Austria – Approvato il primo lockdown nazionale per i non vaccinati

rt.com

A partire da lunedi [oggi] l’Austria imporrà nuove restrizioni ai non vaccinati. Il provvedimento mira ad alleggerire la pressione sugli ospedali e sulle unità di terapia intensiva.

Le misure di isolamento entreranno in vigore a mezzanotte e riguarderanno le persone di età superiore ai 12 anni che non hanno ricevuto le due dosi di vaccino contro il coronavirus. A loro sarà proibito uscire di casa tranne che per le attività di base, come lavorare, fare la spesa, andare a fare una passeggiata – o farsi vaccinare.

“Questo passo non è stato facile, ma è necessario,” ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg. “Il rischio per le persone non vaccinate è molto più alto. Pertanto, siamo stati costretti a ricorrere a questa drastica misura per ridurre il numero dei contatti.”

Schallenberg ha detto che la quarta ondata di infezioni ha colpito il Paese in “tutta la sua forza.”

Il cancelliere ha nuovamente esortato la gente a vaccinarsi per “rompere” l’ondata [dei contagi]. “Altrimenti non usciremo mai da questo circolo vizioso.”

Due delle regioni più colpite, l’Alta Austria e Salisburgo, sono state le prime ad annunciare che avrebbero imposto un lockdown a partire da lunedì.

In precedenza, il ministro dell’interno, Karl Nehammer, aveva detto che i trasgressori dovranno affrontare multe salate. I singoli cittadini potranno essere puniti per aver violato le restrizioni con una multa fino a 500 euro (573 dollari), mentre per le imprese la sanzione potrà arrivare a 30.000 euro (34.354 dollari).

“Per coloro che si attengono a tutte le misure, è più che ingiusto che ci siano persone che pensano di poter semplicemente aggirare o addirittura ingannare le autorità sanitarie, il ministero della salute e le linee guida degli esperti,” ha spiegato il ministro.

L’idea di un lockdown esclusivamente rivolto ai non vaccinati era stata lanciata dal governo a settembre come risposta ad un possibile scenario da incubo, in cui il 30% dei letti di terapia intensiva sarebbe stato occupato da pazienti Covid-19. Questa cifra è attualmente al 20% e sta aumentando. I funzionari della sanità sono sempre più allarmati dalla possibilità che gli ospedali diventino sovraffollati a causa di quella che chiamano “la pandemia dei non vaccinati.”

Nella giornata di sabato, il presidente austriaco, Alexander Van der Bellen, aveva avvertito che la situazione in alcuni ospedali e unità di terapia intensiva era “insopportabile” e che avrebbe potuto deteriorarsi ulteriormente, a meno che non si fosse intrapresa un’azione forte.

Il 65% circa dei nove milioni di abitanti dell’Austria è completamente vaccinato, uno dei tassi più bassi in Europa, secondo Reuters. Il governo austriaco ha avvertito che circa l’83% dei casi sintomatici registrati tra gennaio e settembre di quest’anno ha coinvolto persone non vaccinate.

Link: https://www.rt.com/news/540199-austria-lockdown-for-unvaxxed/
14.11.2021
Tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
JA (@ja)
Utente CDC
15 Novembre 2021 9:15

Un lockdown che impedisca ai non vaccinati di andare in pizzeria ma liberi di andare al lavoro e al supermercato, dimostra solo la valenza politica di tale autocratica imposizione coercitiva per esercitare all’obbedienza cieca la popolazione: e questo è proprio il lato più grave di questa dittatura sanitaria in via di consolidamento ed accettazione che pare, finora, nessuno oppone in maniera “maleducata” la sola che un pidocchio rifatto capisca.

clausneghe
clausneghe (@clausneghe)
Utente CDC
15 Novembre 2021 10:05

Qui da noi sta accadendo anche di peggio. Infatti, come annuncia gongolante l’agenzia di regime ansia, sono state perquisite e denunciate 17 persone della “galassia novax” .. dicono che offendevano le brave persone e facevano le linguacce in chat. Hanno mobilitato squadroni di gracili brufolosi webmaster in divisa per scovarli e poi hanno mandato le squadracce energumene a stanarli alle quattro del mattino in casa loro.
E’ la demoNcrazia del Draghistan bellezze!

IlContadino
IlContadino (@ilcontadino)
Utente CDC
15 Novembre 2021 11:28

Mi girano un po’ i beneamati, perché in Austria sì e da noi no?!! Dov’è finito il Modello Italia?! Sti austriaci del caizer! Sbruffoni. In Italia sempre un passo indietro. Ora chiamo Patuanelli e gliene dico quattro!

Astronauta
Astronauta (@astronauta)
Utente CDC
15 Novembre 2021 14:38

Attenzione che il tutto in Austria dura 10 giorni
https://quifinanza.it/economia/covid-in-austria-parte-il-lockdown-per-non-vaccinati/556255/

Tanto rumore per nulla in cui il mainstream italiota ci sguazza!!

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
15 Novembre 2021 23:55

Le restrizioni per i non-vaccinati durano solo dieci giorni, ma sono i preparativi per misure più severe. Si testa fino a dove si può arrivare con le imposizioni liberticide e, se non si incontra resistenza, si procede. Vogliono arrivare all’obbligo vaccinale. La Germania sta introducendo l’obbligo del tampone negativo per salire sui mezzi di trasporto pubblici, forse anche il coprifuoco notturno per tutti.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
16 Novembre 2021 0:10

In Austria il lockdown per i non-vaccinati colpisce soprattutto i giovani. Il 49% dei non-vaccinati è sotto i 25 anni. Solo il 6,7% si trova nel gruppo dei +65, quelli più a rischio. Il 74% ha meno di 45 anni.
Oltre al fatto che non c’è differenza fra vaccinati e non per quanto riguarda la possibilità di contagiare e contagiarsi, non ha senso confinare proprio quelle persone che possono infettarsi senza complicazioni.
https://t.me/FactSheetAustria/198 (in tedesco)

Non è chiaro inoltre come possano avvenire i controlli di circa due milioni di non-vaccinati. Ci si deve aspettare in un prossimo futuro che i non-vaccinati debbano portare un segno di riconoscimento?

Ultimo aggiornamento 12 giorni fa effettuato da Pfefferminz
6
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x