Home / ComeDonChisciotte / BERLUSCA INCASSA IL SALVACONDOTTO IN CAMBIO DELLA RESA SUL SOUTH STREAM ?

BERLUSCA INCASSA IL SALVACONDOTTO IN CAMBIO DELLA RESA SUL SOUTH STREAM ?

DI ANDREA CARANCINI
andreacarancini.blogspot.com

Un commento volante alla sentenza Mills, in cui Berlusconi è stato prescritto nonostante il parere contrario della pubblica accusa: www.repubblica.it

Forse tale sentenza va letta alla luce dell’annuncio, l’8 settembre scorso (data fatidica), del salvacondotto giudiziario per il cavaliere annunciato da Buttiglione:
qn.quotidiano.netCome forse va letto alla medesima luce l’ammonimento del CSM contro Ingroia (e contro tutti quei PM come Ingroia riottosi – “Sono un partigiano della Costituzione”, aveva dichiarato a suo tempo il PM palermitano – rispetto ai nuovi equilibri): www.snadir.it

E, guarda caso, l’annuncio di Buttiglione coincide perfettamente, in termini temporali, con la resa di Berlusca sul gasdotto South Stream, con il ridimensionamento dell’Eni a vantaggio di francesi e tedeschi, conformemente ai desiderata atlantici: www.soldi-web.com

Tout se tient, madama la marchesa…

Andrea Carancini
Fonte: http://andreacarancini.blogspot.com
Link: http://andreacarancini.blogspot.com/2012/02/berlusca-incassa-il-salvacondotto-in.html
25.02.2012

Pubblicato da Davide

10 Commenti

  1. mi sembra verosimile un sostegno al governo Monti adesso in cambio della prescrizione, ma quando è caduto il governo Berlusconi l’hanno proprio buttato giù di forza bruta, attaccandolo violentemente da tutti i lati, non è stata certo una caduta organizzata “in cambio di”.

  2. No. Non sono d’accordo. E’ stata una caduta concordata. Oramai silvietto è pronto a ritirarsi ad Antigua (e lo farà) ma voleva ritirarsi tranquillo.

  3. gli hanno addirittura “bombardato” mediaset, -13% il giorno prima delle dimissioni annunciate…, non mi sembra questo il modo in cui si fanno gli accordi reciproci…

  4. Incidentalmente Carancini sostiene che la magistratura e’ in toto cooptata agli interessi atlantici e obbedisce ad ordini superiori anche in contrasto con gli interessi nazionali, cosa che ho cominciato a sospettare da tempo anche io. A prescindere dal comportamento vile, codardo e traditore dell’ex Presidente del Consiglio che dalla Libia in poi ha svenduto gli interessi nazionali. Almeno Craxi tenne duro a Sigonella e ando’ incontro alla vendetta degli atlantisti morendo in esilio.

  5. Appunto. Poi sono risalite, giusto? Una volta che si è dimesso, intendo

  6. Beh Berlusconi confrontato a Craxi è poca cosa.

  7. condivido!!
    … Berlusconi sarà un “egoista imprenditore” (= “un imprenditore”) ma è più patriottico di Napolitano e dei macellai del pd (che amo meno ancora perchè prendono i voti dai poveri sognatori,,,)
    … anche la guerra masochistica intrapresa improvvisamente da Berluska contro la Libia segue … una telefonata notturna di obama
    …con dono di Sigonella e altro …
    il Nostro capiva che non era nell’interesse italiano … ma forse ha “difeso i confini nazionali” (se così si possono definire i confini di uno stato a sovranità limitata-issima)

  8. beh, questo si chiama ricatto, non scambio di favori…

  9. R:”Lei se ne deve andare ormai l’Italia ha perso credibilità”

    B:”Ma io sono un bravo presidente! in Italia c’è un problema di strapotere della magistratura!”

    R:”Ma non sia infantile! Che non lo sa che quando nei governi democratici occidentali dobbiamo rimuovere qualcuno lo facciamo braccare dalla magistratura?”

    Tratto dall’incontro tra Edmond Rothschild e S.B. a palazzo grazioli qualche giorno dopo il linciaggio satanico di bravehert Gheddafi e qualche giorno prima dell’11-11-11.

    Qualcuno penserà che non è vero perchè non si citano fonti(mica sono scemo..),ma non importa.