Uno studio dimostra che personale ospedaliero con casi lievi di COVID-19 ha sviluppato anticorpi.

MARTY JOHNSON – 26/05/20

Fonte: THE HILL (thehill.com)

 

La maggior parte dei medici e degli infermieri che hanno contratto casi lievi di COVID-19 mentre lavoravano in prima linea nella pandemia hanno sviluppato anticorpi che hanno evitato la malattia, come dimostra un nuovo studio francese.

La ricerca, condotta dall’Institut Pasteur e dagli ospedali universitari di Strasburgo, ha esaminato 160 medici e infermieri del nord-est della Francia.

Secondo questo studio solo una persona non presentava anticorpi entro 15 giorni dall’insorgenza dei sintomi; inoltre, il 98% degli operatori sanitari aveva sviluppato anticorpi in grado di neutralizzare il virus 41 giorni dopo l’infezione.

Lo studio non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria (peer review) ed è stato segnalato per la prima volta da Bloomberg martedì

La ricerca sugli anticorpi è una delle aree di studio critiche per la lotta al COVID-19.

Esperti sanitari negli Stati Uniti hanno ripetutamente affermato che sono necessari test diffusi per la riapertura sicura dell’economia del paese. Come tali, durante la pandemia sono stati diffusamente effettuati test anticorpali, ma gli esperti sono ancora prudenti nell’affermare che la presenza di anticorpi equivale all’immunità dal virus.

Il 24 aprile, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che non c’è ancora alcuna prova che le persone che si riprendono da COVID-19 e sviluppano anticorpi per il virus siano immuni.

Negli Stati Uniti, secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University, ci sono stati oltre 1,6 milioni di casi confermati di COVID-19 e oltre 98.000 morti.

 

Link: https://thehill.com/policy/healthcare/public-global-health/499467-hospital-staffers-with-mild-covid-19-cases-developed

Traduzione pro-bono di Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte