Vaccini Covid: “catastrofe sanitaria” per la US Army

Rispetto al 2020, miocarditi +269%, emboli polmonari +467%, aborti spontanei +30%, tumori +300% e addittura, neurologici +1000%. La denuncia di tre medici militari in Senato

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

La sperimentazione coatta di massa denominata “vaccino Covid” sta creando seri problemi all’esercito USA, che si trova a fronteggiare una crisi sanitaria senza precedenti: rispetto al pre-campagna vaccinale, miocarditi +269%, emboli polmonari +467% (!) aborti spontanei +30%, tumori +300% e addittura, per i casi neurologici, un terrificante +1000%, dieci volte in più rispetto al 2020. “Posso dire che il numero di diagnosi di cancro nel sistema DMED militare è aumentato da una media di 38.700 all’anno nel periodo 2016-2020 a 114.645 nei primi 11 mesi del 2021. E questo in una popolazione prevalentemente giovane sottoposta a un’attenta sorveglianza sanitaria”.

A dir poco agghiacciante la testimonianza portata a Capitol Hill da Thomas Renz, squadra legale degli American Frontline Doctors, in rappresentanza di tre medici militari con “credenziali impeccabili” e documenti ufficiali alla mano. “Ci sono documenti del Dipartimento della Difesa secondo i quali il 71% dei nuovi casi e il 60% degli ospedalizzati hanno fatto il ciclo vaccinale completo”. Non ha dubbi Renz, intervenuto all’audizione del senatore Ron Johnson  sul fatto che sia stata fatta una vera e propria sperimentazione su migliaia di giovani, cavie inconsapevoli e vittime di quella che definisce una “catastrofe sanitaria”.

Così riporta Il Simplicissimus:

In crescita anche le diagnosi di malattie autoimmuni, disordini cardiocircolatori, addirittura tumori che hanno dato origine a repentine metastasi. Un quadro “estremamente inusuale” secondo i dottori e che” potrebbe essere collegato all’obbligo di vaccinazione”.

In una dichiarazione giurata dei sanitari riportata dalla testata Blazemedia si legge: “È mia opinione professionale che la maggior parte degli aumenti di incidenza dei casi sopra discussi di aborti spontanei, cancri e altre malattie sia legato alle vaccinazioni contro il Covid”. […]

Nell’articolo si riporta anche l’abstract di un recentissimo studio sui vaccini Covid, ad opera di Stephanie Seneff (Massachusetts Institute of Technology), Greg Nigh (Immersion Health) e Anthony Kyriakopoulos (Nasco AD Biotech Lab) intitolato “Soppressione dell’immunità innata da parte delle vaccinazioni a mRNA contro la SARS-CoV-2: Il ruolo di G-quadruplex, esosomi e microRNA”:

[…] la vaccinazione, contrariamente all’infezione naturale, produce una profonda compromissione della segnalazione dell’interferone di tipo I che ha varie conseguenze negative per la salute umana. Spieghiamo il meccanismo mediante il quale le cellule immunitarie rilasciano nel flusso sanguigno grandi quantità di esosomi contenenti proteine ​​​​spike insieme a microRNA critici che innescano una risposta di segnalazione nelle cellule riceventi in siti distanti.

Identifichiamo anche interruzioni potenzialmente pervasive nel controllo normativo della sintesi proteica e nella sorveglianza del cancro. Questi disturbi possono essere direttamente correlati a malattie neurodegenerative, miocardite, trombocitopenia immunitaria, paralisi di Bell, malattie del fegato, ridotta immunità adattativa, aumento della tumorogenesi e danno al DNA. Presentiamo prove da segnalazioni di eventi avversi nel database VAERS a sostegno della nostra ipotesi.

Riteniamo che una valutazione completa del rapporto rischio-beneficio dei vaccini mRNA escluda il loro contributo positivo alla salute pubblica, anche nel contesto della pandemia di Covid-19”.

In un paese civile, questa notizia dovrebbe essere una bomba, e portare alle dimissioni di tutte le alte cariche militari e politiche responsabili di questo disastro, e la sperimentazione quantomeno fermata. O dobbiamo pensare che a Sleepy Joe e compagni faccia comodo aver usato armi chimiche contro l’esercito della propria stessa nazione? Forse perché sono al servizio di interessi transnazionali che vedono la distruzione della potenza americana come premessa necessaria del Nuovo Ordine Mondiale? La puzza di Inside Job è fortissima.

MDM 31/01/2022

Fonti https://ilsimplicissimus2.com/2022/01/26/allarme-dallesercito-usa-dopo-i-vaccini-i-timori-dilagano/?fbclid=IwAR2KeyDLo2JQLO7CZlw9HkuAkQ61-KU3Gqy8mbz-QQG4He7Q41-0mY7ACMQ

“Vaccino, è allarme sanitario nell’esercito”. La denuncia di tre medici Usa: aumentate vertiginosamente reazioni avverse di ogni genere

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
7 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
7
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x