Browsing Tag

palestina

Ahmad Mustafa Erekat “giustiziato”: correva per il matrimonio della sorella

Aveva una colpa Ahmad, ventisettenne palestinese ucciso ieri, 23 giugno, da soldati israeliani al check point “container” vicino Betlemme: era in ritardo per il matrimonio di sua sorella e correva per andar a prendere sorella e mamma che lo aspettavano dal parrucchiere per poi dirigersi velocemente al matrimonio. Questa la sua colpa, punita senza processo con la pena capitale. Aveva fretta Ahmad, è arrivato al check point, ha urtato il cordolo. E’ sceso per vedere che danno avesse fatto alla…

Quel che Fiamma Nirenstein non vuol sapere dell’annessione della Palestina

DI PINO CABRAS facebook.com L’ha definita una «letterina»: era la nostra missiva a Conte sull’annessione israeliana di un altro pezzo di terre palestinesi. Fiamma Nirenstein, giornalista italo-israeliana, insigne esponente del pensatoio Jerusalem Center for Public Affairs (JCPA), gode evidentemente di standard molto più alti. Il suo think-tank neoconservatore infatti è finanziato da magnati del calibro di Sheldon Adelson, il miliardario che possiede casinò in mezzo mondo, giornali in USA e…

Rai sionista

Sappiamo quanto sia sentita la longa manus israeliana in Italia: lo abbiamo visto più volte in conferenze vietate perché sgradite alla Comunità ebraica o, in alcuni casi, su chiamata diretta dell’ambasciatore israeliano. Abbiamo visto posizionare ai vertici di quotidiani di grande tiratura figure che abbracciano il sionismo e lo dichiarano con orgoglio, andando oltre la libertà di espressione quando, in nome di questa scelta, si censurano notizie oggettive solo perché sgradite a Israele. Ma…

Donald Trump, il biscazziere della «pace»

DI ALBERTO NEGRI E TOMMASO DI FRANCESCO ilmanifesto.it Scampato – e meno male – il pericolo in Emilia-Romagna, se si suona al citofono dell’indirizzo «Politica Estera del governo» (alla Farnesina, mica un’abitazione privata) non risponde nessuno. Silenzio. Eppure ci sono messaggi urgenti da recapitare, dal Piano Truffa di Trump annunciato ieri «per la pace in Medio Oriente», alla Libia, all’Iraq, all’Iran. In Libia – , proprio mentre dai «porti sicuri» libici c’è il boom di partenze…

Perché Israele continua a bombardare Gaza?

DI GIDEON LEVY haaretz.com Una volta di più si è riformata la santa alleanza. Ancora una volta siamo un popolo solo, senza opposizione o dibattito pubblico, i mezzi d’informazione sono una parata di yes men e cheerleader, i bagni di sangue non generano rimorsi, come sempre succede in queste disgustose situazioni del tipo “calmi, stiamo sparando”. Israele finge divisioni tra la sua gente, che poi magicamente si ricompongono a ogni uccisione. Litighiamo sulla vita, ma siamo d’accordo…

L’antisionismo non è antisemitismo

DI MONI OVADIA ilfattoquotidiano.it I vecchi tabù di carattere sessuale e morale, nelle società occidentali, sono caduti e ne sono sorti di nuovi, il più inviolabile dei quali riguarda la questione israelo-palestinese. Il solo chiedere di parlarne, viene visto dai grandi media come una provocazione e quelli che conducono programmi di informazione politica, alla proposta di affrontarlo, reagiscono con un misto di timore e di costernazione di fronte a una richiesta tanto osé, similmente a…

Giornata della memoria

DI FULVIO GRIMALDI facebook.com Il maresciallo Rodolfo Graziani massacra la Libia, occupata e seviziata dal 1911, e uccide seicentomila libici, tra civili e partigiani della resistenza, un terzo della popolazione, brucia centinaia di villaggi, bombarda centri abitati e carovane, avvelena i pozzi, impicca centinaia di libici, tra cui l’ottantenne leader della Resistenza, Omar al Mukhtar. Gli Stati Uniti, dal 1945 ad oggi, iniziando con l’invasione della Corea e poi del Vietnam e poi…

Il documentario che la Lobby israeliana non vuole che vediate

FONTE: MOON OF ALABAMA Oggi (2 novembre 2018, nota CdC), il sito “The Electronic Intifada” ha pubblicato le prime due parti di “La Lobby negli USA” un'inchiesta segreta in quattro parti di Al Jazeera, riguardante le campagne di condizionamento segreto condotte da Israele negli Stati Uniti. La prevista diffusione del film è stata vietata dal Qatar, proprietario di Al Jazeera, per conto di Israele. Nel seguito la descrizione di “Electronic Intifada”: “Per ottenere un accesso senza precedenti…

Non Capisco Come ci potrà mai essere uno Stato Palestinese

DI ROBERT FISK CounterPunch.org Abu Yussef Abu Dahuk ha 60 anni. Ma ne mostra almeno 75 o 80 di anni, perché è un beduino che vive sotto un tetto di lamiere legate con lo spago, insieme a 120 capre che servono per sfamare i suoi 17 bambini e poi perché i soldati israeliani, che sono lontani solo un centinaio di metri, stanno lì per buttare giù la sua baracca e cacciarlo via. Questo palestinese ha avuto due mogli: la prima gli morì 18 anni fa e la seconda è quella che oggi ci serve il…

Continua così, Ahed Tamimi

DI GIDEON LEVY haaretz.com Dopo otto mesi di prigione, pochi giorni prima del suo previsto rilascio, ora le va detto: ne è valsa la pena. Non cessare di resistere all’occupazione israeliana. Domenica dovresti uscire di prigione, finalmente, insieme a tua madre. Ma forse è meglio non dirlo troppo forte; lo Shin Bet potrebbe emettere contro di voi un ordine di arresto amministrativo. Dopotutto, solo poche settimane fa aveva stabilito che sei ancora “potenzialmente pericolosa”, ma vogliamo…

No, Israele non è una democrazia

DI IAN PAPPE informationclearinghouse Israele non è l’unica democrazia del Medio Oriente. Infatti, non è per nulla una democrazia. Agli occhi di molti israeliani e dei loro sostenitori in tutto il mondo, anche  di coloro che potrebbero criticare alcune delle sue politiche, Israele, in fin dei conti, è un stato benevolo, democratico, che cerca la pace con i suoi vicini e garantisce l’uguaglianza a tutti i suoi cittadini. Quelli che criticano Israele danno per scontato che,…

Il Mondo potrebbe finire per la più stupida delle ragioni

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com Noi umani amiamo credere che le cose avvengano per qualche ragione e detestiamo pensare che una cosa così importante come la fine del mondo potrebbe arrivare senza ragione alcuna. Ciò che noi dovremmo detestare di più, è l'idea che il mondo potrebbe finire per una ragione veramente stupida, talmente stupida che fa venire voglia di piangere. Ed è proprio questo invece che potrebbe verificarsi. È una lunga storia, dunque cominciamo. C'era una volta…

Per quanto ancora continueremo a far finta che i Palestinesi non sono un popolo?

DI ROBERT FISK counterpunch.org Mostruoso. Spaventoso. Perverso. E’ strano come oggi, in Medio Oriente, manchino semplicemente la parole. Sessanta Palestinesi morti. In un giorno. Duemilaquattrocento feriti, più della metà da proiettili veri. In un giorno. Questi numeri sono un oltraggio, una fuga dalla moralità, un motivo di infamia per ogni esercito. E noi dovremmo credere che l’esercito israeliano sia quello della “purezza delle armi”? E abbiamo un’altra domanda da fare. Se questa…

Cecchini che sparano su gente inerme da 100 metri di distanza non sono “uno scontro”

DI ADAM JOHNSON informationclearinghouse Come ha già fatto notare FAIR (p.e., Extra!, 1/17; FAIR.org, 4/2/18), il termine “scontro” è quasi sempre usato per mascherare una asimmetria di forza e dare al lettore l’impressione che le parti in lotta in qualche modo si equivalgano. Questo termine serve a camuffare le dinamiche di potere e la natura del conflitto stesso, p.e., chi lo ha istigato e che tipo di armi sono state usate (se sono state usate armi). “Scontro” è il miglior amico dei…

La spada di Israele

DI GIDEON LEVY haaretz.com Sono giorni di grandi successi per il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, per la destra e per i nazionalisti. Questi sono giorni di vittoria per il loro percorso, quello della forza, e della loro fede, quella negli eletti che possono fare tutto ciò che vogliono. L’Iran è stato pubblicamente umiliato, i palestinesi sono stati schiacciati e il 14 maggio sono stati calpestati in pompa magna e con tanto di cerimoniale mentre l’ambasciata statunitense…

Quando il Sionismo si scontra con la realtà

DI STANLEY  L. COHEN counterpunch.org “I torti che ci sforziamo di condannare e di punire sono stati così premeditati, così malvagi e così devastanti, che una civiltà non può tollerare che essi vengano ignorati, perché non potrebbe sopravvivere alla loro reiterazione” Con queste autorevoli parole, Robert H. Jackson, Procuratore Capo per gli Stati Uniti, aveva aperto i lavori del Tribunale per i Crimini di Guerra a Norimberga, Germania, subito dopo la conclusione della Seconda Guerra…

Esclusivo: Emerge il video dell’interrogatorio della giovane attivista palestinese Ahed Tamimi

 DI JESSE ROSENFELD Il Daily Beast ha potuto visionare in esclusiva il video dell’interrogatorio, da parte dei militari israeliani, della giovane attivista palestinese Ahed Tamimi, colpevole di aver schiaffeggiato il soldato che aveva sparato a suo cugino. PRIGIONE MILITARE DI OFER, West Bank – Dopo che il giudice militare israeliano aveva aperto la seduta nella prigione di Ofer, per dar modo alla stampa di assistere all’accettazione, da parte della corte, della richiesta di…

Ahed Tamimi: la Mandela palestinese?

DI MARK LEVINE tikkun.org Ahed Tamimi ora è solo un numero. Solo una delle migliaia di palestinesi imprigionati illegalmente da Israele, quando siamo a metà del suo cinquantunesimo anno di occupazione. Per la precisione 6.154, 59 delle quali donne, 250 bambini, ed ora un altro. Ahed è in prigione perché ha "schiaffeggiato" un soldato israeliano che stava occupando casa sua. Poco prima, lui o un commilitone aveva sparato in testa a suo cugino con un proiettile di gomma, mandandolo in coma.…

Benedizione o Maledizione? Cosa significa essere israeliano oggi

DI MARCELO SVIRSKY Middleeasteye.net Non dovremmo dare per scontato che tutto quello che guadagnano gli israeliani con le loro azioni di colonizzazione dei palestinesi sia per profitto e per privilegio. Quando, 10 anni fa, lasciai Israele, i media non erano ancora tanto pieni di queste imperdonabili aggressioni verso qualsiasi cosa sia palestinese. Allora si potevano ancora sentire, qua e là, alcune voci di dissenso. Oggi, il semplice guardare o ascoltare un notiziario è diventato…

Cosa c’è dietro lo schiaffo di Ahed Tamimi? Il cranio di suo cugino distrutto da un proiettile israeliano

DI GIDEON LEVY E  ALEX LEVAC haaretz.com Mezza testa. La parte sinistra della faccia è storta, gonfia, frantumata, deturpata; c’è sangue secco che gli esce dal naso, punti di sutura sulla faccia; un occhio è chiuso, una fila di punti gli corre lungo tutta la testa. Un volto di ragazzo diventato lo Sfregiato. Con un’operazione, gli sono state anche rimosse alcune ossa del cranio, che non verranno risistemate prima di sei mesi. Mohammed Tamimi ha solo 15 anni ed è già una…

E se Ahed Tamimi fosse vostra figlia?

DI GIDEON LEVY Haaretz.com Nelle ultime due settimane, ha fatto irruzione nei salotti degli israeliani, a intervalli di pochi giorni, attraverso un altro rapporto superficiale sull’estensione del suo arresto. Ancora una volta, vediamo i riccioli d’oro; ancora una volta vediamo la figura di Botticelli nell’uniforme marrone da servizio di sicurezza Shin Bet e con le manette, che la fanno assomigliare più a una ragazza di Ramat Hasharon che a una ragazza di Nabi Saleh. Eppure anche…

Gerusalemme nel mio cuore

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Gerusalemme è prima di tutto un simbolo, e uno potente; il riconoscimento americano della sovranità ebraica sulla città santa è un segno della vittoria finale dell'ebraismo sul cristianesimo, e bisogna dolersene profondamente. Riccardo Cuor di Leone e Tancredi non capirebbero questa resa della città per cui hanno combattuto, ma i tempi sono cambiati. I cristiani di una volta non si riferivano agli ebrei come ai loro "fratelli maggiori". Quel che è iniziato con gli…

Israel Shamir e il neocapitalismo che distrugge la Palestina

DI NICOLAS  BONNAL dedefensa.org È l’ultimo testo di Israël Shamir, e non è piaciuto ai lettori-commentatori di Unz.com (Trad. ita QUI su CdC). Li capisco, perché questo testo preciso e implacabile sottolinea un fatto inevitabile: la mondializzazione capitalista mangia tutto e ci rende simili a maiali, per citare il compianto matematico e polemista Gilles Chatelet. Il tifoso di calcio sostituisce il patriota, il turista il pellegrino, l’abbuffone il filosofo. Non ci saranno più bene e…

Donald Trump dice che riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele porterà la pace – porterà l’esatto contrario

DI ROBERT FISK independent.co.uk Trump si è allontanato da ogni idea di equità nei negoziati di pace e si è messo dalla parte di Israele Sono stato chiamato da una radio irlandese per commentare la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele. Cosa passa nella mente del Presidente degli Stati Uniti? mi è stato chiesto. Io ho risposto immediatamente: "Non ho la chiave del manicomio". Quello che una volta poteva sembrare un'osservazione esagerata è stata accettata…

GERUSALEMME CAPITALE D’ISRAELE? GUARDATE DALLA PARTE SBAGLIATA.

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Dopo 69 anni di negoziati di pace gettati alla fogna nel conflitto israelo-palestinese, per il mondo intero le speranze di vedere la fine di quella tragedia – fra l’altro uno dei carburanti principali del terrorismo (reazione) islamico contro l’Occidente – sono ormai nulle. Poi oggi Trump ha riconosciuto Gerusalemme come futura capitale d’Israele, e tutti a strapparsi i capelli. Brutta notizia per la pace, no? No. L’ho già scritto, ma lo ripeto…

Non è mai stato così bello

DI ISRAEL SHAMIR unz.com Vorrei dire che la Palestina sta bruciando e che Israele sta soffrendo, ma bisogna dire la verità: Israele e Palestina stanno prosperando sotto Netanyahu. Non è mai stato così bello. Il salario minimo israeliano è ora di oltre 1.500 dollari; in un paio d'anni è passato da 4.000 a 5.300 shekel al mese. L'inflazione non ha seguito questo aumento, nonostante le pessimistiche previsioni. I poveri non sono più poveri, ancorché forse alcuni non sono propriamente…