31 ottobre: rivolta dei tribunali in Spagna

È ufficiale! il secondo stato di emergenza è dichiarato incostituzionale

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

controinformazione.info

 

La Corte costituzionale spagnola ha appena inferto l’ennesimo schiaffo al governo socialista guidato da Pedro Sanchez dichiarando, il 27 ottobre, incostituzionale il secondo stato di emergenza durato 6 mesi senza che né il Parlamento né la Costituzione potessero controllare l’operato del governo.

In Spagna la giustizia è in piena rivolta e la domanda da porsi è se il resto d’Europa ne sarà ispirato. Infatti, dopo aver ordinato al governo centrale di Madrid di rimborsare tutte le multe riscosse durante il primo stato di emergenza sanitaria del marzo 2020, la giustizia ha appena dichiarato incostituzionale il secondo stato di emergenza durato dal 9 novembre 2020 al 9 maggio 2021.

Questo mercoledì, l’informazione è stata confermata da altre fonti, tra cui i media spagnoli, Infobae . Secondo questa fonte, questo verdetto emesso il 27 ottobre dalla Corte sarebbe un duro colpo per il governo spagnolo guidato da Pedro Sanchez, dopo la prima invalidazione del 1° stato di emergenza da parte della stessa Corte.

Proteste contro lo stato di emergenza in Spagna

Secondo Infobae, che utilizza le stesse informazioni di El Pais , la Corte Costituzionale si è lamentata principalmente della durata del 2° stato di emergenza, 6 mesi durante i quali né il Parlamento né il Congresso sono stati in grado di controllare l’azione del governo. La Corte ha anche denunciato il fatto che il governo centrale di Madrid ha preso il posto delle comunità autonome (regioni spagnole) che tuttavia avevano la competenza.

Il 27 ottobre il verdetto del governo ha scatenato una forte reazione nella classe politica spagnola dove l’opposizione, soprattutto di destra, ha accolto con favore lo schiaffo inferto al governo socialista. Si ricorda che la Corte era stata adita su tale questione da parte dell’estrema destra spagnola, Vox.

Così, in un tweet pubblicato sul suo account personale, il giornalista Luis de Pino stima che Vox abbia vinto la partita per 3 gol a 0. ” Vox e la Costituzione 3 – Pedro Sanchez 0 “, scherza.

Fonte: https://lecourrier-du-soir.com/revolte-des-tribunaux-en-espagne-cest-officiel-la-justice-declare-anticonstitutionnel-le-second-etat-durgence/

Traduzione: Gerard Trousson

Nota: Mentre in Italia la magistratura e le istituzioni di garanzia sono sprofondate nel letargo più profondo, in Spagna c’è ancora una magistratura vigile che non permette al Governo di compiere abusi e violazione dei diritti costituzionali dei cittadini con il pretesto di una eterna emergenza. In Italia, il paese del “Draghistan”, regnano il conformismo ed il pensiero unico fino ai vertici delle istituzioni.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix