Home / ComeDonChisciotte / A PIAZZA NAVONA VA DI SCENA UN SET COLLAUDATO

A PIAZZA NAVONA VA DI SCENA UN SET COLLAUDATO

FONTE: OMBRA.NOBLOGS

C’è qualcosa di strano nei filmati che riguardano gli scontri in
Piazza Navona il 29 ottobre, quando fantomatici aderenti al Blocco
Studentesco hanno deciso di attaccare e provocare uno dei cortei
studenteschi.

Qualcuno lo ha già fatto notare in questo video (che è stato tolto da Youtube e sarebbe bene che si riflettesse quando si usano questi canali per fare controinformazione – ne trovate una copia qui e invito l’autore o chi ne è in possesso a metterne una copia di archive.org).

In
effetti un ragazzo che tranquillamente chiacchiera con le FFOO e quando
scattano gli scontri parla al telefono, è quantomeno sospetto. Il
signore in questione lo ritroviamo la stessa mattina quando c’erano
state alcune tensioni.

Eccolo li’, che fa bella figura in un filmato del TG1:

Per altro, che fosse un’aggressione premeditata, lo si capisce dai video che i fascistelli si mettono a girare.

Un video particolare è questo:

Girato
da fascisti o da loro amichetti, che alla fine si arrabbiano tanto
quando la gente, giustamente, se la prende con il camion del Blocco
Studentesco. Il filmato è particolare perchè riprende solo la “sponda”
degli sudenti e quasi mai, durante gli socontri, quelli del Blocco.
Chissà. I fantomatici registi sono ripresi da un altro filmato e si
vedono qui:

C’è anche il signore in maglia gialla che compare nel filmato”dall’alto”. Un’aggressione premeditata e ben organizzata. Un camion che arriva indisturbato in Piazza Navona carico di mazze e caschi, un blocco che provoca senza intervento della polizia, i telegiornali e i quotidiani che alla sera titolano degli scontri e dopo parlano dell’approvazione della Riforma Gelmini.

Cossiga lo aveva detto, ma a me pare più un copione ben oliato che si ripete in Italia da decenni. Non servono le esternazioni di Cossiga, per altro ormai rincoglionito, persapere come, nell’ombra, si muovono i poteri. Basta un po’ di memoria.

**Update ore 17**

Piazza Navona: aspettate le direttive

Fonte: http://ombra.noblogs.org
Link: http://ombra.noblogs.org/post/2008/10/30/a-piazza-navona-va-di-scena-un-set-collaudato
30.10.08

Pubblicato da Davide

  • Lestaat

    Si ma non continuate a chiamarli fascisti.
    I fascisti son quelli che stanno manifestando insieme a tutti gli altri.
    Non caschiamo sempre nello stesso tranello.

  • Egon

    Ammesso che quel “tizio” sia un polizzioto mi pare troppo poco accurato il modo in cui è stata svolta questa strategia, sopratutto paragonandola a quella del g8.
    A Roma non è successo tanto casino e l’infiltrato è stato smascherato subito.
    Quindi pensavo, dopo le affermazioni di Cossiga, personaggi loschi sinistroidi avrebbero potuto fare in modo che questo accadesse, come ultima sponda per smerdare berlusconi, o più probabilmente potrebbe essere stata una manipolazione della destra più estrema, visto l’attuale sindaco di Roma, sempre per smerdare Berlusconi.

    Ovviamente queste sono solo ipotesi, ed abbastanza buttate li, alle 4.28 ora attuale. Pero visto il modo in cui è stata compiuta questa azione, più che da servizi sembra stata fatta apposta per essere smascherata

  • babel63

    Sono d’accordo, bisogna fare piazza pulita anche di tutta la zavorra terminologica degli anni di piombo, la quale crea una vera e propria barriera percettiva sul fenomeno in attto. Naturalmente, sempre che si voglia fare una protesta de-partiticizzata e onesta. Ogni volta che si parla di “fascisti” non si può – per un riflesso pavloviano – non pensare al suo termine opposto o complementare “comunisti”. E lì la mente si ferma poichè da questa coppia di significati non riesce più a ricare nessuna spinta emotiva.

  • sacrabolt

    leggendo questi articoli su donchisciotte o blog collegati, si potrebbe dire “fatta apposta per essere smascherata”. Ma non raccontiamoci palle: siamo in quattro gatti a fare qualche considerazione oltre il muro dell’informazione ufficiale: pensiamo allo spettatore modello di tg1,2,3,4,5,italia1…. L’unica conclusione a cui è arrivato è “i soliti facinorisi di destra e sinistra: ho fatto bene a non andare e non lasciare andare i miei figli in piazza!”
    Il problema è che di spettatori modello ce ne sono milioni e di bloggatori e relativi lettori attivi, solo qualche migliaio.

  • sacrabolt

    Dimenticavo… se può servire

  • Serpico

    Il ragazzo in oggetto appartiene al gruppo di destra e non ha niente a che fare con polizia,digos ed altro.
    Infatti ieri il ragazzo incriminato ha girato un video insieme ad un suo amico che smentiva la sua appartenenza alla Polizia……….
    facendo un po di calcoli è anche un po troppo giovane per essere un infiltrato della Polizia e poi è già conosciuto da tempo come ragazzo appartenente alla destra.
    Ioche sono ideologicamente schierato a sinistra ( quella buona) e non quella di ora che è solo un’immagine spenta e morta della sinistra, devo dire a tutti una cosa che forse non hanno capito :

    NON DOBBIAMO FARCI STRUMENTALIZZARE dalla politica! Lo volete capire che i politici viaggiano tutti nella stessa barca ma cambia solo il posto a sedere?
    Ragazzi manifestanti,studenti,genitori dobbiamo essere tutti uniti apartiticamente ai problemi e alla crisi del “Bel Paese”.
    Non dobbiamo schierarci con delle persone che prima o poi per ragioni puramente di interessi economici e politici voltano la faccia e cambiano bandiera all’improvviso.
    Dobbiamo seguire una corrente autonoma, la nostra,la ns. onda, coinvolgere anche quelli che per obblighi di lavoro(polizia ed altro) sono “costretti” ad eseguire gli ordini e diventare violenti per 1000 eur al mese!
    A loro gli fanno il lavaggio del cervello e una volta inseriti nel sistema manganello-manifestante diventano feroci esecutori del pensiero del governo.
    Cossiga con la sua intervista ha solo espresso dei pensieri che vengono attuati dal governo da circa 30 anni :

    – vedi il ‘ 68 durante le rivolte studentesce
    – vedi il caso Moro per le infiltrazioni di agenti nelle BR

    Nel caso in oggetto però non c’è niente di anormale.
    Il ragazzo è di destra ma non appartiene alla Polizia.
    Il caso strano invece secondo il mio parere è che si parla tanto di equilibrio e prudenza delle forze dell’ordine durante la manifestazione ma io invece, basandomi sui video e ho solo notato un “lasciamoli fare” per un pò che si ammazzano tra di loro e poi interveniamo noi per la mazzata finale.
    Quindi, io ho solo riscontrato indifferenza e strafottenza…niente di più.
    Chiaramente gli scontri sono inevitabili se passa indisturbato un furgone che contiene mazze,spranghe e caschi………e non c’entra niente se il furgone apparteneva a quelli di “destra” o a quelli “di sinistra”!
    Quel furgone li non doveva esserci e se poteva esserci doveva almeno essere fatto un lavoro di perquisizione al suo interno!
    Quindi dico basta con

    – la disinformazione
    – basta con l’ignoranza del popolo pecorone
    – basta con lo schierarsi a favore deii politici “stessa famiglia”

    Anche noi del popolo dobbiamo essere in una stessa “barca” ma non quella chè è occupata dai politici.
    Italia, Paese democratico (forse ora molto meno) ha bisogno del Popolo vero! Il vero POTERE è quello del Popolo……
    non facciamoci schiacciare dai potenti, siamo noi la maggioranza e loro la minoranza,non diventiamo zerbini del potere, non perdiamo la dignità per i soli interessi economici e politici.
    Torniamo ad essere una nazione sana o quantomeno tornare a dire di abitare in un posto in cui puoi puoi essere fiero di dire : sono Italiano!

    Per tutti quelli che vogliono la rinascita del Paese:
    CAMBIATE ED APRITE LA MENTE….. la fine della democrazia è oramai vicina.

    Un saluto

    Serpico

  • herr_doktor

  • Lestaat

    Che meraviglia internet.
    Grazie ragazzi.
    Ma non fatevi fregare anche voi con gli opposti estremismi.
    Se ci sono idioti di sinistra che non hanno ancora capito da che parte state non prendetevela con loro ma continuate a perseguire la vostra strada ignorandoli, è troppo importante. Prima o poi capiranno.

  • Egon

    il punto secondo me è che conoscendo gli studenti, questo tafferugglio potrebbe essere stato casuale, ma sapendo che sarebbe potuto accadere, avrebbero potuto pagare ragazzi di destra e sinistra senza scrupoli per darsele.
    Sempre idee
    la cosa che fa più ridere e pensare è come ora fascisti e comunisti siano impegnati a darsi la colpa l’un l’altro.
    Alla gente che confida negli studenti, probabilmente è ancora troppo ottimista.
    Ed io sono un cinico

  • nessuno

    Complimenti per le dotte dissertazioni.
    Partiamo da un fatto incontestabile: il camioncino nell’isola pedonale non poteva ne doveva esserci (in tempi normali multa..) durante una manifestazione e con il cassone scoperto con spranghe e affini in bella vista???? Ma la polizia dove era? Non lo hanno visto?Un camioncino bianco?
    Ma pensate che siano tutti coglioni come i commentatori della mutua?
    Se il camioncino si trovava li è LA POLIZIA CHE LO HA PERMESSO.
    Su questo punto sfido chiunque a darmi una versione plausibile della presenza in piazza di questo mezzo.
    Altro dato(forse mi è sfuggito) non esiste una foto con la targa del mezzo..sarebbe molto interessante sapere a chi appartiene.
    In quanto alla smentita dello studente vi ricordo che questo fà parte di quel famigerato gruppo celere che ha “operato” ai tempi del G8 a Genova.
    Inoltre risulta che alcuni appartenenti a questo gruppo frequentino università per ottenere le famigerate lauree.
    Con buona pace dei compagnucci e dei cameratucci questa è l’ennesima trappola berlusconiana.

  • nessuno

    Scusate l’errore dovevo scrivere poliziotto finto studente

  • danzu
  • danzu
  • herr_doktor

    “Caricati i ragazzi del blocco studentesco da alcuni studenti antifascisti”

    29 Ottobre ore 11.30 – Mentre si svolgeva il corteo di protesta degli studenti sotto al senato, i ragazzi del Blocco Studentesco sono stati caricati dagli antifascisti che volevano escluderli dalla manifestazione. Alle cariche sono seguite le proteste di tutto il corteo per questo tentativo di esclusione di una parte di studenti dalla protesta anti-gelmini. Gli studenti in piazza hanno cominciato ad intonare il coro “ne rossi ne neri solo liberi pensieri” per condannare l’episodio di violenza contro i ragazzi del blocco studentesco. “rifiutiamo questo tentativo di spaccare il fronte unito degli studenti da parte di alcuni idioti antifascisti” commentano i ragazzi del Blocco Studentesco.

    *********************************************

    Blocco Studentesco: “L’aggressione degli antifascisti ha causato due feriti fra i nostri ragazzi”

    ore 11.45 – “E’ stato il Blocco Studentesco ad essere aggredito dagli antifascisti universitari presenti al sit-in sotto il senato. Due nostri ragazzi sono rimasti feriti.” “Alcune agenzie riportano i fatti in maniera distorta, addossando addirittura la responsabilità al Blocco Studentesco” proseguono “ma abbiamo filmati che pubblicheremo su youtube e su facebook che come al solito dimostreranno una realtà ben precisa: gli scontri e le divisioni fra studenti sono fomentate dagli antifascisti che non accettano che nella protesta studentesca ci sia unità generazionale fra ragazzi di destra e di sinistra.”

    *********************************************

    Scuola: Studenti: “Blocco Studentesco caricato nuovamente da antifascisti organizzati: numerosi feriti”

    ore 12.00 – “Siamo stati nuovamente caricati da un centinaio di antifasciti organizzati con bastoni e caschi” “Molti dei nostri sono rimasti feriti per mano degli antifascisti” la vicenda si è svolta sotto gli occhi attoniti di tutti gli studenti romani e di numerosi giornalisti. “Il tentativo di spaccare il fronte unito degli studenti escludendo il Blocco Studentesco prosegue con una ferocia inaudita da parte degli antifascisti” proseguono gli esponenti del Blocco. “Per spaccare il fronte degli studenti non è arrivata la auspicata polizia di Berlusconi, ma la violenza antifascista”.

    http://www.bloccostudentesco.org

    Oggi 29 Ottobre, intorno alle ore 11, mentre si svolgeva il corteo di protesta degli studenti sotto al senato, i ragazzi del Blocco Studentesco sono stati caricati da sedicenti studenti antifascisti un pò troppo avanti con l’età, che volevano escluderli dalla manifestazione.

    Alle cariche sono seguite le proteste di tutto il corteo per questo tentativo di esclusione di una parte di studenti dalla protesta anti-gelmini. Gli studenti in piazza hanno cominciato ad intonare il coro “ne rossi ne neri solo liberi pensieri” per condannare l’episodio di violenza contro i ragazzi del blocco studentesco.

    “Rifiutiamo questo tentativo di spaccare il fronte unito degli studenti da parte di alcuni idioti antifascisti” commentano i ragazzi del Blocco Studentesco.

    L’aggressione premeditata ha lasciato due ragazzi del blocco studentesco feriti.

    “Alcune agenzie riportano i fatti in maniera distorta, addossando addirittura la responsabilità al Blocco Studentesco” proseguono “ma abbiamo filmati che pubblicheremo su youtube e su facebook, unici media liberi, che come al solito dimostreranno una realtà ben precisa: gli scontri e le divisioni fra studenti sono fomentate dagli antifascisti che non accettano che nella protesta studentesca ci sia unità generazionale fra ragazzi di destra e di sinistra.”

    Intorno alle 12, inoltre, i ragazzi del Blocco Studentesco, sono stati nuovamente caricati da un centinaio di antifasciti organizzati con bastoni e caschi.

    “Molti dei nostri sono rimasti feriti per mano degli antifascisti” la vicenda si è svolta sotto gli occhi attoniti di tutti gli studenti romani e di numerosi giornalisti.

    “Il tentativo di spaccare il fronte unito degli studenti escludendo il Blocco Studentesco prosegue con una ferocia inaudita da parte degli antifascisti” proseguono gli esponenti del Blocco.

    “Per spaccare il fronte degli studenti non è arrivata la auspicata polizia di Berlusconi, ma la violenza antifascista”. Cossiga docet.

    Casapound Italia http://www.casapound.org

  • danzu

    Certamente…. povere vittime…

  • danzu

    il dibattito cieco su internet si concentra sull’;unico punto di davvero poco interesse, ossia se l’amico Zippo sia o meno infltrato, come hanno scritto Beppe Grillo e il Corriere. E’ un punto di poco interesse per molti motivi, ma per uno in generale: sposta il centro della discussione da quanto accaduto e dal senso che deve avere per i movimenti che si stano mobilitando, alla figura di Zippo_l’incompreso, personalizzando il discorso e facendo perdere di vista i fatti e le cose importanti. Ad esempio la partecipazione di questi soggetti ai cortei e aqlla mobilitazioni, sotto la vuota bandiera dell’ “apolitico”, quando questo termine per i più ingenui significa “fuori dai partiti”;. Il punto non è che Zippo_mariavergine sia o meno un infiltrato, un collaboratore o un idiota con il vizio del protagonismo. Il punto è che il discorso si svolge dove Blocco Studentesco lo sta portando con una raffica di video ben studiati e molto visitati su You Tube.
    C’è l’autointervista e l’intervista di Repubblica (che così puo’ fare lo scoop ai danni del rivale Corriere). Ci sono due video molto visti che dicono sostanzialmente le stesse cose, ma in particolare:
    – fanno passare per vittime chi non lo è;
    – rendono protagonisti in positivo i “ragazzi” del Blocco, dandogli anche la possibilità di farsi pubblicità.
    Non si spiegherebbe perchè il solerte funzionario di polizia intimi a Francesco (amico di Zippo_lapuzzola) di andarsene. Dice “Vai via Francesco”; appena dopo gli scontri.
    Se uno ripercorre il minutaggio del video di AnnoZero e si porta al minuto 3:16 lasciando scorrere il video, si vede Zippo_l’eroe partecipare (un po’ defilato) agli scontri dietro il camion, con la fronte pulita e splendente, come la mamma l’ha fatto. Dopo, pero’, quando gli amichetti son per terra, lui avrà la faccia piena di sangue. Il bollo dunque deve esserselo fatto in mezzo ai due momenti. Per esempio quando si è trovato implicato in quel mini corpo a corpo con il poliziotto, dal quale per altro si è defilato con molta nonchalance.
    C’è un video (uno degli ennesimi obiettivi puntati sul set di Piazza Navona), prodotto da Casa Pound Italia che vorrebbe spiegare e dare la propria versione degli scontri in Piazza Navona, di cui qui c’è una ricostruzione scenica. Se fate scorrere la timeline fino al minuto 6:04, potete ascoltare una ragazzetta dire questo: “Ludovica! Qualsiasi cosa succeda, non vi muovete da qua, aspettate la direttiva!”;
    Mi fa piacere che i fascistucoli di Casa Pound si sentano talmente coperti da non togliere neanche gli audio compromettenti. In ogni caso, a parte il montaggio decisamente di parte, il video testimonia e conferma essenzialmente che l’aggressione era premeditata e ben congeniata.

    Un camion che arriva indisturbato in Piazza carico di mazze e caschi, un blocco che provoca senza intervento della polizia.

    http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=45584801