di euro anche a loro!

  8. “… “In seguito alla caduta del muro di Berlino, si è prodotta una trasformazione profonda nelle strutture dell’Europa dell’Est …”
    … Si? Davverooooo? Perche’ non vieni a dare un’occhiata anche in Italia? Sai che bell’articolo che ci fareesti!

  9. E’ normale che chi conduce uno stile di vita sbagliato si ammali. Quindi non vedo di che preoccuparsi.

  10. Gli uomini serpente?
    Cioè quelli come te?
    ah ok…..

  11. Universita studi di bologna :

    http://www.youtube.com/watch?v=7YUoU4EQYAY

    Qui luc montagner ( colui che scopri l’hiv e braccio sinistro di robert gallo finche non capi di essere ingannato) che dice che l’aids non esiste:

    http://www.youtube.com/watch?v=1-xSUZKCFY4

    ma chi e’ robert gallo e per chi lavora ?
    Dr. Robert C. Gallo to Collaborate with Visiting Israeli Scientist on Promising HIV Vaccine Research at Maryland’s Institute of Human Virology
    http://www.marylandisrael.org/

    robert gallo e il direttore dell’istituto di virologia umana all’ universita di Meryland. un vincitore di diversie prestigiosi premi , e’ un frequente visitatore di israele dove a forgiato forti e stretti contatti con la sua comunita scentifica.
    praticamente una presa per il culo , essere pagati per cercare qualcosa che non esiste .

    qui l’intervista purtroppo in inglese , tanto per capire bene chi e mister gallo .
    http://www.youtube.com/watch?v=CjUL7RSxXYs

  12. leggiti il 77b , spero tu possa cambiare idea dopo .

    http://www.come-and-hear.com/sanhedrin/sanhedrin_77.html

  13. Sbagliato. Io sono un uomo majale!

  14. Alle volte flippo davvero, leggendo i commenti agli articoli.
    Nessuno che abbia capito il problema che viene posto qui, che non é l’esistenza o meno dell’HIV ma il fatto che l’avvento del mercato e del liberismo selvaggio nei paesi dell’est ha portato ad un peggioramento dell’aspettativa di vita PERCHE’ LA SANITA’ NON E’ PIU’ UN DIRITTO PER TUTTI, MA E’ SOLO PER CHI SE LA PUO’ PERMETTERE.
    C..o ma ci vuole tanto a capirlo?

  15. ….un majale?
    A me cosa deve interessare?

  16. Come al solito quando si pubblica un articolo decente viene subito sommerso da una valanga di commenti che non c’entrano un cavolo.
    Ma chi sono gli utenti di CdC mi chiedo spesso?
    Dei mentecatti?
    Vedi i commenti all’articolo sui rimborsi truffaldini alle vittime dell’olocausto.

  17. Flippa pure, e flippo anch’io, ma il significato è che i paesi occidentali stanno eseguendo una programmazione voluta di DISTRUZIONE dei paesi dell’est, per occuparli e cavare loro risorse, terra, ricchezze materiali ed umane, levandosi di torno il sovrappiù che potrebbe dar loro fastidio, ovvero quella parte di popolazione povera, contadina od inurbata senza speranze, generalmente poco o nulla istruita, che non segue e non può seguire ( anche se forse lo vorrebbe ) il modello occidentale: con una cattiva alimentazione, con l’unico rimedio alla disperazione ed alla voglia di morire dato dalle droghe ( e CHI le vende se non la mafia occidentale? vedi gli articoli del sito la Voce della Russia…), l’assenza di cure mediche adeguate o anche di semplice informazione preventiva, milioni di persone sono eliminate IN SILENZIO per il trionfo del modello neo-borghese…e se qualcuno osa difendere questa umanità persa la risposta è che è colpa loro…! Avete capito, la colpa della vittima nasconde e giustifica il crimine altrui…povera umanità…l’impossibilità di uscire dalla prigione PIANIFICATA

  18. Lo decidi tu cosa è giusto e sagliato e come vada punito???

  19. I governi della regione, per lo più regimi totalmente anti-democratici e autoritari, stanno conducendo alla distruzione dei risultati positivi ottenuti in precedenza grazie agli aiuti e il sostegno del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e dell’UE, allo scopo di “attrarre gli investitori”.

    ho capito, se fosse lasciato in mano tutto al FMI e Ue per attrarre investitori i paesi dell’est decollerebbero e potrebbero oziare nel benessere.

    E chi è che avrebbe causato sto casino?
    Come mai il modello perfetto neoliberista non ha arginato e sopperito al deleterio brutto e cattivo modello pre caduta muro?

    Come mai si è diffusa l’HIV? Un regalino di benvenuto nel liberismo?