Home / ComeDonChisciotte / 14 SEGNI DELL'INIZIO DEL TRACOLLO DELLA MODERNIT

14 SEGNI DELL'INIZIO DEL TRACOLLO DELLA MODERNIT

DI MIKE ADAMS
naturalnews.com

Molta gente pensa che il mondo come lo conosciamo finirà il 23 dicembre 2012. Assurdo, dico io. Se vogliamo essere onesti, dobbiamo riconoscere che la fine del nostro mondo è già iniziata. Ciò non significa che il mondo finirà, significa che si concluderà un’era e ne inizierà un’altra. È una fase di transizione tra due epoche. Una transizione che, tuttavia, minaccia di essere la più tumultuosa e costosa a cui abbia mai assistito il genere umano.


Ma non c’è bisogno di aspettare il dicembre 2012 per osservarne i segni. Di seguito si riportano 14 elementi che permettono di riconoscere chiaramente il disfacimento mondiale attualmente in corso. Stiamo vivendo a cavallo tra la fine di un’era e l’inizio di un’altra. In futuro guarderanno indietro e vedranno questo momento come una fase storica, ma per chi questo momento lo sta vivendo, l’impressione è quella di procedure a passo di lumaca. Non si deve però cadere in errore: stiamo vivendo le fasi iniziali della fine del mondo come lo conosciamo, ma ciò significa anche che ne sorgerà uno nuovo, completamente diverso da quello attuale.#1 – Tornado, uragani, terremoti e tsunami – Inizialmente sembravano casi del tutto eccezionali, ora è la prassi. Gli eventi climatici si fanno via via più estremi. Negli ultimi anni, il Midwest statunitense è stato colpito da più di 120 tornado. Il Texas sta andando a fuoco e patisce un’estrema siccità. E dove non ci sono incendi né siccità si verificano delle inondazioni. Questo è solo l’inizio..aspettatevi altre follie metereologiche nei prossimi 18 mesi.


#2 – Il silenzio delle api – Il Colony Collapse Disorder [sindrome dello spopolamento degli alveari, fenomeno riscontrato per la prima volta negli USA nel 2006, ndt] avanza sempre più rapidamente in tutto il Nord America. Sappiamo già che in parte è dovuto ai pesticidi chimici (e probabilmente aggravato dagli OGM), ma il mondo dell’industria chimica è impegnato in un massiccio insabbiamento mirato a negare questa verità, mentre la popolazione degli insetti (responsabili dell’impollinazione) sta vivendo un drastico collasso. (http://www.naturalnews.com/028218_p…)



#3 – Il fallimento del nucleare – La catastrofe di Fukushima prova una cosa: nel pianificare progetti su larga scala, gli scienziati si dimostrano pericolosamente arroganti, sottovalutando regolarmente l’immenso potere di Madre Natura. Il nucleare ci prometteva energia pulita e green: ci ha invece regalato un veleno silenzioso e invisibile che sta infettando il pianeta.



#4 – La persecuzione (in malafede) a Wikileaks – In un’epoca dove l’inganno dilaga, non c’è spazio per la verità. Quindi, coloro che dicono la verità (Wikileaks) vengono ferocemente perseguitati come se fossero criminali.



#5 – L’ascesa di uno ‘stato di polizia’ nel campo della salute – L’intervento armato degli SWAT nel caso di Maryanne Godboldo a Detroit è stato solo l’inizio (http://www.naturalnews.com/032091_M…). La verità è che, in America, il sistema sanitario si serve anche delle armi per costringere alla vaccinazione e alla chemioterapia bambini e ragazzi. Questo apparato è divenuto così profondamente inutile, corrotto e pericoloso, che deve ricorrere alle minacce armate per ‘persuadere’ le persone ad assumere i suoi farmaci. Si tratta di un ‘monopolio medico a mano armata’ che minaccia la nostra salute e la nostra libertà.


#6 – Scarsità di cibo e cattivi raccolti: fenomeni sempre più frequenti – Avete notato i picchi nei prezzi degli alimenti? È solo l’inizio: il prezzo del cibo continuerà a salire esponenzialmente nel corso degli anni. Per le condizioni climatiche estreme, per la scomparsa degli insetti impollinatori e per la contaminazione globale dei raccolti dovuta agli OGM. Nel mondo, il cibo autentico è sempre più scarso. Vale la pena di considerare la possibilità di un orto…



#7 – La progressiva distruzione operata dall’industria energetica – Le fuoriuscite radioattive di Fukushima non sono l’unico segnale di come l’industria energetica sta distruggendo questo mondo. Non ci si deve dimenticare della piattaforma Deepwater Horizon e del massiccio sversamento di petrolio nel Golfo del Messico: uno sversamento tuttora in corso, peraltro. A un anno di distanza dal disastro, stanno ancora irrorando il Golfo con il Corexit [linea di solventi chimici utilizzati per disperdere le chiazze di greggio in mare, ndt]!


#8 – La costante contaminazione del pianeta con gli OGM – Questo potrebbe essere l’aspetto più drammatico del progressivo collasso mondiale a cui stiamo assistendo: un progressivo e dilagante inquinamento genetico del nostro pianeta operato attraverso gli OGM. Si tratta di un crimine contro la natura e contro l’umanità. È una ‘fuoriuscita genetica’ che non può essere contenuta, dal momento che diffonde il suo DNA letale attraverso i campi coltivati di tutto il mondo, provocando cattivi raccolti e, in definitiva, scarsità di cibo (http://www.naturalnews.com/032167_g…). L’utilizzo di OGM è quanto di più ‘satanico’ si possa trovare nell’agricoltura moderna. La pianificazione che c’è alle spalle rappresenta il male assoluto.



#9 – La tirannia e i giri di vite nei confronti del cibo ‘autentico’ (latte crudo) – Quando non si ha nemmeno la possibilità di vendere i genuini prodotti della propria fattoria ai vicini senza rischiare l’arresto, c’è evidentemente qualcosa di sbagliato. Profondamente sbagliato. Eppure succede in tutti gli Stati Uniti. Ora i federali stanno addirittura cercando di incriminare gli amish! (http://www.naturalnews.com/029322_r…)



#10 – L’escalation del denaro contraffatto – In un sistema economico sbagliato e prossimo al collasso, l’idiozia del potere riesce a pensare solo a ‘soluzioni’ che accelerino la sua stessa caduta. La continua ‘falsificazione’ di denaro da parte della Federal Reserve (con il suo ‘alleggerimento quantitativo’ e altri sistemi di contraffazione) è un evidente segnale del fatto che il sistema attuale si muove velocemente verso la sua fine. Queste follie economiche sono evidenti per chiunque abbia ancora un qualche rudimento di matematica.



#11 – L’istupidimento delle masse – Uno dei segnali più fastidiosi del tracollo già in corso è lo spaventoso istupidimento delle masse. Un panorama umano popolato di zombi teledipendenti, con la bocca spalancata e perennemente attaccati alla CNN, non offre niente di utile al mondo. Si tratta di ‘consumatori senza cervello’ che si fanno inoculare vaccini, guardano la televisione e si nutrono di spazzatura, pastorizzata e trasformata chimicamente. Assumono psicofarmaci e si bevono tutto ciò che il governo racconta loro. La maggior parte di essi, naturalmente, non sopravviverà al tracollo.



#12 – La completa fabbricazione di notizie mainstream – Ai giorni nostri, la maggior parte delle notizie che appaiono nei circuiti di informazione mainstream sono interamente costruite. La pubblicazione del certificato di nascita di Obama (in forma estesa), le notizie sulla guerra in Libia, i reportage sull’economia e il debito USA…È tutto così smaccatamente falso e incredibile che qualunque persona dotata di intelligenza, guardando un notiziario, non può che scoppiare a ridere. Il fatto che le fonti di informazione a cui fa riferimento la maggior parte delle persone non siano più capaci di riportare la verità e debbano ricorrere a finzioni ed espedienti su qualunque argomento, dalla salute pubblica alle sorti del dollaro, è un ulteriore segnale del collasso della società.



#13 – Il crescente inquinamento farmaceutico mondiale – Aldilà della contaminazione imputabile agli OGM e alle radiazioni, stiamo assistendo anche a una contaminazione farmaceutica del nostro pianeta. Non si tratta soltanto delle aziende farmaceutiche che scaricano i propri rifiuti nei fiumi (http://www.naturalnews.com/025415_w…); c’è anche il fatto che più della metà della popolazione assume farmaci con cadenza giornaliera. Questi farmaci passano attraverso i loro organismi e finiscono nei bacini idrici, contaminando i pesci che li abitano (http://www.naturalnews.com/025933.html). Oltre a ciò, i
farmaci finiscono nei liquami organici umani, che vengono a loro volta confezionati e venduti come ‘fertilizzante organico’!(http://www.naturalnews.com/029504_o…)



#14 – La contaminazione radioattiva delle scorte alimentari globali – Stiamo parlando di qualcosa di veramente insidioso: le scorte alimentari di tutto il mondo sono state contaminate dalle fuoriuscite radioattive di Fukushima. Ci hanno detto che i livelli di radioattività erano ‘bassi’, ma nessuno ci ha detto la verità sugli isotopi radioattivi di cesio e su come ne rimanga traccia negli alimenti per secoli. Come farà la razza umana a sopravvivere all’esposizione alla TAC [tomografia computerizzata, metodo diagnostico che utilizza i raggi X, ndt], al cibo radioattivo, alle radiografie toraciche, ai body scanner della TSA [agenzia per la sicurezza aeroportuale USA, ndt] e perfino ai raggi X che dai furgoni segreti del DHS [Department of Homeland Security, dipartimento per la sicurezza interna USA] scannerizzano il vostro corpo mentre, ignari, vi state muovendo all’interno di uno stadio di football? Gli effetti delle radiazioni sulla razza umana ci stanno portando a una infertilità di massa. Forse è proprio questa l’idea che c’è a monte, in realtà.

Va sempre più veloce

Il dicembre 2012 può essere considerata una data utile per definire una sorta di ‘punto mediano’ della crisi, o anche un ‘punto d’innesco’ per una qualche ulteriore accelerazione nel disfacimento della società. Ma non bisogna cadere in errore: stiamo già assistendo al collasso del mondo moderno, seduti in prima fila! (non male, vero?)



Basta fermarsi a pensare a quello che sta accadendo tutto intorno a noi proprio in questi giorni. Sono tutti segnali del tracollo di una civiltà basta su pratiche insostenibili e sul disinteresse per la vita. È la ‘fine dei giorni’ per l’oligarchia corporativa, l’apparato monopolistico incentrato sul profitto che ha distrutto ogni cosa nel nostro mondo in cambio di risultati trimestrali di segno un po’ più positivo.



Nella costante ricerca di maggiori profitti, l’umanità ha sacrificato le sue scorte alimentari, gli insetti impollinatori, i suoi oceani, le sue foreste e le risorse del suolo. Gli esseri umani più avidi hanno usato altri esseri umani come cavie per esperimenti e carne da cannone. Abbiamo fatto guerre solo per vendere nuove bombe, e inventato malattie solo per vendere psicofarmaci.



Questo è l’operato di una società che ha fallito…per questo abbiamo i giorni contati. Assistere a questo crollo è perfino più interessante che osservare la continua opera di distruzione, dal momento che quelli di noi che hanno prestato attenzione hanno capito che una nuova civiltà sorgerà e rimpiazzerà quella attuale dopo il tracollo.
Dite addio al falso potere delle istituzioni

Sarebbe davvero bello che i nostri futuri leader si ricordassero dell’importanza della libertà e, naturalmente, della responsabilità personale. La risposta a tutti i problemi del mondo è evidentemente la libertà: libertà in campo medico, libertà in campo economico e libertà dalla tirannide governativa.



Questo perchè, diciamocelo chiaramente, alla base della maggior parte dei problemi che affliggono il mondo moderno è il malgoverno. È il malgoverno (Big Government [formula con cui negli USA si identifica un’eccessiva ingerenza delle istituzioni nella vita delle persone e nel settore privato, ndt]) che ha approvato gli OGM. È il malgoverno che ha rafforzato il monopolio dei medici e ha permesso che i pesticidi decimassero le api. È il malgoverno che ci ha precipitati in un debito insanabile e in una serie di dispendiose guerre in altri paesi. Il malgoverno ha dichiarato fuorilegge la libertà di pensare da soli alla propria salute e ha protetto le pratiche monopolistiche dell’industria alimentare, farmaceutica e chimica.



Il crollo della civiltà moderna è, come avrete forse immaginato, il crollo dell’idea che un ‘Big Government’ possa creare una società migliore. Perché se c’è un concetto che merita di essere sepolto per sempre è quello che We the People [‘noi, il popolo’, preambolo della costituzione americana, ndt] abbiamo bisogno che un altro un gruppo di persone (i rappresentanti del governo) viva del nostro lavoro e ci perseguiti, forte della sua falsa autorità, pretendendo di guidarci in ogni minimo dettaglio della nostra vita.


Quello di cui abbiamo bisogno in questo mondo non è un governo più forte, ma una maggiore libertà. Con la libertà, l’integrità e la responsabilità individuale, non ci saremmo trovati di fronte al collasso globale a cui stiamo assistendo. Ma, ahimè, a quanto pare apparteniamo a una specie infantile, che ha bisogno di imparare le lezioni nel modo più duro.



Questa lezione dovrebbe essere ricordata a lungo: se lasciate che le aziende, le banche e i governi gestiscano le vostre finanze, le vostre fattorie e le vostre vite, faranno di voi i loro schiavi e vi ruberanno il futuro mentre dormite. Inietteranno il loro veleno in tutto il mondo fino a quando non vi sveglierete, un bel giorno, e vi accorgerete che tutto ciò che avevate creato è stato distrutto. Vi prometteranno il paradiso ma vi regaleranno solo morte. Guardatevi da qualunque entità che non sia un essere vivente: nessun governo, nessuna istituzione e nessuna azienda ha un cuore, né ha una coscienza. Sono ‘forze di distruzione organizzata’ che fanno a pezzi tutto ciò che abbiamo di più caro dandoci in cambio cose che riescono solo a danneggiarci o renderci schiavi.



Guardatevi dalle corporation, dal governo e dalle istituzioni non-profit: queste ultime agiscono come ‘gruppo di facciata’ per l’industria privata. Non lasciatevi governare da istituzioni che esistono soltanto come costruzioni artificiali, proiezioni dell’avidità umana.


E eccoci pronti per l’accelerazione del processo di distruzione. Dal momento che state leggendo questo articolo, voi rappresentate il futuro della razza umana. Avete il dovere di restare in vita, mantenere intatti i vostri geni, pronti per creare una nuova società dopo che quella attuale verrà spazzata via dalla storia.



Per saperne di più: http://www.naturalnews.com/032258_economic_collapse_2012.html#ixzz1LVV90Tea

Mike Adams
Fonte: http://www.naturalnews.com/
Link: http://www.naturalnews.com/032258_economic_collapse_2012.html
2.05.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di APPLEWHITE

Per saperne di più: http://www.naturalnews.com/032258_economic_collapse_2012.html#ixzz1LVV90Tea

Pubblicato da Davide

12 Commenti

  1. La crisi umana descritta è ormai all’apice. Il punto di “non ritorno” è stato raggiunto e superato. L’INSTUPIDIMENTO DELLE MASSE è stato il “motore”, la “procedura” che ha agevolato e facilitato il processo. Non resta che farsi spettatori e vittime, del finale… fatale.

  2. …e ovviamente la morale della favola e’ che ogni intervento dello Stato in economia e’ nocivo. Questi liberisti non sanno più cosa inventarsi per manipolare l’opinione pubblica… E’ gente pericolosa.
    1) Gli OGM si sono sviluppati in un ambito di assenza di Stato (USA) o di presenza (Scandinavia)
    2) C’e’ più assenza di leggi a protezione dell’ambiente in assenza di Stato o in sua presenza?
    3) La sanità e’ più efficiente quando e’ pubblica o quando e’ privata?
    4) La sanità e’ più efficace quando e’ pubblica o quando e’ privata?

    Non facciamoci ingannare da questa gentaglia che mente sapendo di mentire e che si appiglia a fatti veri e gravi per proporre la soluzione sbagliata.

  3. Cita i tornado e dimentica l’impressionante incremento dei terremoti superiori a 6,5° Ritcher,verificabili facilmente sull’almanacco dei terremoti dell’ultimo decennio? E del risveglio di mezza dozzina di vulcani non si è informato? Perchè non verifica lo stato della campo elettromagnetico terrestre e della frequenza di cavita detta Schumann?
    L’attività solare manco un accenno.
    Il restanti punti sembrano il tema d’esame di un maturando.

  4. Vista dall’interno degli USA effettivamente è così, il fallimento mortale della libertà e della democrazia. Consoliamoci, c’è sempre un peggio, anche quando lo inseguiamo da vicino a tappe forzate. L’aspetto da salvare di quest’articolo mi sembra la considerazione del cataclisma in atto, che raccontato in un film può dare la misura della deflagrazione, mentre vissuto dal vero passa quasi inosservato, inglobato nelle distrazioni delle problematiche quotidiane.

  5. A me pare che tutto l’articolo, nonostante qualche spunto condivisibile, suoni come una specie di chiamata alla resistenza neo-luddista, intesa come aspettare che le cose crollino da sé. Questo convincimento mi pare frutto della pseudo-religione che il movimento ambientalista è ormai diventato per cui se il sistema ambientalista è giusto gli altri non possono che crollare. Siamo in un epoca moderna, è l’ora di mettere da parte qualsiasi fideismo nei sistemi in sé ed agire per cambiare le cose.

  6. Semplice: perche per i tornado si può dare la colpa al clima, ma per i terremoti? Non c’è un responsabile, o meglio, non si possono dare motivazioni “esoteriche” e quindi graziosamente si tralascia.

  7. L’autore dell’articolo crede in Wikileaks e addirittura riserva al sito l’onore di rappresentare un segnale di tracollo della modernità (mah…).

    Si dimentica però di un fatto che per la sua importanza e diffusione a livello planetario fà presagire la preparazione di un cambiamento epocale: mi riferisco alla irrorazione di composti chimici nell’atmosfera da parte di aerei militari e talvolta civili che avviene in TUTTO il MONDO da anni.

    Ci si chiede quale sia lo scopo dell’incredibile impegno di uomini e mezzi: nelle giornate di maggiore “lavoro” si possono contare centinaia di passaggi effettuati da parte di una decina di aerei, tanto che il cielo ha assunto per la maggior parte del tempo una patina lattiginosa.
    I bollettini meteo spesso preannunciano le irrorazioni parlando di “innocue velature”, ma non sono solo i meteorologi ed i sedicenti scienziati a nascondere la verità, anche nel mondo dell’intrattenimento e della pubblicità vi sono molti complici: vediamo sempre più spesso immagini di cieli rigati e sono arrivati a manipolare anche vecchie foto e filmati per inserire le scie chimiche facendo credere che siano conseguenza del traffico aereo mentre invece sono cominciate solo negli anni ’90; addirittura nei cartoni animati vi sono cieli rigati e ormai per i bambini, e purtroppo per la maggioranza della gente, sembra normale stare sotto una cappa di scie e velature innaturali.

    Le cosidette autorità negano persino l’evidenza e solo una volta, forse per sbaglio, il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica ha ammesso che si tratta la materia regolata da specifiche disposizioni di legge “la cui applicazione spetta ai competenti ministeri e su cui la Presidenza della Repubblica non può in alcun modo intervenire”, promettendo però di portare nuovamente la segnalazione all’attenzione del “competente Ministero della Difesa”. (si veda “http://www.tankerenemy.com/2010/04/il-quirinale-ammette-lesistenza.html”).

    Il fatto è talmente grande che coinvolge tutti i governi mondiali ed investe tutto il sistema della (dis)informazione per cui altrettanto grandi devono essere le motivazioni.
    Ritengo che un giornalista serio e dovrebbe metterlo al primo posto tra i segni di cambiamento epocale
    Saluti.

  8. @guido: “Si dimentica però di un fatto che per la sua importanza e diffusione a livello planetario fà presagire la preparazione di un cambiamento epocale: mi riferisco alla irrorazione di composti chimici ….” A questo punto punto pensavo parlassi dei pesticidi in agricoltura, argomento solo sfiorato da Adams (e conseguenza dell’uso di OGM ancor più grave del rischio OGM in sè). Se vogliamo dare un peso ai vari fenomeni antropici devastanti, mi pare chiaro che milioni di trattori possono fare molto più di una decina d’aerei. Inoltre sappiamo benissimo cosa viene irrorato (quante tonnellate di DDT hanno impiegato gli americani in casa loro prima di accorgersi del disastro, e quante ancora ne producono per il terzo mondo?) e chi lo produce, a cominciare dalla tedesca bayer, quella dell’aspirina. Ricordo ancora il referendum sui pesticidi affossato dall’ignoranza degli italiani all’epoca, la stessa di oggi sui veri contorni dell’inquinamento ambientale. Cielo, mare, terra, non c’è ambito che non subisca l’ingiuria dell’ignoranza e della stupidità umana. Mi viene in mente quella donna che imitava in piazza il bunga bunga con in mano un cartello per gridare “processiamo i giudici”, perchè perseguitano una singola persona “innocente”. Un evidente rifiuto umano, l’icona dell’imbecillità allo stato puro. Ma quanto di quello schifo fa anche parte di ciascuno di noi.

  9. concordo con tutto, soprattutto con l ultimo commento sul tema d esame di un maturando 😉

  10. @AlbertoConti
    Rispondo in prima pagina per chiarire un possibile equivoco.

    Non si tratta di pesticidi.

    Le SCIE CHIMICHE contengono Alluminio, Bario, polimeri organici ecc. nocivi per la salute
    L’estensione planetaria con i costi miliardari dell’operazione, il muro di silenzio tenacemente mantenuto da giornalisti e scienziati prezzolati, militari, enti preposti alla tutela della salute, politicanti di tutte le risme, oltre al coivolgimento del cinema e della pubblicità fà pensare a ben altro.
    Saluti.

  11. Nessun equivoco: le scie chimiche non sono ufficialmente note, nella loro composizione e neppure nella loro esistenza. I pesticidi per l’agricoltura sono invece legali, ufficiali, di composizioni note e pubblicate, di nocività nascosta dal mainstream ma oggetto di studi scientifici diffusi, sia pure poco divulgati. Il rapporto di “forza devastante” in termini di diffusione massiva e nocività per l’uomo e le altre specie è CERTAMENTE soverchiante: vincono i pesticidi di molti ordini di grandezza. Io leggo prima di commentare, e di solito capisco benissimo.

  12. Guido, il tuo discorso riassume il succo e per quanto mi riguarda non fa una piega. E’ il colmo che si prendano la briga di ristrutturare film più o meno datati inserendo lunghe ed evidenti scie nelle scene di inquadratura del cielo, che nelle versioni precedenti non c’erano. Verrebbe da ridere, invece c’è da incazzarsi. Essendo una manovra in sè demenziale, non rimangono molte spiegazioni se non quella della propaganda poco meno che occulta. L’italia è uno di quei paesi sfigati con il maggior numero di lingue lunghe ed attive ma paradossalmente anche di bocche cucite, mentre fuori dalla nostra minuscola realtà nazionale ci sono folli che parlano tranquillamente di geoingegneria (dispersione di particolati con aerei per la balla della mitigazione climatica). CHE IL DIAVOLO SE LI DIVORI, possibilmente prima che abbiano terminato la loro opera.