ADDIO A EDUARDO GALEANO, GRANDE DELLA LETTERATURA LATINOAMERICANA

Lo scrittore uruguayano si è spento all’età di 74 anni in un ospedale di Montevideo. Da anni lottava contro un cancro ai polmoni. Tra le sue opere più famose “Le vene aperte dell’America Latina”, un classico del pensiero della sinistra.

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
mixmux
mixmux
13 Aprile 2015 22:12

Bastano le ultime due frasi del video per inchinarsi alla sua profondità, buona notte Eduardo anzi buon giorno.

Ercole
Ercole
14 Aprile 2015 0:36

BASTA  con queste celebrazioni di SCRITTORI CON IDEOLOGIA  BORGHESE  "SINISTROIDI "  che hanno vissuto di chiacchiere  contribuendo a illudere i proletari che il mondo può essere cambiato senza abbattere il capitalismo .

I veri rivoluzionari spendono la loro esistenza alla lotta di classe .

PinoRossi
PinoRossi
14 Aprile 2015 11:53

Evidentemente non conosci Galeano e la sua opera.

Meno male che al mondo ci sono i combattenti veri come te.
rossland
rossland
14 Aprile 2015 13:03

I "proletari", classe cui mi onoro di appartenre, sanno distinguere fra un pistolero e un poeta. E fra i due, sanno che ciò che semina nella loro mente un poeta vale più di mille cartucce dei pistoleri rivoluzionari pronti a sostituirsi al potere imponendo loro solo una diversa forma di potere.
Di pistole non se ne può più, di poesia abbiamo una fame disperata…
Onore a Galeano, la sua vita e la sua opera hanno arricchito la mia vita più di quanto abbia mai fatto qualunque "rivoluzionario"…

AlbaKan
AlbaKan
14 Aprile 2015 16:13
Dire che Galeano "ha vissuto di chiacchiere", dimostra che non sai di cosa o di chi stai parlando, quindi il tuo commento è inutile e non fa testo…mi dispiace che anch’io cado nell’errore di rispondere ad un simile commento, come hanno fatto PinoRossi e rossland … però proprio non ce la faccio a non aggiungere (ai loro commenti) che una persona che è stata imprigionata da un regime militare nel suo paese e che è stata inserita dei condannati dagli "squadroni della morte" in altri paesi, sa meglio di te cosa sia la lotta di classe e anche quella per la sopravvivenza…
  • (…)contribuendo a illudere i proletari che il mondo può essere cambiato senza abbattere il capitalismo"
  • Eduardo Galeano ha sempre condannato il capitalismo finché ha respirato, cioè per 74 anni, fino a 24h fa, quando è morto…ma cosa ti fumi?
    Veron
    Veron
    14 Aprile 2015 20:32

    Onore a uno dei più grandi giornalisti e scrittori del nostro tempo. Hasta siempre, amigo.

    Ercole
    Ercole
    15 Aprile 2015 0:33

    Condannava il capitalismo facendo lo scrutatore alle elezioni di Chavez in Venezuela ed era pure amico del     sub comandante Marcos solo per citarne alcuni , altre  perle di falsa coscienza di classe.

    P.S. condannare il capitalismo non significa COMBATTERLO .   Anche i preti e i riformisti  lo condannano !!!!!!  Capisci la differenza !!!!!!!!