Home / Intervista / BILDERBERG: ALEX JONES INTERVISTA DANIEL ESTULIN

BILDERBERG: ALEX JONES INTERVISTA DANIEL ESTULIN

AJ: Il mondo nelle loro mani: Bilderberg 2005 di Daniel Estulin. So che lo stanno stroncando con aspra critica. L’annuale incontro segreto del gruppo Bilderberg determina molte delle linee guida e dei nuovi sviluppi di cui leggerete nei mesi a venire, ma i media dell’establishment lo hanno completamente cancellato. Ad eccezione di una mezza dozzina di membri d’alto rango della stampa che hanno giurato segretezza, pochi hanno mai sentito parlare dell’esclusivo e segreto gruppo dei Bilderberg. Naturalmente, questo ci è giunto pochi giorni fa. Potrebbe essere andato perduto il pezzo della CNN dove si diceva che, oh si, siamo per il governo del mondo ma hanno cura di noi e controllano le cose e tutto è a posto.
Le principali organizzazioni dell’informazione che si vantano delle loro imprese investigative senza punti d’appoggio sono state stranamente riluttanti a sollevare il velo che nasconde l’annuale incontro segreto del gruppo Bilderberg, dei più potenti finanzieri, industriali e figure politiche. Il 2005 è stato un anno cattivo per il Bilderberg e il suo futuro appare oscuro. Sforzi erculei per tenere i loro incontri segreti in Germania sono falliti miserevolmente. L’angoscia del Bilderberg è la gloria del mondo libero e la speranza di reprimere ulteriormente i potenti accaparratori all’alba di un nuovo millennio. Ma passiamo a Daniel Estulin. Ho pronunciato bene il suo nome?

DE: Si, lo ha detto bene.

AJ: Bene, è un piacere averla qui. Ci scusi per l’impianto tecnico.
DE: Alex, la ringrazio per avermi invitato al suo programma. Mi piace molto.

AJ: Grazie. Lei ci ha raggiunti da Madrid?

DE: Si, io vivo a Madrid in Spagna. E’ per la mia salvezza. Sono di Toronto, Canada, ma ho capito che sarei stato più sicuro là e probabilmente vivrò più a lungo restando a Madrid che non a Toronto.

AJ: E’ un bene averla con noi. Ci racconti qualcosa di sé e poi passiamo a ciò di cui lei è stato testimone. Voglio dire, lei ha tolto il velo, diversamente da altri media presenti, su ciò che stava succedendo quest’anno e chi era là e cosa ne è venuto fuori.

DE: Ho fatto questo per 13 anni e ho raccontato dei Bilderberg con un vostro amico, Jim Tucker dell’American Free Press (Stampa Libera Americana). Sono un ex-patriota russo buttato fuori a calci dall’Unione Sovietica nel 1980. Mio padre era un dissidente che ha combattuto per la libertà di parola e che è stato imprigionato, torturato dal KGB. Ha sofferto due morti politiche. Quando questa gente si è stancata di noi ci ha buttato fuori. Siamo andati in Canada e 12 anni fa sono arrivato in Spagna. Mio nonno era un colonnello del KGB e della contro-intelligence negli anni ’50, così sono a volte privilegiato nell’ottenere informazioni dal servizio segreto che resta una delle nostre migliori fonti. Non soltanto dal KGB ma anche dal MI6, dalla CIA perché la maggior parte della gente che vi lavora, come probabilmente saprete è patriota e ama il proprio paese e lo fa per il bene della nazione. Costoro sono i primi ad essere terribilmente spaventati dai piani del gruppo Bilderberg.

AJ: Bene, Jim Tucker ha parlato di queste cose più e più volte. Avete avuto delle prerogative. I capi delle corporazioni più potenti, 150 di loro, solitamente 120 membri e circa 20-30 ospiti si incontrano e Jim racconta di quando era là pochi giorni prima che lo cacciassero dal convegno. Egli parlerà agli impiegati che non lo aiuteranno tranne quando si accorgono di quanto viziosa e cattiva sia questa gente. Come non puoi guardarli negli occhi quando ascolti i loro piani malefici. Così gli danno sempre lo scoop e io so che le è accaduta la stessa cosa. Quindi, ci racconti che cosa è successo negli ultimi 13 anni e persino qualcosa sui servizi segreti – ha portato una foto sulla protezione estremamente pesante dei più potenti uomini e donne nel mondo. I Bilderberg sono protetti da MI6, CIA, Mossad, forze speciali tedesche e polizia segreta. Ci racconti dei suoi tredici anni di esperienza e cosa è accaduto quest’anno.

DE: Si, voglio raccontare qualcosa su quest’anno perché penso letteralmente che la conferenza di quest’anno sia stata la più forte della storia. Voglio dire, questa gente sta diventando molto, molto seria. Arriveremo al punto principale della conferenza tra qualche minuto ma di nuovo alcune delle migliori fonti che ho avuto negli anni sono le forze speciali della CIA, del KGB, del Mossad e dell’MI6. Sono i più vicini a chiunque abbia il potere che queste persone controllano e una volta che sanno di potersi fidare di te vogliono passarti l’informazione il più velocemente possibile e ci stiamo procurando informazioni molto molto buone. Negli ultimi 13 anni, molte delle informazioni che abbiamo ricevuto si sono avverate. Una di queste è che, nel 1996, questa gente ha cercato di uccidermi perché io ed un altro paio di persone abbiamo descritto i loro piani di distruzione del Canada come nazione e unione del Canada e degli Stati Uniti in una più grande America del Nord attraverso il Canal Water Project.

AJ: Tra parentesi, la Reuters la scorsa settimana ha ammesso un’Unione Panamericana.

DE: Esattamente quello. Assolutamente. Ancora, come ho detto, la conferenza di quest’anno è stata la più forte nella storia. Ho una lista di alcuni dei potenti mediatori – dov’è, ah è qui. Esaminiamo soltanto alcune delle persone che erano là. Etienne Davignon [nella foto a destra con Wolfowitz], Presidente Onorario dei Bilderberg e vice presidente del Suez-Tractebel, una delle più forti compagnie in Europa. Quest’uomo possiede molte delle banche e delle compagnie elettriche del Belgio. Martin Taylor il consigliere internazionale di Goldman Sachs era là. Il presidente della Deutsche Bank Josef Ackermann era là. Molti dei commissari europei erano là. Molti dei primi ministri e gli attuali primi ministri erano là. Franco Bernabé, vice presidente del Rothschild Europe, c’era. Grandi personaggi erano là. John Brown, capo del….

AJ: Il nuovo capo della banca mondiale Wolfowitz.

DE: Wolfowitz era là. Ero l’unico giornalista che stava facendo foto di questa gente. Wolfowitz c’era. James Wolfensonh [foto in alto] c’era. Jeroen van der Veer, il capo della Royal Dutch Shell, era là. Peter Sutherland, capo del Goldman Sachs e British Petroleum. La regina d’Olanda era là. Il Principe del Belgio era là. C’era un’altra figura, un uomo molto interessante di nome David Byrne, Inviato Speciale per le Malattie Contagiose nel Mondo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

AJ: Si, quello sarà il loro grande piano di controllo.

DE: Assolutamente. Sto avendo alcune informazioni molto interessanti dalle fonti che lavorano per i Bilderberg e per la CIA e avrò i risultati fra un paio di settimane ma posso dire che non promettono bene. Chi altri c’era? Philippe Camus era là, capo della Difesa Aerea Europea. La delegazione americana, naturalmente, con David George o George David. Timothy Collins. Il presidente della Federal Reserve Bank, Timothy Geithner, era là. Donald Graham del Washington Post. Il neocon Richard Haass era là. Holbrooke era là. Il segretario generale della NATO era là. Alan Hubbard, che era il capo delle industrie ENA. Questa gente vende armi a dittatori delle nazioni del terzo mondo per uccidere i loro concittadini. Egli era là. Egli conosce l’assistente del presidente per l’economia politica.

AJ: Tra parentesi, le vendite a dittatori e oligarchi sono a livelli record negli USA attualmente.

DE: Naturalmente. Voglio dire: hanno bisogno di questo, hanno bisogno di denaro, hanno bisogno di destabilizzare le nazioni. Vernon Jordan era là. Henry Kissinger, Bernard Kouchner, direttore e fondatore di Medici Senza Frontiere, Henry Kravis che rappresenta Kohlberg Kravis & Roberts e la cosa più interessante su questa gente, poiché vivo in Spagna, una delle maggiori compagnie di telecomunicazioni chiamata Yuna è nel blocco e alla conferenza abbiamo avuto moltissime buone informazioni che il KKR, Kohlberg Kravis & Roberts, comandi questa cosa e appena la conferenza è terminata due giorni dopo era su tutti i giornali spagnoli che questa gente sta facendo l’offerta in compagnia di Goldman Sachs.

AJ: Così stanno decidendo chi avrà tutti i contratti di governo. E’ un inganno maggiore ma torniamo alle armi biologiche e a come stanno facendo crescere la paura per avere il pretesto per la legge marziale. Quella è l’informazione che riceviamo continuamente. Ci racconti che cosa stanno facendo adesso.

DE: Le armi biologiche stanno ottenendo un mucchio di attenzioni da parte dei media. E’ qualcosa che non ha precedenti quest’anno. Non abbiamo mai avuto così tanta informazione dalle nostre fonti. Esaminiamo la pioggia, dal momento che abbiamo cominciato a parlare dell’acquazzone torrenziale per i cinque giorni che sono stato là ha piovuto e ha continuato a farlo dalle 6 del mattino fino alla mezzanotte. Quello è il momento in cui sono andato a dormire. Una delle cose sulle armi, più che biologiche, armi nucleari e di nuovo il piano d’azione neocon in Iran è sull’agenda e ci riporta indietro alla guerra delle Falkland. Posso parlare un po’ di questo?

AJ: Naturalmente.

DE: Grazie.

AJ: Prosegua.

DE: Bene. Una della cose sulla guerra alle Falkland è che era un’operazione pianificata dall’Aspen Institute del Colorado, controllato da Rockfeller, e che non ha nulla a che fare con le forze britanniche contro le forze argentine. Aveva a che fare con l’energia nucleare e l’intera questione con l’Iran è che questa gente vuole prevenire l’approvvigionamento dell’energia nucleare da parte dell’Iran perché quest’energia nucleare fornisce abbondante elettricità ad un prezzo economico. Questo permetterebbe a paesi come l’Iran e ad altri paesi del terzo mondo di diventare indipendenti dagli aiuti stranieri degli USA che invece li tengono asserviti. In questo modo possono cominciare ad avvantaggiarsi della loro sovranità e, ancora, meno aiuti stranieri significa meno controllo sulle fonti naturali dei paesi, del fondo monetario internazionale e della Banca Mondiale e una più grande libertà e indipendenza per la gente della nazione. L’idea che questa gente sviluppi fonti economiche di energia e si faccia carico del proprio destino è contro gli interessi dei Bilderberg e contro gli interessi di persone come Henry Kissinger che ne parlano nei corridoi. Non nel meeting stesso perché non è sull’agenda ma di nuovo nella pausa pranzo o del caffé, nelle conversazioni durante la cena e il piano d’azione neocon in Iran era sull’agenda ma é stato molto interessante che Kissinger parlasse delle Falkland mentre questa gente stava parlando del sopraggiungente conflitto con l’Iran.

AJ: L’ha saputo dalle sue fonti? Lo scopriremo dopo la pausa. Minacciano di essere in Iran questa estate?

DE: Non ancora. Non ho ancora informazioni al riguardo. Gran parte del materiale che avrò le prossime due settimane tratterà di alcune informazioni più profonde ma di tutte queste cose di nuovo la principale.

AJ: Lei sa di cosa si è discusso?

DE: Assolutamente. Non soltanto il meeting stesso era motivo di discussione per piccoli gruppi. Questa gente ha i suoi incontri e pause in piccoli gruppi e hanno le loro piccole discussioni di gruppo, poi passano il piano d’azione alle persone necessarie che lo passano a governi locali e nazionali e alle comunità europee e così via.

AJ: Questa è la grande stanza del fumo. Ritorneremo con il nostro ospite.

[PAUSA]

AJ: Stavamo parlando con il premiato giornalista investigativo Daniel Estulin che per 13 anni ha riferito del gruppo Bilderberg. Voglio che sia con noi ancora un po’ così potremo rapidamente riferire altro ancora e avere altre notizie e poi ascoltare delle audio clip che credetemi non potete perdere. Continui Daniel. Non c’è dubbio per quelle cose che non sappiamo che Jim Tucker sia in grado di ottenere la loro agenda e dire ciò che accadrà nel prossimo anno e che cosa sarà reso effettivo. Cioé ciò che essi vogliono ottenere; 5 anni fa fu persino negato che esistesse e che lei era uno svitato. Adesso sta cominciando ad apparire nelle nostre notizie, ma ci raccontano che vogliono il governo del mondo, che il governo del mondo è un bene. Daniel, quale altra informazione ha ottenuto al fianco di Jefferman su questa conferenza?

DE: Questa è una delle più terrificanti conferenze nella storia, almeno nei 13 anni in cui ho raccontato di essa. Uno dei più grandi interessi di questa gente è, inutile dirlo, l’energia e ci si può attendere nel giro di due anni che il prezzo del petrolio salirà a 120 – 150 dollari al barile.

AJ: Questo è ciò che secondo Tucker ha detto Kissinger.

DE: Esattamente. Jim ed io ottenemmo le stesse informazioni da due differenti fonti che il prezzo del petrolio sarebbe salito. Kissinger è l’unico ad ammetterlo e secondo le mie fonti all’interno del gruppo dei membri dei Bilderberg queste persone vivono [sapendo che] il rifornimento di petrolio estraibile nel mondo ci sarà al massimo per 35 anni sotto la spinta dello sviluppo demografico. Comunque, uno dei rappresentanti del cartello del petrolio ad una conferenza ha sottolineato che se prendiamo in considerazione sia l’esplosione demografica che la crescita economica di paesi come Cina e India capiremo di avere sufficiente petrolio per circa 20 anni.

AJ: Adesso pensano di dire che non c’è abbastanza petrolio e allo stesso tempo, come ha detto, non si lascia che i paesi sviluppino una propria energia nucleare e avere quel monopolio.

DE: Per l’appunto. Voglio dire che tutto questo è parte di un piano globale per il nuovo ordine mondiale perché la schiavitù è libera e la libertà costa un mucchio di soldi e non è libera. Una delle cose di cui hanno parlato è ciò che bisogna fare poiché non c’è abbastanza petrolio: la necessità di cominciare ad eliminare la popolazione mondiale e questo ci riporta al rapporto del 1974 commissionato da Nixon l’ultimo paio di mesi del suo [mandato].

AJ: Si, scritto da Kissinger e in cui si parla dell’ordine nel terzo mondo di sterilizzare la metà delle donne o niente denaro della Banca Mondiale IMF.

DE: Esattamente. A pagina nove di quel rapporto, credo nel secondo o terzo paragrafo della pagina, parlano dell’eliminazione di tre miliardi di persone nel mondo e di 100 milioni di americani entro il 2050.

AJ: E questo fu reso noto nel 1991. Adesso abbiamo ottenuto su infowar.com il rapporto ufficiale della CIA con il quadro (sinossi) completo scritto dal demone il cinghiale, suo vero nome in codice, ma tornando indietro lei ha appena menzionato il controllo della popolazione. Le sue fonti dicono [quando] questo è venuto fuori?

DE: E’ venuto fuori alla conferenza. Ora, questa non è la prima volta che è avvenuto ma mai in modo così risonante e riferito da così tante persone tutt’assieme durante nessun’altra conferenza ma ne hanno parlato…

AJ: Allo stesso tempo? Allo stesso tempo sebbene avessero il capo sterminatore WHO là.

DE: E’ esatto. Avrò più informazioni su questa gente nelle prossime settimane.

AJ: Ma che cosa in modo specifico ha ottenuto di sapere sul controllo della popolazione?

DE: Non ho avuto sufficienti informazioni sul controllo della popolazione da poterne parlare. Preferisco avere più notizie per poi poterle diffondere, ma una cosa interessante sull’esaurimento del petrolio di cui mi sono recentemente occupato è una discussione ospitata dall’Aspen Institute di Berlino: il neoconservatore di nome Gary Schmidt si stava occupando dell’imminente spiegazione con i Cinesi che necessitano di una partecipazione della NATO. Ora, Aspen appartiene naturalmente alla stessa influenza del gruppo Bilderberg e della Commissione Trilaterale.

AJ: Stanno cavalcando il cavallo dell’esaurimento del petrolio. Stanno creando una scarsità artificiale di greggio. La prova mostra che ciò che stanno sostenendo è una frode.

DE: Proprio così.

AJ: Bene, resti ancora con noi. Abbiamo un’ interruzione. Torneremo fra 70 secondi. Avremo un piccolo segmento a poi ancora uno e poi ritorneremo. E’ chiaro che 30-45 minuti non è un tempo abbastanza sufficiente così rimanga ancora. Ci ritorneremo. Stiamo imparando ciò che ha saputo dalle sue fonti all’interno del gruppo Bilderberg.

[PAUSA]

AJ: Leggerò questa piccola poesia di dieci minuti “Un bambino entrato nella torre nera di Caino” Suonerò questa clip di questa povera signora che pensa che ognuno sia lontano dall’averla e che chiunque altro sia razzista verso di lei, sta dicendo chiaramente che è razzista dal mio programma TV l’altra notte mentre partecipavo ad un sit-in alla frontiera del Texas, me lo illustra, ma sta arrivando. Per i prossimi 15 minuti saremo onorati di avere Daniel Estulin, un reporter investigativo. Ha scritto un grande articolo, “Poteri degli Stati Uniti e il Giornale Online”, onlinejournal.com o raggiungibile da infowar.com per vedere le foto e la pagina nove di questo rapporto. E’ stato là per 13 anni lavorando con Jim Tucker ed altri. Ha ottenuto un mucchio di informazioni da fonti interne al convegno. Il controllo della popolazione, il controllo del petrolio, le persone del WHO sulle epidemie in arrivo. Questo è ciò che ha sentito e ottenuto da persone che stavano al loro servizio. Per favore, Daniel, continui con qualsiasi argomento ritenga importante far conoscere ai nostri ascoltatori.

DE: Soltanto un paio di cose. Prima di tutto, finire il discorso sull’energia basata su ciò che questa gente dice che dobbiamo aspettarci: un grave abbassamento dell’economia mondiale per i prossimi anni poiché essi cercano di salvaguardare le restanti riserve di petrolio togliendo il denaro dalle mani della gente con la recessione o peggio con la depressione.

AJ: Quella è il loro inganno. Le loro scuse per consolidare il benessere. Stanno creando una scarsità artificiale.

DE: Esattamente così. E lo faranno creando un severo ricambio nell’economia mondiale. Ce lo dovremo aspettare per i prossimi anni.

AJ: Mentre allo stesso tempo ci raccontano che l’economia è in crescita.

DE: Assolutamente.

AJ: Ha saputo dalle sue fonti ciò che stavano dicendo?

DE: E’ quello che dicevano alla conferenza. Abbiamo persino i nomi delle persone ma ho bisogno delle conferme. Preferisco andare avanti e raccontare chi ha detto cosa.

AJ: Va bene, continui.

DE: Un paio di cose di cui stavamo parlando e veramente interessanti sulle ONG. Ho scoperto questo 3 o 4 anni fa e la gente rideva di me.

AJ: Cioé le Organizzazioni Non Governative?

DE: Esattamente. Mi hanno chiamato radicale ma una delle cose divertenti sulla nascita delle ONG uno sviluppo dell’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton l’ha definita una delle cose più notevoli dall’arrivo (inaudibile) della guerra. Ora, ironicamente l’asserzione di Clinton fu raccolta dal Wall Street Journal il giorno dopo l’inizio della conferenza del gruppo Bilderberg. Il Wall Street Journal è naturalmente un giornale che era rappresentato ai loro incontri da persone come Robert Barkley che è il vice presidente, o Paul Gigot l’editorialista. Ora di queste persone ho scritto più di 5 anni fa ma i Bildergerg stavano dibattendo dopo la prima volta degli attivisti ambientali auto nominati non eletti che vivono in una posizione di autorità governativa governando il consiglio dell’agenzia che controlla l’uso dell’atmosfera, lo spazio esterno, gli oceani e…

AJ: Ed allora possono sostenere che è la gente perché è qualche gruppo privato che li ha nominati. Gli ambientalisti saranno usati per istituire nuova schiavitù.

DE: Esattamente. Non è necessario dire che il movimento ambientalista, naturalmente, è un inganno di Rockfeller perché per il movimento ambientalista c’è bisogno di un mucchio di denaro e soltanto persone come Rockfeller possono sostenerlo. Ora, secondo le fonti che ho all’interno dei Bilderberg, lo status delle ONG sarà elevato ulteriormente nel futuro. Cioé nel prossimo futuro. L’attività delle ONG includerebbe agitazioni a livello locale. Hanno anche parlato dell’influente conferenza a livello nazionale che produce studi per giustificare la tassa globale. Questo è qualcosa di cui Jim Tucker ha parlato per anni attraverso l’Organizzazione delle Nazioni Unite così come il piano globale che è uno dei progetti favoriti del gruppo Bilderberg da circa un decennio, ho parlato di questo più di 5 anni fa. Ora le strategie verso le bande del piano d’azione del governo globale includerebbe programmi per screditare gli individui come me, come lei, come Jim Tucker e come organizzazioni….

AJ: Così essi hanno parlato apertamente di programmi?

DE: Hanno parlato apertamente delle ONG per l’esattezza, e credo sia la prima volta e se torniamo indietro posso ricordare dove hanno veramente parlato di ciò alla conferenza.

AJ: E così le persone delle ONG è come se fossero in affitto (rent-a-mob) e danno potere al governo sostenendo che esso rappresenta la gente.

DE: Proprio così. Ora, quel programma ambientale delle Nazioni Unite sarebbe come tutti i trattati ambientali sotto giurisdizione, governato da ciò che io ritengo un corpo speciale di attivisti per l’ambiente scelti tenendo conto di ciò, soltanto da ONG accreditate, nominate da delegati all’assemblea generale delle Nazioni Unite che sono essi stessi nominati dal presidente degli Stati Uniti che è esso stesso un progetto favorito della leadership congiunta di Rockfeller, CFR, Bilderberg.

AJ: Ci ritorneremo. Questo è davvero incredibile.

[PAUSA]

AJ: Daniel Estulin è un giornalista investigativo premiato che ha fatto ricerche sul gruppo Bilderberg per 13 anni e più. Estulin era uno dei due giornalisti nel mondo che ha testimoniato e riferito da dentro il parametro pesantemente controllato dell’incontro super segreto a Rottach-Egern, Monaco di Baviera in Germania dal 5 all’8 maggio e ciò che è venuto fuori è che essi stanno accelerando con tutte le loro forze il programma. Sono frenetici. Il controllo della popolazione. Kissinger parla nuovamente di questo avendo un’organizzazione mondiale per la salute là. Scopriamo quale sia la loro versione. Il nostro accesso sicuro all’energia, prendere il controllo, consolidare il potere. Stava ricapitolando su questo e molto dello stesso materiale che Jim ha ottenuto. Prego, continui.

DE: Una delle cose sulle ONG che queste persone stanno tenendo assieme in un guscio di noce fornirebbe una via diretta dal locale che chiamano Affiliati di ONG delle ONG nazionali internazionali ai livelli più alti di dominio locale. Ora darò un esempio. Il Greater Yellowstone Collation, che è un gruppo di ONG affiliate, non molto tempo fa fece una petizione alla Commissione per il Patrimonio Mondiale dell’UNESCO chiedendo l’intervento nei piani di una compagnia privata per fare attenzione all’oro di un terreno privato vicino al Parco di Yellowstone negli Stati Uniti. La commissione UNESCO intervenne per l’interesse di queste persone e immediatamente elencò Yellowstone tra i siti del Patrimonio Mondiale in pericolo. Ora secondo le clausole del contratto della Convenzione del Patrimonio Mondiale agli Stati Uniti è richiesto di proteggere il parco persino oltre i confini del parco e su territori privati se necessario. Ora tutto questo ha…..

AJ: E essi collegano quelli con altre riserve. Ciò che fanno è dire che non puoi costruire sulla tua proprietà, il valore scende e usano il denaro del governo per acquistarla. E’ dato alla Nature Conservancy e ad altri gruppi finanziari, le restrizioni vengono tolte e si costruiscono centri commerciali, campi da golf. E’ la principale truffa mafiosa e Bush ha soltanto firmato il registro delle presenze all’UNESCO.

DE: E’ così. Ha ragione. Una delle cose che ho ottenuto dalla conferenza è che non abbiamo ancora identificato l’interlocutore ma secondo qualcuno alla conferenza e se questa cosa è resa effettiva (completata) porterà tutte le persone del mondo in un vicinato globale diretto da una burocrazia mondiale sotto la diretta autorità di uno sparuto gruppo di individui nominati e creduti da migliaia di individui pagati dalle accreditate ONG, certificati a sostenere un sistema credibile che per molte persone è incredibile e insostenibile. Cos’altro. Qualcos’altro di cui hanno discusso. Qualcosa che è tenuto fuori dagli schermi radar dei giornali americani è l’allontanamento di Indonesia e Malaysia. Era brevemente citato, non alla conferenza ma durante una pausa per il caffé. E’ un confronto politico e militare tra queste due nazioni ricche di petrolio SOLA FEC che entrambe sostengono come loro diritti territoriali; era di nuovo l’argomento di una più animata discussione tra parecchi Bilderberg americani e europei durante il cocktail del pomeriggio. Un Bilderberg americano, secondo le nostre fonti, scuotendo il suo sigaro suggeriva di usare le Nazioni Unite per favorire una politica di pace nella regione. Infatti, i Bilderberg a pranzo erano tutti d’accordo che tale conflitto potrebbe ben fornire loro una scusa (inaudibile) per una disputa sull’area con i sostenitori della pace delle Nazioni Unite.

AJ: E troviamo articoli sul New York Times una settimana dopo e abbiamo anche saputo da Tucker che le Nazioni Unite dovevano diventare più aggressive nel rafforzare la pace e iniziare ad invadere i paesi.

DE: Esattamente. Una delle cose sull’invasione delle nazioni non menzionata PER SE ma era uno degli argomenti durante le conversazioni nella pausa caffé era la necessità nel futuro di invadere gli Stati Uniti o almeno ingaggiare patrioti statunitensi per cercare di difendere la nazione contro il Nuovo Ordine Mondiale.

AJ: Ora fermiamoci qui sulle nostre fonti e di nuovo ho parlato a Tucker, ho parlato ad altri. La fonte che abbiamo è un grande reporter che lavora con Tucker. Tucker ha avuto un documento sicuro su queste previsioni. Stava parlando dei patrioti americani che stanno combattendo, questo è stato sollevato al Bilderberg.

DE: Mi scusi, cosa diceva? Può ripeterlo?

AJ: Ripeta ciò che ha detto e dia più dettagli.

DE: Ciò che dicevo è che queste persone stanno prendendo alla leggera l’idea che la guerra arrivi – perché non ho mai visto una tale aggressività come contro di me, contro Jim, come alla conferenza di quest’anno. Voglio dire che queste persone mi seguivano. Vivo a Madrid. Così sono andato da Madrid in Italia e in Italia ho preso una coincidenza…

AJ: Si sono arrabbiati.

DE: Molto, molto arrabbiati. Mi hanno allontanato dall’aereo a Milano. Nove agenti sono saliti sull’aereo più quattro ragazzi dell’Interpol. Mi hanno portato via. Mi hanno interrogato per due ore e mezza. Sanno chi sono. Hanno una mia foto. Hanno avuto le mie foto negli ultimi 13 anni. Mi hanno detto che probabilmente non sarei potuto andare in Germania perché il Trattato di Schengen non si applicava a me poiché non sono un cittadino europeo, ma canadese. Sono già stato in Germania. Prima di salire sull’aereo, ho chiamato alcuni amici giornalisti italiani che hanno fatto abbastanza rumore e il ministro degli esteri tedesco è dovuto apparire in pubblico per dire che non sapevano chi fossi o perché stavo andando in Germania e inutile dire che non mi avrebbero arrestato.

AJ: Ma voglio tornare indietro perché diceva che le fonti sostenevano che stanno chiedendosi (ammirare, meravigliarsi, essere curioso di sapere) come trattare i patrioti americani che non parteciperanno a questo piano d’azione. Ci dica tutto quello che sa.

DE: L’idea è che questa gente sta diventando molto molto violenta, aggressiva e seria. I piani vanno più velocemente di quanto avrebbero voluto e questa non era una discussione su uno degli argomenti chiave della conferenza dei Bilderberg ma una chiacchiera pomeridiana.

AJ: Sta parlando di spie. Gente che serve il caffé. Ciò che ascoltano al bar.

DE: In realtà abbiamo le informazioni da persone dell’intelligence. Così io tendo a credere prima di tutto ad essi.

AJ: Va bene. Ci racconti nello specifico ciò che ha ottenuto da quelli che proteggono i Bilderberg.

DE: Ciò che abbiamo saputo da questa gente è che nel futuro ci sarà un conflitto tra il Nuovo Ordine Mondiale, i Bilderberg, e il movimento patriottico americano e così le forze statunitensi dell’Esercito, i Marines, le Riserve, la Guardia Nazionale molto probabilmente non faranno fuoco sui loro concittadini. Hanno bisogno di portare le Nazioni Unite a combattere contro i patrioti americani e assumere il controllo del paese.

AJ: Questo è un osso che si frantuma. Ci sta dicendo che una delle sue fonti ha detto questo?

DE: Lo abbiamo saputo da diverse fonti.

AJ: E senza persino badare se quelle diverse fonti, persino se le persone della loro sicurezza stanno cercando di spaventarci esso mostra che ci stanno parlando e stanno dando questi ordini per dire che in qualche modo è un piano confermato.

DE: Queste persone sono molto serie e stanno diventando molto arrabbiate. Non ho mai visto una tale pressione.

AJ: Perché forse il loro programma sta fallendo.

DE: Si sta veramente rompendo.

AJ: Sa che in questo ultimo mese gli attacchi al mio show da 100 direzioni diverse e ai maggiori riviste e giornali è così incredibile. Voglio dire che possiamo davvero credere che accada.

DE: Spendo soltanto un secondo per dirle Alex che ha uno dei migliori programmi in America e sono un fedele ascoltatore e devoto fan di ogni cosa che lei fa.

AJ: Non lo sapevo. Ne sono onorato. Devo riportarla indietro di parecchie ore. C’è così tanto da rivelare che può darci ogni altra notizia sconvolgente.

DE: Mi lasci dire di nuovo del rafforzamento delle Nazioni Unite fino a che diventino (inaudibile) de facto un governo del mondo e avanzare creando una tassa diretta delle Nazioni Unite sui cittadini del mondo tassando la gente come è stato detto da Jim Tucker nell’American Free Press e i suoi rapporti sui Bilderberg e penso che ne abbia parlato nel suo programma.

AJ: Stanno pensando di istituire una tassa mondiale.

DE: Esattamente.

AJ: Ma lei dice che stanno diventando molto turbati. Questo è ciò che vedo. Penso che il loro intero programma sia in difficoltà.

DE: E’ in difficoltà ma non ne sono tanto sicuro perché non vivo negli Stati Uniti ma penso che siano oltre il programma e stanno diventando nervosi. Non sono sicuro se abbia qualcosa a che fare con il fatto che Rockfeller sta diventando molto vecchio e se c’è qualcuno dietro di lui che è pronto a rilevare l’intero movimento ma per qualche ragione queste persone stanno diventando molto nervose. Stanno diventando cattive.

AJ: Questo è ciò che anche Jim ha detto, che sta diventando vecchio e vuole vedere il suo piano raccogliere i frutti.

DE: Certamente. Non sarà durante la vita di Rockfeller ma non ho mai visto così tanta rabbia diretta verso di noi nei 13 anni che ho scritto questo e, parlando di Jim, nei 30 anni in cui lui lo ha fatto.

AJ: Forse perché è in tutte le notizie, adesso.

DE: Spero di si.

AJ: Lei sa che sono stato minacciato di morte qualche volta. Lei è mai stato minacciato?

DE: Hanno cercato di uccidermi nel 1996 quando mandammo a monte il loro piano per prendere il controllo sul Canada e distruggere la nazione. Sono quasi entrato in un ascensore che non aveva un piano in uno dei grattacieli di Toronto, una delle costruzioni intelligenti come le chiamano e in quel momento una delle guardie fu chiamata e subito sostituì le leve di controllo e tirò l’ascensore su al piano.

AJ: Davvero? Lei ha parlato con le guardie e ha scoperto questo?

DE: Ho parlato con la polizia che è arrivata e fui salvo per un amico, una delle fonti che mi era più vicina e l’ufficiale di polizia mi disse che ero fortunato ad essere vivo perché disse che le persone cieche non salirebbero mai in un ascensore senza prima essersi assicurati che ci sia il piano, ma quelli che hanno una buona vista lo fanno seza pensarci e questo è il motivo per cui molte persone cadono nel condotto

AJ: Esattamente ogni volta che scendevo al piano sbagliato quando mi trovavo in una grande costruzione era perché appena la porta si apriva tu entravi, si esattamente. Bene, le persone possono andare sul sito onlinejournal.com a leggere il sorprendente rapporto e vedere le foto o possono collegarsi attraverso altri siti cercando il suo nome, possono trovare resoconti del passato che avete fatto per più grandi pubblicazioni. Daniel, ci sono altre possibilità per la gente di leggere il suo lavoro?

DE: Sto lavorando ad un libro sui Bilderberg che uscirà in Spagna a settembre e abbiamo parecchie offerte dal Portogallo, dalla Germania e sto pensando agli Stati Uniti. Jim Tucker ne ha letto un capitolo e gli è piaciuto molto.

AJ: Voglio che lei ritorni. Non voglio aspettare fino a settembre. L’aspetto tra un paio di settimane appena avrà codificato e documentato meglio il suo rapporto e poi la rivoglio a settembre, va bene?

DE: Grazie tante per avermi ospitato.

AJ: Grazie a lei per essere venuto. Abbia cura di sé.

DE: E’ un onore per me. Grazie e arrivederci.

AJ: Abbia cura di sé. Daniel Estulin da Madrid, Spagna e abbiamo bisogno di una trascrizione di tutto immediatamente. Abbiamo bisogno di immergerci nell’intervista che facemmo poche settimane fa a Jim Tucker quando è tornato. Abbiamo bisogno di una trascrizione. Non lo abbiamo ancora fatto, ma ci occorre. Per favore, aiutateci a farlo. Avremo questo rapporto audio trascritto al più tardi domani.

Fonte:www.infowars.com/-
27.06.05

Traduzione per www.Comedonchsiciotte.org a cura di PATRIZIA LEPORE

Pubblicato da Truman