Un giorno come tanti a Mariupol

Cronaca della giornata di ieri, martedì 12 aprile, a Mariupol, epicentro degli scontri in Ucraina orientale

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Video" su Telegram.

Dopo la presa del porto di Mariupol da parte dei russi lunedì 11 aprile, è iniziata la fase finale dell’assedio della cittadina portuale sull’Azov. I militari ceceni stanno ingaggiando battaglie strada per strada, casa per casa, con le ultime sacche di resistenza dei battaglioni Azov e AFP. I militari della 36esima Brigata dei Marines delle Forze Armate dell’Ucraina non stanno ricevendo munizioni né cibo. “Continuiamo a difenderci. Ma la realtà è che la città era in un blocco, sul ring. E non c’è consegna di munizioni e cibo “. Si parla di un migliaio di prigionieri nella sola giornata di martedì 12 aprile, tra gli arresi agli scontri e quelli catturati mentre tentavano la fuga.

Iscriviti al nostro canale Telegram.

MDM 13/04/2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x