Home / ComeDonChisciotte / 10 RAGIONI PER RIFIUTARE LA COSTITUZIONE EUROPEA

10 RAGIONI PER RIFIUTARE LA COSTITUZIONE EUROPEA

DI HERWIG LEROUGE

“Giuro di osservare la Costituzione… ” Gli eletti progressisti oseranno ancora prestare giuramento secondo questa formula, se verrà adottata questa Costituzione Europea? Certamente no, se si esamina la maniera in cui questa Costituzione impasterà e costruirà l’Europa antisociale.

1. Voi vorreste lavorare meno ore alla settimana o andare in prepensionamento per potere in contropartita fornire un posto di lavoro ad un disoccupato ? Un minuto. La Costituzione Europea sottopone i diritti sociali alla “creazione delle condizioni necessarie per la competitività dell’industria”. In più, predica “la flessibilità della mano d’opera e del mercato del lavoro”. Quindi fornisce una base costituzionale alla politica antisociale condotta dall’Unione europea da più di 20 anni. Per esempio, al progetto della Commissione europea di autorizzare la settimana lavorativa di …65 ore.

2. Siete un avversario accanito della direttiva Bolkestein, secondo cui il settore dei servizi, come la sanità e l’istruzione, sarà sottoposto ad un regime di concorrenza? State calmi. La Costituzione Europea fornisce una base costituzionale a questa direttiva. Infatti stabilisce che la libertà di circolazione dei servizi è “un valore fondamentale” dell’Unione europea. Secondo questo ” valore “, le imprese di servizio dei paesi a bassi salari potranno operare in tutti i paesi alle condizioni sociali del loro paese di origine.

3. Voi pensate che sarebbe opportuno fissare un salario minimo per tutti i lavoratori dell’Unione? O che bisognerebbe tassare i grandi patrimoni? Adagio! La Costituzione Europea esige l’unanimità dei 25 Stati membri per la legislazione sociale e fiscale nel suo complesso. È come dire che potrete attendere qualche secolo prima che vengano adottate quel tipo di misure.

4. Voi ritenete che bisognerebbe migliorare i servizi pubblici, dato che questo risponderebbe meglio alle aspettative delle persone ? Oh là. La Costituzione rende legale lo smantellamento dei servizi pubblici per il profitto dei grandi gruppi finanziari e dei loro azionisti. D’altronde, il termine ” servizi pubblici ” è bandito da questa Costituzione e sostituito con ” servizi di interesse economico generale “. Le imprese che forniscono questi servizi sono sottoposte alle leggi della concorrenza, e quindi non saranno altro che pompe distributrici di denaro per le multinazionali.

5. Voi trovate che lo Stato dovrebbe svincolare un po’ di denaro per salvare le stazioni e gli uffici postali minacciati di chiusura ? Attenzione! La Costituzione Europea proibisce in via definitiva ad uno Stato di fornire ” aiuti che possono falsare o che minacciano di falsare la concorrenza, favorendo alcune imprese “. Lo Stato, azionista delle Poste, non potrà più iniettare denaro, che non verrebbe fornito da un proprietario privato guidato dal profitto.

6. Voi reputate che sarebbe il caso di riprendere dalle diverse Costituzioni nazionali i diritti democratici a maggior garanzia sociale, in modo che tutti i cittadini dell’Unione sociali ne possano trarre profitto? Calmatevi! La Costituzione Europea, al contrario, fornisce una rappresentazione verso il basso di questi diritti. Questa Costituzione, ad esempio piazza il diritto dei padroni alla serrata a fianco del diritto di sciopero. Sostituisce il “diritto al lavoro” con il “diritto di lavorare e di cercarsi un lavoro”. Non prevede proprio il diritto alla pensione, ai sussidi di disoccupazione, ad un minimo di salario, all’abitazione, all’aborto…

7. Voi siete convinti che bisogna mettere un freno all’ultraliberismo ? Che è necessario un qualche controllo pubblico, piuttosto che concedere tutto il potere al mercato? Stop. La Costituzione Europea afferma che la politica economica è diretta ” conformemente al rispetto del principio di una economia di mercato, dove la concorrenza è libera “.

8. Voi considerate che i cittadini dovrebbero avere più voce in capitolo nelle decisioni politiche ? Svegliatevi! La Costituzione Europea non cambia la situazione attuale, a ben saperlo: la Commissione e il Consiglio dei Ministri, che non vengono eletti, conservano il potere di fare le leggi e di applicarle. Il Parlamento europeo non può dire nulla in materia monetaria, commerciale e sulla concorrenza. Visto che ci si trova in una democrazia partecipativa, la Costituzione offre certamente il diritto di petizione. Ma se verranno raccolte il milione di firme necessarie, queste serviranno solo ad “invitare” la Commissione ad emettere delle proposte. Sapendo che queste dovranno rispettare la Costituzione. E, per coronare il tutto, questa Costituzione non può essere rimessa in causa, se non all’unanimità dei 25 Stati membri.

9. Voi sognate un’Europa che costruisce una politica di pace e che porta avanti una politica indipendente dagli Stati Uniti ? In quale film ? La Costituzione Europea accelera la militarizzazione dell’Unione e permette a questa di impegnarsi in operazioni militari offensive, anche a migliaia di chilometri dalle sue frontiere. E, precisa la Costituzione, verranno ” rispettati gli obblighi derivanti dal Trattato del Nord Atlantico (NATO) per quegli Stati membri che considerano la loro difesa comune realizzata nel quadro del Patto Atlantico “. Per essere chiari, l’Europa è sottoposta agli USA tramite la NATO.

10. Voi trovate che l’Europa dovrebbe condurre un commercio più giusto con i paesi del Terzo Mondo ? Ben considerato. La Costituzione Europea esige che i suoi principi liberisti vengano applicati al mondo intero attraverso l’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) e altre istituzioni internazionali. In altri termini: viva il saccheggio del Terzo Mondo!

HERWIG LEROUGE
Fonte:http://www.michelcollon.info/
9.04.05

Traduzione di Curzio Bettio di Soccorso Popolare di Padova

Pubblicato da Davide

  • Truman

    Un commento di Lino R. ricevuto per e-mail:

    Mi premeva aggiungere tempestivamente alla questione della costituzione europea questo punto:

    la costituzione italiana prevede che la sovranità è del popolo. Non dice che quella monetaria è delle banche private.
    Con leggi ordinarie ciò che la costituzione non dice è diventata la norma: il potere monetario è della Banca d’Italia (privata); con dei referendum si potrebbe abrogare.

    Con la costituzione europea viene invece sancito che il potere monetario è della BCE. Addio referendum.

    Scusate la fretta, ma mi sembrava doveroso segnalare questo (piccolo?) particolare.

    Aggiungo che il trattato istitutivo di una costituzione europea può essere scaricato da liberliber:

    http://www.liberliber.it/biblioteca/u/unione_europea/